Governo e processi legislativi

A.A. 2014/2015
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
SPS/04
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento è articolato in tre moduli.

Il modulo uno (Comparative Political Economy) è dedicato, e si sviluppa lungo tutto il trimestre, fornendo gli strumenti per la comprensione in termini politologici delle politiche economiche e dei loro esiti. Le domande relative al perché paesi differenti hanno adottato istituzioni e politiche economiche differenti sono affrontate guardando alle variabili di ordine politico. Il corso affronterà anche l'attuale crisi economica.

Nota Bene: The third module (Comparative Political Economy, 20 hours) may be provided in English. It aims at providing the tools for political understanding of economic policy and outcomes. The issue of why different countries have in place different economic institutions and implement different economic policies is addressed looking at political variables. The current economic crisis will also be addressed.

Il modulo due e tre è un corso in ISTITUZIONI POLITICHE E DECISION MAKING insegnato dal prof. Luciano M. Fasano.
Il corso in ISTITUZIONI POLITICHE E DECISION MAKING (40 ore) è finalizzato a esaminare le decisioni di ordine politico prese dagli individui in ambienti socialmente strutturati, come organizzazioni e istituzioni, a partire dallo sviluppo di conoscenze teoriche, euristiche ed applicative derivate dalla teoria politica positiva, dalla scienza politica sperimentale e dalla psicologia politica cognitiva.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unità didattica 1
SPS/04 - SCIENZA POLITICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Sacchi Stefano

Unità didattica 2
SPS/04 - SCIENZA POLITICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unità didattica 3
SPS/04 - SCIENZA POLITICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

STUDENTI FREQUENTANTI
Informazioni sul programma
Ciascuna parte del corso verrà arricchita attraverso l'analisi di casi studio derivati dalla letteratura politologica, sociologica e psicologica: comportamenti individuali, decisioni collettive e/o organizzative, attività di produzione legislativa (law making) e di formazione di politiche pubbliche (policy making), processi decisionali all'interno di istituzioni politiche nazionali o organizzazioni politiche sovranazionali.
A integrazione del secondo e terzo modulo del corso, il Dott. Fabio Bistoncini terrà un ciclo di lezioni a carattere seminariale dedicato al tema: "Lobbying: il processo decisionale legislativo fra influenza dei gruppi di pressione e scelte dei partiti politici". Il seminario è facoltativamente indirizzato ai soli studenti frequentanti e avrà valore ai fini del giudizio di profitto complessivo conseguito sull'insegnamento.
Oltre al sito Ariel, per quel che concerne il secondo e il terzo modulo del corso saranno disponibili materiali sul Blog del docente alla pagina: http://www.lucianofasano.blogspot.it.
Propedeuticità
Nessuna.
Prerequisiti e modalità di esame
Consultare le informazioni relative alle singole parti

Please check the information given for each of the parts the course is comprised of
Metodi didattici
Lezioni frontali, esercitazioni e casi studio. Presentazioni con la collaborazione degli studenti. Materiali di ausilio disponibili sul sito Ariel e sul Blog del docente.
Unità didattica 1
Programma
Course in COMPARATIVE POLITICAL ECONOMY

This course (20 hours) aims at providing the tools for political understanding of economic policy and outcomes. The issue of why different countries have in place different economic institutions and implement different economic policies is addressed looking at political variables. The current economic crisis will also be addressed.

Reading material will be in English. The instructor and the students will agree on the language in which classes will be held. If foreign students should attend, classes will be certainly held in English, so Erasmus and exchange students are most welcome and encouraged to attend.

The class will meet in the period January/March 2014. Students are REQUIRED to do ALL the readings in advance, as the course will have a workshop format. Every week, the instructor will give the students some topics to prepare the ground for discussion on the following week. Each class will be comprised of a short introduction by the instructor, followed by class discussion on the basis of the discussion topics provided in advance and the readings for that class. Thus, it is of paramount importance that students do all the readings, think about the discussion topics and come to classes prepared and willing to discuss.

