Diritto comune

A.A. 2014/2015
Insegnamento per
6
Crediti massimi
45
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Approfondire lo studio di alcuni istituti e procedure adottate o perfezionate in età medievale e moderna, allo scopo di analizzare motivi e dinamiche che hanno portato all'elaborazione di strumenti e metodi del ragionamento giuridico.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
STUDENTI FREQUENTANTI
Programma
Contenuto e finalità della disciplina
Il corso è rivolto all'approfondimento della storia del diritto nell'arco di tempo che va dal XII al XV secolo, con particolare riguardo al processo di diritto comune.

Programma del corso
Il corso avrà ad oggetto i tratti salienti del processo romano-canonico, con particolare attenzione al processo civile, ordinario e sommario, nelle sue modalità di svolgimento, dall'introduzione della causa alla litis contestatio, dal sistema probatorio alla definizione della lite, per finire coi sistemi di revisione e i mezzi di impugnazione delle sentenze conclusive dei processi.
Verrà prestata particolare attenzione alle tecniche interpretative e alla metodologia scientifica di approccio al diritto dei giuristi medievali, dalla scuola dei glossatori a quella dei commentatori (civilisti e canonisti), e al contributo della scienza giuridica alla configurazione dei più significativi istituti processualistici tardo-medievali.
Informazioni sul programma
E' previsto l'accesso al Portale Ariel dedicato all'e-learning, in cui è possibile rinvenire le fonti normative, dottrinali e giurisprudenziali oggetto di studio, i test di auto-valutazione per la preparazione dell'esame, e, per gli studenti frequentanti, dispense e materiali didattici.
Propedeuticità
L'esame di Storia del diritto medievale e moderno (corso base) è propedeutico a quello di Diritto comune.
Prerequisiti e modalità di esame
Per gli studenti frequentanti è prevista una prova scritta intermedia che conserverà validità per tutto l'anno accademico.
Materiale didattico e bibliografia
E. CORTESE, Le grandi linee della storia giuridica medievale, Roma 2000, limitatamente alle pp. 229-397, cui si aggiungono le dispense che verranno messe a disposizione durante il corso.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Materiale didattico e bibliografia
tamente ai seguenti saggi: III. Diritto e istituzioni nell'età comunale (pp. 83-97), IV. Federalismo medievale (pp. 101-122), V. La nuova scienza del diritto (pp. 123-179), VI. Il modello del diritto canonico (pp. 181-208), VII. Delitto e pace privata (pp. 209-250), VIII. La coscienza del giudice (pp. 251-292), IX. Giuristi e ceto forense (pp. 293-310), X. Stato moderno e diritto (pp. 315-363), XI. Gli stati assoluti (pp. 365-404)
Periodo
Primo semestre
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Dal 25/02/19 al 13/05/19 il lunedì dalle 11 alle 12:30. Eventuali variazioni di orario verranno pubblicate sul sito del Dipartimento alla pagina http://www.dpsd.unimi.it/ecm/home/didattica/didattica-nelle-sezioni/storia-del-diritto-medievale-e-moderno.
Sezione di Storia del Diritto medievale e moderno