Storia della politica internazionale

A.A. 2017/2018
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
SPS/06
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Con l'intento di fornire agli studenti gli strumenti per meglio comprendere lo stato attuale delle relazioni euro-americane, il corso analizza la storia delle relazioni politiche, economiche e culturali tra gli Stati Uniti e i paesi europei nel quadro dei più ampi sviluppi internazionali del secolo scorso. In particolare, il corso esplora gli elementi di cooperazione, competizione e conflitto che hanno caratterizzato le relazioni transatlantiche dal 1898 fino ai nostri giorni, con attenzione sia ai rapporti bilaterali tra gli Stati Uniti e i principali paesi europei sia alle relazioni intercorse tra gli Stati Uniti e la Comunità europea come parte della più ampia Comunità atlantica.
L'approccio metodologico privilegerà l'orientamento degli studenti all'esame critico delle più accreditate correnti storiografiche e all'analisi rigorosa delle fonti primarie documentarie disponibili, con l'obiettivo ultimo di fornire, anche attraverso l'assegnazione di originali temi di ricerca, gli strumenti per applicare le conoscenze acquisite all'analisi della complessa realtà internazionale attuale.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unità didattica 1
SPS/06 - STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Merlati Mariele

Unità didattica 2
SPS/06 - STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Merlati Mariele

Unità didattica 3
SPS/06 - STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Graglia Piero

