Antropologia della contemporaneità

A.A. 2014/2015
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-DEA/01
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso intende sviluppare le seguenti conoscenze e capacità di comprensione generali:
Conoscenza dei concetti e dei metodi antropologici di osservazione, interpretazione e descrizione dei fenomeni culturali della contemporaneità
Capacità di collegare concetti e problemi e di esprimere una valutazione critica adeguatamente motivata

Il corso intende sviluppare le seguenti capacità generali di applicare conoscenza e comprensione:
Capacità di applicare conoscenza e comprensione dei principali concetti dell'antropologia alla lettura dei fenomeni culturali che caratterizzano la contemporaneità, in particolare produzione simbolica, conflitto, costruzioni identitarie.
Capacità di utilizzare il metodo etnografico per l'analisi dei fenomeni culturali

Il corso intende sviluppare le seguenti conoscenze specifiche per l'analisi dei fenomeni culturali
Conoscenza del dibattito antropologico contemporaneo sui concetti di "cultura" , "sviluppo" "natura", "cosmologia", "potere" "agentività"
Conoscenza del concetto di "familismo amorale" e del dibattito critico ad esso legato a partire dagli anni '60 negli Stati Uniti e in Italia

Il corso intende promuovere l'applicazione delle conoscenze alla crisi politica italiana, utilizzando concetti e metodi dell'antropologia per una lettura critica della situazione contemporanea. A dal fine verranno proposti agli studenti in aula case study specifici.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica 1
M-DEA/01 - DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica 2
M-DEA/01 - DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica 3
M-DEA/01 - DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

