Diritto civile

A.A. 2015/2016
Insegnamento per
15
Crediti massimi
120
Ore totali
SSD
IUS/01
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Contratti, diritti reali e responsabilità.

Struttura insegnamento e programma

Cognomi A-C
Edizione attiva
Moduli o unità didattiche
Diritto civile - contratti
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 3
Lezioni: 30 ore
Docente: Cenini Marta Silvia

Diritto civile I
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 6
Lezioni: 60 ore
Docente: Gambaro Antonio

Diritto civile II
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 6
Lezioni: 30 ore
Docente: Gambaro Antonio

Prerequisiti e modalità di esame
Per sostenere l'esame di Diritto Civile (nei modi di cui infra) è necessario aver superato gli esami di Istituzioni di Diritto Privato e di Diritto Costituzionale.
Stante poi l'obiettivo del corso, come sopra esposto, si richiede, in sede d'esame, la conoscenza delle norme del diritto privato italiano attinenti alle materie correlate all'oggetto del corso stesso (segnatamente, il contratto e i diritti reali), anche se non specificamente riguardanti gli istituti in insegnamento.

L'esame di Diritto Civile (del valore complessivo di 15 crediti formativi) si articola in una prova scritta e due prove orali (una per Diritto Civile I - su Il contratto in generale - e l'altra per Diritto Civile II - su La proprietà e i diritti reali).
Per poter accedere alla prima (a scelta) delle due prove orali, occorre aver superato una prova scritta.

La prova scritta ha per oggetto la disciplina dei contratti in generale (Titolo II del Libro Quarto del Codice Civile, articoli da 1321 a 1469 c.c.) e si struttura in 15 domande a risposta multipla (4 risposte alternative).
La durata della prova scritta è di 30 minuti.
Durante la prova scritta è consentito utilizzare il Codice Civile. Non è tuttavia ammesso l'utilizzo di edizioni del Codice Civile annotate o commentate con la dottrina e/o la giurisprudenza o contenenti schemi e/o tabelle.
La prova scritta s'intende superata rispondendo correttamente ad almeno 11 domande su 15.
Non sono previste agevolazioni, per gli studenti frequentanti, ai fini del superamento della prova scritta.
L'eventuale superamento della prova scritta con risposta corretta a più di 11 domande non comporta benefici specifici ai fini della prova orale.
Il superamento di una determinata prova scritta consente l'ammissione ad uno qualsiasi degli appelli d'esame orale della sessione d'esami corrispondente. Segnatamente, a questo proposito, le sessioni d'esame sono da considerarsi due: la sessione invernale (appelli da dicembre a febbraio) e la sessione estivo-autunnale (appelli da maggio a settembre). Conseguentemente, ad esempio, il superamento della prova scritta al primo appello (della sessione invernale) di dicembre consente di sostenere l'esame orale in uno qualsiasi degli appelli d'esame orale compresi tra dicembre e febbraio (ma non oltre), mentre il superamento della prova scritta al primo appello (della sessione estivo-autunnale) di maggio consente di sostenere l'esame orale in uno qualsiasi degli appelli d'esame orale compresi tra maggio e settembre (ma non oltre).
Il mancato superamento della prova scritta non comporta salti d'appello (sia scritto che orale).

Una volta superata la prova scritta lo studente può scegliere di sostenere, a sua discrezione, la prova orale di Diritto civile I piuttosto che quella di Diritto civile II.
Infatti, gli studenti, sia frequentanti che non frequentanti, possono sostenere l'esame orale frazionandolo in due parti (ovverosia, in un esame da 9 crediti formativi e in un esame da 6 crediti formativi) oppure portandolo in un'unica soluzione (vale a dire, affrontando un unico esame da 15 crediti formativi).
Resta fermo che, anche in caso di frazionamento, per accedere al primo dei due esami orali è necessario aver superato la prova scritta di cui sopra.
Una volta superata una qualsiasi delle due prove orali (Diritto civile I o Diritto Civile II), lo studente può sostenere la rimanente prova orale, senza dover sostenere nuovamente la prova scritta.
Metodi didattici
Il corso di diritto civile si divide in due parti, la prima relativa alla disciplina dei contratti in generale, la seconda relativa alla proprietà e ai diritti reali minori.
Il corso su Il contratto in generale attribuisce 9 crediti formativi, mentre il corso su La proprietà e i diritti reali attribuisce 6 crediti formativi.
Diritto civile II
Programma
Il corso avente ad oggetto Il contratto in generale tratta, in particolare, le seguenti tematiche:
1. il contratto e i contratti;
2. i requisiti del contratto e l'autonomia contrattuale;
3. il contratto e l'accordo: la conclusione del contratto nelle sue varie forme;
4. l'opzione e le 'opzioni';
5. le trattative e la responsabilità precontrattuale (il distinguo tra puntuazioni, minute e accordo; gli obblighi informativi; la responsabilità da prospetto; le regole di validità e le regole di condotta; il risarcimento dei danni da responsabilità precontrattuale);
6. le prelazioni (legali e convenzionali);
7. le condizioni generali di contratto, le clausole vessatorie, il Codice del Consumo e il c.d. 'terzo contratto';
8. la contrattazione a formazione progressiva e il contratto preliminare;
9. la causa del contratto (i rapporti tra causa e tipo; la qualificazione del contratto);
10. l'oggetto del contratto;
11. la forma del contratto;
12. la condizione e gli altri elementi accidentali del contratto;
13. l'interpretazione e l'eterointegrazione del contratto;
14. gli effetti del contratto; il recesso; la clausola penale e la caparra confirmatoria;
15. la rappresentanza;
16. le controdichiarazioni: la simulazione e il negozio fiduciario;
17. le modificazioni soggettive del contratto (il contratto per persona da nominare; la cessione del contratto; il contratto a favore di terzi);
18. il regime dell'invalidità dei contratti: la nullità e l'annullamento;
19. i vizi del consenso;
20. l'inadempimento e la responsabilità contrattuale; la risoluzione del contratto e il risarcimento dei danni contrattuali;
21. le sopravvenienze, l'impossibilità sopravvenuta e l'eccessiva onerosità sopravvenuta.
Materiale didattico e bibliografia
A. Gambaro - U. Morello, Lezioni di diritto civile (casi, questioni e tecniche argomentative), Giuffrè Milano, 2013 (2a ed. rivisitata e aggiornata);
oppure
R. Sacco - G. De Nova, Obbligazioni e contratti, in Trattato di Diritto Privato (diretto da Pietro Rescigno), vol. 10, Utet Torino, ultima edizione.

Per superare la prova scritta è necessario uno studio particolareggiato delle norme del Codice Civile sulla disciplina generale dei contratti (artt. 1321-1469 c.c.), affiancato dalla lettura degli argomenti ivi trattati, operata su un qualsiasi manuale di Istituzioni di Diritto Privato.
Si consiglia, in particolare, P. Trimarchi, Istituzioni di diritto privato, Giuffrè, Milano, ultima edizione.
Diritto civile I
Programma
Il corso su La proprietà e i diritti reali tratta, in particolare, i seguenti argomenti:
1. i beni (la nozione e la formazione storica della categoria; le tassonomie dei beni; i beni materiali e immateriali; i beni fungibili e infungibili; i beni divisibili e indivisibili; i beni consumabili e inconsumabili);
2. l'attribuzione dei diritti sui beni; le frontiere del diritto sui beni;
3. i diritti reali e i diritti di credito; i diritti reali come categoria ordinante (i caratteri e la funzione);
4. la tipicità e il numero chiuso dei diritti reali;
5. la proprietà (la nozione; le caratteristiche e la funzione; il divieto degli atti emulativi; le varie forme della proprietà nella prospettiva oggettiva e soggettiva; la conformazione della proprietà; le nuove forme di proprietà; la proprietà edilizia; le distanze legali; le immissioni; i modi di acquisto della proprietà; la tutela della proprietà);
6. le obligationes propter rem;
7. le servitù prediali;
8. la comunione e il condominio;
9. i vincoli di destinazione (il fondo patrimoniale, il trust e l'atto di destinazione);
10. il possesso (la nozione e gli elementi costitutivi; la detenzione; i modi di acquisto del possesso; i rapporti tra proprietario e possessore; gli effetti del possesso: usucapione e acquisto a non domino; la tutela del possesso).
Materiale didattico e bibliografia
A. Gambaro - U. Morello, Trattato dei diritti reali (Volume I - Proprietà e possesso - Edizione ad uso degli studenti), Giuffrè Milano, 2010 (limitatamente ai seguenti capitoli e sezioni:
Cap. I - Sez. I: I diritti reali come categoria ordinante;
Cap. I - Sez II: Diritti reali e diritti di credito;
Cap. I - Sez. III: Tipicità e numerus clausus dei diritti reali;
Cap. II - Sez. V: La proprietà;
Cap. III - Sez. VI: Il possesso;
Cap. V - Sez. 11: Gli acquisti a non domino;
Cap. VI - Sez. 17: L'usucapione;
Cap. VII - Sez. 19: Tutela della proprietà: I rimedi generali).
e
A. Gambaro, I beni, in Trattato Cicu-Messineo, Giuffrè, Milano, 2012 (limitatamente ai seguenti capitoli:
Cap. II: I beni, i soggetti e le risorse;
Cap. IV: Le frontiere del diritto dei beni).
Periodo
annuale
Cognomi D-L
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Diritto civile - contratti
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 3
Lezioni: 30 ore
Docente: Maniaci Arturo

Diritto civile I
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 6
Lezioni: 60 ore

Diritto civile II
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 6
Lezioni: 30 ore

Diritto civile II
Programma
Obiettivi dell'insegnamento e risultati di apprendimento attesi
L'insegnamento mira a far conseguire agli studenti:
- conoscenza degli istituti fondamentali del diritto contrattuale e capacità di comprensione dei principi generali ad essi sottesi;
- capacità di rielaborazione dei principi e delle regole oggetto di studio e di applicazione di tali conoscenze alle fattispecie concrete;
- capacità di interpretazione e di lettura sistematica delle norme del codice civile; autonoma capacità di individuazione della ratio sottesa a ciascuna norma;
- avanzata capacità di utilizzo di un linguaggio giuridico appropriato;
- un livello di capacità di apprendimento idoneo a ultimare gli studi e a introdursi nel mondo del lavoro con un alto grado di autonomia.


Prerequisiti
Per poter sostenere l'esame è necessario aver superato gli esami di Diritto Costituzionale, Istituzioni di Diritto Privato I e Istituzioni di Diritto Privato II.


Contenuti e programma del corso
L'insegnamento di Diritto Civile (15 crediti) si articola in due parti: un corso (Diritto Civile I) ha per oggetto il Contratto in generale (9 crediti, secondo semestre); l'altro corso (Diritto Civile II, primo semestre) ha per oggetto il Possesso (6 crediti) ed entrambi sono tenuti dalla Prof. Tenella Sillani.
Tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, potranno scegliere di sostenere l'esame orale frazionandolo in due parti (corrispondenti ai corsi da 9 crediti e da 6 crediti) oppure in un'unica soluzione (esame da 15 crediti comprensivo dei due corsi).
Per poter accedere all'esame orale (da 15 crediti da svolgersi in un'unica soluzione) o al primo dei due esami orali (corrispondenti ai corsi da 9 crediti e da 6 crediti) è in ogni caso necessario aver superato la prova scritta, vertente sulle nozioni istituzionali del contratto in generale.


Tipologia delle attività didattiche
Il corso di Diritto Civile I consta di 60 ore di didattica frontale (30 ore di diretta competenza del Docente + 30 ore di modulo sostitutivo affidate al prof. Paolo Duvia) e si svolgerà nel secondo semestre dell'anno accademico. È prevista l'attivazione di seminari ed esercitazioni durante i quali verranno approfonditi, anche attraverso l'esame di casi pratici e la diretta partecipazione degli studenti mediante preparazione di atti e pareri, alcuni specifici temi oggetto del corso. Tali attività si svolgeranno secondo le modalità e il calendario che verranno comunicati dal Docente durante il Corso.

