Sociologia della criminalità organizzata

A.A. 2017/2018
Insegnamento per
6
Crediti
40
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso si propone di fornire le basi cognitive e interpretative dei principali fenomeni di criminalità organizzata. Ne definisce schemi e le caratteristiche nella storia italiana e propone una lettura della loro evoluzione in funzione dei fattori economici, sociali, culturali, demografici - nazionali e internazionali. Fornisce poi un'analisi integrativa delle più rilevanti, nuove forme di criminalità etnica operanti in Italia. In questo quadro le organizzazioni criminali vengono trattate come organizzazioni orientate a una specifica combinazione di potere e profitto e fondate su specifici valori e legami associativi. Si adattano quindi i modelli e le categorie della scienza economica e organizzativa: struttura, strategia, risorse, territorio, motivazioni, cultura, confini, relazioni ambientali, leadership, innovazione, network. Lo scopo è di offrire agli studenti gli strumenti concettuali più utili per comprendere le dinamiche criminali che segnano le trasformazioni
del nostro paese nel contesto internazionale.
Edizione unica
Edizione attiva
Responsabile
STUDENTI FREQUENTANTI
Programma
Il primo modulo svolge una funzione di alfabetizzazione. Le principali organizzazioni di stampo mafioso italiane. Le loro differenze e il loro denominatore comune. La definizione sociologica e la definizione giuridica di modello mafioso. Periodizzazioni storiche tra continuità e trasformazione, e il rapporto delle grandi dinamiche criminali con il contesto socio-istituzionale del Paese. Il fenomeno dell'espansione al di fuori delle regioni di origine. I quadri descrittivi e interpretativi dei processi di colonizzazione. Il secondo modulo allarga gli orizzonti analitici attingendo alla sociologia economica e dell'organizzazione. Il ruolo e le specificità dell'impresa mafiosa. Il dibattito sulla modernità della mafia. Le figure dell'imprenditore-mafioso e del mafioso-imprenditore. L'incontro tra economia legale ed economia illegale. Le forme storico-sociali dell'antimafia e la nascita dell'impresa "antimafiosa"
Informazioni sul programma
Il materiale di riferimento di tutti e due i moduli può essere diversamente concordato con il docente sulla base di specifici interessi e di un coerente progetto di studio individuale o di gruppo. In ogni caso tutti i testi dovranno essere preparati privilegiando e sviluppando l'approccio disciplinare proposto nel corso.
Propedeuticità
Sociologia generale, Sociologia Economica o Sociologia dell'Organizzazione.
Prerequisiti e modalità di esame
Prova orale. volta ad accertare il grado di padronanza dell'impianto generale, dei concetti e degli schemi teorici trattati nel Corso e di leggere scenari e contesti, e di collegarvi in modo maturo e consapevole i contenuti dei testi.
Metodi didattici
Lezioni, integrate da testimonianze e dalla presentazione/discussione dei più importanti risultati di ricerca ottenuti nell'anno in corso dal docente e dai suoi collaboratori. L'insegnamento si articola inoltre in ulteriori esperienze di laboratorio e di università itinerante, oggetto di separato riconoscimento di crediti formativi
Materiale didattico e bibliografia
Per il primo modulo una delle seguenti scelte:1) F. Barbagallo, Storia della camorra, Laterza, 2010; 2) E. Ciconte, 'Ndrangheta, Rubbettino, 2011, e G. Pignatone e M. Prestipino, Il contagio, Laterza, 2012;
3) N. dalla Chiesa, Contro la mafia, Einaudi, 2010; oppure Passaggio a Nord. La colonizzazione mafiosa, Edizioni Gruppo Abele, 2016; 4) S. Lupo, Storia della mafia, Donzelli, 2004. Per il secondo modulo una delle seguenti scelte: 1) N. dalla Chiesa, L'impresa mafiosa, Cavallotti University Press, 2012; 2) E. Fantò, L'impresa a partecipazione mafiosa, Dedalo, 1999; 3) R. Sciarrone, Mafie vecchie, mafie nuove, Donzelli, 2009. Si consiglia inoltre una delle seguenti letture critiche: N. dalla Chiesa, Manifesto dell'Antimafia, Einaudi, Torino, 2014; N. dalla Chiesa, Una strage semplice, Melampo, Milano, 2017; A. Dino, La mafia devota, Laterza, Roma-Bari, 2008; G. Falcone, Cose di Cosa Nostra, Rizzoli, Milano, 1991 (con M. Padovani); F. Forgione, Mafia Export, Dalai, Milano, 2009; O. Ingrascì, Donne d'onore, Bruno Mondadori, Milano, 2007; U. Santino, Storia del movimento antimafia, Editori Riuniti Univ. Press, Roma, 2010; N. dalla Chiesa (con L. Ioppolo, M. Mazzeo e M. Panzarasa), La scelta Libera. Giovani nel movimento antimafia, Edizioni Gruppo Abele, Torino, 2014. Per consultazioni: M. Mareso e L. Pepino (a cura di), Dizionario enciclopedico di mafie e antimafia, Edizioni Gruppo Abele, Torino, 2013
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Programma
Corrisponde agli argomenti dei libri di testo
Prerequisiti e modalità di esame
Esame orale, volto ad accertare il livello delle conoscenze acquisite, la maturità delle capacità di analisi e di orientamento e l'autonomia di riflessione
Materiale didattico e bibliografia
Uguale, salvo il materiale didattico d'aula
Periodo
Terzo trimestre
Periodo
Terzo trimestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Nel mese di luglio: martedì 2 luglio ore 14.30; lunedì 8 luglio ore 17.00; martedì 16 luglio ore 9.00; lunedì 22 luglio ore 9.00 (sempre a esaurimento)
stanza 19 - 1° piano