Genetica

A.A. 2017/2018
Insegnamento per
8
Crediti massimi
76
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso intende fornire agli studenti le conoscenze di base di genetica, utili per affrontare qualsiasi indirizzo di studio successivo al primo anno interfacoltà. Sarà trattato lo studio dei meccanismi che regolano la trasmissione dei caratteri ereditari.

Struttura insegnamento e programma

Linea 1
Edizione attiva
Responsabile
Esercitazioni: 24 ore
Lezioni: 52 ore
Programma
● Basi fisiche dell'eredità. Cromosomi, mitosi, meiosi e cicli biologici di eucarioti e procarioti. Ciclo cellulare. Cenni alla replicazione del DNA.
● Trasmissione dei caratteri. Eredità mendeliana: segregazione e assortimento indipendente dei caratteri. Alleli multipli. Elaborazione statistica della segregazione mendeliana. Analisi dell'eredità mendeliana nell'uomo: alberi genealogici. Gruppi sanguigni e disconoscimento di paternità. Eredità legata al sesso. Determinazione genetica del sesso.
● Teoria cromosomica dell'eredità, concatenazione e ricombinazione. Crossing-over meiotico. Mappatura dei geni negli organismi diploidi: distanza di mappa, interferenza. Crossing-over mitotico e mosaici.
● Funzione del gene: l'ipotesi un gene-un enzima. Interazione tra geni. Complementazione. Ricombinazione intragenica.
● Genetica dei microrganismi. Batteri: mutanti e loro selezione. Plasmidi. Batteriofagi: fagi virulenti e temperati. Trasferimento di materiale genetico tra batteri per trasformazione, coniugazione, trasduzione.
● Struttura del gene procariotico ed eucariotico. Cenni alla trascrizione nei procarioti e negli eucarioti. Traduzione, codice genetico e sue caratteristiche.
● Cambiamenti nella struttura del genoma. Mutazioni geniche: base molecolare delle mutazioni e loro frequenza. Reversione e soppressione delle mutazioni.
● Mutazioni cromosomiche: delezioni, duplicazioni, inversioni e traslocazioni.
● Mutazioni genomiche: euploidia e aneuploidia. Allopoliploidia.
● Mutagenesi e principali meccanismi di riparazione del DNA.
● Regolazione dell'espressione genica nei procarioti: esempio dell'operone lattosio e dell'operone triptofano.
● Manipolazione del materiale genetico. Endonucleasi di restrizione. Clonazione di geni. Vettori per il clonaggio.
● Genetica delle popolazioni. Struttura genetica delle popolazioni. Equilibrio e legge di Hardy-Weinberg. Variazione delle frequenze geniche: mutazione, selezione, migrazione e deriva genetica.
Prerequisiti e modalità di esame
La prova scritta di esame consiste in una serie di domande aperte, a volte richiedenti la risoluzione di problemi genetici. Le domande coprono l'intera materia del corso. Tempo disponibile due ore.
Metodi didattici
Modalità di frequenza: obbligatoria;
modalità di erogazione: tradizionale.
Materiale didattico e bibliografia
Russell, Genetica, Pearson, 3 ed, 2010
Snustad-Simmons, Principi di Genetica, EdiSES, 4 ed. 2010
Periodo
Secondo semestre
Linea 2
Edizione attiva
Responsabile
Esercitazioni: 24 ore
Lezioni: 52 ore
Programma
● Basi fisiche dell'eredità. Cromosomi, mitosi, meiosi e cicli biologici di eucarioti e procarioti. Ciclo cellulare. Cenni alla replicazione del DNA.
● Trasmissione dei caratteri. Eredità mendeliana: segregazione e assortimento indipendente dei caratteri. Alleli multipli. Elaborazione statistica della segregazione mendeliana. Analisi dell'eredità mendeliana nell'uomo: alberi genealogici. Gruppi sanguigni e disconoscimento di paternità. Eredità legata al sesso. Determinazione genetica del sesso.
● Teoria cromosomica dell'eredità, concatenazione e ricombinazione. Crossing-over meiotico. Mappatura dei geni negli organismi diploidi: distanza di mappa, interferenza. Crossing-over mitotico e mosaici.
● Funzione del gene: l'ipotesi un gene-un enzima. Interazione tra geni. Complementazione. Ricombinazione intragenica.
● Genetica dei microrganismi. Batteri: mutanti e loro selezione. Plasmidi. Batteriofagi: fagi virulenti e temperati. Trasferimento di materiale genetico tra batteri per trasformazione, coniugazione, trasduzione.
● Struttura del gene procariotico ed eucariotico. Cenni alla trascrizione nei procarioti e negli eucarioti. Traduzione, codice genetico e sue caratteristiche.
● Cambiamenti nella struttura del genoma. Mutazioni geniche: base molecolare delle mutazioni e loro frequenza. Reversione e soppressione delle mutazioni.
● Mutazioni cromosomiche: delezioni, duplicazioni, inversioni e traslocazioni.
● Mutazioni genomiche: euploidia e aneuploidia. Allopoliploidia.
● Mutagenesi e principali meccanismi di riparazione del DNA.
● Regolazione dell'espressione genica nei procarioti: esempio dell'operone lattosio e dell'operone triptofano.
● Manipolazione del materiale genetico. Endonucleasi di restrizione. Clonazione di geni. Vettori per il clonaggio.
● Genetica delle popolazioni. Struttura genetica delle popolazioni. Equilibrio e legge di Hardy-Weinberg. Variazione delle frequenze geniche: mutazione, selezione, migrazione e deriva genetica.
Prerequisiti e modalità di esame
La prova scritta di esame consiste in una serie di domande aperte, a volte richiedenti la risoluzione di problemi genetici. Le domande coprono l'intera materia del corso. Tempo disponibile due ore.
Metodi didattici
Modalità di frequenza: obbligatoria;
modalità di erogazione: tradizionale.
Materiale didattico e bibliografia
Russell, Genetica, Pearson, 3 ed, 2010
Snustad-Simmons, Principi di Genetica, EdiSES, 4 ed. 2010
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Riceve su appuntamento
Studio della Docente c/o DiSAA, Via Celoria,2, 20133 Milano
Ricevimento:
Please write me for an appointment by email
Via Celoria 26, Milano - Tower A, Fifth floor