Scienze linguistiche applicate

A.A. 2016/2017
Insegnamento per
9
Crediti massimi
90
Ore totali
SSD
L-LIN/01 M-FIL/05 MED/32
Lingua
Italiano

Struttura insegnamento e programma

Sezione: Sacco
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Audiologia
MED/32 - AUDIOLOGIA - CFU: 3
Lezioni: 30 ore

Filosofia e teoria dei linguaggi
M-FIL/05 - FILOSOFIA E TEORIA DEI LINGUAGGI - CFU: 2
Lezioni: 20 ore
Docente: Vassere Stefano

Glottologia e linguistica
L-LIN/01 - GLOTTOLOGIA E LINGUISTICA - CFU: 4
Lezioni: 40 ore

Audiologia
Programma
Programma del modulo:
- La anatomia della corda vocale e del vocal tract
- La fisiologia della produzione vocale
- La videoendoscopia, la videolaringostroboscopia
- Le indagini acustiche, aerodinamiche e cliniche della voce
- Le principali cause di disfonia
- La terapia medica della disfonia
- Le tecniche fonochirurgiche
- Le disartrie: classificazione
- Le principali malattie che causano disartria
- Le possibilità terapeutiche della disartria
- Le dislalie meccaniche periferiche: classificazione
- Le dislalie evolutive: classificazione
- La balbuzie: etiologia, patogenesi e prognosi.
Tecniche di indagine audiometrica
- Audiometria tonale liminaret
- Audiometria tonale sovraliminare.
- Audiometria vocale
- Impedenzometria
- Otoemissioni acustiche
- Potenziali evocati uditivi (elettrococleografia, potenziali uditivi tronco encefalici, potenziali evocati a media e lunga latenza).
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
L'esame consiste in una prova scritta e di una prova (discussione) orale.
La prova scritta punta ad accertare le conoscenze dello studente sia sugli aspetti teorici della materia tramite domande a risposta multipla.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
- Schindler O. La voce. Ed. Piccin, 2009.
- Ruoppolo G, Schindler A, Amitrano A, Genovese E. Manuale di Foniatria e Logopedia. Società Editrice Universo, 2012
Glottologia e linguistica
Programma
Programma del modulo:
Il corso mira a fornire agli studenti gli strumenti necessari per la riflessione e l'analisi linguistica. Dopo aver introdotto gli strumenti fondamentali per l'analisi della lingua ovvero dei suoni linguistici (fonologia), della struttura delle parole (morfologia), della loro combinazione (sintassi) e del loro significato (semantica) - la grammatica delle lingue naturali - verrà preso in esame l'uso della lingua nella comunicazione verbale, con particolare attenzione ai rapporti tra lingua e società, tra semantica e pragmatica, tra componenti linguistiche e contestuali. L'ultima parte del corso sarà dedicata alla riflessione sulla scrittura e alle problematiche ad essa legate, nonché ai principi di testualità.
I disturbi motori della parola: disartrie e aprassia articolatoria. Basi neurofisopatologiche e caratteristiche cliniche.
I disturbi primari dell'articolazione: disturbi articolatori, fonologici e aprassia evolutiva del linguaggio. Basi etiopatogenetiche, caratteristiche cliniche, criteri diagnostici e diagnosi differenziale
I disturbi della fluenza: balbuzie, tumultus, balbuzie neurogena. Basi etiopatogenetiche, caratteristiche cliniche, criteri diagnostici e diagnosi differenziale
Le dislalie meccaniche periferiche congenite e acquisite. Basi fisiopatologiche e caratteristiche cliniche
Introduzione e cenni storici
Biologia del linguaggio
Metodi della neurolinguistica
Afasie da lesione focale
Afasie da patologia neurodegenerativa.
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
L'esame si articola in una prova scritta e di una prova (discussione)orale.
La prova scritta richiede:
- la soluzione di esercizi di tipo applicativo, aventi contenuti e difficoltà analoghi a quelli affrontati nelle esercitazioni,
- domande con risposta a scelta multipla volto a verificare la comprensione degli argomenti trattati a lezione.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
G. Berruto - M. Cerruti, La linguistica. Un corso introduttivo, Utet 2011
Appunti delle lezioni
Ulteriori indicazioni bibliografiche verranno fornite a lezione
Libro di testo: Manuale di Foniatria e Logopedia, edizioni SEU Roma, 2012. Curatori: Amitrano, Genovese, Ruoppolo, Schindler
Filosofia e teoria dei linguaggi
Programma
Programma del modulo:
Nella prima parte del corso verranno riprese le nozioni principali della semiotica (segni, arbitrarietà, connotazione e denotazione). Poi si passerà a descrivere alcuni linguaggi animali, soprattutto in continuo riferimento a quanto questi linguaggi presentino per difetto rispetto alle lingue naturali. Seguiranno contenuti riguardanti la facoltà del linguaggio, la fisiologia e l'anatomia della semiosi, i rapporti tra lingua e funzionamento del cervello, i modelli della comunicazione.
La parte centrale del corso verterà su questioni centrali della teoria dei linguaggi, in particolare i tipi di lingua e le loro rappresentazioni, la concretizzazione grafica delle lingue, la storia della linguistica, le famiglie linguistiche, le caratteristiche del sistema linguistico, i rapporti tra scritto e parlato, tra astratto e concreto, tra sincronia e diacronia. La parte finale del corso fornirà elementi di psicolinguistica, nella prospettiva della storia della disciplina e in quella delle sue principali tappe evolutive.
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
L'esame si articola in una prova scritta, che consente di conseguire una votazione fino a 30/30.
La prova scritta richiede la risposta a quesiti teorici.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Tullio De Mauro, Lezioni di linguistica teoria, Bari-Roma, Laterza, 2008
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail