Iscrizioni a tempo parziale

Frequentare part time

L’iscrizione a tempo parziale è pensata per adattare il percorso di formazione universitaria a una particolare situazione personale dello studente (motivi di lavoro, familiari o di salute), che non permette di frequentare i corsi e sostenere gli esami con regolarità.

Con l’iscrizione a tempo parziale, lo studente allunga i tempi del percorso formativo, ma con un costo complessivo ridotto.

Possono iscriversi a tempo parziale solo gli studenti dei corsi di laurea, di laurea magistrale e di laurea magistrale a ciclo unico.

L’iscrizione a tempo parziale è prevista solo per motivi di:

  • Lavoro
    Con un impegno lavorativo non occasionale (subordinato, autonomo o professionale), di almeno sei mesi/annui documentati e con un reddito non inferiore a 2.840,51 euro (minimo previsto per non essere considerato a carico di altro soggetto ai fini Irpef)

  • Cura e assistenza dei familiari
    Con un impegno non occasionale nella cura di familiari non autosufficienti, documentato con certificazione di invalidità rilasciata dalla ASL

  • Problemi personali di salute o di invalidità
    Per malattie che impediscono la regolare progressione degli studi certificate dalla ASL, mentre per la diagnosi di DSA (legge 170/2010), la data di rilascio delle certificazioni di SSN (strutture e specialisti accreditati) non deve superare i tre anni

  • Cura dei figli e gravidanze
    Con figli fino a cinque anni di età, solo uno dei genitori può iscriversi a tempo parziale. In caso di gravidanza, l’iscrizione a tempo parziale è possibile dall’ottavo mese in poi o con una diagnosi di gravidanza a rischio, certificata dal medico specialista

  • Attività sportiva o artistica
    Per chi svolge sport ad alto livello nazionale o internazionale, verificato con il CONI o con la federazione sportiva di riferimento, o attività artistica a livello professionale certificata.

L’iscrizione a tempo parziale si richiede online dal 16 settembre al 21 ottobre 2019.

La domanda può essere presenta fino al 6 marzo 2020 dagli studenti iscritti al primo anno delle lauree magistrali (biennio), compresi quelli immatricolati prima del 1 gennaio 2019, che anche se sono autorizzati a richiedere l'iscrizione a tempo parziale oltre la scadenza per il pagamento della seconda rata, devono comunque pagare poi la mora per tardivo pagamento. Coloro che richiedono l’iscrizione a tempo parziale dopo l’emissione della seconda rata non possono chiederne la rateizzazione. Nel caso in cui l’avessero già richiesta sarà revocata d’ufficio.

Durante la procedura online, è necessario compilare la domanda con tutti i dati richiesti e fare l’upload della documentazione che certifica il possesso dei requisiti.

Lo status di studente a tempo parziale decorre dall’anno di accoglimento della domanda e non può essere variato nel corso dell’anno.

L'iscrizione a tempo parziale resta valida anche per gli anni successivi, a meno che lo studente non receda con specifica richiesta, attraverso il servizio Infostudenti, entro il termine di rinnovo dell’iscrizione per l'anno accademico successivo.

Sempre per gli anni successivi al primo, se lo studente iscritto a tempo parziale vuole laurearsi in anticipo rispetto ai tempi previsti dal Regolamento, può richiedere – previo parere favorevole di un’apposita commissione - di tornare al regime a tempo pieno. L’accoglimento della richiesta comporta il conguaglio dei contributi universitari sulla base di quanto dovuto a titolo di studente a tempo pieno.

Percorso di studio

Per eventuali richieste inerenti ad esami ed eventuali personalizzazioni del percorso di studio si deve fare riferimento al manifesto degli studi del proprio corso di laurea o alla segreteria didattica a cui afferisce il proprio corso di laurea.

Studente lavoratore

In fase di richiesta online d’iscrizione a tempo parziale inserire esclusivamente date comprese nell’anno solare 2019. Per i contratti a tempo indeterminato inserire 01/01/2019 come data d'inizio e 31/12/2019 come data di termine (la procedura non accetta date al di fuori dell'anno solare 2019).

