Storia delle codificazioni moderne

A.A. 2014/2015
Insegnamento per
6
Crediti massimi
45
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Lo studio della storia del diritto moderno e contemporaneo in Europa, con particolare riguardo alla codificazione e al diritto di famiglia.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Programma
Il corso è volto a delineare, nei suoi aspetti fondamentali, l'evoluzione delle fonti del diritto dall'età delle Riforme a quella contemporanea. Verranno, pertanto, sottolineati i mutui rapporti fra pensiero giuridico, legislazione e prassi, nonché il ruolo esercitato dai giuristi come singoli e come ceto, accennando, in tale quadro, alla storia del metodo scientifico, sino alla crisi del positivismo giuridico.
Alcune costanti del corso: il rinvio alla storia comparata, con estensione di là dal quadro nazionale, in una prospettiva europea; la ricerca dei nessi intercorrenti tra la storia giuridica e la storia politica, sociale e delle idee; il richiamo di taluni istituti pubblicistici e privatistici, tipici delle varie età, che, diversi per ogni anno accademico verranno affrontati nella seconda parte del corso attraverso un particolare approfondimento monografico, la lettura di materiale e fonti e lezioni seminariali di specialisti rivolte ai frequentanti. Per la parte monografica sarà dedicata al diritto di famiglia.
Tematiche: Età delle riforme, sec. XVIII-XIX: illuminismo giuridico; Rivoluzione francese e diritto; Età delle codificazioni, secoli XIX-XX: l'età napoleonica e i codici; l'età della Restaurazione; la scuola Storica e la pandettistica; l'unificazione legislativa in Italia; il Socialismo giuridico; il secolo breve: dottrina e legislazione nell'età contemporanea; la formazione di un diritto europeo.
Informazioni sul programma
La prof. Parini riceve gli studenti il mercoledì dalle ore 11.30 alle ore 12.30.
Propedeuticità
Si ricorda che Storia del diritto medievale e moderno (corso base) è propedeutico a Storia delle codificazioni moderne.
Prerequisiti e modalità di esame
Per i frequentanti l'esame verterà sui temi svolti a lezione e sui testi letti durante il corso. Per agevolare l'apprendimento della materia è altresì prevista un'esercitazione scritta le cui modalità saranno rese note a lezione.
Materiale didattico e bibliografia
A. Padoa Schioppa, Storia del diritto in Europa. Dal Medioevo all'età contemporanea, Bologna, Il Mulino 2007, da p. 390 a p.701;
oppure, A. Cavanna, Storia del diritto moderno in Europa, Le fonti e il pensiero giuridico, Vol. 2, Milano, Giuffrè, 2005.
Per la parte monografica:
G. di Renzo Villata, Persone e famiglia nel diritto medievale e moderno, in Digesto IV (discipline privatistiche), Utet, Torino 1995, pp. 457-527;
G. di Renzo Villata, La famiglia, in Enciclopedia Italiana. Eredità del Novecento, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, Roma 2001, pp. 759-776

Dei testi si richiede una conoscenza completa e particolareggiata.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
giovedì ore 12.30-13.30
Sezione di Storia del diritto medievale e moderno