STUDENTI FREQUENTANTI
Informazioni sul programma
La prima e la seconda unità didattica del programma sono tenute integralmente dalla prof.ssa Mariele Merlati; la terza unità didattica del programma è tenuta integralmente dal prof. Piero Graglia.
Propedeuticità
Storia delle relazioni internazionali
Prerequisiti e modalità di esame
Sono considerati frequentanti gli studenti che abbiano partecipato attivamente alle discussioni in classe, ai seminari e ai lavori di gruppo. Per gli studenti frequentanti è' prevista la stesura di un breve elaborato di gruppo su temi assegnati durante il corso; gli elaborati verranno esposti dagli studenti alla fine del corso e, nella loro forma scritta, saranno valutati dai docenti. Tale valutazione -alla quale concorreranno conoscenze contenutistiche e metodologiche acquisite, proprietà linguistica e terminologica, capacità di lavorare in team- rappresenterà il 30% della valutazione complessiva.
L'esame finale consiste in un colloquio orale volto ad accertare le conoscenze acquisite e a valutare l'autonomia di giudizio e la capacità critica sviluppata dagli studenti
Metodi didattici
Il corso consiste in lezioni frontali, seminari dedicati alla presentazione critica delle fonti primarie tipiche della disciplina, al loro corretto utilizzo e alla loro reperibilità, lavori di gruppo, incontri con esperti esterni al corso, analisi di documentari e film.
Gli studenti che intendono chiedere l'assegnazione della tesi devono seguire il corso e i seminari e a partecipare ai lavori di gruppo
Unità didattica 1
Programma
La prima unità didattica analizza il momento fondante della proiezione mondiale degli Stati Uniti a cavallo tra il XIX e il XX secolo e l'evoluzione delle relazioni euro-americane fino alla fine del secondo conflitto mondiale, con particolare attenzione alle evoluzioni della special relationship anglo-americana, ai suoi elementi di forza e a quelli di maggiore debolezza. Nello specifico, saranno esaminati e discussi, anche attraverso un puntuale richiamo alle fonti primarie: i caratteri distintivi dell'imperialismo statunitense e le implicazioni dell'"eccezionalismo" sulle relazioni transatlantiche; le eredità del primo conflitto mondiale nelle relazioni anglo-americane e il contributo britannico e statunitense ai primi progetti di sicurezza collettiva; gli elementi di convergenza e di divergenza nel comportamento britannico e statunitense nei confronti dei regimi autoritari e totalitari in Europa e nel Pacifico; il peso delle personalità nelle relazioni internazionali tra gli anni '20 e '40 con particolare attenzione alle figure di Neville Chamberlain, Winston Churchill e Franklin Delano Roosevelt e di coloro che maggiormente hanno collaborato con questi nell'elaborazione e nell'applicazione della politica estera
Materiale didattico e bibliografia
Il materiale di riferimento per gli studenti frequentanti è lo stesso indicato per i non frequentanti. In particolare per la preparazione dell'esame gli studenti frequentanti faranno riferimento agli appunti delle lezioni e al materiale didattico (produzione storiografica e fonti primarie quali documentazione diplomatica edita e inedita, stampa e memorialistica) che sarà presentato all'inizio del corso e reso disponibile sulla pagina ARIEL del docente. Per poter usufruire in maniera ottimale del materiale didattico distribuito in classe, è consigliabile una buona conoscenza della lingua inglese.
Unità didattica 2
Programma
Nella seconda unità didattica del programma saranno approfonditi gli elementi politici e di sicurezza che hanno caratterizzato le relazioni tra gli Stati Uniti e i paesi europei dalla fine della seconda guerra mondiale agli anni della grande distensione. In particolare saranno esaminati e discussi, anche attraverso un puntuale richiamo alle fonti primarie: gli elementi di cooperazione politica, economica e culturale che hanno concorso alla costruzione di una solidarietà atlantica e i differenti modi con cui i diversi paesi europei l'hanno declinata; il "revisionismo" del laburismo britannico e il peso della personalità di Ernst Bevin nel quadro delle relazioni tra Londra e Washington nella prima fase della guerra fredda; gli elementi di forza e di debolezza del sistema di sicurezza costituitosi tra le due sponde dell'atlantico e i momenti della sua maggiore crisi; le politiche degli Stati Uniti e della Gran Bretagna nei confronti di regioni o paesi "terzi", quali la Cina, il Medio Oriente e, più in generale, i paesi di nuova indipendenza.
Materiale didattico e bibliografia
Il materiale di riferimento per gli studenti frequentanti è lo stesso indicato per i non frequentanti. In particolare per la preparazione dell'esame gli studenti frequentanti faranno riferimento agli appunti delle lezioni e al materiale didattico (produzione storiografica e fonti primarie quali documentazione diplomatica edita e inedita, stampa e memorialistica) che sarà presentato all'inizio del corso e reso disponibile sulla pagina ARIEL del docente. Per poter usufruire in maniera ottimale del materiale didattico distribuito in classe, è consigliabile una buona conoscenza della lingua inglese.
Unità didattica 3
Programma
La terza unità didattica affronterà le relazioni tra Stati Uniti ed Europa nel contesto della «seconda integrazione europea», dagli anni della Grande distensione al «Transatlantic Drift» successivo al 2001.
Quest'ultima parte del corso verrà quindi dedicata all'analisi approfondita delle relazioni tra Europa e Stati Uniti nel periodo della cosiddetta «seconda integrazione europea», successiva alla Conferenza dell'Aja del dicembre 1969 e alla vigilia dell'ingresso del Regno Unito nel sistema comunitario. Verranno prese in considerazione le diverse opzioni che gli Stati Uniti hanno seguito nei confronti del processo di costruzione europea, divisi tra timori di concorrenza economico-commerciale, necessità di mantenere l'egemonia, interesse verso il laboratorio politico-istituzionale rappresentato dalla Comunità/Unione, inviti a promuovere il "burden-sharing" sul piano militare e politico tra le due sponde dell'Atlantico. Particolare attenzione verrà dedicata alla capacità di risposta che la «Comunità atlantica» latamente intesa ha mostrato - sia come insieme sia come attori internazionali singoli - nei confronti delle sfide poste dal sorgere di nuovi competitors sulla scena internazionale (Cina, India, Brasile) e dall'affermarsi del processo di globalizzazione economico-commerciale.
Materiale didattico e bibliografia
Il materiale di riferimento per gli studenti frequentanti è lo stesso indicato per i non frequentanti. In particolare per la preparazione dell'esame gli studenti frequentanti faranno riferimento agli appunti delle lezioni e al materiale didattico (produzione storiografica e fonti primarie quali documentazione diplomatica edita e inedita, stampa e memorialistica) che sarà presentato all'inizio del corso e reso disponibile sulla pagina ARIEL del docente. Per poter usufruire in maniera ottimale del materiale didattico distribuito in classe, è consigliabile una buona conoscenza della lingua inglese.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame finale consiste in un colloquio orale volto ad accertare le conoscenze acquisite e a valutare l'autonomia di giudizio e la capacità critica con cui gli studenti hanno affrontato lo studio dei testi indicati, nonché la capacità di esprimersi con proprietà di linguaggio e attraverso la terminologia propria della disciplina
Unità didattica 1
Materiale didattico e bibliografia
Mary Nolan, The Transatlantic Century. Europa and America, 1890-2010, Cambridge University Press, 2012, pp. 1-190
Unità didattica 2
Materiale didattico e bibliografia
Mary Nolan, The Transatlantic Century. Europa and America, 1890-2010, Cambridge University Press, 2012, pp. 191-266
Jussi M. Hanhimaki, Benedikt Schoenborn, Barbara Zanchetta (a cura di), Transatlantic Relations since 1945, Routledge, New York, 2012
Unità didattica 3
Materiale didattico e bibliografia
Mary Nolan, The Transatlantic century. Europa and America, 1890-2010, Cambridge University Press, 2012, pp. da 267 alla fine.
Ennio Di Nolfo, Il mondo atlantico e la globalizzazione. Europa e Stati Uniti: storia, economia e politica, Mondadori Milano 2014.
Periodo
Secondo trimestre
Periodo
Secondo trimestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Giovedì 14,30-17,30 - N.B.: non accetto tesi su richiesta via e-mail. Lo studente che desidera fare la tesi con me, sia essa triennale o magistrale, deve fare lo sforzo di venire di persona a concordare un tema.
Via Conservatorio 7, Stanza 16, I piano.
Ricevimento:
mercoledì dalle ore 10,30 alle ore 13,30. mercoledì 4 dicembre il ricevimento inizierà alle ore 14,30
stanza n. 17, Dipartimento di studi internazionali giuridici e storico-politici, 1° piano, via Conservatorio 7