STUDENTI FREQUENTANTI
Informazioni sul programma
Appunti delle lezioni, materiali, indicazioni bibliografiche aggiuntive, comunicazioni del docente saranno disponibili sul sito del corso: http://abiscaldiac.ariel.ctu.unimi.it.
Il docente può essere contattato al seguente indirizzo angela.biscaldi@unimi.it o telefonicamente in orario di ricevimento allo 02/50321033.
Prerequisiti e modalità di esame
La prova d'esame è orale ed è valutata in trentesimi. Consiste in un 'interrogazione sui testi in programma d'esame volta a verificare il raggiungimento degli obiettivi conoscitivi prefissati .
Unita' didattica 1
Programma
Il corso si propone di presentare e discutere il contributo del sapere antropologico alla comprensione dei processi culturali che caratterizzano la contemporaneità.
Nel primo modulo, seguendo il percorso proposto da Michael Herzfeld, si prenderà in esame l'antropologia come discorso di resistenza critica nei confronti dell'egemonia del senso comune occidentale. Verranno letti in ottica antropologica i concetti di sviluppo, natura, cultura, razionalità, potere, agentività.
Materiale didattico e bibliografia
Michael Herzfeld, Antropologia. Pratica della teoria nella cultura e nella società, Seid, Firenze, 2006, capitoli 1, 2, 4, 5, 7, 8, 9, 10, 11
Unita' didattica 2
Programma
Nel secondo modulo, a partire dalla lettura del testo, si analizzerà la ricerca etnografica svolta da Edward Bansfield in un paesino della Lucania a metà anni '50. La ricerca è alla base della nascita dell'espressione "familismo amorale", espressione diventata di uso corrente per etichettare un presunto difetto fondamentale della società italiana
Materiale didattico e bibliografia
E. C. Bansfield, Le basi morali di una società arretrata, Il mulino, Bologna, 2010 (ed. or 1958)
Unita' didattica 3
Programma
Nel terzo modulo si passerà in rassegna il dibattito sul familismo amorale dagli anni 60 ad oggi, mettendone in luce- anche attraverso la sua applicazione a fatti delle contemporaneità italiana - limiti, criticità, capacità euristica.
Materiale didattico e bibliografia
Davis John, "Morals and backwardness" in Comparatives Studies in Society and History, 12, 3, 1970, pp. 340-353 (trad. it. in Banfield, Edward, Le basi morali di una società arretrata, Il Mulino, Bologna, 1976 pp. 281-297)
Marselli Gilberto, "Sociologi nord-americani e società contadina italiana", in Quaderni di sociologia rurale 1, 1976, pp. 247-261
Muraskin, William, "The Moral Basis of a Backward Sociologist: Edward Banfiel, the italians anche the Italian-Americans", American Journal of Sociology, vol. 79, no. 6, 1974 (pp. 1484-1496)
Kertzer David, "Banfield, i suoi critici e la sua cultura" in Contemporanea/a. Xn. 4 ottobre 2007, pp. 701-709
Pizzorno, Alessandro "Familismo amorale e marginalità storica. Ovvero perché non c'è niente da fare a Montegrano" in Quaderni di sociologia 1967, 3, pp.247-261
Alessio Colombis, "Il familismo morale visto da un familista", in Sociologia dell'organizzazione, 4, 1975, pp.437-488
Silverman, Sydel F., "Agricoltural Organization, Social Structure and Values in Italy: Amoral Families Reconsidered" in American Anthropologist, 70, 1968, 1-20 (trad. it. in Banfield, Edward, Le basi morali di una società arretrata, Il Mulino, Bologna, 1976 pp. 253-271)
Santoro, Marco "Dall'ethos all'habitus (ovvero perchè a Montegrano c'è sempre qualcosa da fare)" in Contemporanea/a. Xn. 4 ottobre 2007, pp. 695-701
Putnam Robert, "Capitale sociale e successo delle istituzioni" in La tradizione civica nelle regioni italiane, Mondadori, Milano, 1993, pp.191- 218
Chiesi, Antonio, "Familismo morale e capitale sociale", in Quaderni di sociologia, 44, pp. 193-199
Ginsborg, Paul, Stato dell'Italia, Il Saggiatore, 1994, p.78
Moss, David "Valori e identità" in Stuart Wolf (a cura di) L'italia repubblicana vista dal di fuori, Il mulino, Bologna, 2007, pp.129-193
Loredana Sciolla, " Circoli virtuosi del familismo" in Italiani, stereotipi di casa nostra, Il Mulino, pp.37-67
Ramella, Francesco, "Mobilitazione pubblica e società civile meridionale" in Meridiana, nn. 22-23, 1995 pp. 121-154
Gribaudi Antonella, "Il paradigma del familismo amorale" in P. Macry, a cura di Fra storia e storiografia, Il Mulino, Bologna, pp.337-353
Zinn, Louise Dorothy, "I Quindici Giorni di Scanzano: idenitity and social protest in the New South" in Journal of Modern Italian Studies, 12, 2007, pp. 189-206
Ferragina, Emanuela, "Il fantasma di Bansfield: una verifica empirica della teoria del familismo amorale" in Stato e Mercato, n. 92, agosto 2011, pp. 283-312
Biscaldi, Angela "Etnografia della responsabilità educativa" Archetipo, Bologna, 2013