Nel campo reddito inserire una proiezione del valore lordo percepito nell'anno solare 2019.

Per le richieste inoltrate per la prima volta per l’anno accademico 2019/2020 la valutazione delle domande avverrà tra novembre e dicembre 2019. L’ufficio preposto alla valutazione contatterà lo studente solo nel caso si renda necessaria ulteriore documentazione e in caso di esito negativo della richiesta con una comunicazione scritta.

Agli studenti già iscritti in regime di tempo parziale per l’a.a. 2018/2019 il rinnovo è effettuato d’ufficio, prima dell’emissione della II rata, con conseguente aggiornamento della posizione amministrativa, anno di corso,  status di studente part-time e decurtazione della percentuale prevista dal regime part-time dall’importo della II rata per l’a.a. 2019/2020.

Con l’iscrizione a tempo parziale, il percorso formativo non può essere superiore al doppio della durata normale del corso di studio.

La durata del percorso varia a seconda del corso di laurea scelto:

  • Corso di laurea (durata a tempo pieno 3 anni)
    percorso da completare in 6 anni
    percorso da completare in 4 anni

  • Corso di laurea magistrale (durata a tempo pieno 2 anni)
    percorso da completare in 4 anni
    percorso da completare in 3 anni

  • Corso di laurea magistrale a ciclo unico (durata a tempo pieno 5/6 anni)
    percorso da completare in 7 anni

L’iscrizione a tempo parziale è possibile solo nel primo biennio per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico di Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi dentaria, Medicina Veterinaria. 

L’iscrizione a tempo parziale non è possibile per tutti i corsi di laurea triennali delle professioni sanitarie, in quanto la natura professionalizzante e il carico di CFU relativi ai tirocini clinici / professionalizzanti sono del tutto incompatibili con un impegno a tempo parziale dello studente.

Per gli altri corsi l'iscrizione a tempo parziale è possibile se i relativi regolamenti e collegi didattici non la dichiarano incompatibile con il percorso formativo.

Gli studenti che si iscrivono per la prima volta a tempo parziale vengono iscritti al primo anno di corso, anche se hanno una carriera pregressa: questo per permettere di seguire il percorso formativo nel numero massimo di anni.

Per gli studenti iscritti ad anni successivi al primo, ma che vogliono passare all’iscrizione a tempo parziale, la richiesta è valutata sulla base della compatibilità tra iscrizione a tempo parziale e anni di corso attivi per il corso di laurea e ordinamento a cui si è già iscritti.

In base alla durata del percorso formativo, l’iscrizione a tempo parziale comporta una modifica della seconda rata:

  • 50%, se si sceglie la durata doppia rispetto a quella legale del proprio corso di studio

  • 25%, se si sceglie la durata inferiore al doppio di quella legale del proprio corso di studio

Per il contributo aggiuntivo previsto per gli studenti iscritti al corso di laurea in Sicurezza dei Sistemi e delle Reti Informatiche (versione online) l'iscrizione a tempo parziale prevede il versamento dell' intero importo per i primi tre anni del percorso in regime di tempo parziale e l'azzeramento dello stesso per il quarto anno (percorso da quattro anni) o per i successivi tre anni (percorso da 6 anni).

Il ritorno all’iscrizione a tempo pieno ha effetto retroattivo e quindi lo studente deve pagare gli importi non versati calcolati sulla base del rapporto tra anni di iscrizione a tempo parziale e durata normale del corso.

Se si passa, invece, dall’iscrizione a tempo pieno all’iscrizione a tempo parziale, lo studente non ha diritto ad alcun rimborso delle tasse e dei contributi pagati.

Per quanto attiene ai requisiti di merito stabiliti dalla legge ai fini della determinazione della contribuzione si fa riferimento a quelli previsti per l'iscrizione a tempo pieno. La medesima regola si applica anche ai fini del calcolo della seconda rata per elevati requisiti di merito stabiliti dall'Ateneo.