Diritto del lavoro (of2)

A.A. 2015/2016
Insegnamento per
12
Crediti massimi
84
Ore totali
SSD
IUS/07
Lingua
Italiano

Struttura insegnamento e programma

Cognomi A-D
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Diritto del lavoro - prima parte
IUS/07 - DIRITTO DEL LAVORO - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Imberti Lucio
Turni:
Fonti e principi
Docente: Imberti Lucio

Diritto del lavoro - seconda parte
IUS/07 - DIRITTO DEL LAVORO - CFU: 9
Lezioni: 64 ore

Informazioni sul programma
Tesi di laurea
Le tesi di laurea e le tesine sono assegnate di regola tre volte all'anno secondo le modalità e in base ai criteri affissi nella bacheca della sezione di Diritto del lavoro.
Costituisce in ogni caso titolo preferenziale per l'assegnazione aver sostenuto altri esami dell'area lavoristica quali Diritto sindacale e delle relazioni industriali, Diritto del lavoro progredito, Diritto della previdenza sociale, Comparative labour law, European labour law.
Propedeuticità
Propedeuticità: Diritto privato e Diritto costituzionale.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame si terrà in forma orale.
Gli studenti frequentanti potranno accedere a prove intermedie secondo le modalità che saranno indicate a lezione e divulgate sul sito internet del Dipartimento: www.dpsd.unimi.it
Diritto del lavoro - seconda parte
Programma
Il corso è preceduto nel primo semestre da un modulo integrativo dedicato alle fonti e principi del diritto del lavoro della durata complessiva di 20 ore. La frequenza di questo modulo è fortemente consigliata in quanto propedeutico, per i suoi contenuti, alle lezioni del corso di diritto del lavoro.
Il corso di Diritto del lavoro, che si svolgerà nell'arco del secondo semestre in sei ore settimanali, sarà dedicato alla disciplina del rapporto di lavoro e alle lezioni in aula si affiancheranno attività seminariali e approfondimenti, dedicati ad aspetti specifici della materia, coordinati dai ricercatori e collaboratori della sezione di Diritto del lavoro.

Lo studio del Diritto del lavoro riguarda sia la disciplina dell'organizzazione e dell'azione dei sindacati dei lavoratori e dei datori di lavoro, sia quella del rapporto individuale di lavoro subordinato.
La materia, pertanto, si suddivide in due nuclei fondamentali:
1) il Diritto sindacale: libertà e organizzazione sindacale, contratto collettivo, diritto di sciopero e libertà di serrata, strumenti collettivi di gestione delle situazioni di crisi aziendale;
2) il Diritto del lavoro in senso stretto: la fattispecie lavoro subordinato, la struttura del contratto di lavoro, la disciplina del rapporto individuale di lavoro.
Uno specifico approfondimento sarà dedicato, nella parte finale del corso, ai fenomeni di decentramento produttivo che realizzano forme di utilizzazione e acquisizione indiretta del lavoro (somministrazione e distacco, appalto e subappalto, trasferimento d'azienda e di ramo d'azienda).
Materiale didattico e bibliografia
1. Il manuale per il diritto sindacale e per il rapporto di lavoro è: R. Del Punta, Diritto del lavoro, VII Edizione, Giuffrè, 2015.

2. Il manuale specifico relativo all'approfondimento dedicato al decentramento produttivo è: M.T. Carinci, Utilizzazione e acquisizione indiretta del lavoro: somministrazione e distacco, appalto e subappalto, trasferimento d'azienda e di ramo, Torino, Giappichelli, 2013.

3. Il manuale specifico relativo all'approfondimento dedicato alla nuova disciplina sul contratto a tutele crescenti (e licenziamento) è: Aa.Vv., Jobs Act. Il contratto a tutele crescenti, Carinci M.T., Tursi A. (a cura di), Giappichelli, Torino, 2015.


4. Lo studio del manuale deve essere accompagnato da un rigoroso apprendimento diretto delle disposizioni della Costituzione, del codice civile e delle fondamentali leggi speciali richiamate dai libri di testo. A tal fine è opportuno avvalersi nello studio di una raccolta aggiornata delle principali fonti documentali di Diritto del lavoro. In commercio vi sono numerosi codici di diritto del lavoro, fra questi v. M.T. Carinci (a cura di), Codice del lavoro, Giuffrè, Milano, 2015.
Periodo
annuale
Cognomi E-N
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Diritto del lavoro - prima parte
IUS/07 - DIRITTO DEL LAVORO - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Turni:
Il mercato del lavoro
Docente: Emiliani Simone Pietro

