Diritto processuale penale

A.A. 2014/2015
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso si propone di affrontare, nelle linee istituzionali, l'attuale assetto del procedimento penale, quale risulta dalla disciplina codicistica, nella dimensione statica relativa ai soggetti, agli atti e alle prove, nelle diverse articolazioni in fasi e gradi, e in materia di libertà personale.

Struttura insegnamento e programma

Cognomi A-D
Edizione attiva
Programma
Il corso avrà ad oggetto la disciplina del processo penale contenuta nel codice di procedura penale del 1988. Ad una preliminare disamina del sistema ordinamentale seguirà l'analisi in dettaglio della normativa codicistica secondo una lettura costituzionalmente orientata alla luce dell'art. 111 Cost. nella sua formulazione a tutela del giusto processo.
Premesso uno schema sullo svolgimento del rito nelle sue diverse forme (tribunale collegiale, tribunale in composizione monocratica, giudice di pace), saranno trattati i seguenti temi: soggetti e parti (giudice, pubblico ministero, polizia giudiziaria, persona sottoposta alle indagini e imputato, difensore, offeso dal reato, parte civile, responsabile civile); diritto delle prove (disposizioni generali, mezzi di prova e di ricerca della prova); misure cautelari personali e reali; indagini preliminari e indagini difensive; funzioni del giudice per le indagini preliminari; incidente probatorio; chiusura delle indagini preliminari (archiviazione, esercizio dell'azione penale); udienza preliminare; procedimenti speciali; dibattimento; impugnazioni; giudicato penale e suoi effetti.
Gli argomenti verranno trattati anche sulla base della giurisprudenza costituzionale e di legittimità.
Verrà inoltre esaminato il tema del rapporto tra norme della Convenzione europea dei diritti dell'uomo, norme comunitarie e norme interne, nonché la incidenza della giurisprudenza europea e comunitaria sul sistema interno.
Informazioni sul programma
Il corso sarà integrato da seminari su specifici temi che verranno indicati all'inizio delle lezioni.
La frequenza e la partecipazione ai seminari potranno dar luogo alla attribuzione di crediti.

Orario di ricevimento
Giovedì ore 16.

Il cambio di cattedra è consentito sulla base di motivi documentati riguardanti l'impossibilità di frequentare le lezioni. La richiesta deve essere presentata entro l'inizio del corso.
Materiale didattico e bibliografia
Al fine della preparazione dell'esame il testo consigliato è AA.VV., Procedura penale, III ed., Torino, Giappichelli, 2014: pp. 47-749; pp. 811-940 (§ 9 escluso); pp. 968-970 (solo § 20).

Soggetti - Atti - Prove - Misure cautelari personali e reali - Indagini preliminari - Udienza preliminare - Procedimenti speciali - Giudizio ordinario (tribunale collegiale e monocratico) - Giudice di pace - Impugnazioni e giudicato.
Dal programma per l'esame sono escluse le parti relative al procedimento relativo alla responsabilità amministrativa degli enti, al procedimento minorile; ai rapporti con le autorità straniere; all'esecuzione.

Il manuale deve essere affiancato da un codice di procedura penale aggiornato.
Periodo
Secondo semestre
Cognomi E-N
Edizione attiva
Lezioni: 60 ore
Docente: Corso Piermaria
Programma
Il corso ha ad oggetto la disciplina del processo penale dettata dal codice di rito del 1988 e il suo funzionamento nella prassi giudiziaria.
Temi affrontati:
- profili di teoria generale del processo; il processo penale nella Costituzione; distinzione di funzioni e separazione delle fasi del procedimento penale; tipologia delle norme e delle attività processuali penali; la norma processuale penale nel tempo;
- fonti del diritto processuale penale; interferenze fra norme CEDU/norme UE e norme interne; interpretazione delle norme interne in modo conforme alle norme sovranazionali e costituzionali; profili di attrito fra norme sovranazionali e garanzie costituzionali, nell'applicazione delle norme interne;
- il giudice e il pubblico ministero nel processo di parti; l'imputato fra autodifesa e difesa tecnica; abuso del processo e abuso del diritto di difesa; la persona offesa e la parte civile, nelle indagini e nel processo;
- disciplina generale della funzione probatoria; diritto alla prova e giusto processo; divieti probatori e prova atipica; la prova critica e la sua valutazione nella teoria e nella prassi; i mezzi di prova e i mezzi di ricerca della prova; prova rappresentativa e prova esperta; la prova documentale e il suo funzionamento nella giurisprudenza; perquisizioni e sequestri; intercettazioni e nuove tecnologie informatiche;
- finalità e presupposti delle misure cautelari personali; la fattispecie cautelare e la sua prova; il procedimento cautelare; misure interdittive e cautele reali;
- struttura e funzione delle indagini preliminari; polizia giudiziaria e pubblico ministero, fra ricerca della prova e acquisizione della notizia di reato; l'incidente probatorio e le indagini difensive; la conclusione delle indagini preliminari;
- l'archiviazione e la verifica dell'accusa nell'udienza preliminare; l'imputazione e l'oggetto della decisione; il dibattimento; l'accertamento delle invalidità;
- procedimenti speciali; impugnazioni; giudicato.
Informazioni sul programma
Il corso sarà integrato da seminari.

