Scienze comportamentali e metodologia scientifica

A.A. 2016/2017
Insegnamento per
16
Crediti massimi
148
Ore totali
SSD
INF/01 M-PED/03 M-PSI/01 MED/01 MED/28
Lingua
Italiano

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Moduli o unità didattiche
Bibiometria e tecniche di ricerca delle fonti
MED/01 - STATISTICA MEDICA - CFU: 1
MED/28 - MALATTIE ODONTOSTOMATOLOGICHE - CFU: 1
Lezioni: 20 ore

Didattica e pedagogia speciale
M-PED/03 - DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE - CFU: 3
Lezioni: 30 ore
Docente: Mauri Maria Assunta

Informatica
INF/01 - INFORMATICA - CFU: 3
Informatica di base: 18 ore
Docente: Lanzi Andrea

Psicologia generale
M-PSI/01 - PSICOLOGIA GENERALE - CFU: 4
Lezioni: 40 ore

Statistica medica
MED/01 - STATISTICA MEDICA - CFU: 4
Lezioni: 40 ore
Docenti: Decarli Adriano, Edefonti Valeria Carla

Prerequisiti e modalità di esame
INFORMATICA - INF/01:
Gli studenti suddivisi a piccoli gruppi sono tenuti a presentare i risultati di una ricerca effettuata con gli strumenti web illustrati a lezione su argomenti concordati con il docente.

PSICOLOGIA GENERALE - M-PSI/01:
Scritto a domande aperte

DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE - M-PED/03:
Realizzazione di un progetto didattico - pedagogico in un contesto odontoiatrico

STATISTICA MEDICA - MED/01:
L'esame prevede una sola sessione scritta composta da domande a risposta multipla ed esercizi di calcolo per ogni obbiettivo del modulo.

BIBLIOMETRIA - MED/01:
Quiz a risposta multipla e presentazione orale
Psicologia generale
Programma
PROGRAMMA DEL MODULO:
1. Cos'è la psicologia (e le altre discipine che studiano comportamento e salute mentale).
2. Salute e malattia. Definizioni e modelli. Psicologia della salute. Evoluzione storica dei sistemi sanitari e del diritto alla salute
3. Come funziona la mente: Percezione
4. Come funziona la mente: Apprendimento e modifica comportamento
5. Come funziona la mente: Memoria
6. Come funziona la mente: Emozioni
7. Come funziona la mente: Stress e coping
8. Cosa sappiamo della singolarità delle persone: la personalità.
9. Cosa sappiamo della singolarità delle persone: i disturbi di personalità.
10. Cosa sappiamo della singolarità delle persone: i disturbi psichici
11. Medicina centrata sul paziente e modelli di relazione medico - paziente. Agenda del paziente.
12. Comunicazione non verbale
13. Il comportamento dei pazienti è irrazionale ? Esempi clinici e meccanismi di difesa.
14. Dolore (generalità / dolore nel bambino / mirror)
15. Fattori terapeutici specifici e aspecifici. Placebo. Aspetti psicologici della terapia farmacologica.
16. Fattori psicobiologici durante la malattia e comportamento di malattia
17. Terapie complementari e alternative (CAM)
18. Pazienti di diversa cultura. Aspetti etnici e culturali.
19. Tecniche di gestione di ansia / disconfort e problemi comportamentali del paziente.
20. Esercitazione mediante distribuzione questionario
21. Consenso informato
22. Il bambino dall'odontoiatra
23. Odontofobia e gestione farmacologica e non farmacologica dell'ansia
24. Codice deontologico (aspetti psicologici e comunicativi)
25. Stress e burnout negli operatori sanitari
Metodi didattici
Lezioni frontali
Discussione a piccoli gruppi
Esercitazioni pratiche
Materiale didattico e bibliografia
BIBLIOGRAFIA:
- Dispense del corso.
- Ripamonti C., Clerici CA. Psicologia e salute. Introduzione alla psicologia clinica in ambito sanitario. Il Mulino, Bologna 2008.
Didattica e pedagogia speciale
Programma
PROGRAMMA DEL MODULO:
Definizione. Ambiti di studio e campi applicativi della Pedagogia speciale. Le competenze pedagogiche dell'Odontoiatra.
L'approccio pedagogico di Maria Montessori. Campi applicativi della sua pedagogia speciale. Esempi di applicabilità in un contesto operativo odontoiatrico.
I disturbi dell'apprendimento(DSA).Caratteristiche cliniche e criteri di classificazione.
Dislessia e processi psicopedagogici implicati nel disturbo.
Ritardo mentale " versus" disabilità intellettiva. Eziologia ed epidemiologia.
La paura del dentista. Indicatori di disagio , ansia e sofferenza nei disegni dei bambini.
Uso clinico del disegno nei contesti operativi sanitari.
Aspetti strutturali e formali del disegno infantile. Aspetti evolutivi e simbolismo dell'uso del colore.
Lettura , analisi ed esempi pratici.
Aspetti psicopedagogici del maltrattamento infantile.
Definizione e caratteristiche. Gli effetti traumatici del maltrattamento.
Problematiche psicopedagogiche del bambino malato e/o ospedalizzato.
Le fasi dell'assestamento secondo J. Robertson. L'approccio ludico come strumento di comunicazione ed informazione.
Interventi psicoeducativi in un contesto pediatrico : strategie e strumenti di educazione all'igiene orale
Approccio psicopedagogico al paziente pediatrico in terapia ortodontica: strategie e strumenti.
Progettazione pedagogica e progettazione didattica: nozioni di base.
Progettazione dei contenuti. Scelta delle metodologie
Aspetti di rilevanza e criticità nella realizzazione di un progetto educativo. Metodologia applicata: esempi pratici di progettazione in campo odontoiatrico.
Metodi didattici
Lezioni frontali / Esercitazioni / attività di ricerca
Materiale didattico e bibliografia
BIBLIOGRAFIA:
A .S .Bombi ,E. Cannoni BAMBINI E SALUTE ed. Il Mulino
P. Di Blasio PSICOLOGIA DEL BAMBINO MALTRATTATO ed. Il Mulino
James Robertson BAMBINI IN OSPEDALE ed. Feltrinelli
S. Marsicano e altri - ELEMENTI DI PSICOPEDAGOGIA- ed : Franco Angeli
Montessori- L A MENTE DEL BAMBINO ed. Garzanti
Montessori - COME EDUCARE IL POTENZIALE UMANO ed. Garzanti
Goleman - LAVORARE CON L'INTELLIGENZA EMOTIVA ed. BUR
Calvani , L . Menichetti - COME FARE UN PROGETTO DIDATTICO ed. Carocci Faber
A. Ferraresi , R, Gaiani, M . Manfredin - L'EDUCAZIONE TERAPEUTICA ed. Carocci Faber
A. Oliverio Ferraris - IL SIGNIFICATO DEL DISEGNO INFANTILE ed.Boringhieri
Statistica medica
Programma
PROGRAMMA DEL MODULO:
Valutazione dell'attendibilità dei metodi di raccolta e di misura di dati di interesse biomedico
1. Illustrare il concetto di attendibilità di una misura, campione, popolazione, stima e parametro
2. Fornire esempi di cause di errori sistematici ed errori casuali
Variabilità
3. Fornire esempi di variabilità dei caratteri quantitativi entro individuo e tra individui
Metodi descrittivi
4. Interpretare le rappresentazioni grafiche di una distribuzione
5. Illustrare i concetti di valore medio, dispersione e forma di una distribuzione
6. Calcolare i principali indici di posizione e dispersione di una distribuzione
7. Spiegare il significato di accuratezza e di precisione delle misure
8. Spiegare il significato di quantile (quartili, centili) - Limiti di riferimento
9. Correlazione e statistica Kappa
Modello Gaussiano
10. Interpretazione di dati di popolazione mediante il modello Gaussiano