Modalità di verifica dell'apprendimento
Per l'ammissione all'esame orale è preliminarmente necessario superare una prova scritta costituita da quesiti a risposta multipla.
La prova consiste in un test di 15 domande a risposta multipla (4 possibili risposte per ogni domanda, di cui una sola esatta) che gli studenti devono completare nel tempo massimo di 30 minuti.
E' ammessa la consultazione del solo codice civile, con l'esclusione di qualsiasi altro testo, nonché di codici commentati con dottrina e/o giurisprudenza.
Per poter accedere alla prova orale occorre rispondere esattamente ad almeno 11 domande su 15. Il numero di risposte esatte non ha incidenza sul voto che verrà assegnato all'esito di ciascuna prova orale.
Il mancato superamento della prova scritta preclude la possibilità di sostenere l'esame orale di quell'appello, ma non la possibilità di sostenere la prova scritta relativa a un successivo appello della medesima sessione. Il mancato superamento della prova orale non consente di accedere all'appello d'esame orale immediatamente successivo (salvo che intercorra fra un appello e l'altro uno spazio di tempo superiore a un mese). Il superamento della prova scritta conserva la sua efficacia per tutta la sessione in corso.
La prova orale consiste in un colloquio volto ad accertare la conoscenza, da parte degli studenti, degli argomenti a programma, la loro comprensione, l'acquisizione di linguaggio adeguato, la capacità di sintesi e di rielaborazione.

Altre informazioni utili
Eventuali cambi di cattedra saranno concessi direttamente dalla Docente ed esclusivamente dietro presentazione di idonea documentazione atta a dimostrare l'impossibilità di frequentare le lezioni nell'orario previsto.
Ulteriori informazioni ed aggiornamenti saranno disponibili consultando il sito del Dipartimento e/o l'eventuale sito Ariel della Docente.


Orario di ricevimento
Ogni mercoledì dalle ore 12.00 presso il Dipartimento di Diritto Privato e Storia del Diritto.
Materiale didattico e bibliografia
Testi e materiale didattico (per studenti frequentanti e non frequentanti)
R. Sacco e G. De Nova, Il contratto, vol. X del Trattato di Diritto Privato diretto da P. Rescigno, Torino, nell'ultima edizione disponibile.
Diritto civile I
Programma
Obiettivi dell'insegnamento e risultati di apprendimento attesi
L'insegnamento mira a far conseguire agli studenti:
- conoscenza degli istituti fondamentali in materia di possesso e capacità di comprensione dei principi generali ad essi sottesi;
- capacità di rielaborazione dei principi e delle regole oggetto di studio e di applicazione di tali conoscenze alle fattispecie concrete;
- capacità di interpretazione e di lettura sistematica delle norme del codice civile; autonoma capacità di individuazione della ratio sottesa a ciascuna norma;
- avanzata capacità di utilizzo di un linguaggio giuridico appropriato;
- un livello di capacità di apprendimento idoneo a ultimare gli studi e a introdursi nel mondo del lavoro con un alto grado di autonomia.


Prerequisiti
Per poter sostenere l'esame è necessario aver superato gli esami di Diritto Costituzionale, Istituzioni di Diritto Privato I e Istituzioni di Diritto Privato II.


Contenuti e programma del corso
L'insegnamento di Diritto Civile (15 crediti) si articola in due parti: un corso (Diritto Civile I) ha per oggetto il Contratto in generale (9 crediti, secondo semestre); l'altro corso (Diritto Civile II, primo semestre) ha per oggetto il Possesso (6 crediti) ed entrambi sono tenuti dalla Prof. Tenella Sillani.
Tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, potranno scegliere di sostenere l'esame orale frazionandolo in due parti (corrispondenti ai corsi da 9 crediti e da 6 crediti) oppure in un'unica soluzione (esame da 15 crediti comprensivo dei due corsi).
Per poter accedere all'esame orale (da 15 crediti da svolgersi in un'unica soluzione) o al primo dei due esami orali (corrispondenti ai corsi da 9 crediti e da 6 crediti) è in ogni caso necessario aver superato la prova scritta, vertente sulle nozioni istituzionali del contratto in generale.


Tipologia delle attività didattiche
Il corso di Diritto Civile II consta di 45 ore di didattica frontale tenute dal Docente e si svolgerà nel primo semestre dell'anno accademico. È prevista l'attivazione di seminari ed esercitazioni durante i quali verranno approfonditi, anche attraverso l'esame di casi pratici e la diretta partecipazione degli studenti mediante preparazione di atti e pareri, alcuni specifici temi oggetto del corso. Tali attività si svolgeranno secondo le modalità e il calendario che verranno comunicati dal Docente durante il Corso.

