Diritto internazionale dell'economia

A.A. 2015/2016
Insegnamento per
6
Crediti massimi
45
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Obiettivi formativi e risultati di apprendimento attesi definiti sulla base dei cinque descrittori di Dublino
- Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente deve dimostrare di avere acquisito una conoscenza di base del fenomeno del diritto internazionale dell'economia e delle principali organizzazioni economiche internazionali.
- Capacità applicative. Lo studente deve dimostrare di sapere applicare le nozioni apprese a contesti concreti e casi specifici concernenti il diritto internazionale dell'economia
- Autonomia di giudizio. Lo studente deve dimostrare di sapere assumere posizioni argomentate e giuridicamente sostenibili con riferimento alle tematiche oggetto del corso.
- Abilità nella comunicazione. Lo studente deve dimostrare di saper esprimere le nozioni acquisite con coerenza argomentativa, rigore sistematico e proprietà di linguaggio.
- Capacità di apprendere. Lo studente deve dimostrare di sapere ricostruire i profili storici ed evolutivi del diritto internazionale dell'economia, applicando, ove necessario, il quadro normativo di riferimento.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Lezioni: 45 ore
Docente: Peroni Giulio
Programma
Il corso intende offrire allo studente un quadro sufficientemente esaustivo delle norme che disciplinano il diritto internazionale dell'economia deputate al governo della politica economica internazionale, così da comprendere, sotto il profilo giuridico, l'evoluzione delle relazioni internazionali contemporanee nella prospettiva economico e commerciale alla luce, soprattutto, dell'attuale crisi economica e finanziaria. L'insegnamento affiancherà all'analisi dei testi e provvedimenti giuridici di maggiore rilievo, assunti dalle organizzazioni sovranazionali maggiormente coinvolte sul tema in esame (Fondo Monetario Internazionale, Banca Mondiale, OCSE, UE) per risolvere il fenomeno recessivo in atto, l'analisi delle decisioni giurisprudenziali e delle prassi più significative intervenute, in particolare, durante l'ultimo quinquennio.

Più specificamente, il corso prevederà lo svolgimento e l'approfondimento a lezione dei seguenti argomenti:

1. I soggetti e le fonti del diritto internazionale dell'economia ed evoluzione dell'ordine economico internazionale.
2. I vertici economici (G7-G8- G20). Loro struttura organizzativa e relativo processo decisionale.
3. Il Fondo monetario internazionale (FMI): obiettivi e struttura. Le risorse finanziarie del Fondo. La funzione di assistenza finanziaria e sua evoluzione rispetto alla crisi economica e finanziaria. Le prospettive di riforma del Fondo: la revisione del sistema di calcolo e di allocazione delle quote. La risposta del FMI alla crisi in atto: limiti e rimedi.
4. Il Gruppo della Banca Mondiale (BM): origini e obiettivi. Struttura. Analisi dell'attività di prestito. Le risorse finanziarie. Il panel d'ispezione della Banca mondiale. La risposta della Banca Mondiale alla crisi in atto: limiti e rimedi della relativa azione.
6 L'Unione economica e monetaria (UEM) e la crisi della moneta unica. Il Semestre europeo, il Patto Europlus, il cd. Six pack, il Meccanismo europeo di stabilità (Mes), l'Accordo sul Fiscal compact, il cd. Two Pack.
7. La Banca centrale europea e il programma di intervento a salvaguardia del mercato finanziario europeo e l'azione della cosiddetta "troika"economica. I rapporti con il FMI e la BM. L'azione delle altre banche centrali: in particolare il caso della Bank of England e della statunitense Federal reserve (Fed).
8. Verso l'Unione bancaria europea.
9. Verso una nuova definizione di sovranità economica e monetaria e il fenomeno dei bit coins.
10. La tutela dei diritti economici e sociali alla prova dell'attuale crisi economica.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame si svolgerà in forma orale. Nella valutazione degli studenti frequentanti si terrà ampio conto della partecipazione attiva alle lezioni; per gli stessi, inoltre, la frequenza e il superamento di eventuali prove scritte durante il corso potranno essere sostitutivi dell'esame finale.
Materiale didattico e bibliografia
Per la preparazione dell'esame, si suggerisce lo studio dei testi di seguito indicati. Si precisa, che ulteriori e diverse soluzioni bibliografiche, che consentano l'utilizzo della piattaforma Ariel, a supporto della preparazione dell'esame finale saranno indicate a lezione con particolare riguardo per gli studenti frequentanti.

a) GIULIO PERONI, La Crisi dell'Euro: limiti e rimedi dell'Unione economica e monetaria, Milano, Giuffrè editore, 2012, pp. VIII-210;
b) ELENA SCISO, Appunti di diritto internazionale dell'economia, Giappichelli, Torino, 2012, limitatamente alle parti qui di seguito indicate: pp. 3-33, 55-90, 109-169.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Martedi 10-09 ore 12.30-13.30; Mercoledi 18/09 ore 11.30-12.30; Giovedi 26-09 ore 15.30-16.30
Dipartimento di Diritto Pubblico Italiano e Sovranazionale - Sezione di diritto internazionale