Simbiosi e parassitismo

A.A. 2016/2017
Insegnamento per
6
Crediti massimi
48
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso si pone l'obiettivo di fornire agli studenti una conoscenza della biologia delle associazioni simbiotiche e parassitaire, fornendo inoltre informazioni di base sulle principali malattie parassitarie dell'uomo e degli animali. Le lezioni tratteranno in modo dettagliato alcune forme di associazione, che rappresenteranno i modelli attraverso cui delineare un quadro generale della disciplina. Nella scelta dei modelli di studio, verranno privilegiati parassiti e simbionti su cui siano più avanzate indagini di taglio biologico.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Programma
Definizioni: simbiosi, parassitismo, mutualismo. Storia del concetto di simbiosi e delle definizioni associate. Importanza della simbiosi nell'evoluzione: simbiogenesi, origine della cellula eucariotica, trasmissione verticale e integrazioni di informazioni tra i partner.
Associazioni tra organismi vegetali: definizioni e limiti. Le simbiosi tra autotrofi e azotofissatori: Azolla e altre simbiosi con i cianobatteri, Rhizobia e attinomiceti.
Associazioni tra vegetali e funghi: micorrize. Tipi di micorrize (VAM, ectomicorrize, microrrize delle ericacee e delle orchidee), diversi partner fungini e vegetali. Ruolo delle micorrize nella nutrizione delle piante. Le micorrize negli ecosistemi: reti di micorrize, "wood wide web". Micoeterotrofia e mixotrofia. Origine ed evoluzione delle micorrize.
Licheni: la simbiosi lichenica, caratteristiche, partner coinvolti. Funzionalità ed ecologia della simbiosi lichenica. Origine, evoluzione e riproduzione dei licheni.
Il parassitismo nei vegetali: piante oloparassite ed emiparassite, obbligate o facoltative. Caratteristiche e funzionamento del rapporto parassitico tra vegetali. Ruolo ecosistemico delle piante parassite. Origine ed evoluzione delle piante parassite. Adelfoparassitismo. Rapporto tra piante parassite e altri livelli trofici (animali, micorrize)
Il parassitismo dei funghi sulle piante: biotrofia, necrotrofia, endofiti; esempi di cicli; cenni di parassitismo tra animali e funghi.
Il parassitismo negli animali: ecologia, epidemiologia ed aspetti evolutivi; principi e terminologia di base nella parassitologia medico/veterinaria; la patogenesi, la virulenza e l'evoluzione delle interazioni ospite-parassita; biologia dei cestodi parassiti (Taenia spp. ed Echinococcus spp); biologia dei nematodi parassiti (Trichinella spp., Ascaris spp., Strongyloides spp.); le zecche, ed una introduzione generale agli artropodi vettori; malattie da protozoi, con particolare riferimento a toxoplasmosi, leishmaniosi, tripanosomiasi e malaria; malattie da elminti, con particolare riferimento alle filariosi e alle schistosomiasi; le malattie trasmesse da zecche, con particolare riferimento alla malattia di Lyme.
Prerequisiti e modalità di esame
Esame orale, nessun prerequisito specifico richiesto.
Metodi didattici
Lezione frontale
Materiale didattico e bibliografia
Materiale didattico fornito dai docenti.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Venerdì dalle 14.30 alle 16.30. Si suggerisce l'invio di una mail.
Ufficio del docente, Dip. di Bioscienze, via Celoria 26, Piano terra, Torre B
Ricevimento:
qualsiasi giorno previo appuntamento
Dipartimento di Bioscienze, II piano torre C