Modalità di verifica dell'apprendimento
Per l'ammissione all'esame orale è preliminarmente necessario superare una prova scritta costituita da quesiti a risposta multipla.
La prova consiste in un test di 15 domande a risposta multipla (4 possibili risposte per ogni domanda, di cui una sola esatta) che gli studenti devono completare nel tempo massimo di 30 minuti.
E' ammessa la consultazione del solo codice civile, con l'esclusione di qualsiasi altro testo, nonché di codici commentati con dottrina e/o giurisprudenza.
Per poter accedere alla prova orale occorre rispondere esattamente ad almeno 11 domande su 15. Il numero di risposte esatte non ha incidenza sul voto che verrà assegnato all'esito di ciascuna prova orale.
Il mancato superamento della prova scritta preclude la possibilità di sostenere l'esame orale di quell'appello, ma non la possibilità di sostenere la prova scritta relativa a un successivo appello della medesima sessione. Il mancato superamento della prova orale non consente di accedere all'appello d'esame orale immediatamente successivo (salvo che intercorra fra un appello e l'altro uno spazio di tempo superiore a un mese). Il superamento della prova scritta conserva la sua efficacia per tutta la sessione in corso.
La prova orale consiste in un colloquio volto ad accertare la conoscenza, da parte degli studenti, degli argomenti a programma, la loro comprensione, l'acquisizione di linguaggio adeguato, la capacità di sintesi e di rielaborazione.


Altre informazioni utili
Eventuali cambi di cattedra saranno concessi direttamente dalla Docente ed esclusivamente dietro presentazione di idonea documentazione atta a dimostrare l'impossibilità di frequentare le lezioni nell'orario previsto.
Ulteriori informazioni ed aggiornamenti saranno disponibili consultando il sito del Dipartimento e/o l'eventuale sito Ariel della Docente.


Orario di ricevimento
Ogni mercoledì dalle ore 12.00 presso il Dipartimento di Diritto Privato e Storia del Diritto.
Materiale didattico e bibliografia
- R. Sacco - R. Caterina, Il possesso, in Trattato di Diritto civile e commerciale, già diretto da A. Cicu e F. Messineo, continuato da L. Mengoni, 2ª ed., Milano, Giuffrè, 2014;
oppure, in alternativa:
- B. Troisi - C. Cicero, I possessi, in Trattato di Diritto civile, diretto da P. Perlingieri, Napoli, 2005; unitamente a R. Caterina, Il possesso, in Trattato dei diritti reali diretto da A. Gambaro e U. Morello, vol. I, Milano, Giuffrè, 2008, pp. 357-485.
Periodo
annuale
Cognomi M-Q
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Diritto civile - contratti
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 3
Lezioni: 30 ore

Diritto civile I
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 6
Lezioni: 60 ore

Diritto civile II
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 6
Lezioni: 30 ore

Prerequisiti e modalità di esame
Per le modalità di svolgimento dell'esame (test scritto e prova orale), si rinvia a quanto indicato per il corrente anno accademico dal prof. Gambaro (A-C).
Metodi didattici
L'insegnamento del primo corso avrà per oggetto «Il contratto in generale» e sarà svolto nel secondo semestre.
L'insegnamento del secondo corso sarà distinto in due moduli di 30 ore ciascuno, il primo tenuto dal prof. Francesco Delfini e il secondo dal dott. Andrea Dalmartello e avrà per oggetto «La compravendita di partecipazioni sociali», «I rimedi sinallagmatici» e «I contratti del mercato finanziario».

Obiettivi formativi e risultati di apprendimento attesi
- Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente deve dimostrare di avere acquisito una conoscenza approfondita della disciplina del contratto in generale e dei contratti speciali oggetto del corso, nonché dei problemi riguardanti tali ambiti di disciplina.
- Capacità applicative. Lo studente deve dimostrare di sapere applicare le nozioni apprese a contesti concreti e casi specifici concernenti la disciplina generale del contratto e dei contratti speciali, oggetto della seconda parte del programma.
- Autonomia di giudizio. Lo studente deve dimostrare di sapere assumere posizioni argomentate e giuridicamente sostenibili con riferimento alle tematiche oggetto del corso.
- Abilità nella comunicazione. Lo studente deve dimostrare di saper esprimere le nozioni acquisite con coerenza argomentativa, rigore sistematico e proprietà di linguaggio.
- Capacità di apprendere. Lo studente deve dimostrare di sapere ricostruire i profili storici ed evolutivi del diritto civile dei contratti, applicando, ove necessario, il quadro normativo di riferimento.
Diritto civile II
Materiale didattico e bibliografia
Corso di Diritto Civile I: R. SACCO - G. DE NOVA, Il contratto, vol. X del Trattato di diritto privato, diretto da P. Rescigno, 3ª ed., Utet, Torino, 2002;
Corso di Diritto Civile II: G. DE NOVA, Sale and Purchase Agreement: un contratto commentato, Giappichelli, Torino, 2011; F. DELFINI, Autonomia privata e contratto. Tra sinallagma genetico e sinallagma funzionale, Giappichelli, Torino, 2015; per la parte sui contratti di mercati finanziari, oltre ai saggi contenuti nel volume F. DELFINI, Autonomia privata e contratto, saranno date ulteriori indicazioni di materiali durante le lezioni o, per i non frequentanti, saranno date indicazioni sulla pagina Ariel del docente (dott. Andrea Dalmartello).
Periodo
annuale
Cognomi R-Z
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Diritto civile - contratti
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 3
Lezioni: 30 ore
Docente: Castelli Laura

