Sociologia della devianza, diritto minorile e penale

A.A. 2015/2016
Insegnamento per
6
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
IUS/01 IUS/17 SPS/12
Lingua
Italiano

Struttura insegnamento e programma

Sezione: Bosisio Parini
Edizione attiva
Moduli o unità didattiche
Diritto penale
IUS/17 - DIRITTO PENALE - CFU: 1
Lezioni: 10 ore
Docente: Zanetti Elena

Diritto privato
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 2
Lezioni: 20 ore

Sociologia giuridica della devianza e mutamento sociale
SPS/12 - SOCIOLOGIA GIURIDICA, DELLA DEVIANZA E MUTAMENTO SOCIALE - CFU: 3
Lezioni: 30 ore
Docente: Riva Pietro

Prerequisiti e modalità di esame
Esame scritto finale, con valutazione delle prove scritte e/o orali in itinere realizzate per ciascun modulo del corso integrato
Diritto privato
Programma
"Il corso di diritto di famiglia e minorile offre agli studenti un quadro completo e approfondito del diritto familiare attuale, come ridisegnato a seguito dei recenti mutamenti legislativi e interpretativi degli ultimi anni. La disamina dei principali istituti e problematiche ad essi sottese vengono affrontati anche attraverso le esperienze di giudici del Tribunale dei Minorenni e avvocati di diritto di famiglia. Gli argomenti oggetto di disamina sono il concetto di famiglia, matrimonio, separazione, divorzio, regime patrimoniale della famiglia, filiazione, adozione, affidamento, ruolo delTribunale dei Minorenni, cenni sul diritto delle successioni".
Diritto penale
Programma
Struttura del reato e fondamenti di diritto penale:
- Legittimazione, ruolo e compiti del diritto penale
- Il diritto penale: fonti e principi generali (in particolare: il principio di legalità)
- I principi di riserva di legge, di determinatezza e tassatività, di irretroattività
- Ambito di applicabilità della legge penale: limiti temporali, spaziali, personali
- Sistematica e analisi della struttura del reato (elementi necessari - elementi accidentali)
- Elemento oggettivo del reato: il fatto (soggetto attivo, condotta, evento, nesso di causalità, soggetto passivo)
- L'antigiuridicità
- Le cause di giustificazione. Analisi delle singole scriminanti
- Elemento soggettivo del reato: la colpevolezza (dolo, colpa e preterintenzione)
- La capacità di intendere e di volere
- Le cause di esclusione dell'imputabilità (infermità di mente, azione di alcool e sostanze stupefacenti, minore età, sordomutismo)
- L'accertamento giudiziale dell'imputabilità: il ruolo degli esperti
- L'educatore professionale e il diritto penale

Lineamenti del processo penale e del processo penale minorile:
- Il procedimento penale nei confronti dei minorenni
- Struttura e competenza del Tribunale per i minorenni
- La centralità dell'udienza preliminare nel rito minorile. La definizione anticipata del giudizio
- Le peculiari decisioni "senza condanna" (perdono giudiziale, sentenza di non luogo a procedere per irrilevanza del fatto, sospensione del processo con messa alla prova)
- Il ruolo dei servizi minorili e in particolare degli Uffici di Servizio Sociale per i Minorenni

Cenni di diritto dell'esecuzione penale:
- La funzione della pena nell'ordinamento italiano. Il sistema del c.d. "doppio binario"
- Classificazione delle pene (principali, accessorie, sostitutive di pene detentive brevi). La determinazione della pena in concreto
- Le misure di sicurezza
- Il trattamento penitenziario e la rieducazione del condannato
- La figura dell'educatore nell'equipe del trattamento penitenziario

Testi consigliati per la preparazione dell'esame:
G. Flora - P. Tonini, Diritto penale per operatori sociali, vol. I (tutto) e vol. II (primi sei capitoli), Milano, Giuffrè, 2013;
- in alternativa:
G. Neppi Modona - D. Petrini - L. Scomparin, Giustizia penale e servizi sociali, Laterza, 2009
Sociologia giuridica della devianza e mutamento sociale
Programma
OBIETTIVI

