Dottorato in medicina sperimentale

Dottorati
Dottorato
A.A. 2019/2020
Area
Medica e sanitaria
Dottorato
3
Anni
Dipartimento di Biotecnologie mediche e medicina traslazionale - Via L. Vanvitelli, 32 - 20129 Milano
Inglese
La medicina sperimentale sviluppa e applica tecnologie e modelli biologici per lo studio dei meccanismi patogenetici delle malattie umane. Opera su più discipline (biochimica, biologia, biologia molecolare, anatomia, fisiologia, patologia, immunologia, genetica e microbiologia/virologia) che stanno progressivamente generando conoscenze in rapida crescita sui meccanismi che supportano lo sviluppo dei processi patologici. Il corso è finalizzato all'acquisizione di tecnologie e metodologie di ricerca in area biomedica e biotecnologica basate su modelli sperimentali in vitro e in vivo e su approcci omici e alla loro applicazione allo studio di meccanismi cellulari e molecolari coinvolti nella patogenesi delle malattie umane. Obiettivo finale del corso è la formazione di scienziati di alto livello in grado di combinare la comprensione dei processi biologici e dei meccanismi patogenetici con l'applicazione di tecniche sperimentali avanzate. Obiettivi specifici del programma sono:
1) sviluppare la capacità di definire i problemi e di progettare esperimenti che li risolvono secondo standard scientifici;
2) studiare i meccanismi biochimici, molecolari e cellulari della fisiopatologia con tecnologie avanzate;
3) sviluppare la capacità di leggere criticamente la letteratura scientifica;
4) fornire solide e aggiornate conoscenze relative alla specifica disciplina;
5) istruire alla conduzione indipendente delle attività di ricerca e informare sulle relative implicazioni etiche.
Tutte le classi di laurea magistrale
Dipartimento di Biotecnologie mediche e medicina traslazionale - Via L. Vanvitelli, 32 - 20129 Milano
Titolo Docente/i
Ruolo di HIF-1alpha nella rigenerazione muscolare
Studio dei legami molecolari che intercorrono tra invecchiamento e malattie umane
Requisiti: Conoscenza pratica di metodologie di biochimica, biologia molecolare  e colture cellulari. Utilizzazione di tecniche bioinformatiche e statistiche.  Disponibilità a svolgere un periodo di formazione all'estero
Meccanismi epigenetici alla base della suscettibilità e della resilienza allo stress ambientale
Nuovi approcci rigenerativi per la rigenerazione del midollo spinale
Requisiti: Esperienze in biologia molecolare, biochimica, colture cellulari, metabolismo cellulare sono considerate un vantaggio. Sono invitati a partecipare studenti altamente motivati con un forte interesse nella ricerca biomedica di base e traslazionale. Il candidato dovrebbe dimostrare attitudine al lavoro di gruppo. Si richiedono ottime capacità comunicative in lingua inglese (scritta e orale)
Generazione di modelli di zebrafish per la comprensione della patogenesi di malattie endocrine
Identificazione e caratterizzazione dell'espressione e funzionalità del Recettore Atipico per Chemochine ACKR2 in vescicole extracellulari derivate da placenta umana in gravidanze fisiologiche e patologiche
Ruolo del rilascio di ferro dai macrofagi nella cancerogenesi
Requisiti: Buona conoscenza delle principali tecniche ed approcci sperimentali di biologia cellulare e molecolare
Alla ricerca delle basi molecolari della sarcopenia: uno studio in un modello murino e in cellule muscolari in coltura
Requisiti: Colture cellulari, Western Blotting, estrazione di acidi nucleici, Real Time-PCR, silenziamento e rimodellamento genico.
Obesità e patologia cardiovascolare: ruolo del recettore per i prodotti di glicazione avanzata nella steatosi cardiaca
Requisiti: Conoscenza delle principali tecniche di biologia cellulare e molecolare: culture cellulari, real time RT-PCR, analisi Western Blot, IHC, principi di citometria a flusso, saggi immunoenzimatici
Cross-talk tra cellule dendritiche e natural killer nel glioblastoma umano
