Storia delle relazioni internazionali

A.A. 2016/2017
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
SPS/06
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso è incentrato sull'esame dei fattori ideologici, politici, economici e psicologici che hanno concorso alla formulazione delle linee di politica estera dei singoli stati e caratterizzato le dinamiche delle relazioni internazionali negli anni che intercorrono tra la Conferenza della Pace del 1919 e la fine del bipolarismo. L'approccio metodologico privilegerà l'orientamento degli studenti all'esame critico delle più accreditate correnti storiografiche in materia. L'obiettivo è quello di fornire agli studenti non solo la conoscenza degli eventi che hanno contraddistinto la storia delle relazioni internazionali, ma anche la metodologia più adeguata per affrontarne l'analisi, la terminologia appropriata per discuterne e gli strumenti critici necessari per arrivare a maturare una migliore comprensione della realtà internazionale odierna.

Struttura insegnamento e programma

A-K
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unità didattica 1
SPS/06 - STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unità didattica 2
SPS/06 - STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unità didattica 3
SPS/06 - STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

STUDENTI FREQUENTANTI
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame per i frequentanti consiste in una prova parziale scritta e in una prova finale orale. La prova scritta ha ad oggetto la prima unità didattica del programma e prevede domande a risposta aperta in cui lo studente sarà chiamato a dare dimostrazione della propria capacità di misurarsi nell'esame critico dei dati e degli eventi e di individuare cause e conseguenze delle vicende studiate. Il colloquio orale verterà sul secondo e terzo modulo e sarà volto ad accertare, oltre alle conoscenze acquisite, anche la capacità di analisi critica maturata.
Metodi didattici
Oltre ai testi indicati in bibliografia, gli studenti frequentanti saranno tenuti a conoscere anche il materiale didattico presentato durante il corso. (Fonti secondarie e fonti primarie quali documenti diplomatici, stampa, memorialistica, fonti audiovisive etc.)Tale materiale sarà reperibile sul portale ARIEL del docente. Dal momento che si tratta di fonti in inglese, una buona conoscenza della lingua è requisito indispensabile per la frequenza.
Chi desiderasse svolgere l'elaborato triennale nella materia è invitato a frequentare le lezioni.
Unità didattica 1
Programma
La prima unità didattica è volta ad inquadrare, nel contesto della crisi europea e del progressivo affermarsi della vocazione mondiale degli Stati Uniti e della Russia sovietica, l'evoluzione delle relazioni internazionali negli anni tra le due guerre mondiali.
Materiale didattico e bibliografia
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Vol. I. Dalla pace di Versailles alla conferenza di Potsdam 1919-1945, Roma-Bari, Laterza, 2015, capitoli I-IV compresi.
Oppure:
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Dal 1918 ai giorni nostri, Roma-Bari, Laterza, 2013 e successive, capitoli I-IV compresi.
Unità didattica 2
Programma
La seconda unità didattica affronta gli sviluppi delle relazioni internazionali a cavallo tra lo scoppio del secondo conflitto mondiale e l'inizio della guerra fredda: si prenderanno in esame la costituzione prima e la lenta dissoluzione poi della grande alleanza tra Stati Uniti, Gran Bretagna e Unione Sovietica; le origini e la prima fase della competizione bipolare; i problemi e le tappe che hanno condotto alla divisione in campi contrapposti.
Materiale didattico e bibliografia
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Vol. I. Dalla pace di Versailles alla conferenza di Potsdam 1919-1945, Roma-Bari, Laterza, 2015, capitoli V-VII compresi
E:
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Vol. II. Gli anni della guerra fredda 1946-1990, Roma-Bari, Laterza, 2015, capitoli I-II.

Oppure:
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Dal 1918 ai giorni nostri, Roma-Bari, Laterza, 2013 e successive, capitoli V-IX compresi.
Unità didattica 3
Programma
La terza unità analizza l'evoluzione del conflitto bipolare e i principali teatri di confronto tra le due superpotenze negli anni compresi tra la morte di Stalin e la fine della guerra fredda.
Materiale didattico e bibliografia
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Vol. II. Gli anni della guerra fredda 1946-1990, Roma-Bari, Laterza, 2015, capitoli III-VI compresi
Oppure:
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Dal 1918 ai giorni nostri, Roma-Bari, Laterza, 2013 e successive, capitoli X-XIII compresi.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame consiste in un colloquio orale volto ad accertare la conoscenza dei contenuti. Particolare attenzione sarà posta sulla capacità da parte del candidato di ragionare criticamente sull'evoluzione degli avvenimenti, di individuarne origini e sviluppi e di analizzare le ragioni e i fattori che hanno concorso a determinarne l'andamento. Altrettanto importante ai fini della valutazione sarà la capacità di argomentare in maniera logica sulla base delle conoscenze acquisite e di adottare una terminologia consona alla materia oggetto di studio.
Unità didattica 1
Programma
La prima unità didattica è volta ad inquadrare, nel contesto della crisi europea e del progressivo affermarsi della vocazione mondiale degli Stati Uniti e della Russia sovietica, l'evoluzione delle relazioni internazionali tra il 1919 e il 1945.
Materiale didattico e bibliografia
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Vol. I. Dalla pace di Versailles alla conferenza di Potsdam 1919-1945, Roma-Bari, Laterza, 2015.
Unità didattica 2
Programma
La seconda unità didattica analizza le relazioni tra le due superpotenze e i loro riflessi sul teatro europeo, dalle origini al crollo del sistema bipolare.
Materiale didattico e bibliografia
William R. Keylor, Un mondo di nazioni. L'ordine internazionale dal 1945, Milano, Guerini e Associati Editore, 2014, I parte.
Unità didattica 3
Programma
La terza unità didattica affronta il tema dell'interazione tra guerra fredda e processi di decolonizzazione nelle diverse regioni del mondo.
Materiale didattico e bibliografia
William R. Keylor, Un mondo di nazioni. L'ordine internazionale dal 1945, Milano, Guerini e Associati Editore, 2014, II parte.
Periodo
Primo trimestre
L-Z
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unità didattica 1
SPS/06 - STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unità didattica 2
SPS/06 - STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unità didattica 3
SPS/06 - STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

STUDENTI FREQUENTANTI
Informazioni sul programma
Oltre ai testi indicati in bibliografia, gli studenti frequentanti saranno tenuti a conoscere anche il materiale didattico presentato durante il corso. (Fonti secondarie e fonti primarie quali documenti diplomatici, stampa, memorialistica etc.). Tale materiale sarà reperibile sul portale ARIEL del docente. Dal momento che si tratta di fonti in inglese, una buona conoscenza della lingua è requisito indispensabile per la frequenza.
Propedeuticità
E' obbligatorio aver sostenuto con successo l'esame di Storia contemporanea. Non sono ammesse deroghe.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame per i frequentanti consiste in una prova parziale scritta e in una prova finale orale. La prova scritta ha ad oggetto la prima unità didattica del programma e prevede domande a risposta aperta rispondendo alle quali lo studente dovrà dimostrare la propria capacità di misurarsi nell'esame critico degli eventi e di individuare cause e conseguenze delle vicende studiate. Il colloquio orale verterà sul secondo e terzo modulo e sarà volto ad accertare, oltre alle conoscenze acquisite, anche la capacità di analisi critica maturata.
Metodi didattici
Chi desiderasse svolgere l'elaborato triennale nella materia è invitato a frequentare le lezioni.
Unità didattica 1
Programma
La prima unità didattica è volta ad inquadrare, nel contesto della crisi europea e del progressivo affermarsi della vocazione mondiale degli Stati Uniti e della Russia sovietica, l'evoluzione delle relazioni internazionali negli anni tra le due guerre mondiali.
Materiale didattico e bibliografia
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Vol. I. Dalla pace di Versailles alla conferenza di Potsdam 1919-1945, Roma-Bari, Laterza, 2015, capitoli I-IV compresi.
Oppure
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Dal 1918 ai giorni nostri, Roma-Bari, Laterza, 2013 e successive, capitoli I-IV compresi.
Unità didattica 2
Programma
La seconda unità didattica affronta gli sviluppi delle relazioni internazionali a cavallo tra lo scoppio del secondo conflitto mondiale e l'inizio della guerra fredda: si prenderanno in esame la costituzione prima e la lenta dissoluzione poi della grande alleanza tra Stati Uniti, Gran Bretagna e Unione Sovietica; le origini e la prima fase della competizione bipolare; i problemi e le tappe che hanno condotto alla divisione in campi contrapposti.
Materiale didattico e bibliografia
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Vol. I. Dalla pace di Versailles alla conferenza di Potsdam 1919-1945, Roma-Bari, Laterza, 2015, capitoli V-VII compresi e Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Vol. II. Gli anni della guerra fredda 1946-1990, Roma-Bari, Laterza, 2015, capitoli I-II.
Oppure
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Dal 1918 ai giorni nostri, Roma-Bari, Laterza, 2013 e successive, capitoli V-IX compresi.
Unità didattica 3
Programma
La terza unità analizza l'evoluzione del conflitto bipolare e i principali teatri di confronto tra le due superpotenze negli anni compresi tra la morte di Stalin e la fine della guerra fredda.
Materiale didattico e bibliografia
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Vol. II. Gli anni della guerra fredda 1946-1990, Roma-Bari, Laterza, 2015, capitoli III-VI compresi
Oppure
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Dal 1918 ai giorni nostri, Roma-Bari, Laterza, 2013 e successive, capitoli X-XIII compresi.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame consiste in un colloquio orale volto ad accertare la conoscenza dei contenuti. Particolare attenzione sarà posta sulla capacità da parte del candidato di ragionare criticamente sull'evoluzione degli avvenimenti, di individuarne origini e sviluppi e di analizzare le ragioni e i fattori che hanno concorso a determinarne l'andamento. Altrettanto importante ai fini della valutazione sarà la capacità di argomentare in maniera logica sulla base delle conoscenze acquisite e di adottare una terminologia consona alla materia oggetto di studio.
Unità didattica 1
Programma
La prima unità didattica è volta ad inquadrare, nel contesto della crisi europea e del progressivo affermarsi della vocazione mondiale degli Stati Uniti e della Russia sovietica, l'evoluzione delle relazioni internazionali negli anni compresi tra il 1919 e il 1945.
Materiale didattico e bibliografia
Ennio Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali. Vol. I. Dalla pace di Versailles alla conferenza di Potsdam 1919-1945, Roma-Bari, Laterza, 2015.
Unità didattica 2
Programma
La seconda unità didattica analizza le relazioni tra le due superpotenze e i loro riflessi sul teatro europeo, dalle origini al crollo del sistema bipolare.
Materiale didattico e bibliografia
William R. Keylor, Un mondo di nazioni. L'ordine internazionale dal 1945, Milano, Guerini e Associati Editore, 2014, I parte.
Unità didattica 3
Programma
La terza unità didattica affronta il tema dell'interazione tra la guerra fredda, i processi di decolonizzazione e le conflittualità locali nelle diverse regioni del mondo.
Materiale didattico e bibliografia
William R. Keylor, Un mondo di nazioni. L'ordine internazionale dal 1945, Milano, Guerini e Associati Editore, 2014, II parte.
Periodo
Primo trimestre
Periodo
Primo trimestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Giovedì 14,30-17,30 - N.B.: non accetto tesi su richiesta via e-mail. Lo studente che desidera fare la tesi con me, sia essa triennale o magistrale, deve fare lo sforzo di venire di persona a concordare un tema.
Via Conservatorio 7, Stanza 16, I piano.
Ricevimento:
Mercoledì, 11.00-14.00. Da novembre: venerdì, 16.30-19.30. L'orario può subire modifiche. Si raccomanda di consultare sempre la pagina Ariel del corso di Storia delle relazioni internazionali.
Dipartimento di Studi internazionali, giuridici e storico-politici, via Conservatorio 7, stanza 17, primo piano.