Diritto internazionale

A.A. 2015/2016
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento del diritto internazionale fornisce il quadro d'insieme delle norme espresse dalla vita giuridica internazionale, comprensive sia di quelle che riguardano i rapporti di vertice tra gli Stati (diritto internazionale pubblico), sia di quelle che disciplinano i rapporti privati di carattere internazionale (diritto internazionale privato).
- Conoscenza di base e comprensione degli istituti fondamentali del diritto internazionale pubblico e privato;
- Capacità di applicare la conoscenza e la comprensione acquisite alle fattispecie concrete;
- Autonomia di giudizio nell'indagine dei fenomeni della vita giuridica internazionale e delle loro conseguenze applicative;
- Abilità comunicative e capacità di argomentare la propria rielaborazione della materia con rigore logico-giuridico e proprietà di linguaggio;
- Capacità di apprendimento, intesa come riflessione sui profili storici ed evolutivi del diritto internazionale pubblico e privato.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Programma
Il diritto internazionale pubblico comprende lo studio delle fonti e dei soggetti dell'ordinamento internazionale, dell'illecito e della responsabilità, dell'autotutela individuale e collettiva, dei mezzi di soluzione delle controversie, delle norme e degli strumenti destinati a incidere sugli ordinamenti interni degli Stati, delle varie forme di adattamento di questi ultimi al diritto internazionale.
Il diritto internazionale privato comprende, da un lato, le norme volte alla determinazione del diritto applicabile ai singoli rapporti giuridici (d.i. privato in senso stretto) e, dall'altro lato, le norme sulla giurisdizione e sul riconoscimento delle sentenze straniere (d. processuale civile internazionale). La materia viene studiata attraverso l'esame della disciplina vigente in Italia, posta della legge 31 maggio 1995 n. 218, e delle regole recate dai più significativi regolamenti dell'Unione europea in materia di giurisdizione e riconoscimento delle sentenze straniere e di legge applicabile alle obbligazioni contrattuali e non contrattuali.
Informazioni sul programma
Nel sito Ariel del corso sono pubblicate le comunicazioni relative all'insegnamento. Le indicazioni relative agli esami per gli studenti frequentanti vengono date a lezione.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame si svolge in forma orale.
Materiale didattico e bibliografia
1. Per il diritto internazionale pubblico: Carbone - Luzzatto - Santa Maria (a cura di), Istituzioni di diritto internazionale, 4a ed., Torino, Giappichelli, 2011, ad esclusione dei capitoli V, XII e XIII.
2. Per il diritto internazionale privato: Mosconi - Campiglio, Diritto internazionale privato e processuale. Vol. I. Parte generale e obbligazioni, 6ª ed., Torino, Utet, 2013.
3. Per i dati normativi da tenere presenti si raccomanda la consultazione di: Codice di diritto internazionale pubblico, (a cura di Luzzatto - Pocar), Torino, Giappichelli, ultima edizione; e Legge di riforma del diritto internazionale privato e testi collegati (a cura di Clerici - Mosconi - Pocar), Milano, Giuffrè, ultima edizione.
Periodo
Primo semestre
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Martedì ore 12.00
Sezione di Diritto Internazionale e dell'Unione europea (ex Istituto di Diritto Internazionale), piano terra