Diritto del lavoro - seconda parte
IUS/07 - DIRITTO DEL LAVORO - CFU: 9
Lezioni: 64 ore
Docente: Tursi Armando

Informazioni sul programma
Le tesi di laurea e le tesine sono assegnate di regola tre volte all'anno secondo le modalità e i criteri consultabili presso la bacheca della sezione di Diritto del lavoro e il relativo sito internet.
Costituisce in ogni caso titolo preferenziale per l'assegnazione aver sostenuto altri esami dell'area lavoristica quali Diritto della previdenza sociale, Diritto sindacale e delle relazioni industriali, Diritto del lavoro progredito, Comparative labour law, European labour law.
Prerequisiti e modalità di esame
Propedeuticità: Diritto privato e Diritto costituzionale.

Esame finale
L'esame si terrà in forma orale.
Gli studenti frequentanti potranno accedere a prove intermedie secondo le modalità che saranno indicate a lezione e divulgate sul sito internet del Dipartimento: www.dpsd.unimi.it
Metodi didattici
Alle lezioni in aula si affiancheranno attività seminariali e approfondimenti, dedicati ad aspetti specifici della materia, coordinati dai ricercatori e collaboratori della sezione di Diritto del lavoro.
Diritto del lavoro - seconda parte
Programma
Il corso inizia al primo semestre con un modulo dedicato al contratto di lavoro subordinato e alle politiche attive del lavoro della durata complessiva di 20 ore e prosegue, nel secondo semestre, con le lezioni dedicate alla disciplina del rapporto di lavoro e del diritto sindacale.
La materia, pertanto, si suddivide in due nuclei fondamentali:
1) il Contratto di lavoro subordinato e le Politiche attive del lavoro: la fattispecie lavoro subordinato, le teorie tradizionali, il contenzioso giudiziario sulla qualificazione del rapporto di lavoro, l'origine contrattuale del rapporto di lavoro, i requisiti del contratto di lavoro, il patto di prova, le politiche attive del lavoro e servizi per l'impiego, l'assetto istituzionale ed organizzativo del mercato del lavoro, l'incontro tra domanda e offerta di lavoro, il collocamento mirato dei soggetti disabili, l'assunzione di lavoratori extracomunitari e neo-comunitari, il concorso di soggetti privati, la formazione professionale, i tirocini formativi, i lavori socialmente utili, gli incentivi economici e normativi per favorire l'assunzione;
2) il Diritto del lavoro in senso stretto e il Diritto sindacale: le forme di lavoro non standard, la struttura del contratto di lavoro, la disciplina giuridica della prestazione di lavoro, il lavoro minorile, il lavoro femminile, la retribuzione, le cause di sospensione del rapporto di lavoro, le dimissioni, la risoluzione consensuale, i licenziamenti individuali e collettivo, le garanzie dei diritti dei lavoratori, la libertà e organizzazione sindacale, il contratto collettivo, il diritto di sciopero e la libertà di serrata.
Uno specifico approfondimento sarà dedicato alla recente riforma della disciplina dei licenziamenti individuali e, in particolare, del "contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti".
Materiale didattico e bibliografia
Gli studenti, frequentanti e non, sono tenuti a preparare l'esame sui seguenti testi:
- per la parte generale relativa al diritto del lavoro, A. Tursi - P.A.Varesi, Istituzioni di diritto del lavoro, Cedam, Padova, 2016, VII ed. (di imminente pubblicazione) con esclusione della parte V (1*);
- per la parte generale relativa al diritto sindacale, M. Magnani, Diritto sindacale, Giappichelli, Torino, ultima edizione.
- per lo studio della disciplina del "contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti", M.T. Carinci - A. Tursi, Jobs Act. Il contratto a tutele crescenti, Giappichelli, Torino, 2015.

Lo studio del manuale deve essere accompagnato da un apprendimento diretto delle disposizioni della Costituzione, del codice civile e delle fondamentali leggi speciali richiamate dai libri di testo. A tal fine è opportuno avvalersi nello studio di una raccolta aggiornata delle principali fonti documentali di Diritto del lavoro. Si consiglia M.T. Carinci (a cura di), Codice del lavoro, Giuffrè, Milano, 2015.