Assessment will come from regular assignments and participation in class discussions. It might also come from students' presentations and more structured papers, as agreed between the instructor and the class. Students are required to attend at least 80% of classes (that is, at least 8 meetings out of 10) and to deliver all the assignments on time.

Topics that will be dealt with include:

What is Comparative Political Economy
The role of interests
The role of institutions
Political institutions and economic performance
Varieties of capitalism
The role of ideas
Corporate collective actors: the role of trade unions and business
Varieties of welfare capitalism
Globalization and the welfare state
The political economy of the economic crisis
Metodi didattici
Lezione frontale, esercitazioni e casi studio.
Materiale didattico e bibliografia
The reading list will be made available at the beginning of the course. It may be similar to the 2012/13 reading list, which included the following:
What is CPE and why is it interesting?
Hall, Peter (1997). The Role of Interests, Institutions, and Ideas in the Comparative Political Economy of the Industrialized Nations, in M.I. Lichbach and A.S. Zucherman (eds.), Comparative Politics. Rationality, Culture and Structure. Cambridge: Cambridge University Press, pp. 174-207.
Hall, Peter (2010). The Political Origins of Our Economic Discontents: Contemporary Adjustment Problems in Historical Perspective. Draft chapter for Politics in the New Hard Times: The Great Recession in Comparative Perspective, eds. Miles Kahler and David Lake. Ithaca: Cornell University Press.
Thelen, Kathleen (2012). Varieties of Capitalism: Trajectories of Liberalization and the New Politics of Social Solidarity, in "Annual Review of Political Science", 15, pp. 137-159.
The role of interests
Blyth, Mark (2009). An Approach to Comparative Analysis or a Subfield within a Subfield? Political Economy, in M.I. Lichbach and A.S. Zucherman (eds.), Comparative Politics: Rationality, Culture, and Structure (second edition), Cambridge: Cambridge University Press, pp. 193-219.
Gourevitch, Peter (1986). Politics in Hard Times, Ithaca: Cornell University Press. Chapters 1&2, pp. 17-68 and Chapter 6, pp. 221-240.
The role of institutions (I: Varieties of capitalism)
Hall, Peter and David Soskice (2001). An Introduction to Varieties of Capitalism, in P.A. Hall and D. Soskice (eds.) Varieties of capitalism: the institutional foundations of comparative advantage, Oxford: Oxford University, pp. 1-68.
Wolfgang Streeck (2011). E Pluribus Unum? Varieties and Commonalities of Capitalism. MPIfG Discussion Paper 10 /12. Cologne: Max-Planck-Institut für Gesellschaftsforschung, Köln.
The role of ideas
Blyth, Mark (1997). "Any More Bright Ideas?" The Ideational Turn of Comparative Political Economy, in "Comparative Politics", Vol. 29, No. 2, pp. 229-250.
Hall, Peter (1989, ed.). The Political Power of Economic Ideas. Keynesianism across Nations. Princeton: Princeton University Press, Chapter 1, pp. 3-26 and 14, pp. 361-391.
Hall, Peter (1993) Policy Paradigms, Social Learning, and the State: The Case of Economic Policymaking in Britain, in "Comparative politics", Vol. 25, No. 3, pp. 275-296.
The role of institutions (II: Political institutions and economic performance)
Engerman, Stanley L. and Kenneth L. Sokoloff (2008). Debating the Role of Institutions in Political and Economic Development: Theory, History, and Findings, in "Annual Review of Political Science", 11, pp. 119-135.
Acemoglu, Daren, Johnson, Robinson, James (2004) Institutions as the fundamental cause of long-run growth, NBER Working Paper 10481.
Przeworski, Adam (2004), Institutions Matter? in "Government & Opposition", 39, 4, pp. 527-540.
Collective actors and economic performance
Olson, Mancur (1982) The Rise and Decline of Nations, New Haven: Yale University Press, Chapters 1-3, pp. 1-74.
Pontusson, Jonas (2005) Inequality and Prosperity: Social Europe vs. Liberal America. Ithaca: Cornell University Press, Chapter 5, pp. 95-113.
Collective actors and the political economy of the welfare state
Swenson, Peter (1991) Bringing Capital Back In, or Social Democracy Reconsidered: Employer Power, Cross-Class Alliances, and Centralization of Industrial Relations in Denmark and Sweden, in "World Politics", 43, 4, pp. 513-544.
