Urgenze ed emergenze medico chirurgiche

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Moduli o unità didattiche
Anestesiologia
MED/41 - ANESTESIOLOGIA - CFU: 2
Lezioni: 16 ore
Docente: Guzzetti Stefano

Chirurgia Generale
MED/18 - CHIRURGIA GENERALE - CFU: 1
Lezioni: 8 ore

Medicina Interna
MED/09 - MEDICINA INTERNA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore
Docente: Montano Nicola

Informazioni sul programma
ALL'ATTO DELL'ESAME LO STUDENTE DOVRA'

Accennare alle manovre di defibrillazione, stimolazione elettrica cardiaca; contropulsazione aortica, drenaggio toracico e pericardico, nonchè alle tecniche di ossigenazione e di ventilazione più comunemente usate in corso di ARDS ed asma grave.
- Alle tecniche di primo soccorso nell'infortunato della strada.

-Elencare quali sono i fattori di rischio aggiuntivi in caso di trauma cranico
-Le più frequenti cause di emorragia del tratto gastroenterico superiore ed inferiore
- I sintomi ed i segni rilevabili nelle singole patologie , causa di emorragia del tratto gastroenterico
- I segni e i sintomi che definiscono gli stati di occlusione e la pseudostruzione intestinale
- I segni caratteristici della pancreatite acuta
- I sintomi e i segni caratteristici della peritonite
- Gli elementi clinici caratteristici delle affezioni capaci di simulare un'addome acuto
- Le più comuni cause di peritonitie acuta.
- I sintomi ed i segni delle affezioni addominali in grado di evolvere in peritonite acuta (con particolare
riguardo a: appendicite acuta ; colecistite acuta e colangite; perforazione di ulcera peptica; diverticolite
acuta.)
- Le cause di shock ipovolemico.
- Le lesioni successive ai diversi eventi traumatici.
- I caratteri distintivi dei diversi gradi anatomo-clinici della pancreatite acuta.

Elencare ed interpretare i segni e sintomi caratterizzanti l'arresto cardiaco,
- L'arresto respiratorio, la cessazione dell'attività cerebrale
- Le cause di dolore toracico ( ed esporne i criteri essenziali di diagnosi differenziale in base ai sintomi ed
eventuali dati strumentali)
-Le complicanze dell'IMA e suggerirne l'iter diagnostico (nonchè le sue complicanze )
-La dissezione aortica, la crisi ipertensiva, skock settico e cardiogeno (indicandone le indicazione terapeutiche
di primo impiego)
- Gli esami di laboratorio e strumentali utili alla diagnosi di pancreatite acuta.

Riferire: - sulla organizzazione del soccorso nel territorio Milanese sulle alterazioni acute dello stato di coscienza a rapida risoluzione TIA e Sincope (e suggerirne l'iter diagnostico e la terapia di primo impiego). - Quali siano le istruzioni da dare al paziente che viene rinviato a domicilio dopo trauma cranico.
- Le nozioni fisiopatologiche di base dello shock ipovolemico.
- Gli elementi clinici, di laboratorio e strumentali che suggeriscono la definizione dei diversi tipi di shock.
- La prognosi del paziente con emorragia gastroenterica in relazione alla causa.
- I principi del trattamento chirurgico delle patologie causa di occlusione intestinale.
- I principi del trattamento medico e chirurgico delle pancreatite acute

Descrivere le manovre ed elencare le terapie specifiche di primo impiego ( compreso OTI) da impiegarsi in caso di; annegamento, elettrocuzione, intossicazione da CO, da farmaci (barbiturici, benzodiazepine, droghe (eroina) funghi velenosi.
- In relazione al politrauma: la risposta generale d'adattamento al trauma .
- Le complicanze d'organo successive allo stato di shock.
- Le alterazioni dell'equilibrio idro-elettrolitico successive all'occlusione.
- In corso di pneumotorace post-traumatico e spontaneo e delle fratture costali multiple.

Interpretare correttamente reperti di GAs analisi in corso di alcalosi e di acidosi (respiratoria metabolica e mista) e suggerirne l'eventuale correzione.
- Un E.C.G. durante IMA e suggerirne l'iter diagnostico.
- Gli esami di laboratorio indicativi di occlusione intestinale. Gli esami di laboratorio e strumentali in
relazione alle emorragie del tratto gastro-enterico

. Rilevare le peculiarità e riferirne della assistena respiratoria in caso di ARDS (insufficienza respiratoria grave ) , malaria (insufficienza respiratoria e danno nervoso.

Dare generali indicazioni (ma esprimersi con precisione sui principi che la regolano) sulla corretta infusione di sostanze idroelettriche in caso di urgenza e sulle infusioni parenterali nei pazienti trattati nei reaprti di rianimazione.
- Su quale iter diagnostico-strumentale deve essere instaurato, in relazione alle condizioni cliniche, del
paziente dopo trauma cranico
- Del trattamento medico dei diversi tipi di shock. Sull'iter diagnostico d'urgenza.
- Le linee guida del trattamento medico, strumentale e chirurgico in relazione alle emorragie del tratto gastro-enterico.
- Trattamento medico dell'occlusione e le modalità del monitoraggio
- Trattamento chirurgico de(lla pancreatyite acuta complicata.
- Corretto iter diagnostico in caso di peritonite in relazione alle affezioni che l'hanno determinata con
riferimento al trattamento medico e chirurgico.

Eseguire su manichino le manovre di rianimazione cardio-circolatoria e respiratoria (ventilazione, massaggio cardiaco, "posizione di sicurezza")

Indicare su quali elementi si basa la quantificazione della forza di impatto del trauma cranico
- Quali elementi consentono di definire la gravità del coma in relazione alla raccolta anamnestica e all'esame
obiettivo neurologico
- Gli elementi distintivi della sindrome compressiva.
- I caratteri distintivi dell'occlusione intestinale meccanica o paralitica e le più frequenti cause di tali stati.
- I Segni e sintomi indicativi dell' interessamento occlusivo del piccolo intestino e del colon
- Il quadro evolutivo riguardo a: appendicite acuta ; colecistite acuta e colangite; perforazione di ulcera
peptica; diverticolite acuta, in relazione alla loro fisiopatologia.
- Le più frequenti lesioni d'apparato evidenziabili dopo trauma, con particolare riguardo alle lesioni
emorragiche delle estremità e al loro trattamento;
- Le lesioni elementari delle vie respiratorie e della parete toracica dopo trauma; le lesioni elementari dei visceri addominali,e le priorità del trattamento, con particolare riguardo all'emoperitoneo
Prerequisiti e modalità di esame
Prova orale che consiste in un colloquio sugli argomenti a programma.
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Lunedì 14.00-16.00
pad 51 IV piano Ospedale L. Sacco Via G.B. Grassi 74 20157 Milano
Ricevimento:
Dalle ore 11.30 alle 13.00 previo appuntamento via email
Reparto di Medicina Interna - Ospedale Maggiore Policlinico