Il corso si propone tre obiettivi:
1. Fornire i concetti di base per comprendere la riflessione sociologica su cultura e sue espressioni;
2. sviluppare alcune tematiche connesse alle appartenenze ponendo particolare attenzione:
ai processi comunicativi e di formazione dell'identità;
alla famiglia e al sistema dei servizi;
alle problematiche sociali di possibile interesse professionale con riferimento alla situazione italiana;
3. Fornire strumenti per effettuare in autonomia approfondimenti nell'ambito delle tematiche trattate.
Metodo: lezione frontale con l'ausilio di strumenti informatici.
L'esame sarà effettuato in forma scritta con domande aperte sui temi trattati (tempo ca. 1,5 ore)

PRINCIPALI TEMI TRATTATI

- questioni terminologiche e concetti di base: società, cultura, comunicazione, famiglia.
- i processi culturali (comunicazione, socializzazione, interazioni quotidiane)
- mass media, tecnologie informatiche e nuovi stili di comunicazione
- le espressioni della cultura (religione, diritto, arte, scienza)
- i tipi di appartenenza e l'identità personale (gruppo, comunità, società)
- le relazioni sociali e le istituzioni
la famiglia attuale nella società occidentale: cenni sui più diffusi approcci sociologici contemporanei nello studio della famiglia;
la situazione italiana: organizzazione e struttura - l'instabilità coniugale;
la famiglia e le funzioni di socializzazione ed educazione;
la famiglia e le reti parentali, di vicinato e amicali;
il gruppo dei pari;
volontariato e terzo settore;
- le organizzazioni formali
- i movimenti collettivi

BIBLIOGRAFIA
testi e documenti forniti dal docente agli studenti durante le lezioni
CESAREO V. "Sociologia - concetti e tematiche", Vita e Pensiero, Milano, ultima edizione disponibile
DONATI P.P., Di Nicola P., "Lineamenti di sociologia della famiglia", NIS, Roma, ultima edizione disponibile.
SARACENO C., NALDINI M.,"Sociologia della famiglia", Il Mulino, Bologna, ultima edizione disponibile.
BESOZZI E., "Elementi di sociologia dell'educazione" NIS, Roma, ultima edizione disponibile.
THOMPSON J.B. "Mezzi di comunicazione e modernità - una teoria sociale dei media", Il Mulino, Bologna, 1998.
Sezione: Don Gnocchi
Edizione attiva
Moduli o unità didattiche
Diritto penale
IUS/17 - DIRITTO PENALE - CFU: 1
Lezioni: 10 ore
Docente: Zanetti Elena

Diritto privato
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO - CFU: 2
Lezioni: 20 ore

Sociologia giuridica della devianza e mutamento sociale
SPS/12 - SOCIOLOGIA GIURIDICA, DELLA DEVIANZA E MUTAMENTO SOCIALE - CFU: 3
Lezioni: 30 ore
Docenti: Ghezzi Morris Lorenzo, Quiroz Vitale Marco Alberto