Korpi, Walter (2006) Power Resources and Employer-Centered Approaches in Explanations of Welfare States and Varieties of Capitalism: Protagonists, Consenters, and Antagonists, in "World Politics", 58, 2, pp. 167-206.
Globalization and the welfare state
Swank, Duane (2010) Globalization, in F. Castles, S. Leibfried, J. Lewis, H. Obinger and C. Pierson,"The Oxford Handbook of the Welfare State", Oxford: Oxford University Press, pp. 318-330.
Rodrik, Dani (1998) Why do more open economies in "Journal of Political Economy", 106, 5, pp. 997-1032.
Iversen, Torben, Cusack, Thomas R. (2000), The Causes of Welfare State Expansion: Deindustrialization or Globalization?, in "World Politics", 52, 3, pp. 313-349.
The political economy of the economic crisis
K. Armingeon, L. Baccaro (2012), Political Economy of the Sovereign Debt Crisis: The Limits of Internal Devaluation, "Industrial Law Journal", Vol. 41, No. 3, pp. 254-275.
W. Streeck (2011), The Crises of Democratic Capitalism, in "New Left Review" 71, September-October 2011, pp. 5-29.
W. Streeck (2012), Markets and Peoples. Democratic Capitalism and European Integration, "New Left Review" 73, Jan-Feb 2012, pp. 63-71.
Unità didattica 2
Programma
La seconda Unità didattica, a carattere introduttivo, si occupa di indagare in modo sistematico i principali paradigmi teorici inerenti l'analisi dei processi decisionali e lo studio delle istituzioni politiche. Si prende dapprima a riferimento il modello della decisione individuale nella prospettiva della teoria della scelta razionale, nonché le sue derivazioni nel contesto delle scelte collettive e delle scelte in condizioni di interdipendenza strategica, introducendo i concetti di incertezza e rischio come determinanti contestuali della scelta. Si passa successivamente ad esaminare altre varianti della teoria dell'azione, che hanno per presupposto modelli di razionalità del soggetto agente diversamente qualificati, fino al paradigma della razionalità limitata. Si introducono quindi le teorie neoistituzionaliste, ponendo particolare attenzione all'analisi delle modalità comportamentali del soggetto agente e all'insieme di condizionamenti che esso deriva dal contesto istituzionale circostante. Si affronta infine l'analisi del cambiamento istituzionale, privilegiando il contributo dei modelli razionalisti e neoistituzionalisti allo studio del mutamento in ambiti altamente strutturati, come organizzazioni e istituzioni politiche.
Metodi didattici
Lezione frontale. Materiali di ausilio disponibili sul Blog del docente.
Materiale didattico e bibliografia
- N. Addario e L. M. Fasano, La logica della società. Uno studio sul problema dell'ordine sociale, Egea Bocconi, Milano 2012 (Tutto).
- L. M. Fasano, Teoria della scelta razionale e Individualismo metodologico. Un riesame critico, Egea Bocconi, Milano 2012 (Tutto).
Unità didattica 3
Programma
La terza Unità didattica si propone di integrare la riflessione condotta sui modelli teorici introdotti nel corso della seconda Unità didattica, delimitandone il campo di applicazione allo studio empirico delle istituzioni e delle decisioni in ambito politico, con riferimento anche a contributi di carattere sperimentale. Si analizzano quei processi decisionali, a livello individuale e collettivo (organizzativo), che comportano un orientamento in chiave strategica dell'attore, nonché il trattamento di informazioni selettive e incomplete nell'esercizio delle scelte. Particolare attenzione viene rivolta ai processi decisionali che avvengono all'interno di gruppi di interesse, partiti politici, organizzazioni, burocrazie e arene istituzionali della decisione pubblica (assemblee legislative e esecutivi di governo). Tale analisi viene condotta utilizzando in via privilegiata gli strumenti della teoria della scelta razionale interpretati in chiave critica.
Metodi didattici
Lezione frontale, esercitazioni in aula, presentazioni con la collaborazione degli studenti. Materiali di ausilio disponibili sul Blog del docente.
Materiale didattico e bibliografia
- P. Martelli, Analisi delle istituzioni politiche, Giappichelli, Torino 2012: capp. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 8, 9 (a).
- L. M. Fasano, Il metodo sperimentale. Un'opportunità per lo sviluppo interdisciplinare degli studi politici, "Quaderni di Scienza politica", Terza Serie, vol. III, n. 3, dic. 2009, pp. 463-480 (a disposizione sul Blog del docente).

