Diritto internazionale

A.A. 2014/2015
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso si propone di fornire agli studenti una conoscenza approfondita dei problemi generali del diritto internazionale pubblico e, nel quadro di un corretto approccio metodologico, le nozioni principali del diritto internazionale privato e processuale.

Struttura insegnamento e programma

Cognomi A-D
Edizione attiva
Responsabile
Lezioni: 60 ore
STUDENTI FREQUENTANTI
Programma
Per quanto riguarda il diritto internazionale pubblico, cui vengono dedicati circa i due terzi del corso, i principali temi trattati sono: i soggetti, ivi compresa la successione di Stati e le organizzazioni internazionali; i diritti ed obblighi degli individui (diritti umani e diritto penale internazionale); la consuetudine, la sua rilevazione e codificazione, gli altri tipi di norme e i rapporti tra varie categorie di norme; il diritto dei trattati; l'uso della forza; la responsabilità; le controversie; i rapporti tra diritto internazionale e diritto interno. Verranno fatti frequenti riferimenti alla prassi delle corti e tribunali internazionali.
Per quanto attiene al diritto internazionale privato e processuale, cui si riserva circa un terzo del corso, i principali temi trattati sono: i problemi generali della determinazione della legge applicabile, la legge applicabile ai contratti, l'ambito della giurisdizione del giudice italiano e il valore degli atti giurisdizionali stranieri. Si dedicherà particolare attenzione al profilo, che oggi caratterizza la materia, costituito dalla pluralità di fonti, interne, internazionali e comunitarie e dai loro rapporti.
Informazioni sul programma
Verranno organizzati moduli integrativi su temi parte del programma. Coloro che li avranno frequentati, partecipando attivamente, saranno esentati dal portare all'esame la corrispondente parte del programma.
Materiale didattico e bibliografia
Per la parte del diritto internazionale pubblico:
I frequentanti del corso hanno la scelta tra i seguenti manuali:
1) T. Treves, Diritto internazionale, problemi fondamentali, Milano, Giuffrè, 2005 (i capitoli I e V non faranno oggetto d'esame, anche se la lettura ne è consigliata);
2) B. Conforti, Diritto internazionale, Napoli, Esi, 2013, ultima edizione (ad esclusione dei paragrafi da 30 a 37 della Parte Seconda - Il contenuto delle norme internazionali);
3) V. Cannizzaro, Diritto internazionale, Torino, 2012

Per la parte del diritto internazionale privato: F. Mosconi, C. Campiglio, Diritto internazionale privato e processuale, Volume primo, Parte Generale e Obbligazioni, Quinta edizione, Milano, 2010, cap. I, cap. II ( solo sezioni I e III), capitolo III, IV, V (solo sez. I) capitolo VI.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Materiale didattico e bibliografia
Per la parte del diritto internazionale pubblico:
I non frequentanti hanno la scelta tra:
1) B. Conforti, Diritto internazionale, Napoli, Esi, 2013, ultima edizione (ad esclusione dei paragrafi da 30 a 37 della Parte Seconda - il contenuto delle norme internazionali);
2) V. Cannizzaro, Diritto internazionale, Torino, 2012.