Diritto civile I
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 6
Lezioni: 60 ore

Diritto civile II
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 6
Lezioni: 30 ore

Prerequisiti e modalità di esame
E' propedeutico al corso il superamento degli esami di Istituzioni di Diritto Privato e di Diritto Costituzionale.

La prova d'esame orale potrà essere svolta, a scelta dello studente, al termine di ciascuno dei due corsi dell'insegnamento, limitatamente all'oggetto di ognuno di essi, con attribuzione di un unico voto finale, oppure sostenendo un'unica prova finale comprensiva delle materie di ambedue i corsi.
La prova consiste in un colloquio volto ad accertare la conoscenza, da parte degli studenti, degli argomenti del programma, la loro comprensione, la proprietà terminologica e le capacità critiche e di rielaborazione.
In ogni caso, l'accesso alla prova orale (o alla prima di esse in caso di frazionamento dell'esame in due parti) è consentito solo agli studenti che abbiano superato una prova scritta.
Le modalità di svolgimento della prova scritta e il suo oggetto sono identici a quelli descritti nella presente guida con riferimento all'insegnamento di diritto civile destinato agli studenti del gruppo A-C. Si rinvia perciò a quanto ivi specificato.
Metodi didattici
L'insegnamento di diritto civile (15 crediti complessivi) si articola in due parti: un corso destinato agli studenti iscritti al quarto anno, tenuto nel secondo semestre, avente ad oggetto il contratto in generale, e un corso destinato agli studenti iscritti al quinto anno, tenuto nel primo semestre, avente ad oggetto la responsabilità per inadempimento.

Obiettivi formativi e risultati di apprendimento attesi
- la conoscenza approfondita degli argomenti oggetto del corso, sul presupposto dell'avvenuta acquisizione degli elementi basilari durante la precedente carriera universitaria;
- la capacità di affrontare criticamente i temi e risolvere le questioni giuridiche attraverso la rielaborazione delle nozioni apprese;
- il rafforzamento del linguaggio tecnico attinente alla materia;
- la capacità di collegare i diversi argomenti al fine di elaborare proposte utili alla soluzione di casi.
Diritto civile II
Programma
Corso del quarto anno, primo semestre: "Il contratto in generale"

Il corso tratterà i seguenti argomenti: l'autonomia contrattuale e i requisiti del contratto; l'accordo e la conclusione del contratto; la trattativa e la responsabilità precontrattuale, il contratto preliminare e le intese precontrattuali; le condizioni generali di contratto, le clausole vessatorie e il contratto con il consumatore; la causa del contratto e i motivi; la forma del contratto; il contenuto e gli effetti del contratto; le controdichiarazioni e il negozio fiduciario; gli elementi accidentali del contratto; l'interpretazione; l'invalidità; il recesso; la cessione del contratto, il contratto per persona da nominare, il contratto a favore di terzi.

