Sociologia dei children's rights

A.A. 2014/2015
Insegnamento per
3
Crediti massimi
20
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso intende ripercorrere le questioni connesse con il concetto innovativo dei diritti umani dei minori e con l' attuazione della Convenzione internazionale dei diritti dei bambine e delle bambine del 1989, che rappresenta il testo più utilizzato a livello globale per definire tali diritti, le complesse problematiche connesse con la loro implementazione e le difficoltà per renderli operativi.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Lezioni: 20 ore
Docente: Ronfani Paola
STUDENTI FREQUENTANTI
Programma
Il corso si propone di fornire elementi di conoscenza e comprensione dei seguenti argomenti: a) i significati che ha oggi la nozione di diritti del minore, gli orientamenti, i valori, le rappresentazioni sociali e normative che vi sottostanno attraverso la ricostruzione e l'analisi di un intenso dibattito che coinvolge studiosi di diverse aree (giuristi, filosofi, sociologici, psicologi, oltre a professionisti ed operatori dell'infanzia; b) l'idea del bambino/a attore sociale competente e capace di iniziativa morale, sviluppata dalla sociologia dell'infanzia, di cruciale importanza per il riconoscimento al bambino dello status di titolare di diritti fondamentali.
Per entrambi gli argomenti, particolare attenzione verrà prestata all'analisi di ricerche empiriche che, sotto diversi approcci, hanno affrontato i temi dell'attuazione di specifici diritti fondamentali dei minori, da un lato, e delle competenze sociali e morali dei bambini e degli adolescenti, dall'altro lato.
Propedeuticità
Sociologia generale e Sociologia del diritto
Prerequisiti e modalità di esame
Per i frequentanti l'esame prevede una prova orale con discussione sugli argomenti trattati nel corso e sulla conoscenza dei materiali di studio e di approfondimento che verranno specificati durante le lezioni.
Materiale didattico e bibliografia
V. Belotti, R. Ruggiero, Vent'anni d'infanzia. Retorica e diritti dei bambini dopo la Convenzione dell'Ottantanove, Guerini Studio 2008.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Programma
Il corso si propone di fornire elementi di conoscenza e comprensione dei seguenti argomenti: a) i significati che ha oggi la nozione di diritti del minore, gli orientamenti, i valori, le rappresentazioni sociali e normative che vi sottostanno attraverso la ricostruzione e l'analisi di un intenso dibattito che coinvolge studiosi di diverse aree (giuristi, filosofi, sociologici, psicologi, oltre a professionisti ed operatori dell'infanzia; b) l'idea del bambino/a attore sociale competente e capace di iniziativa morale, sviluppata dalla sociologia dell'infanzia, di cruciale importanza per il riconoscimento al bambino dello status di titolare di diritti fondamentali.
Per entrambi gli argomenti, particolare attenzione verrà prestata all'analisi di ricerche empiriche che, sotto diversi approcci, hanno affrontato i temi dell'attuazione di specifici diritti fondamentali dei minori, da un lato, e delle competenze sociali e morali dei bambini e degli adolescenti, dall'altro lato.
Prerequisiti e modalità di esame
Per i non frequentanti l'esame prevede una prova orale mirante ad accertare la conoscenza degli argomenti analizzati nei due testi indicati nel programma. Specifica attenzione sarà prestata alle capacità di argomentazione e valutazione critica sviluppate dallo studente.
Materiale didattico e bibliografia
V. Belotti, R. Ruggiero, Vent'anni d'infanzia. Retorica e diritti dei bambini dopo la Convenzione dell'Ottantanove, Guerini Studio 2008.
R. Bosisio, Bambini e agire morale. Rappresentazioni delle norme e dei diritti nell'infanzia e nell'adolescenza, Guerini scientifica 2010.
Periodo
Terzo trimestre
Periodo
Terzo trimestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi