Corso professionalizzante interdisciplinare 1

A.A. 2016/2017
Insegnamento per
12
Crediti massimi
104
Ore totali
SSD
M-EDF/01 MED/05 MED/09 MED/13 MED/34 MED/36 MED/37 MED/48 MED/50
Lingua
Italiano

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Diagnostica per immagini e radioterapia
MED/36 - DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA - CFU: 1
Lezioni: 16 ore
Docente: Lucignani Giovanni

Endocrinologia
MED/13 - ENDOCRINOLOGIA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore
Docente: Vitale Giovanni

Medicina fisica e riabilitativa
MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore

Medicina interna
MED/09 - MEDICINA INTERNA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore
Docente: Mari Daniela

Metodi e didattiche delle attività motorie
M-EDF/01 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA MOTORIE - CFU: 2
Lezioni: 16 ore
Docente: Lucini Daniela

Neuroradiologia
MED/37 - NEURORADIOLOGIA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore
Docente: Triulzi Fabio Maria

Patologia clinica
MED/05 - PATOLOGIA CLINICA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore

Scienze infermieristiche tecniche neuro-psichiatriche e riabilitative
MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE - CFU: 2
Lezioni: 16 ore

Scienze tecniche mediche e applicate
MED/50 - SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE - CFU: 2
Lezioni: 16 ore

Prerequisiti e modalità di esame
Esame scritto
Medicina interna
Programma
Programma del modulo:
Telemedicina
- Attività fisica come promozione dell'invecchiamento sano e attivo: progetti Commissione Europea;
- Le cadute nell'anziano, fattori di rischio;
- La malnutrizione nell'anziano;
- Demografia dell'Invecchiamento e ricadute economiche;
- Misurare in riabilitazione geriatrica.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Vitale G, Cesari M, Mari D. Aging of the endocrine system and its potential impact on sarcopenia. Eur J Intern Med. 2016;35:10-15.
- Wysokiński A Sobów T, Kłoszewska I, Kostka T. Mechanisms of the anorexia of aging- A review.
- Age (Dordr). 2015;37:81 Cesari M, Pérez-Zepeda MU, Marzetti E. Frailty and Multimorbidity: Different Ways of Thinking About Geriatrics. J Am Med Dir Assoc. 2017;18(4):361-364.
- Janko Nikolich-Žugich et al. Preparing for an Aging World: Engaging Biogerontologists, Geriatricians, and the Society. J Gerontol A Biol Sci Med Sci. 2016;71(4): 435-444.
- Al Dossar S,, Martin-Khan MG, Bradford N K., Armfield NR. and Smith AC. The Development of a Telemedicine Planning Framework Based on Needs Assessment J Med Syst 2017; 41:74.
- Rimland JM et al. Effectiveness of Non-Pharmacological Interventions to Prevent Falls in Older People: A Systematic Overview. The SENATOR Project ONTOP Series. PLoS One. 2016; 11.
Medicina fisica e riabilitativa
Programma
Programma del modulo:
Classificazione rispetto a misura: principi generali. Spiegazione di varianza prodotta dalla classificazione. Interazione rispetto a effetti principali
- Alberi decisionali per giungere alla classificazione. Il "triage" di pronto soccorso;
- Perché classificare: creare un modello con il quale confrontare ciò che si osserva effettivamente;
- Previsione su "gruppi" invece che di previsioni individuali (index systems);
- Lo scopo determina il modello: modelli prospettici e retrospettivi. Previsione di costi o di outcome;
- Previsione prospettica o retrospettiva. Sistemi misti ("contaminazione" retrospettiva);
- Problema tecnico: generalizzabilità del modello classificativo a futuri campioni;
- Riabilitazione: sistema classificativo "per diagnosi" (DRG) o per "funzione (FRG);
- Problema tecnico: credibilità dei punteggi su scale funzionali. Soluzioni possibili;
- Problema tecnico: gaming (comportamenti clinici opportunistici). Soluzioni possibili;
- L'esempio del sistema FIM™ e FIM™-FRG: sperimentazioni internazionali ed italiane;
- Sperimentare un sistema classificativo in concreto: la sperimentazione neutral budget;
- Il sistema ICF- OMS: equivoci terminologici e di metodo. Non è un sistema classificativo ma è un glossario standard;
- Classificazione e tariffazione delle unità di degenza riabilitativa in Lombardia: criteri ispiratori della nuova normativa (livelli di complessità);
Classificazione - Tariffazione in Medicina Riabilitativa
- Allegato della riabilitazione MAC/SDO/cardio- e pneumo-riabilitazione;
- Allegato su qualità miglioramento (check list e piano di miglioramento);
- Piano dei controlli ASL 2014 (con linee guida dei Nuclei Operativi di controlli-NOC) sulla riabilitazione.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Regione Lombardia. DGR X/1185 del 20.12.2013, All 3- Sub-allegato C
- Tesio L. Il Sistema FIM-FRG per lal classificazione dei ricoveri riabilitativi: applicazioni alla riabilitazione in geriatria. Giorn Geront (Firenze), 1997;45:645-653
- Tesio L. Case-mix classification systems. The specific case for rehabilitation. Eura Medicophys 2003;39:201-204
- Tesio L. La valutazione funzionale in Medicina Riabilitativa: principi e metodi. In: Encyclopédie Médico-Chirurgicale (edizione italiana) 2005;41,1:1-6.
Diagnostica per immagini e radioterapia
Programma
Programma del modulo:
FONDAMENTI FISICI DELLA RADIAZIONE
- Proprietà delle radiazioni ionizzanti.
- Interazioni delle radiazioni direttamente ionizzanti. Interazioni delle radiazioni indirettamente ionizzanti.
RISCHI DA RADIAZIONE E DOSIMETRIA
- Effetti biologici delle radiazioni.
- Analisi Rischi/Benefici.
- Ottimizzazione della dose. Dose assorbita, equivalente di dose, dose efficace, loro unita' di misura.
RADIOPROTEZIONE
- Normativa di radioprotezione.
- Uso dei dispositivi di protezione individuale.
- Esposizioni potenziali.
- Incidenti che implicano sovra esposizioni alle radiazioni ionizzanti.
PRATICHE RADIOLOGICHE CHE RICHIEDONO SPECIALE ATTENZIONE
- Gravidanza potenziale e in atto.
- Neonati e infanzia.
GESTIONE DEL PAZIENTE E SUA RADIOPROTEZIONE
- Giustificazione ed esposizione individuale.
- Consenso informato.
- Utilizzo appropriato di precedenti informazioni cliniche e tecniche, e procedure alternative.
- Definizione e utilizzo dei livelli diagnostici di riferimento.
RADIODIAGNOSTICA
- Elementi di tecnica radiologica.
- Raggi X (natura e produzione).
- Scelta e uso di apparecchiature per radiodiagnostica.
- Fattori che influenzano la dose di radiazioni.
- Dosimetria.
- Assicurazione e controllo di qualità.
- Fluoroscopia.
- Fluoroscopia digitale.
TC.
- Procedure interventistiche.
- Imaging vascolare.
- Qualità dell'immagine in rapporto alla dose.
- Corretto utilizzo dei mezzi di contrasto.
RADIOTERAPIA
- Produzione di radiazioni ionizzanti. Radiobiologia.
- Indicazioni della radioterapia.
- Procedure e apparecchiature di radioterapia: Dosimetria.
- Radio sensibilizzazione.
- Volumi bersaglio.
- Radioprotezione e normative specifiche per la radioterapia.
- Effetti collaterali precoci e tardivi.
MEDICINA NUCLEARE
- Struttura atomica e radioattività.
- Decadimento radioattivo.
- Indicazioni delle indagini medico nucleari.
- Procedure, strumentazione e apparecchiature per la Medicina Nucleare. Assicurazione di qualità e controlli di qualità.
- Radiofarmaci.
- Preparazione di dosi individuali.
- Calibrazione delle dosi.
- Radioprotezione e normativa specifica in medicina nucleare.
- Protezione di organi a rischio.
- Gravidanza e allattamento.
- Disposizioni particolari per i pazienti portatori di radioattività.
- Procedure per i rifiuti radioattivi.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Diapositive e sintesi del corso sotto forma di domande e risposte per la verifica dell'apprendimento
- La Radioprotezione nelle attività sanitarie - Manuale informativo della Regione Toscana.
- Pubblicazione "La radioprotezione nelle attività sanitarie (http://www.ospedalesicuro.eu/attachments/article/191/RadIoniz_RegLomb20…)".
Neuroradiologia
Programma
Programma del modulo:
Che cosa è la Neuroradiologia
- Le esigenze organizzative nell'ambito dell'attività diagnostica;
- Le esigenze organizzative nell'ambito della Neuroradiologia Interventistica;
- Un esempio sul campo: il PDTA dello stroke ischemico.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Management in Radiologia di Carriero, Centonze e Scarabino, disponibile gratuitamente per consultazione su Google Books.
Scienze infermieristiche tecniche neuro-psichiatriche e riabilitative
Programma
Programma del modulo:
Storia della professione sanitaria ed evoluzione della formazione: (corsi biennali, Scuole Dirette a fini Speciali, Scuole Regionali, Diplomi Universitari, Laurea di I livello, Laurea specialistica- magistrale e Master)
- Ordinamenti e Regolamenti: contenuti e finalità;
- Riforma degli Ordinamenti e riordino dei percorsi di studio;
- Riforma Gelmini: riorganizzazione degli Atenei e dei Corsi di Laurea;
L'Università in Italia: modelli organizzativi
- Cariche accademiche e ruoli universitari;
- Dottorati, Assegni di Ricerca;
- Cenni sul processo di accreditamento dei corsi di studi secondo il modello AVA-Anvur (Scheda SUA: contenuti e finalità; Scheda del Riesame: contenuti e finalità);
Il profilo professionale
- Norme e contenuti dei Profili Professionali nella Classe 2.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Slide e bibliografia a cura del Docente e disponibile sul sito ARIEL Docente.
Scienze tecniche mediche e applicate
Programma
Programma del modulo:
IPOVISIONE , NELL'ADULTO E NEL BAMBINO
- Definizione e classificazione dell'ipovisione;
- Dati Epidemiologici.
- RIABILITAZIONE e RI-ABILITAZIONE in IPOVISIONE
LA RIABILITAZIONE DELLE DISABILITA' VISIVE IN ETA' ADULTA
- La normativa;
- I centri ipovisione;
- La valutazione Funzionale;
- La riabilitazione visiva nell'adulto;
- Gli ausili posturali, visivi, elettronici e tiflologici.
LA RI-ABILITAZIONE NELL'INFANZIA E NELL'ETA' EVOLUTIVA
- Principali cause;
- La valutazione funzionale e il ruolo dell'ortottista;
- La ri-abilitazione visiva e neuropsicovisiva;
- La riabilitazione in età prescolare;
- La riabilitazione in età scolare;
- Gli strumenti di supporto.
RICONOSCIMENTO DELL'INVALIDITÀ CIVILE NELLE DISABILITÀ VISIVE, PRESCRIZIONE DI AUSILI, LEGGE 104
- Legge 104/92;
- Legge 284 /97;
- Decreto Ministeriale 27 agosto 1999, n.332;
- Legge 138-2001.
AUSILI, PROTESI E ORTESI PER DISABILI
- La prescrizione di ausili per disabili;
- Prescrizione ;
- Autorizzazione;
- Fornitura;
- Collaudo;
- Nomenclatore tariffario (riconducibilità di un ausilio);
- Il programma riabilitativo (o piano terapeutico);
- Esempio di prescrizione Ausilio per ipovisione Mod.03 e Piano Terapeutico;
- (simulazioni di compilazioni );
- Protocollo Diagnostico e Riabilitativo in Ipovisione;
- Esempio di Cartella Informatizzata.
La figura del logopedista, normativa
- Paziente migrante e professionista sanitario: implicazioni;
- CAA: definizioni, requisiti e modalità di intervento;
- Afasia: un approccio pragmatico;
- Disfagia: la gestione del paziente disfagico;
- Disturbi Specifici di Apprendimento: la normativa e la rete famiglia-scuola-società.
Metodi didattici
Modalità didattiche:
- Lezioni frontali
Materiale didattico:
- Slide e articoli
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Slides e materiali di approfondimento forniti dal docente durante le lezioni.
Verranno inoltre utilizzati articoli tratti dalla letteratura internazionale, che verranno caricati sul sito Ariel durante il corso.
Metodi e didattiche delle attività motorie
Programma
Programma del modulo:
Attività motoria e Benessere: una nuova frontiera
Attività fisica, esercizio, allenamento: terminologia e definizioni
- Attività aerobica;
- Resistenza;
- Flessibilità ed equilibrio;
- Diversità tra attività fisica ed esercizio fisico;
- Allenamento fisico;
Attività fisica: aspetti fisiopatologici;
- Cenni di fisiologia/fisiopatologia del controllo cardiopolmonare, metabolico e motorio durante l'esercizio fisico;
- Meccanismi fisiologici responsabili degli effetti benefici dell'allenamento fisico;
- Concetto di rischio cardiovascolare e metabolico.
Attività fisica come terapia
- I benefici dell'attività fisica;
- I rischi dell'attività fisica,
- Patologie croniche con particolare riferimento a:
- Patologie cardiovascolari (coronaropatia, ipertensione arteriosa, scompenso cardiaco, ecc);
- Patologie metaboliche (diabete, sindrome metabolica);
- Patologie neoplastiche;
- Patologie osteomuscolari;
- Invecchiamento;
- Età pediatrica:
Prescrizione dell'attività fisica
- Ruolo delle varie figure professionali nella prescrizione dell'attività fisica;
- Modalità;
esercizio aerobico
esercizio di resistenza
- Intensità;
- Frequenza;
- Durata;
- Progressione.
Prescrizione dell'attività fisica: Aspetti psico-pedagocici
- L'importanza degli aspetti psicologici e pedagocici nella riabilitazione;
- L'approccio al paziente con disabilità e/o malattia cronica;
- L'approccio con il familiare del paziente con disabilità e/o malattia cronica:
Aspetti psicologici: focus sul professionista riabilitatore
- Difficoltà nella relazione con il paziente;
- Stress e sindrome del burn out;
- Risorse e limiti individuali ;
- Il lavoro in team tra professionisti con diverse specializzazioni.
Aspetti psicologici: focus sul paziente
- Significato del trauma e/o patologia cronica;
- Valutazione psicologica del paziente;
- Adattamento e coping;
- Fattori che determinano un coping positivo;
- Fattori che determinano un coping negativo;
- Comportamento tra reazione emotiva e risposta ponderata;
- Negazione o amplificazione dello stato di disabilità-malattia;
- Fattori psicologici che potenzialmente ostacolano il processo riabilitativo;
- Importanza della famiglia e del supporto sociale;
- Motivazione al recupero funzionale ed alla gestione della patologia cronica;
- Psicoterapia e terapia farmacologica;
- Qualità della vita;
- Attività fisica e riabilitazione come strumenti per migliorare tono dell'umore, ansia e problematiche psicologiche in genere:
Aspetti pedagogici.
- Il cambiamento: fasi psicologiche e comportamento;
- Concetto di cambiamento dello stile di vita nel soggetto sano (prevenzione primaria);
- Concetto di cambiamento dello stile di vita nel soggetto con patologia cronica (prevenzione primaria);
- Come comunicare con il paziente e la sua famiglia;
- Metodologie per insegnare i cambi di comportamento;
- Come motivare il paziente;
- Come stabilire obiettivi terapeutici con il paziente;
- Strategie per migliorare la compliance all'esercizio fisico;
- Strategie per incoraggiare i cambiamenti di stile di vita;
- Valutazione dei successi o insuccessi ottenuti;
- Il miglioramento ottenuto con la riabilitazione come strumento motivazionale;
- Attività fisica ed altri cambiamenti dello stile di vita (alimentazione, smettere di fumare, gestione dello stress).
Metodi didattici
Modalità didattiche:
Lezioni frontali
Verrà organizzata anche attività elettiva tipo seminariale per approfondire alcuni aspetti trattati, in particolare aspetti psico-pedagogici.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Exercise Physiology. Fifth Edition
- William D. McArdle, Frank I. Katch, Victor L. Katch Lippincott Williams &Williams Ed. 2001
- ACSM's Guidelines for exercise testing and prescription. Ninth Edition Lippincott Williams &Williams Ed. 2014
- Physical medicine & rehabilitation. Third Edition 2009 Randall L. Braddom.
Endocrinologia
Programma
Programma del modulo:
Attività biologica e i meccanismi d'azione degli ormoni, con particolare riguardo agli effetti sul sistema muscolo-scheletrico;
- Effetti dell'attività fisica sulla secrezione ormonale;
- Patologie endocrinologiche e metaboliche della tiroide, dell'ipofisi, delle paratiroidi e del surrene;
- Diabete mellito;
- Osteoporosi.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Slides e bibliografia a cura del Docente e disponibile sul sito ARIEL
- Rugarli. Medicina Interna Sistematica. Edizione 7. Edra Masson.
Patologia clinica
Programma
Programma del modulo:
Introduzione alla patologia clinica
- Dna Libero e Circolante
- Marcatori tumorali
- Emocromocitometrico
- Sensibilità e specificità.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Slide a cura del docente.
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail o al cellulre 338-4895711
Dipartimento 1° Piano - Studio
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
UOs Medicina Esercizio - Istituto Clinico Humanitas
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Istituto Auxologico Italiano, via Mercalli 32, Milano
Ricevimento:
su appuntamento
Istituto Auxologico Italiano, via Mercalli 32, 20122 Milano
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Istituto Auxologico Italiano, Via Zucchi 18, Cusano Milanino (MI) 20095