Diritto dell'arbitrato

A.A. 2015/2016
Insegnamento per
6
Crediti massimi
45
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso ha per oggetto lo studio dei principali strumenti di Alternative Dispute Resolution (ADR), e in particolare la mediazione delle controversie civili e commerciali e l'arbitrato.
- Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente deve dimostrare di avere acquisito una conoscenza di base dei principi che regolano le procedure esecutive e della disciplina positiva delle medesime.
- Capacità applicative. Lo studente deve dimostrare di sapere applicare le nozioni apprese a casi pratici.
- Autonomia di giudizio. Lo studente deve dimostrare di sapere assumere posizioni argomentate e giuridicamente sostenibili con riferimento alle tematiche oggetto del corso.
- Abilità nella comunicazione. Lo studente deve dimostrare di saper esprimere con proprietà di linguaggio le nozioni acquisite.
- Capacità di apprendere. Lo studente deve dimostrare di saper interpretare le norme positive che regolano la materia e dare una lettura sistematica delle stesse.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Programma
Il corso ha per oggetto l'illustrazione della disciplina dell'arbitrato, con particolare riferimento all'arbitrato rituale. Ci si propone di considerare sia le norme riservate al tema dal codice di procedura civile (artt. 806 e seguenti) modificate dal decreto legislativo 2 febbraio 2006, n. 40, sia le norme contenute nelle principali Convenzioni internazionali (con particolare riguardo alla Convenzione di New York sul riconoscimento dei lodi arbitrali stranieri).
Nelle intenzioni del docente (attuabili, peraltro, soltanto con l'accordo degli allievi e la fattiva collaborazione di questi ultimi), il corso dovrebbe seguire molto largamente il metodo seminariale (con ricerche ed esposizioni da parte degli studenti e relativa discussione).
Prerequisiti e modalità di esame
Gli esami saranno svolti in forma di colloquio, e a ogni colloquio il docente prenderà parte personalmente (soprattutto per quanto concerne l'analisi delle ricerche svolte dal candidato e del risultato della sua partecipazione ai seminari). È ammesso a sostenere l'esame soltanto chi abbia previamente superato l'esame di Diritto processuale civile.
Materiale didattico e bibliografia
L. Salvaneschi, Libro quarto: Procedimenti speciali art. 806-840, Arbitrato, in Commentario del Codice di Procedura Civile (a cura di Sergio Chiarloni), Bologna, Zanichelli, 2014.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Giovedì ore 10:30 per tutta la durata del corso
Sezione di diritto processuale civile