Tipologia delle attività didattiche

Le attività didattiche sono costituite da lezioni in parte tenute frontalmente dal docente (prevalentemente svolte dal prof. Villa per 30 ore di lezione), in parte svolte con la collaborazione attiva degli studenti, ai quali sarà affidata l'esposizione e l'analisi di casi. Questa attività costituirà oggetto prevalente del modulo integrativo di 30 ore affidato alla prof.ssa Laura Castelli.
Il materiale impiegato nello studio dei casi sarà messo a disposizione di volta in volta.
Materiale didattico e bibliografia
R. Sacco - G. De Nova, Obbligazioni e contratti, in Trattato di Diritto Privato diretto da P. Rescigno, vol. 10, UTET, ultima edizione disponibile, con esclusione del capitolo II della sezione XI e dell'intera sezione XVII. In alternativa: V. Roppo, Il contratto, 2ª ed., Giuffré, 2011, sino al capitolo 42 incluso. È indispensabile la preliminare conoscenza delle nozioni istituzionali esposte in: P. Trimarchi, Istituzioni di diritto privato, Giuffrè, ultima edizione disponibile, paragrafi da 108 a 274.
Diritto civile I
Programma
Corso del quinto anno, primo semestre: "La responsabilità per inadempimento"

Il corso tratterà i seguenti argomenti: imputabilità dell'inadempimento e ripartizione dei rischi; impossibilità, imputabilità, diligenza; impossibilità liberatoria e contenuto del rapporto obbligatorio; risoluzione del contratto per inadempimento, impossibilità sopravvenuta, eccessiva onerosità sopravvenuta; responsabilità per il fatto degli ausiliari; clausole di esonero dalla responsabilità; mora del debitore; danno da ritardo, principio nominalistico, danno da svalutazione, debiti di valore, debiti di valuta; danno risarcibile; nesso causale nella responsabilità da inadempimento; concorso di colpa del creditore e onere di evitare il danno; prevedibilità del danno; quantificazione del danno; risarcimento e restituzioni; clausola penale e caparra confirmatoria; danno non patrimoniale da inadempimento.

Tipologia delle attività didattiche

Le attività didattiche saranno costituite da lezioni in parte tenute frontalmente dal docente, in parte svolte con la collaborazione attiva degli studenti, ai quali sarà affidata l'esposizione e l'analisi di casi. Il materiale impiegato nello studio dei casi sarà messo a disposizione di volta in volta.
Materiale didattico e bibliografia
G. Villa, Danno e risarcimento contrattuale, Giuffrè, 2014, con esclusione delle pagine da 122 a 134 e da 220 a 226; P. Trimarchi, Il contratto: inadempimento e rimedi, Giuffrè, 2010, pp. 49-196; 221-241; R. Sacco - G. De Nova, Obbligazioni e contratti in Trattato di diritto privato diretto da P. Rescigno, vol. 10, UTET, ultima edizione disponibile, limitatamente al capitolo II della sezione XI e all'intera sezione XVII. In alternativa al testo di R. Sacco-G. De Nova potrà essere impiegato il seguente testo: V. Roppo, Il contratto, 2ª ed., Giuffrè, 2011, limitatamente ai capitoli da 43 a 48 (potranno essere omessi i paragrafi: 10 del capitolo 43; 6, 7 e 8 del capitolo 45). È comunque indispensabile la preliminare conoscenza delle nozioni istituzionali esposte in: P. Trimarchi, Istituzioni di diritto privato, Giuffrè ultima edizione disponibile, paragrafi da 238 a 274 e da 303 a 305.
Periodo
annuale
Periodo
annuale
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
venerdì 12.30 - 13.30
Dipartimento di Diritto Privato e Storia del Diritto - 1° piano
Ricevimento:
Mercoledì ore 14.15 su appuntamento previa mail (sospeso in luglio e agosto). Eventuali variazioni di orario verranno pubblicate sul sito del Dipartimento alla pagina http://www.dpsd.unimi.it/ecm/home/didattica/didattica-nelle-sezioni/diritto-civile.
Dipartimento di Diritto Privato e Storia del Diritto
Ricevimento:
martedì alle ore 12.15 in Dipartimento e al termine delle lezioni. Per info sulla didattica andrea.dalmartello@unimi.it
Dipartimento di Diritto Privato e Storia del Diritto - 1° piano
Ricevimento:
mercoledì dalle ore 13.00 alle ore 15.00
Sezione di Diritto civile
Ricevimento:
Mercoledì alle ore 12.30
Dipartimento di Diritto Privato e Storia del Diritto - 1° piano
Ricevimento:
A partire dal giorno venerdì 12 maggio 2017 il ricevimento studenti si terrà alle ore 9,30 anzichè alle ore 12,30.
Dipartimento di Diritto Privato e Storia del Diritto - 1° piano