L'assegnazione delle tesi avverrà tenendo conto della partecipazione alle lezioni e ai seminari nonché alle iniziative collaterali del corso.
Materiale didattico e bibliografia
AA.VV., Procedura penale, III ediz., Torino, Giappichelli, 2014: pp. 47-749; pp. 811-940 (§ 9 escluso); pp. 968-970 (solo § 20).
Lo studio del manuale deve essere affiancato dalla consultazione di un codice di procedura penale. Al riguardo si consiglia:
P. Corso (a cura di), Codice di procedura penale, XXXIX ediz., Celt, 2014 (o edizione più aggiornata).
Agli studenti frequentanti sarà consentita una riduzione del programma (da concordare con il docente).
Ulteriore materiale bibliografico verrà indicato nel corso delle lezioni, assieme agli interventi giurisprudenziali più importanti.
Periodo
Secondo semestre
Cognomi O-Z
Edizione attiva
Responsabile
Lezioni: 60 ore
Docente: Vigoni Daniela
Programma
Il corso si propone di affrontare, nelle linee istituzionali, l'attuale assetto del procedimento penale, quale risulta dalla disciplina codicistica, nella dimensione statica relativa ai soggetti, agli atti e alle prove, nelle diverse articolazioni in fasi e gradi, e in materia di libertà personale.
Particolare attenzione sarà dedicata al profilo dinamico, e perciò: alla sequenza del procedimento ordinario (indagini preliminari, udienza preliminare, giudizio); alle varianti proposte dai riti alternativi (giudizio abbreviato, applicazione della pena su richiesta delle parti, giudizio direttissimo, giudizio immediato, decreto penale di condanna); ai giudizi d'impugnazione ordinari (appello, ricorso per cassazione) e straordinari (revisione, ricordo straordinario per cassazione, rescissione del giudicato).
Informazioni sul programma
Il corso sarà integrato da seminari, secondo temi e modalità che verranno indicati all'inizio delle lezioni. La frequenza e la partecipazione ai seminari potranno dar luogo all'attribuzione di crediti.

Il cambio cattedra è consentito sulla base di motivi documentati riguardanti l'impossibilità di frequentare le lezioni e la relativa richiesta deve essere presentata all'inizio del corso.
Materiale didattico e bibliografia
Al fine della preparazione dell'esame il testo consigliato è AA.VV., Procedura penale, III ed., Torino, Giappichelli, 2014: pp. 47-749; pp. 811-940 (§ 9 escluso); pp. 968-970 (solo § 20).
Sono comprese nel programma per l'esame le parti relative a: Soggetti - Atti - Prove - Misure cautelari - Indagini preliminari - Udienza preliminare - Procedimenti speciali - Giudizio ordinario (tribunale collegiale e monocratico) - Giudice di pace - Impugnazioni - Giudicato. Sono invece escluse dal programma per l'esame le parti relative al procedimento per accertare la responsabilità degli enti; al procedimento minorile; all'esecuzione; ai rapporti con le autorità straniere.

È indispensabile l'utilizzo di un codice di procedura penale aggiornato.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Giovedi ore 16.15
Dipartimento di Scienze Giuridiche Cesare Beccaria
Ricevimento:
Mercoledì, ore 15.30
Sezione di scienze penalistiche