(1*) Fino alla pubblicazione del volume sopra indicato, verranno messe a disposizione degli studenti slides e testi curati dal docente.
Periodo
annuale
Cognomi O-Z
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Diritto del lavoro - prima parte
IUS/07 - DIRITTO DEL LAVORO - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Turni:
Fonti e principi
Docente: Emiliani Simone Pietro

Diritto del lavoro - seconda parte
IUS/07 - DIRITTO DEL LAVORO - CFU: 9
Lezioni: 64 ore

Informazioni sul programma
Le tesi di laurea e le tesine sono assegnate di regola tre volte all'anno secondo le modalità e i criteri consultabili presso la bacheca della sezione di Diritto del lavoro e il relativo sito internet.
Costituisce in ogni caso titolo preferenziale per l'assegnazione aver sostenuto altri esami dell'area lavoristica quali Diritto sindacale e delle relazioni industriali, Diritto del lavoro progredito, Diritto della previdenza sociale, Comparative labour law, European labour law.
Propedeuticità
Propedeuticità: Diritto privato e Diritto costituzionale.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame si terrà in forma orale.
Gli studenti frequentanti potranno accedere a prove intermedie secondo le modalità che saranno indicate a lezione e divulgate sul sito internet del Dipartimento: www.dpsd.unimi.it
Metodi didattici
Alle lezioni in aula si affiancheranno attività seminariali e approfondimenti, dedicati ad aspetti specifici della materia, coordinati dai ricercatori e collaboratori della sezione di Diritto del lavoro.
Diritto del lavoro - seconda parte
Programma
Il corso inizia al primo semestre con un modulo dedicato al diritto sindacale della durata complessiva di 20 ore (intitolato "Fonti e principi del diritto del lavoro") e prosegue, nel primo e nel secondo semestre, con le lezioni dedicate dalla disciplina del rapporto di lavoro.
La materia, pertanto, si suddivide in due nuclei fondamentali:
1) il Diritto sindacale: libertà e organizzazione sindacale, contratto collettivo, diritto di sciopero e libertà di serrata, strumenti collettivi di gestione delle situazioni di crisi aziendale;
2) il Diritto del lavoro in senso stretto: la fattispecie lavoro subordinato, la struttura del contratto di lavoro, la disciplina del rapporto individuale di lavoro.
Uno specifico approfondimento sarà dedicato alla recente riforma della disciplina dei licenziamenti e ai fenomeni di decentramento produttivo che realizzano forme di utilizzazione e acquisizione indiretta del lavoro (somministrazione e distacco, appalto e subappalto, trasferimento d'azienda e di ramo d'azienda).
Materiale didattico e bibliografia
Gli studenti, frequentanti e non, sono tenuti a preparare l'esame sui seguenti testi:
- per la parte generale relativa al diritto sindacale e al diritto del lavoro, R. Del Punta, Diritto del Lavoro, Giuffrè, Milano, 2015 (di imminente pubblicazione);
- per lo studio della recente riforma della disciplina dei licenziamenti, M.T. Carinci, A. Tursi, Jobs Act. Il contratto a tutele crescenti, Giappichelli, Torino, 2015 (di imminente pubblicazione);
- per l'approfondimento dedicato al decentramento produttivo, M.T. Carinci, Utilizzazione e acquisizione indiretta del lavoro: somministrazione e distacco, appalto e subappalto, trasferimento d'azienda e di ramo, Torino, Giappichelli, 2013

Lo studio del manuale deve essere accompagnato da un rigoroso apprendimento diretto delle disposizioni della Costituzione, del codice civile e delle fondamentali leggi speciali richiamate dai libri di testo. A tal fine è opportuno avvalersi nello studio di una raccolta aggiornata delle principali fonti documentali di Diritto del lavoro. In commercio vi sono numerosi codici di diritto del lavoro, fra questi v. M.T. Carinci (a cura di), Codice del lavoro, Giuffrè, Milano, 2015.
Periodo
annuale
Periodo
annuale
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
martedì 15.00-16.00
via Festa del Perdono 7 (sezione di diritto del lavoro)
Ricevimento:
Lunedì ore 12,30. Eventuali variazioni di orario verranno pubblicate sulle pagine Ariel del Docente e sul sito del Dipartimento. E' sempre possibile concordare ulteriori appuntamenti inviando un'e-mail a lucio.imberti@unimi.it
Sezione di Diritto del Lavoro
Ricevimento:
lunedì ore 11,00 - 12,00, Eventuali variazioni di orario verranno pubblicate sul sito del Dipartimento alla pagina http://www.dpsd.unimi.it/ecm/home/didattica/didattica-nelle-sezioni/didattica-sez-diritto-del-lavoro
Ricevimento:
venerdì 12.30-14.30. Eventuali variazioni di orario verranno pubblicate sul sito del Dipartimento alla pagina http://www.dpsd.unimi.it/ecm/home/didattica/didattica-nelle-sezioni/didattica-sez-diritto-del-lavoro
Sezione di Diritto del Lavoro - Dipartimento di Diritto privato e Storia del diritto