Per chi frequenta il seminario del Dott. Fabio Bistoncini:
- L. Mattina, I gruppi di interesse, Il Mulino, Bologna 2011, in sostituzione di parte del volume sub (a), secondo quanto concordato a lezione con il docente.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Prerequisiti e modalità di esame
Consultare le informazioni relative alle singole parti

Please check the information given for each of the parts the course is comprised of
Unità didattica 1
Programma
Il programma per i non frequentanti si concentra sull'approccio delle Varietà di capitalismo. L'esame consiste in un colloquio orale a partire da alcuni testi.

The syllabus for those who cannot attend classes focuses on the Varieties of Capitalism approach. Assessment will be based on an oral test revolving around books and articles.
Materiale didattico e bibliografia
Per gli studenti non frequentanti l'esame consisterà in un colloquio sui seguenti testi:

Hancké. Bob, a cura di (2009). Debating Varieties of Capitalism. A Reader. Oxford, Oxford University Press.

Wolfgang Streeck (2010). E Pluribus Unum? Varieties and Commonalities of Capitalism. MPIfG Discussion Paper 10 /12. Cologne: Max-Planck-Institut für Gesellschaftsforschung, Köln. Scaricabile presso http://www.mpifg.de/pu/mpifg_dp/dp10-12.pdf

Thelen, Kathleen (2012). Varieties of Capitalism: Trajectories of Liberalization and the New Politics of Social Solidarity, in "Annual Review of Political Science", 15, pp. 137-159. Scaricabile dalle risorse elettroniche della Biblioteca di Ateneo.


Students who cannot attend the course will have an oral discussion of the following essays:

Hancké. Bob, ed. (2009). Debating Varieties of Capitalism. A Reader. Oxford, Oxford University Press.

Wolfgang Streeck (2010). E Pluribus Unum? Varieties and Commonalities of Capitalism. MPIfG Discussion Paper 10 /12. Cologne: Max-Planck-Institut für Gesellschaftsforschung, Köln. Downloadable from http://www.mpifg.de/pu/mpifg_dp/dp10-12.pdf

Thelen, Kathleen (2012). Varieties of Capitalism: Trajectories of Liberalization and the New Politics of Social Solidarity, in "Annual Review of Political Science", 15, pp. 137-159. Downloadable from Unimi Electronic Library.
Periodo
Secondo trimestre
Periodo
Secondo trimestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Il ricevimento studenti è sospeso fino a settembre per la pausa estiva. Esso riprenderà regolarmente mercoledì 18 settembre, ore 13.00-16.00.
Stanza 313 - SPS Dipartimento di Scienze sociali e politiche, 3° piano
Ricevimento:
Ricevimento sospeso sino a data da destinarsi. Gli studenti possono contattare il docente per email
Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche - Stanza 17 secondo piano, edificio Via Conservatorio