Organizzazione internazionale

A.A. 2017/2018
Insegnamento per
9
Crediti
60
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding) dei paradigmi interpretativi, dei concetti e dei temi basilari inerenti al diritto internazionale, al fine di fornire gli strumenti di base per la comprensione e l'interpretazione in chiave giuridica di situazioni sociali complesse caratterizzate da crescente interdipendenza su scala globale, con specifico riferimento alle più recenti esperienze della cooperazione tra gli Stati, in particolare nell'ambito delle Organizzazioni internazionali governative.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding) dei principali concetti del diritto internazionale contemporaneo all'analisi di situazioni complesse, con riferimento alle sfide che vedono impegnata la Comunità internazionale, contribuendo allo sviluppo di un approccio interdisciplinare.
Edizione unica
Edizione attiva
Responsabile
Lezioni: 60 ore
Docente: Sandrini Lidia
STUDENTI FREQUENTANTI
Programma
I soggetti e gli attori nella Comunità internazionale. Il diritto internazionale generale e le sue fonti. L'accordo nel sistema delle fonti e il diritto dei trattati. L'adattamento del diritto interno al diritto internazionale e dell'Unione europea. Sovranità territoriale, "jurisdiction" e regole di immunità. Risoluzione pacifica e prevenzione delle controversie internazionali. Illecito e responsabilità. L'uso della forza e il sistema di sicurezza collettiva delle Nazioni Unite. L'individuo e la tutela internazionale dei diritti umani. Il diritto del mare. Tutela internazionale dell'ambiente. Tutela internazionale dei beni culturali. Diritto internazionale dell'economia.
Informazioni sul programma
Saranno oggetto di studio le caratteristiche dell'ordinamento giuridico internazionale e i principali strumenti giuridici della cooperazione tra Stati. Particolare attenzione sarà riservata alle organizzazioni internazionali intergovernative (tra queste, in primo luogo, le Nazioni Unite e i suoi istituti specializzati). Gli approfondimenti tematici potranno essere dedicati 1) al sistema di sicurezza collettiva delle Nazioni Unite; 2) all'azione delle organizzazioni internazionali finanziarie in relazione alla crisi economica attuale; 3) alla tutela internazionale dei diritti umani; 4) alla cooperazione per lo sviluppo.
Prerequisiti e modalità di esame
La verifica delle competenze acquisite avverrà attraverso diverse modalità di accertamento. Durante il corso si terranno prove scritte, in forma di test a risposta multipla e in forma di domanda aperta, prevalentemente al fine di monitorare l'acquisizione degli aspetti teorici della materia con specifico riferimento agli argomenti approfonditi in aula. Rispetto a tali argomenti potranno inoltre inoltre essere proposti lavori individuali di approfondimento che permetteranno di valutare la capacità di leggere e interpretare situazioni complesse attinenti alla attuale dinamica dei rapporti internazionali in chiave giuridica, nonché di applicare i principali concetti del diritto internazionale a casi di studio in una prospettiva di problem solving. Negli appelli d'esame ordinari sarannougualmente somministrate prove scritte finalizzate anche a dare agli studenti la possibilità di mettere in luce, oltre alle capacità sopra menzionate, anche quellaargomentare in maniera critica, utilizzando un appropriato linguaggio tecnico giuridico, sui diversi temi oggetto del programma di studio.
Metodi didattici
Durante il corso saranno adottate modalità didattiche diversificate, al fine di trasmettere non solo una conoscenza teorica ma, altresì, una adeguata capacità di applicare i concetti acquisiti a situazioni concrete. Alla didattica frontale svolta con l'ausilio della proiezione di slide, si affiancheranno momenti di discussione relativi ai temi di attualità rispetto ai quali si evidenzia l'utilità di una analisi in chiave giuridica attraverso le nozioni oggetto di studio; si procederà inoltre all'esame di materiali quali sentenze e atti normativi, allo scopo di sviluppare una adeguata capacità di lettura e interpretazione dei testi giuridici. Tali attività saranno supportate dall'utilizzo di un apposito sito Ariel, dove gli studenti potranno reperire sia i materiali didattici, sia ogni notizia utile ai fini del corso. Saranno altresì proposti seminari facoltativi di ricerca giuridica attraverso l'utilizzo delle risorse della biblioteca digitale di ateneo.
Materiale didattico e bibliografia
S. Bariatti - S.M. Carbone - M. Condinanzi - M. Frigo - L. Fumagalli - P. Ivaldi - R. Luzzatto - F. Munari - B. Nascimbene - I. Queirolo - A. Santa Maria - L. Schiano Di Pepe, Istituzioni di diritto internazionale, Torino (Giappichelli Editore), 5° ed., 2016
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Programma
I soggetti e gli attori nella Comunità internazionale. Il diritto internazionale generale e le sue fonti. L'accordo nel sistema delle fonti e il diritto dei trattati. L'adattamento del diritto interno al diritto internazionale e dell'Unione europea. Sovranità territoriale, "jurisdiction" e regole di immunità. Risoluzione pacifica e prevenzione delle controversie internazionali. Illecito e responsabilità. L'uso della forza e il sistema di sicurezza collettiva delle Nazioni Unite. L'individuo e la tutela internazionale dei diritti umani. Il diritto del mare. Tutela internazionale dell'ambiente. Tutela internazionale dei beni culturali. Diritto internazionale dell'economia.
Prerequisiti e modalità di esame
La verifica delle competenze acquisite avverrà attraverso un esame scrtitto, volto a verificare sia l'acquisizione degli aspetti teorici della materia, sia lo sviluppo della capacità di applicare tali nozioni per leggere, comprendere e analizzare in chiave giuridica i complessi fenomeni che caratterizzano l'attuale dinamica dei rapporti internazionali. Saranno altresì oggetto di valutazione la capacità di argomentare in maniera critica utilizzando un adeguato linguaggio tecnico giuridico.
Materiale didattico e bibliografia
S. Bariatti - S.M. Carbone - M. Condinanzi - M. Frigo - L. Fumagalli - P. Ivaldi - R. Luzzatto - F. Munari - B. Nascimbene - I. Queirolo - A. Santa Maria - L. Schiano Di Pepe, Istituzioni di diritto internazionale, Torino (Giappichelli Editore), 5° ed., 2016
Periodo
Secondo trimestre
Periodo
Secondo trimestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Martedì, h. 15.00-. VARIAZIONE: il ricevimento di martedì 23 luglio è postiticpato alle ore 17.30
Dipartimento di Studi Internazionali, Giuridici e Storico-Politici - Via Conservatorio n. 7, terzo piano, stanza 24