Per la parte del diritto internazionale privato: F. Mosconi, C. Campiglio, Diritto internazionale privato e processuale, Volume primo, Parte Generale e Obbligazioni, Quinta edizione, Milano, 2010, cap. I, cap. II ( solo sezioni I e III), capitolo III, IV, V (solo sez. I) capitolo VI.
Periodo
Primo semestre
Cognomi E-N
Edizione attiva
Responsabile
Lezioni: 60 ore
Docente: Fumagalli Luigi
Programma
L'insegnamento del diritto internazionale fornisce il quadro d'insieme delle norme espresse dalla vita giuridica internazionale, comprensive sia di quelle che riguardano i rapporti di vertice tra gli Stati (diritto internazionale pubblico), sia di quelle che disciplinano i rapporti privati di carattere internazionale (diritto internazionale privato). Il diritto internazionale pubblico si muove poi su due piani diversi, il primo attinente alla determinazione delle regole che esauriscono la loro funzione nell'ambito dei soli rapporti fra gli Stati (e gli altri soggetti dell'ordinamento), il secondo contenente regole destinate a incidere sul modo di essere del diritto interno dei soggetti della Comunità internazionale. Questo secondo tipo di regole ha assunto via via sempre maggiore importanza e costituisce oggi un complesso imponente di norme immediatamente rilevante per la vita giuridica dei soggetti degli ordinamenti interni degli Stati.
Il programma del corso comprende, pertanto, tra l'altro, lo studio della nozione ampia del diritto internazionale, delle fonti e dei soggetti dell'ordinamento internazionale. dell'illecito e della responsabilità, dell'autotutela individuale e collettiva, dei mezzi di soluzione delle controversie, delle norme e degli strumenti destinati a incidere sugli ordinamenti interni degli Stati, delle varie forme di adattamento di questi ultimi al diritto internazionale. Infine, comprende lo studio del diritto internazionale privato con riguardo alla disciplina vigente in Italia, posta della legge 31 maggio 1995 n. 218, e alle regole recate dai più significativi regolamenti comunitari in materia di giurisdizione e riconoscimento delle sentenze straniere e di legge applicabile alle obbligazioni contrattuali e non contrattuali.
Informazioni sul programma
Nel sito Ariel dell'insegnamento sono pubblicate le comunicazioni relative all'insegnamento. Le indicazioni relative agli esami per gli studenti frequentanti vengono date a lezione.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame si svolge in forma orale.
Materiale didattico e bibliografia
1. Per il diritto internazionale pubblico: Carbone - Luzzatto - Santa Maria (a cura di), Istituzioni di diritto internazionale, Torino, Giappichelli, ultima edizione.
2. Per il diritto internazionale privato: Conetti - Tonolo - Vismara, Manuale di diritto internazionale privato, Torino, Giappichelli, 2013, oppure Mosconi - Campiglio, Diritto internazionale privato e processuale. Vol. I. Parte generale e obbligazioni, 6ª ed., Torino, Utet, 2013.
3. Per i dati normativi da tenere presenti si raccomanda la consultazione di: Codice di diritto internazionale pubblico, (a cura di Luzzatto - Pocar), Torino, Giappichelli, ultima edizione; e Legge di riforma del diritto internazionale privato e testi collegati (a cura di Clerici - Mosconi - Pocar), Milano, Giuffrè, ultima edizione.
Periodo
Primo semestre
Cognomi O-Z
Edizione attiva
Responsabile
Lezioni: 60 ore
Programma
L'insegnamento del diritto internazionale fornisce il quadro d'insieme delle norme espresse dalla vita giuridica internazionale, comprensive sia di quelle che riguardano i rapporti di vertice tra gli Stati (diritto internazionale pubblico), sia di quelle che disciplinano i rapporti privati di carattere internazionale (diritto internazionale privato). Il diritto internazionale pubblico si muove poi su due piani diversi, il primo attinente alla determinazione delle regole che esauriscono la loro funzione nell'ambito dei soli rapporti fra gli Stati (e gli altri soggetti dell'ordinamento), il secondo contenente regole destinate a incidere sul modo di essere del diritto interno dei soggetti della Comunità internazionale. Questo secondo tipo di regole ha assunto via via sempre maggiore importanza e costituisce oggi un complesso imponente di norme immediatamente rilevante per la vita giuridica dei soggetti degli ordinamenti interni degli Stati.
Il programma del corso comprende, pertanto, tra l'altro, lo studio della nozione ampia del diritto internazionale, delle fonti e dei soggetti dell'ordinamento internazionale. dell'illecito e della responsabilità, dell'autotutela individuale e collettiva, dei mezzi di soluzione delle controversie, delle norme e degli strumenti destinati a incidere sugli ordinamenti interni degli Stati, delle varie forme di adattamento di questi ultimi al diritto internazionale. Infine, comprende lo studio del diritto internazionale privato con riguardo alla disciplina vigente in Italia, posta della legge 31 maggio 1995 n. 218, e alle regole recate dai più significativi regolamenti comunitari in materia di giurisdizione e riconoscimento delle sentenze straniere e di legge applicabile alle obbligazioni contrattuali e non contrattuali.
Informazioni sul programma
Nel sito Internet del Dipartimento, sezione avvisi, sono pubblicate le comunicazioni relative all'insegnamento, comprese le indicazioni relative ai programmi per gli studenti iscritti al III negli a.a. precedenti al 2011-2012. Le indicazioni relative agli esami per gli studenti frequentanti vengono date a lezione.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame si svolge in forma orale.
Materiale didattico e bibliografia
1. Per il diritto internazionale pubblico: Carbone - Luzzatto - Santa Maria (a cura di), Istituzioni di diritto internazionale, Torino, Giappichelli, ultima edizione.
2. Per il diritto internazionale privato: Mosconi - Campiglio, Diritto internazionale privato e processuale. Vol. I. Parte generale e obbligazioni, 6a ed., Torino, Utet, 2013.
3. Per i dati normativi da tenere presenti si raccomanda la consultazione di: Codice di diritto internazionale pubblico (a cura di Luzzatto - Pocar), Torino, Giappichelli, ultima edizione; e Legge di riforma del diritto internazionale privato e testi collegati (a cura di Clerici - Mosconi - Pocar), Milano, Giuffré, ultima edizione.
Periodo
Primo semestre
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Dal giorno 11 dicembre 2018, ogni martedì alle ore 13:30
Dipartimento
Ricevimento:
Giovedì dalle ore 15.00 in poi
Ricevimento:
Nel primo semestre, nel periodo delle lezioni: martedì, ore 10.30 - 11.30; nel resto dell'anno accademico: martedì, ore 12.00 - 13.00
Dipartimento