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Prerequisiti e modalità di esame
La prova d'esame è orale ed è valutata in trentesimi. Consiste in un 'interrogazione sui testi in programma d'esame volta a verificare il raggiungimento degli obiettivi conoscitivi prefissati .
Unita' didattica 1
Programma
Il corso si propone di presentare e discutere il contributo del sapere antropologico alla comprensione dei processi culturali che caratterizzano la contemporaneità.
Nel primo modulo, seguendo il percorso proposto da Michael Herzfeld, si prenderà in esame l'antropologia come discorso di resistenza critica nei confronti dell'egemonia del senso comune occidentale. Verranno letti in ottica antropologica i concetti di sviluppo, natura, cultura, razionalità, potere, agentività.
Materiale didattico e bibliografia
Michael Herzfeld, Antropologia. Pratica della teoria nella cultura e nella società, Seid, Firenze, 2006, capitoli 1, 2, 4, 5, 7, 8, 9, 10, 11
Unita' didattica 2
Programma
Nel secondo modulo, a partire dalla lettura del testo, si analizzerà la ricerca etnografica svolta da Edward Bansfield in un paesino della Lucania a metà anni '50. La ricerca è alla base della nascita dell'espressione "familismo amorale", espressione diventata di uso corrente per etichettare un presunto difetto fondamentale della società italiana
Materiale didattico e bibliografia
E. C. Bansfield, Le basi morali di una società arretrata, Il mulino, Bologna, 2010 (ed. or 1958)
Unita' didattica 3
Programma
Nel terzo modulo si passerà in rassegna il dibattito sul familismo amorale dagli anni 60 ad oggi, mettendone in luce- anche attraverso la sua applicazione a fatti delle contemporaneità italiana - limiti, criticità, capacità euristica
Materiale didattico e bibliografia
Davis John, "Morals and backwardness" in Comparatives Studies in Society and History, 12, 3, 1970, pp. 340-353 (trad. it. in Banfield, Edward, Le basi morali di una società arretrata, Il Mulino, Bologna, 1976 pp. 281-297)
Marselli Gilberto, "Sociologi nord-americani e società contadina italiana", in Quaderni di sociologia rurale 1, 1976, pp. 247-261
Muraskin, William, "The Moral Basis of a Backward Sociologist: Edward Banfiel, the italians anche the Italian-Americans", American Journal of Sociology, vol. 79, no. 6, 1974 (pp. 1484-1496)
Kertzer David, "Banfield, i suoi critici e la sua cultura" in Contemporanea/a. Xn. 4 ottobre 2007, pp. 701-709
Pizzorno, Alessandro "Familismo amorale e marginalità storica. Ovvero perché non c'è niente da fare a Montegrano" in Quaderni di sociologia 1967, 3, pp.247-261
Alessio Colombis, "Il familismo morale visto da un familista", in Sociologia dell'organizzazione, 4, 1975, pp.437-488
Silverman, Sydel F., "Agricoltural Organization, Social Structure and Values in Italy: Amoral Families Reconsidered" in American Anthropologist, 70, 1968, 1-20 (trad. it. in Banfield, Edward, Le basi morali di una società arretrata, Il Mulino, Bologna, 1976 pp. 253-271)
Santoro, Marco "Dall'ethos all'habitus (ovvero perchè a Montegrano c'è sempre qualcosa da fare)" in Contemporanea/a. Xn. 4 ottobre 2007, pp. 695-701
Putnam Robert, "Capitale sociale e successo delle istituzioni" in La tradizione civica nelle regioni italiane, Mondadori, Milano, 1993, pp.191- 218
Chiesi, Antonio, "Familismo morale e capitale sociale", in Quaderni di sociologia, 44, pp. 193-199
Ginsborg, Paul, Stato dell'Italia, Il Saggiatore, 1994, p.78
Moss, David "Valori e identità" in Stuart Wolf (a cura di) L'italia repubblicana vista dal di fuori, Il mulino, Bologna, 2007, pp.129-193
Loredana Sciolla, " Circoli virtuosi del familismo" in Italiani, stereotipi di casa nostra, Il Mulino, pp.37-67
Ramella, Francesco, "Mobilitazione pubblica e società civile meridionale" in Meridiana, nn. 22-23, 1995 pp. 121-154
Gribaudi Antonella, "Il paradigma del familismo amorale" in P. Macry, a cura di Fra storia e storiografia, Il Mulino, Bologna, pp.337-353
Zinn, Louise Dorothy, "I Quindici Giorni di Scanzano: idenitity and social protest in the New South" in Journal of Modern Italian Studies, 12, 2007, pp. 189-206
Ferragina, Emanuela, "Il fantasma di Bansfield: una verifica empirica della teoria del familismo amorale" in Stato e Mercato, n. 92, agosto 2011, pp. 283-312
Biscaldi, Angela "Etnografia della responsabilità educativa" Archetipo, Bologna, 2013
Periodo
Primo trimestre
Periodo
Primo trimestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
I prossimi ricevimenti si terranno mercoledì 18 dalle 12,00 alle 14,00; lunedì 23 dalle 14,30 alle 17,30; lunedì 30 settembre dalle 14,30 alle 17,30
stanza 205 -2° piano