Diritto penale della pubblica amministrazione

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Lezioni: 45 ore
Programma
Parte generale
1. Il concetto penalistico di "pubblica amministrazione".
2. Oggettività giuridica "generica" e "specifica"
3. Il sindacato del giudice penale sull'attività amministrativa.
4. La riforma del 1990 e gli interventi normativi successivi.
5. Qualifiche soggettive pubblicistiche, dolo ed errore.
6. Il concorso dell'estraneo.
7. Il funzionario comunitario, i membri delle istituzioni comunitarie e il pubblico funzionario straniero.
8. Disposizioni patrimoniali: le ipotesi di confisca obbligatoria.

Parte speciale
· Le varie forme di peculato.
· I delitti di illecita destinazione e percezione di pubbliche erogazioni.
· La concussione.
· I delitti di corruzione.
· L'induzione indebita a dare o promettere utilità.
· Il delitto di abuso d'ufficio.
· I delitti relativi ai segreti d'ufficio.
· I delitti di rifiuto e omissione di atti d'ufficio.
· L'interruzione di un servizio pubblico o di pubblica necessità.
· I reati di sottrazione o danneggiamento di cosa sottoposta a sequestro disposto nel corso di un procedimento penale o dall'Autorità amministrativa.
Metodi didattici
Nell'ambito del corso saranno organizzati dei seminari di approfondimento con partecipazione attiva degli studenti frequentanti.
Materiale didattico e bibliografia
Carlo Benussi, Diritto penale della Pubblica Amministrazione, Cedam-Wolters Kluwer, 2016, pp. 1-569 e da p. 625 a 661.

È indispensabile, fin dall'inizio delle lezioni, l'uso del codice penale.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi