Diritto costituzionale (of2)

A.A. 2016/2017
Insegnamento per
13
Crediti massimi
91
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Obiettivi formativi e risultati di apprendimento attesi
L'insegnamento mira a far conseguire agli studenti:
- conoscenza dell'organizzazione costituzionale dello Stato, del sistema delle fonti del diritto, dei diritti fondamentali, della giustizia costituzionale e dell'organizzazione giudiziaria;
- capacità di applicare le nozioni apprese a contesti concreti e casi specifici, attraverso l'individuazione e l'interpretazione delle disposizioni normative rilevanti e la relativa giurisprudenza;
- autonomia di giudizio, dimostrando di sapere argomentare giuridicamente le problematiche sottese agli istituti trattati durante il corso;
- capacità di esprimere le nozioni acquisite con coerenza argomentativa, rigore sistematico e proprietà di linguaggio;
- capacità di ricostruire i profili storici ed evolutivi del diritto costituzionale.

Struttura insegnamento e programma

Cognomi A-C
Edizione attiva
Responsabile
Lezioni: 91 ore
Programma
I temi delle lezioni tenute dal docente riguarderanno, per il primo semestre, elementi di introduzione al diritto costituzionale, la tutela dei diritti civili, sociali e politici, la giustizia costituzionale; per il secondo semestre, l'organizzazione dello Stato, il potere giudiziario, le autonomie regionali e locali.
Informazioni sul programma
Il prof. V. Angiolini riceverà gli studenti il giovedì, alle ore 12.15, presso il Dipartimento di Diritto Pubblico italiano e sovranazionale, via Festa del Perdono, 7.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame orale finale verterà sull'intero programma. E' possibile tuttavia, al termine del primo semestre sostenere un colloquio sul programma sino ad allora svolto.
Sarà possibile inoltre, durante il corso, sostenere una delle due o entrambe le prove intermedie, che si svolgeranno, durante l'orario delle lezioni. Ciascuna delle prove intermedie consisterà nella risposta a 3/4 quesiti da darsi per iscritto in 15/20 righe al massimo. Ciascuna delle due prove intermedie avrà ad oggetto quanto trattato a lezione fino al momento dello svolgimento della prova. La valutazione sarà in trentesimi. Chi avrà superato una o entrambe dette prove, tenendo ferma la valutazione ivi riportata, sarà esonerato, se lo vorrà, dal sostenere l'esame orale finale sulla parte corrispondente del programma. Il docente si riserva tuttavia di verificare, in sede di esame orale, la preparazione effettiva di chi pure avesse superato entrambe le prove intermedie. E' possibile prender parte anche soltanto ad una delle due prove intermedie. Le prove intermedie sono sconsigliate per chi non frequenta le lezioni.
Metodi didattici
Le lezioni medesime saranno affiancate da tutorati e moduli integrativi, con i temi e gli orari che verranno a suo tempo comunicati..
Materiale didattico e bibliografia
E' comunque indispensabile la preparazione dell'esame su di un manuale. Si consiglia in particolare:
M. Dogliani - I. Massa Pinto, Elementi di diritto costituzionale, Giappichelli, Torino, 2015.
Per l'approfondimento ulteriore dei temi trattati a lezione e il cui studio è comunque ritenuto essenziale ai fini dell'esame:
V. Angiolini, Sulla rotta dei diritti diritti, sovranità, culture, Giappichelli, Torino 2016.
E' inoltre indispensabile, anche durante le lezioni, l'uso di una raccolta aggiornata delle leggi del diritto costituzionale e pubblico. Il docente considera le molte in commercio pressoché equivalenti.
Periodo
annuale
Cognomi D-L
Edizione attiva
Responsabile
Programma
Il programma di insegnamento del corso si articola in tre parti, che vengono sviluppate durante l'arco temporale di due semestri.
Nella prima parte si analizzano le origini e gli sviluppi storici che hanno caratterizzato lo Stato costituzionale moderno in generale e quello italiano in particolare. Specifica attenzione è riservata ai caratteri che avevano in origine e che hanno attualmente la forma di stato e la forma di governo delineate nella Carta costituzionale repubblicana.
Nella seconda parte si approfondisce il tema del sistema delle fonti del diritto, soffermandosi sulle caratteristiche e sulle criticità connesse all'interpretazione delle norme giuridiche ordinarie e costituzionali. L'indagine tiene conto del carattere complesso che tale sistema ha progressivamente assunto per effetto dell'adesione dell'Italia ai Trattati comunitari e alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo.
Nella terza parte si provvederà ad approfondire il diritto costituzionale regionale con specifico riferimento alla Regione Lombardia.

Ulteriori informazioni sullo svolgimento del corso, compresa la dettagliata indicazione del programma dell'esame orale parziale (sostenibile nella sessione invernale), oltre che materiali didattici integrativi saranno pubblicati sul sito Ariel: http://lviolinidc.ariel.ctu.unimi.it/

Obiettivi formativi e risultati di apprendimento attesi definiti sulla base dei cinque descrittori di Dublino

- Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente deve dimostrare di avere acquisito una conoscenza di base del diritto costituzionale italiano e degli elementi caratteristici della forma di stato e di governo italiana.
- Capacità applicative. Lo studente deve dimostrare di sapere applicare le nozioni apprese a fattispecie concrete e di saperle declinare nella attualità.
- Autonomia di giudizio. Lo studente deve dimostrare di sapere assumere posizioni argomentate e giuridicamente sostenibili con riferimento alle tematiche oggetto del corso.
- Abilità nella comunicazione. Lo studente deve dimostrare di saper esprimere le nozioni acquisite con coerenza argomentativa, rigore sistematico e proprietà di linguaggio.
- Capacità di apprendere. Lo studente deve dimostrare di aver acquisito un livello di capacità di apprendimento idoneo a proseguire gli studi con un alto grado di autonomia.
Informazioni sul programma
Per ogni domanda relativa al corso si prega di scrivere al seguente indirizzo: corsi.violini@unimi.it.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame consisterà in una prova orale.
Esclusivamente gli studenti del primo anno potranno sostenere una prima parte dell'esame nella sessione invernale (la cui valutazione rimarrà ferma fino alla fine dell'anno accademico) e la seconda parte nella sessione estiva, a condizione di aver superato la prima parte dell'esame nella sessione invernale.
Materiale didattico e bibliografia
· A. Pisaneschi, Diritto costituzionale, Torino, 2016
· L. Violini, Q. Camerlengo (a cura di), Lineamenti di Diritto Costituzionale della Regione Lombardia - estratto, Torino, Giappichelli, 2014

Al fine della miglior preparazione dell'esame, lo studente dovrà costantemente consultare i testi nomativi di riferimento. Si consiglia a tal proposito:
M. Siclari (a cura di), La Costituzione della Repubblica italiana nel testo vigente, Aracne, ultima edizione disponibile.
Periodo
annuale
Cognomi M-Q
Edizione attiva
Responsabile
Programma
Il corso ha per oggetto lo studio degli istituti fondamentali dell'ordinamento costituzionale italiano, sia dal punto di vista dei rapporti tra l'organizzazione statale e i privati, sia dal punto di vista dei rapporti tra gli organi che caratterizzano struttura e funzionamento della forma di governo.

Il corso si articola in due parti:
1) Nella prima parte del corso, che si svolgerà nel primo semestre, oltre alle nozioni introduttive sui concetti di Stato e ordinamento giuridico, verranno analizzate in modo particolare il sistema costituzionale delle fonti del diritto, i temi relativi alla forma di Stato e di governo italiana, i sistemi elettorali, la struttura e le funzioni del Parlamento.

2) Nella seconda parte del corso, che si svolgerà nel secondo semestre, si proseguirà nell'analisi degli organi di indirizzo politico (il Governo), si esamineranno gli istituti di democrazia diretta e i loro rapporti con la democrazia rappresentativa. Si studieranno poi il ruolo e le funzioni degli organi di garanzia (Presidente della Repubblica e Corte costituzionale), i principi fondamentali in tema di organizzazione della magistratura e di funzione giurisdizionale. Particolare risalto verrà dato all'analisi delle libertà fondamentali e delle tecniche per la loro protezione.

Obiettivi formativi e risultati di apprendimento attesi
L'insegnamento mira a far conseguire agli studenti:
- conoscenza dell'organizzazione costituzionale dello Stato, del sistema delle fonti del diritto, dei diritti fondamentali, della giustizia costituzionale e dell'organizzazione giudiziaria;
- capacità di applicare le nozioni apprese a contesti concreti e casi specifici, attraverso l'individuazione e l'interpretazione delle disposizioni normative rilevanti e la relativa giurisprudenza;
- autonomia di giudizio, dimostrando di sapere argomentare giuridicamente le problematiche sottese agli istituti trattati durante il corso;
- capacità di esprimere le nozioni acquisite con coerenza argomentativa, rigore sistematico e proprietà di linguaggio;
- capacità di ricostruire i profili storici ed evolutivi del diritto costituzionale.
Prerequisiti e modalità di esame
Al termine del primo semestre gli studenti iscritti al primo anno, in base al programma preparato, avranno la possibilità di sostenere la prima parte dell'esame, in forma orale, negli appelli di dicembre, gennaio e febbraio (non sarà invece possibile per gli studenti iscritti al primo anno sostenere prima di giugno l'esame intero).
Materiale didattico e bibliografia
a) Tutti gli studenti potranno preparare l'esame studiando il manuale M. D'Amico, G. D'Elia, Diritto costituzionale, Milano, Franco Angeli, 2012 e il materiale pubblicato sulla piattaforma Ariel.
In alternativa, i soli studenti non frequentanti potranno preparare l'esame sul manuale R. Bin, G. Pitruzzella, Diritto costituzionale, Giappichelli, ultima edizione disponibile.

b) Tutti gli studenti dovranno preparare la parte relativa alla magistratura su N. Zanon - F. Biondi, Il sistema costituzionale della magistratura, Zanichelli 2014, capitoli I, II, III.
In alternativa, tutti gli studenti potranno studiare 4 capitoli a scelta del volume M. D'Amico, I diritti contesi, Franco Angeli, 2016.

c) Tutti gli studenti dovranno inoltre conoscere i contenuti del volume M. D'Amico, G. Arconzo, S. Leone, Come cambia la Costituzione. Guida alla lettura della revisione costituzionale, Giappichelli, 2016.
Periodo
annuale
Cognomi R-Z
Edizione attiva
Responsabile
Programma
Il corso ha per oggetto l'illustrazione degli istituti fondamentali dell'ordinamento costituzionale italiano, e si divide in due parti.

1) Nella prima parte, che si svolgerà nel primo semestre, verranno fornite le nozioni introduttive ai concetti di ordinamento giuridico, costituzione, e stato; si analizzerà poi l'evoluzione delle forme di stato e di governo e l'origine della costituzione vigente, e si approfondirà l'esame della forma di governo delineata dalla vigente costituzione italiana, partendo dai diritti politici e dal sistema elettorale per poi analizzare specificamente la struttura e funzioni del parlamento, la posizione costituzionale del presidente della repubblica, la composizione del governo e il rapporto fiduciario, lo statuto costituzionale della pubblica amministrazione; infine, saranno studiate le fonti del diritto di origine statale e i criteri ordinatori del sistema delle fonti del diritto.

2) Nella seconda parte del corso, che si svolgerà nel secondo semestre, verranno affrontati gli argomenti relativi allo statuto, all'organizzazione e alla forma di governo delle autonomie territoriali, alle relative fonti e al loro rapporto con la normazione statuale; si tratterà poi del rapporto tra diritto interno e diritto internazionale, dell'ordinamento dell'unione europea e del rapporto tra diritto interno e diritto dell'unione; particolare attenzione sarà dedicata all'esame del sistema costituzionale della magistratura, con le relative garanzie di indipendenza, e alla composizione, ruolo e funzioni della corte costituzionale; infine, sarà oggetto di studio il sistema delle libertà relative ai rapporti civili, etico sociali ed economici.

Obiettivi formativi e risultati di apprendimento attesi

- Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve dimostrare di avere acquisito una buona conoscenza del sistema costituzionale italiano, e una buona capacità di comprendere il dato normativo - in particolare il testo costituzionale e le leggi collegate - cogliendolo nella sua dimensione letterale, storica e sistematica.

- Capacità applicative: lo studente deve dimostrare di sapere applicare le nozioni apprese a contesti concreti e casi specifici, individuando, interpretando e applicando le norme di volta in volta applicabili.

- Autonomia di giudizio: lo studente deve essere in grado di assumere posizioni argomentate e giuridicamente sostenibili in relazione ai problemi aperti, alle aree di crisi degli istituti costituzionali, ai progetti di riforma.

- Abilità nella comunicazione: lo studente deve dimostrare di saper esporre le nozioni acquisite con coerenza argomentativa, rigore sistematico e proprietà di linguaggio.

- Capacità di apprendere: lo studente deve dimostrare di aver acquisito capacità di apprendimento idonee al proseguimento degli studi giuridici, con particolare riferimento all'approfondimento della conoscenza degli ulteriori ambiti del diritto pubblico (diritto amministrativo, processuale, penale, giustizia costituzionale e diritto internazionale e comunitario).
Informazioni sul programma
Il Prof. Marco Cuniberti riceve gli studenti su appuntamento da concordare via mail all'indirizzo marco.cuniberti@unimi.it.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame consiste in un colloquio orale, volto a verificare le conoscenze e le capacità di comprensione, applicative e di rielaborazione acquisite dallo studente.
Al termine del primo semestre gli studenti potranno sostenere la prima parte dell'esame, in forma orale: resta comunque salva, per tutti gli studenti, la possibilità di sostenere l'esame integralmente, ma solo a partire dalla conclusione integrale del corso (fine del mese di maggio 2017).
Metodi didattici
Il corso si articola in 91 ore di didattica frontale, distribuite tra primo e secondo semestre. La frequenza è facoltativa.
Accanto alle lezioni di base, tenute dal docente, potranno essere previste attività integrative, con l'obiettivo di approfondire alcune specifiche tematiche della materia, anche attraverso l'esame di casi pratici, al fine di far cogliere agli studenti, sin dall'inizio del loro percorso formativo, l'importanza della dimensione concreta delle problematiche di volta in volta analizzate: ulteriori informazioni sui moduli attivati saranno fornite direttamente a lezione dal docente e sul sito internet del corso.
Materiale didattico e bibliografia
Per la preparazione dell'esame si richiede, oltre ad un attento studio del testo costituzionale vigente e delle principali leggi complementari (agevolmente reperibili anche in internet), lo studio del manuale di R. Bin - G. Pitruzzella, Diritto costituzionale, Torino, Giappichelli, ultima edizione disponibile.
Per la parte relativa ai principi costituzionali in tema di magistratura è richiesto inoltre lo studio di N. Zanon - F. Biondi, Il sistema costituzionale della magistratura, Zanichelli, Bologna 2014, 4ª edizione riveduta e ampliata, da pag. 1 a pag. 166 (Introduzione più capitoli I, II, III).

IMPORTANTE: qualora, all'esito del referendum previsto per l'autunno 2016, la riforma costituzionale già approvata dalla Camere dovesse essere definitivamente approvata, a partire dall'appello di dicembre 2016 sarà richiesta anche la conoscenza dei contenuti della riforma, con particolare riferimento alle modifiche del bicameralismo e al rapporto stato - regioni. A lezione, e sul sito internet del corso, verranno fornite tutte le indicazioni utili per il reperimento dei materiali di studio.
Periodo
annuale
Periodo
annuale
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Riceve previo appuntamento per e-mail, oppure alla fine della lezione o agli esami
Ricevimento:
Riceve su appuntamento da concordare via E-mail: marco.cuniberti@unimi.it
Ricevimento:
Martedì, h. 10.30.
Dipartimento di Diritto pubblico italiano e sovranazionale - Sezione di Diritto costituzionale - piano terra - stanza docente
Ricevimento:
Il mercoledì previo appuntamento.
Dipartimento di Diritto pubblico italiano e sovranazionale - sezione di Diritto costituzionale
Ricevimento:
Venerdi' 13.30 - 15.30, previo appuntamento
Biblioteca di Diritto Amministrativo e Diritto Costituzionale
Ricevimento:
Previo Appuntamento da concordare scrivendo a: lorenza.violini@unimi.it