11. Descrivere le caratteristiche del modello gaussiano di distribuzione degli errori di misura
Test di screening
12. Definire i concetti di unione ed intersezione di eventi
13. Definire il concetto di probabilità
14. Calcolare la probabilità di un evento
15. Calcolare la probabilità dell'intersezione di eventi indipendenti, la probabilità di eenti condizionati
16. Illustrare il fondamento logico del test di screening
17. Spiegare le definizioni di esito falsamente positivo e di esito falsamente negativo rispetto ad un valore soglia del marker diagnostico
18. Definire i concetti di sensibilità e di specificità di un test diagnostico o di un sintomo
19. Calcolare e discutere il concetto di valore predittivo positivo e negativo
20. Definire il rapporto di verosimiglianza per un esito positivo (o per un esito negativo) al test diagnostico
21. Definire il concetto di probabilità e odds pre-test e post-test
22. Spiegare il significato del teorema di Bayes
Stima campionaria dei parametri della popolazione a partire dai dati espressi con varie modalità
23. Illustrare il concetto di variabilità campionaria. Distinguere i concetti di campione e popolazione
24. Distinguere i concetti di stima campionaria di un parametro e di parametro di una popolazione
Distribuzione di campionamento
25. Illustrare il significato di distribuzione delle stime campionarie
26. Illustrare il significato di errore standard di una stima campionaria
Intervallo di confidenza e suo significato
27. Illustrare il concetto di intervallo di confidenza e spiegarne il significato
Test di ipotesi
28. Spiegare il significato di errore di errore di I e di II tipo e di potenza di un test
29. Spiegare il fondamento logico del calcolo della dimensione del campione
30. Discutere la differenza tra significatività statistica e rilevanza clinica
31. Saper costruire un test statistico relativo all'efficacia quando espressa come media o differenza tra medie
32. Saper distinguere tra campioni indipendenti e campioni appaiati.
32. Saper costruire un test statistico relativo all'efficacia quando espressa come differenza tra campioni dipendenti
33. Saper costruire un test statistico relativo all'efficacia quando espressa come proporzione o differenza tra proporzioni
34. Test di indipendenza tra variabile: il chi-quadrato
Modello deterministico e modello probabilistico
35. Distinguere tra modello deterministico e modello probabilistico
36. Illustrare le caratteristiche del modello di regressione lineare semplice e il significato dei parametri della regressione lineare semplice
37. Calcolare test di ipotesi sui parametri del modello di regressione lineare semplice
38. Spiegare come correggere (aggiustare) per una variabile di confondimento l'associazione tra due serie di dati
Metodi didattici
Lezioni frontali ed esercitazioni
Materiale didattico e bibliografia
BIBLIOGRAFIA:
M. Pagano e K. Gauvreau Biostatistica (2ª edizione) Editore: Idelson-Gnocchi 2003
JF. Jekel, DL. Katz, JG. Elmore, DMG. Wild Epidemiologia Biostatistica e Medicina Preventiva (3ª edizione) Editore: Masson 2009
Informatica
Programma
PROGRAMMA DEL MODULO:
PARTE I - Introduzione all'Informatica
G.1. Introduzione all'informatica
G.2. Codifica dell'informazione
G.3. Struttura del calcolatore
G.4. Programmi e software
G.5. Reti di calcolatori
G.6. Applicazioni per le scienze mediche
PARTE II - Gestione delle informazioni e fogli di calcolo
F.1. Fogli di calcolo
F.2. Funzioni di calcolo in Excel
F.3. Funzioni statistiche in Excel
F.4. Creazione di grafici in Excel
PARTE III - Gestione delle informazioni e basi di dati
B.1. Gestione delle informazioni
B.2. Memorizzazione dei dati e basi di dati
B.3. Modelli dei dati
B.4. Basi di dati relazionali
B.5. Creazione di un database in Access
B.6. Composizione di query in Access
B.7. Basi di dati su Web
PARTE IV - Internet e Web
I.1. La rete Internet
I.2. Architettura del Web
I.3. Standard per il Web
I.4. Contenuti sul Web: i linguaggi di marcatura
I.5. Programmi e applicazioni lato client
I.6. I motori di ricerca.
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
Questo corso è predisposto dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia per l'acquisizione dei 3 CFU di conoscenze informatiche previsti dai piani di studio. Il corso prevede due incontri in aula di 3 + 3 ore, la fruizione di materiale didattico online, lo svolgimento di un test
di autovalutazione in modalità non supervisionata e lo svolgimento di un esame finale in aula.
Bibiometria e tecniche di ricerca delle fonti
Programma
PROGRAMMA DEL MODULO:
Principi di Evidence-Based Medicine
Il disegno sperimentale e il peso scientifico di vari tipi di studi
Le revisioni sistematiche della letteratura
Le fonti di ricerca della letteratura scientifica (banche dati biomediche)
La bibliometria e i principali indicatori bibliometrici
Metodi didattici
Didattica frontale
Materiale didattico e bibliografia
BIBLIOGRAFIA:
Siti web di riferimento
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
su appuntamento tramite e-mail
presso Pediatria (7° piano), Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori, Via Venezian 1, Milano
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
Si riceve su appuntamento da prendersi tramite email.
Campus Cascina Rosa, via A. Vanzetti, 5, 20133 Milano - stanza 3
Ricevimento:
Su appuntamento
Ricevimento:
Via Celoria, 18