Prerequisiti e modalità di esame
Esame orale finale, con valutazione delle prove scritte e/o orali in itinere realizzate per ciascun modulo del corso integrato
Diritto privato
Programma
"Il corso di diritto di famiglia e minorile offre agli studenti un quadro completo e approfondito del diritto familiare attuale, come ridisegnato a seguito dei recenti mutamenti legislativi e interpretativi degli ultimi anni. La disamina dei principali istituti e problematiche ad essi sottese vengono affrontati anche attraverso le esperienze di giudici del Tribunale dei Minorenni e avvocati di diritto di famiglia. Gli argomenti oggetto di disamina sono il concetto di famiglia, matrimonio, separazione, divorzio, regime patrimoniale della famiglia, filiazione, adozione, affidamento, ruolo delTribunale dei Minorenni, cenni sul diritto delle successioni".
Diritto penale
Programma
Struttura del reato e fondamenti di diritto penale:
- Legittimazione, ruolo e compiti del diritto penale
- Il diritto penale: fonti e principi generali (in particolare: il principio di legalità)
- I principi di riserva di legge, di determinatezza e tassatività, di irretroattività
- Ambito di applicabilità della legge penale: limiti temporali, spaziali, personali
- Sistematica e analisi della struttura del reato (elementi necessari - elementi accidentali)
- Elemento oggettivo del reato: il fatto (soggetto attivo, condotta, evento, nesso di causalità, soggetto passivo)
- L'antigiuridicità
- Le cause di giustificazione. Analisi delle singole scriminanti
- Elemento soggettivo del reato: la colpevolezza (dolo, colpa e preterintenzione)
- La capacità di intendere e di volere
- Le cause di esclusione dell'imputabilità (infermità di mente, azione di alcool e sostanze stupefacenti, minore età, sordomutismo)
- L'accertamento giudiziale dell'imputabilità: il ruolo degli esperti
- L'educatore professionale e il diritto penale

Lineamenti del processo penale e del processo penale minorile:
- Il procedimento penale nei confronti dei minorenni
- Struttura e competenza del Tribunale per i minorenni
- La centralità dell'udienza preliminare nel rito minorile. La definizione anticipata del giudizio
- Le peculiari decisioni "senza condanna" (perdono giudiziale, sentenza di non luogo a procedere per irrilevanza del fatto, sospensione del processo con messa alla prova)
- Il ruolo dei servizi minorili e in particolare degli Uffici di Servizio Sociale per i Minorenni

Cenni di diritto dell'esecuzione penale:
- La funzione della pena nell'ordinamento italiano. Il sistema del c.d. "doppio binario"
- Classificazione delle pene (principali, accessorie, sostitutive di pene detentive brevi). La determinazione della pena in concreto
- Le misure di sicurezza
- Il trattamento penitenziario e la rieducazione del condannato
- La figura dell'educatore nell'equipe del trattamento penitenziario

Testi consigliati per la preparazione dell'esame:
G. Flora - P. Tonini, Diritto penale per operatori sociali, vol. I (tutto) e vol. II (primi sei capitoli), Milano, Giuffrè, 2013;
- in alternativa:
G. Neppi Modona - D. Petrini - L. Scomparin, Giustizia penale e servizi sociali, Laterza, 2009
Sociologia giuridica della devianza e mutamento sociale
Programma
Il programma di Sociologia della Devianza comprende:
- Descrizione e relativa analisi delle teorie sociologiche dell'integrazione sociale e del conflitto, nonché delle teorie sociologiche di origine fenomenologica, quali l'interazionismo simbolico e l'etnometodologia, al fine di fornire gli strumenti interpretativi della normalità sociale.
- Esame delle teorie criminologiche dell'etichettamento.
- Definizione dei vari concetti di devianza e di marginalità sociale.
- Brevi cenni di metodologia di ricerca empirica.
- Riflessioni sulle istituzioni totali, quali carcere ed ospedale.
- Analisi delle varie modalità esistenti di controllo sociale.

L'esame consiste in una prova orale, ossia in un colloquio sugli argomenti a programma e volto ad accertare l'apprendimento e le capacità critiche del candidato.
Periodo
annuale
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
I corsi di Diritto Privato Comparato e Dir. Priv. Comp. Progredito inizieranno rispettivamente il 9 e il 10 ottobre 2019. Il modulo Diritto Privato Angloamericano dal 15 ottobre 2019 (martedì alle 12.30 aula 302)
Dipartimento di diritto privato e storia del diritto
Ricevimento:
riceve nei giorni di lunedì martedì mercoledì dopo la lezione su appuntamento tramite e -mail all'indirizzo marco.quiroz@unimi.it
Ricevimento:
Giovedì ore 11.00 - 12.00, 14.30 - 15.30
Dipartimento "Cesare Beccaria" - Sezione di Scienze penalistiche