Integrazione di approcci omici e modelli cellulari in vitro per identificare pathway molecolari  in disordini mendeliani da disregolazione della cromatina caratterizzati da disabilità intellettiva al fine di delineare strumenti terapeutici del deficit cognitivo
Uso delle iPS per lo studio delle patologie del Sistema nervoso autonomo: focus sulla CCHS
Requisiti: Il candidato dovrebbe possedere una robusta formazione nell’ambito delle colture cellulari. Il candidato dovrebbe anche possedere una formazione in biologia molecolare, particolarmente nell’ambito della manipolazione degli acidi nucleici (preparazione di costrutti plasmidici), quantizzazione del mRNA (Real Time PCR) e analisi dell’espressione di proteine mediante Western Blotting e immunofluorescenza.
Identificazione della funzione di Protocaderina-19 durante il neurosviluppo attraverso l’analisi dell’architeuttura della sinapsi centrale in un modello murino Pcdh9 fl/fl
Studio dell’effetto biologico di UHMW addizionato di Vitamina E : valutazione in vitro della risposta ossea
Requisiti: Competenze di base in biologia molecolare, colture cellulari, ELISA, biochemicla assay of oxidative stress resposne
Terapia cellulare a base di cellule staminali neurali: un nuovo approccio terapeutico per il trattamento della sindrome di Rett
Nuove meolecole di tipo tetraspanninico ad espressione macrofagica: rilevanza per le risposte immunitarie e possibili implicazioni terapeutiche
Studi dell'interazione tra la senescenza cellulare e sistema immunitario nelle metastasi epatiche umane da tumore primario al colon: alla scoperta di un nuovo possibile marker prognostico?
Comprendere la complessa interazione fra genetica, ambiente, epigenetica e composizione del microbiota nel rischio e nella prognosi delle malattie autoimmuni.
Ai confini tra tolleranza immunologia ed autoimmunità: identificazione dei meccanismi che inducono la comparsa di cellule Natural Killer epatiche autoreattive nella Colangite Biliare primitiva.
Meccanismi molecolari alla base dell’associazione tra malattie psichiatriche e infiammazione quali potenziali bersagli del trattamento farmacologico.
Requisiti: Competenze nell’analisi di espressione genica e proteica.
Ruolo patogenetico di trascritti non codificanti deregolati in Mieloma Multiplo ed associati alla presenza di mutazioni del gene DIS3
Requisiti: Esperienza di tecniche di base in biologia molecolare e cellulare. Esperienza di analisi del trascrittoma.
Sferoidi multicellulari: un nuovo modello per lo screening di nuovi farmaci per forme incurabili di cancro della tiroide.
Studio dei meccanismi molecolari che mediano gli effetti antiproliferativi del recettore della dopamina di tipo 2 (DRD2) in diversi tipi di adenoma ipofisario: ruolo della via di Akt e coinvolgimento delle β-arrestine.
Requisiti: Colture cellulari, trasfezione, silenziamento genico, analisi di espressione di proteine (western blot, co-/immunoprecipitazione), immunofluorescenza, saggi di proliferazione cellulare, apoptosi, migrazione, invasione, estrazione di acidi nucleici, PCR.
Studio di patomeccanismi associati alla sclerosi laterale amiotrofica in cellule derivate da paziente
Requisiti: Esperienza in biologia molecolare e cellulare
Ruolo del ferro degli osteoclasti nella patogenesi dell’osteoporosi
Ruolo degli sfingolipidi nella comunicazione molecolare tra microglia e neuroni nella neurodegenerazione
Requisiti: Forte interesse per la ricerca biomedica di base e traslazionale; competenze di base in biochimica e biologia molecolare; esperienza in colture cellulari; buone capacità comunicative in lingua inglese (scritta e orale).
Meccanismi neurodegenerativi e di demielinizzazione implicati nella leucodistrofia di Krabbe
Requisiti: Conoscenze di base delle metodiche di coltura cellulare; metodologie di base di biochimica e biologia molecolare

Iscriversi

Posti disponibili: 11


Bando: Come Iscriversi, Allegato 1, Valutazione titoli e calendario


Presentazione domanda di ammissione: 24/05/2019 al 24/06/2019
Presentazione domanda di immatricolazione: dal 23/09/2019 al 27/09/2019