Storia della stampa e dell'editoria

A.A. 2016/2017
Insegnamento per
9
Crediti
60
Ore totali
SSD
M-STO/08
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
presentare la disciplina attraverso i suoi differenti orientamenti metodologici, all'interno del dialogo tra storia culturale, filologia e bibliografia; suscitare interesse per un tipo di analisi che non separi la storia dei testi da quella della loro materialità e che tenga sempre presente la storicità delle opere e il loro modo di circolazione. Si affrontano tematiche relative alle trasformazioni dell'editoria nell'Europa d'Antico Regime (XV-XVIII sec.)
Edizione unica
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
M-STO/08 - ARCHIVISTICA, BIBLIOGRAFIA E BIBLIOTECONOMIA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-STO/08 - ARCHIVISTICA, BIBLIOGRAFIA E BIBLIOTECONOMIA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-STO/08 - ARCHIVISTICA, BIBLIOGRAFIA E BIBLIOTECONOMIA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso: L'Europa del libro tra XV e XVIII secolo

Il corso intende analizzare le trasformazioni nell'ambito della produzione e della circolazione del libro tra XV e XVIII secolo in Europa, con un'attenzione anche ai più recenti studi di storia della lettura.

PROGRAMMA FREQUENTANTI 9 cfu

UNITÀ DIDATTICA A
Tra manoscritto e libro a stampa nell'Europa tra XV e XVI secolo
1. Un libro a scelta tra i seguenti:
L. Braida, Stampa e cultura in Europa tra XV e XVI secolo, Roma-Bari, Laterza, 2014 (o altre edizioni precedenti).
F. Barbier, Storia del libro. Dall'antichità al XX secolo, Bari, Dedalo, 2004, da p. 117 a p. 369
2. Inoltre un libro a scelta tra i seguenti:
R. Chartier, La mano dell'autore, la mente dello stampatore. Cultura e scrittura nell'Europa moderna, Roma, Carocci, 2015.
A. Petrucci, La scrittura. Ideologia e rappresentazione, Torino, Einaudi,1986 ( o ed. successive)

UNITÀ DIDATTICA B
Cultura scritta e oralità in Antico Regime.
Un libro a scelta tra i seguenti:
L. Braida, Libri di lettere. Le raccolte epistolari del Cinquecento tra inquietudini religiose e 'buon volgare', Roma-Bari, Laterza, 2009 (o edizioni successive).
W. Ong, Oralità e scrittura: le tecnologie della parola, Bologna, IL Mulino, 1986 (ed ed. successive)
E. Testa, L'italiano nascosto. Una storia linguistica e culturale, Torino, Einaudi, 2014.

UNITÀ DIDATTICA C
Editoria e lettura nel Settecento: continuità e trasformazioni del mercato del libro.
Un libro a scelta tra i seguenti:
P. Delpiano, Liberi di scrivere. La battaglia per la stampa nell'età dei Lumi, Roma-Bari, Laterza, 2015,
Il libro. Editoria e pratiche di lettura nel Settecento, a cura di L.Braida e S. Tatti, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2016 (soltanto i seguenti saggi: Braida-Tatti; Plebani; Delpiano; Loretelli; Delvento; Mannironi; Roggero; Palmieri).
R. Loretelli, L'invenzione del romanzo. Dall'oralità alla lettura silenziosa, Roma-Bari, Laterza, 2010.
M. Paoli., L'appannato specchio. L'autore e l'editoria italiana nel Settecento, Lucca, Maria Pacini Fazzi 2004
Traduzioni e transfert nel XVIII secolo. Tra Francia, Italia e Germania, a cura di G. Cantarutti, S. Ferrari, Milano, Franco Angeli, 2013.

PROGRAMMA NON FREQUENTANTI 9 cfu
GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI, oltre a portare i testi previsti per la prima, la seconda e la terza unità didattica, dovranno preparare
uno dei seguenti testi a scelta:
Eramo da Rotterdam, Opulentia sordida e altri scritti attorno ad Aldo Manuzio, a cura di L. Braida, Venezia, Marsilio, 2014+ Aldo Manuzio, La voce dell'editore. Prefazioni e dediche, a cura di M. Infelise e T. Plebani, Venezia, Marsilio, 2015.
M. Infelise, I padroni dei libri. Il controllo sulla stampa nella prima età moderna, Roma-Bari, Laterza, 2014.

A.Castillo, Leggere nella Spagna moderna. Erudizione, religiosità e svago, Bologna, Patron, 2013.
Libri per tutti. Generi editoriali di larga circolazione tra antico regime ed età contemporanea, a cura di L. Braida. M. Infelise, Torino, Utet, 2010
Storia della lettura nel mondo occidentale, a cura di G. Cavallo e R. Chartier, Roma-Bari, Laterza, 1995,o ed. successive.
X. von Tippelskirch, , Roma, Viella, 2011.

PROGRAMMA NON FREQUENTANTI 6 cfu
GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI CHE DEVONO SOSTENERE L'ESAME DA 6 CFU oltre ai tre testi previsti per le due prime unità didattiche porteranno all'esame un testo a scelta tra i seguenti:
P. Delpiano, Liberi di scrivere. La battaglia per la stampa nell'età dei Lumi, Roma-Bari, Laterza, 2015,
Il libro. Editoria e pratiche di lettura nel Settecento, a cura di L.Braida e S. Tatti, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2016 (soltanto i seguenti saggi: Braida-Tatti; Plebani; Delpiano; Loretelli; Delvento; Mannironi; Roggero; Palmieri).
R. Loretelli, L'invenzione del romanzo. Dall'oralità alla lettura silenziosa, Roma-Bari, Laterza, 2010.
M. Paoli., L'appannato specchio. L'autore e l'editoria italiana nel Settecento, Lucca, Maria Pacini Fazzi 2004
Traduzioni e transfert nel XVIII secolo. Tra Francia, Italia e Germania, a cura di G. Cantarutti, S. Ferrari, Milano, Franco Angeli, 2013.
Eramo da Rotterdam, Opulentia sordida e altri scritti attorno ad Aldo Manuzio, a cura di L. Braida, Venezia, Marsilio, 2014. + Aldo Manuzio, La voce dell'editore. Prefazioni e dediche, a cura di M. Infelise e T. Plebani, Venezia, Marsilio, 2015.
M. Infelise, I padroni dei libri. Il controllo sulla stampa nella prima età moderna, Roma-Bari, Laterza, 2014.

A.Castillo, Leggere nella Spagna moderna. Erudizione, religiosità e svago, Bologna, Patron, 2013.
Libri per tutti. Generi editoriali di larga circolazione tra antico regime ed età contemporanea, a cura di L. Braida. M. Infelise, Torino, Utet, 2010
Storia della lettura nel mondo occidentale, a cura di G. Cavallo e R. Chartier, Roma-Bari, Laterza, 1995,o ed. successive.
X. von Tippelskirch, Sotto controllo. Letture femminili in Italia nella prima età moderna, Roma, Viella, 2011.

03/08/2016
Prerequisiti e modalità di esame
Orale. La prova orale consiste in un colloquio sugli argomenti del programma, volto ad accertare una sicura conoscenza delle tematiche affrontate durante il corso e i testi previsti per le diverse unità didattiche .
Periodo
Primo semestre
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
martedi' dalle 10,30 alle 13,30 (preferibilmente su appuntamento). Martedì 11 giugno il ricevimento è sospeso, ma è anticipato a lunedì 10 giugno alle ore 11,30.
Dipartimento di Storia, settore C