Il messaggio del Rettore

A tutti i docenti, i dottorandi, gli assegnisti, gli studenti dell’Università degli Studi di  Milano

Desideravo, prima della pausa estiva, fare brevemente il punto su quel che accadrà, in linee generali, alla ripresa autunnale.

In questi giorni sono in fase di completamento i documenti di pianificazione della didattica del prossimo anno accademico, redatti dai Collegi Didattici unitamente ai Comitati di Direzione.

I principi che guidano questa pianificazione sono dettati dalla necessità di rispettare regole sanitarie di distanziamento sociale e sanificazione controllata degli ambienti. Per far fronte a questi problemi la didattica sarà erogata in modalità mista ed è stata programmata in modo diversificato in ciascuna Facoltà/Scuola in funzione dei contenuti e delle esigenze formative di ciascun Corso di Studi. I piani didattici verranno pubblicati sui siti del Corsi di studio a partire dal 3 agosto.

Si ricorda che, in ogni caso, gli studenti potranno accedere alle lezioni e al materiale didattico anche da remoto. Tutte le attività didattiche a distanza saranno svolte secondo criteri e metodologie tese a favorire comunque il coinvolgimento e la partecipazione degli studenti. Le lezioni e le attività di approfondimento e di esercitazione svolte in presenza saranno replicate su più turni o rese disponibili in modalità web conference.

Particolare attenzione verrà rivolta alle matricole alle quali saranno dedicate attività di orientamento all'inizio del semestre.

Le lezioni a distanza saranno svolte prevalentemente in sincrono, utilizzando le apposite piattaforme rese disponibili dall'Ateneo, anche se alcuni contenuti teorici o propedeutici ad attività in presenza potranno essere erogate in modalità asincrona. Per supportare il regolare percorso degli studenti si favoriranno prove intermedie di verifica dell’apprendimento, utilizzando strumenti online.

Nei singoli piani didattici saranno specificate le modalità con cui riprenderanno le attività in presenza, assicurando il rispetto delle norme sanitarie, anche secondo l’allegato documento della CRUI, per quanto riguarda sia l’occupazione di aule e laboratori sia gli accessi e la presenza di studenti e docenti in tutti gli spazi dell’Ateneo. A tal fine, gli accessi agli spazi (aule, laboratori, biblioteche, uffici, ecc.) saranno regolati attraverso un’apposita applicazione che sarà messa a disposizione degli studenti e dei docenti alla fine di agosto.

A supporto dell’organizzazione di attività didattiche online sono stati programmati, oltre a quelli già organizzati nelle scorse settimane, webinar di formazione dei docenti.

Le modalità con cui si svolgeranno sino al 15 ottobre gli esami di profitto scritti e orali, le sedute di laurea triennali e magistrali e le attività di laboratorio  sono specificate nel decreto rettorale, disponibile nel box documenti, che vi invito a leggere con grande attenzione, così come vi invito a consultare con frequenza il sito dell’ateneo.

I Direttori di dipartimento potranno autorizzare il ricevimento degli studenti in presenza, a partire dal mese di settembre, nel rispetto del distanziamento sociale, e ove sussistano le idonee condizioni ambientali.

Le attività formative di master, corsi di perfezionamento, corsi di dottorato e corsi di specializzazione di area non medica si svolgeranno secondo la modalità scelta dal docente coordinatore.

Norme differenti potranno essere applicate agli studenti internazionali a seconda della situazione sanitaria dei Paesi di provenienza e alle disposizioni vigenti per il contenimento del contagio.

Desidero inoltre sottolineare il nostro impegno in relazione alla tassazione e alle residenze universitarie, impegno che ha lo scopo di agevolare tutti i nostri studenti in questo periodo di difficoltà, anche economica, per molte famiglie. Abbiamo approvato un nuovo sistema di tassazione, non solo più semplice ma anche più equo e progressivo, che segna una tappa storica nell'ambito del tema diritto allo studio presso il nostro Ateneo: abbiamo innalzato la no tax area a 20.000 euro (aumento significativo rispetto ai 14.000 attuali); abbiamo ridotto la tassazione per tutti gli studenti con ISEE inferiore a 75.000 euro (con risparmio medio di 450 euro sulla seconda rata); abbiamo mantenuto lo sconto per merito (per tutti gli studenti indipendentemente dal reddito); abbiamo accorpato l'area di tassazione di Medicina e Chirurgia (storicamente la più alta in assoluto) a quelle degli altri corsi di area scientifica.

Costante è  infine il nostro impegno anche sul fronte residenze: abbiamo di recente acquisito per 10 anni l’intero complesso Campus Martinitt, per un totale di 433 posti letto, in luogo del 119 attuali, a partire dal prossimo anno accademico; abbiamo confermato il nuovo contratto di concessione per via Attendolo Sforza 6, per 176 posti letto, e sottoscritto un nuovo impegno per i 140 posti in via Attendololo Sforza 8, che saranno fruibili dal 2022-23 dopo lavori di ristrutturazione; a gennaio 2021 partiranno i lavori di adeguamento della Residenza Santa Sofia.

Siamo partiti da 775 posti letto nell'anno accademico 2018-2019 e arriveremo ad averne quasi 1300 dal 2022. Stiamo inoltre lavorando insieme ad altre istituzioni per offrire, novità assoluta, un servizio di locazione diffusa sul territorio dedicato agli studenti al di fuori del Diritto allo Studio e fino a 45600 euro di ISEE. Il servizio è teso ad agevolare gli studenti che solitamente affittano appartamenti sul mercato e che in questo delicato momento storico possono avere difficoltà economiche o timori nell'impegnarsi per un intero anno accademico.

Vi ringrazio davvero tutti per la solidarietà e la collaborazione mostrata in questi mesi difficili. Li abbiamo affrontati insieme e insieme, passo dopo passo, con pazienza e costanza, sapremo tornare, con nuove consapevolezze, alla pienezza del nostro lavoro.

Vi auguro una serena pausa estiva
Elio Franzini