Corso professionalizzante interdisciplinare 1

A.A. 2017/2018
Insegnamento per
12
Crediti massimi
104
Ore totali
SSD
M-EDF/01 MED/05 MED/09 MED/13 MED/34 MED/36 MED/37 MED/48 MED/50
Lingua
Italiano

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Diagnostica per immagini e radioterapia
MED/36 - DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA - CFU: 1
Lezioni: 16 ore
Docente: Lucignani Giovanni

Endocrinologia
MED/13 - ENDOCRINOLOGIA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore
Docente: Vitale Giovanni

Medicina fisica e riabilitativa
MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore

Medicina interna
MED/09 - MEDICINA INTERNA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore
Docente: Mari Daniela

Metodi e didattiche delle attività motorie
M-EDF/01 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA MOTORIE - CFU: 2
Lezioni: 16 ore
Docente: Lucini Daniela

Neuroradiologia
MED/37 - NEURORADIOLOGIA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore
Docente: Triulzi Fabio Maria

Patologia clinica
MED/05 - PATOLOGIA CLINICA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore

Scienze infermieristiche tecniche neuro-psichiatriche e riabilitative
MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE - CFU: 2
Lezioni: 16 ore

Scienze tecniche mediche e applicate
MED/50 - SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE - CFU: 2
Lezioni: 16 ore

Medicina interna
Programma
Programma del modulo:
Telemedicina
- Attività fisica come promozione dell'invecchiamento sano e attivo: progetti Commissione Europea
- Le cadute nell'anziano, fattori di rischio
- La malnutrizione nell'anziano
- Demografia dell'Invecchiamento e ricadute economiche
- Misurare in riabilitazione geriatrica.
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni frontali.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
Esame scritto.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Vitale G, Cesari M, Mari D. Aging of the endocrine system and its potential impact on sarcopenia. Eur J Intern Med. 2016;35:10-15.
- Wysokiński A Sobów T, Kłoszewska I, Kostka T. Mechanisms of the anorexia of aging- A review.
- Age (Dordr). 2015;37:81 Cesari M, Pérez-Zepeda MU, Marzetti E. Frailty and Multimorbidity: Different Ways of Thinking About Geriatrics. J Am Med Dir Assoc. 2017;18(4):361-364.
- Janko Nikolich-Žugich et al. Preparing for an Aging World: Engaging Biogerontologists, Geriatricians, and the Society. J Gerontol A Biol Sci Med Sci. 2016;71(4): 435-444.
- Al Dossar S,, Martin-Khan MG, Bradford N K., Armfield NR. and Smith AC. The Development of a Telemedicine Planning Framework Based on Needs Assessment J Med Syst 2017; 41:74.
- Rimland JM et al. Effectiveness of Non-Pharmacological Interventions to Prevent Falls in Older People: A Systematic Overview. The SENATOR Project ONTOP Series. PLoS One. 2016; 11.
Medicina fisica e riabilitativa
Programma
Programma del modulo:
Classificazione rispetto a misura: principi generali. Spiegazione di varianza prodotta dalla classificazione. Interazione rispetto a effetti principali
- Alberi decisionali per giungere alla classificazione. Il "triage" di pronto soccorso.
- Perché classificare: creare un modello con il quale confrontare ciò che si osserva effettivamente.
- Previsione su "gruppi" invece che di previsioni individuali (index systems)
- Lo scopo determina il modello: modelli prospettici e retrospettivi. Previsione di costi o di outcome.
- Previsione prospettica o retrospettiva. Sistemi misti ("contaminazione" retrospettiva).
- Problema tecnico: generalizzabilità del modello classificativo a futuri campioni.
- Riabilitazione: sistema classificativo "per diagnosi" (DRG) o per "funzione (FRG).
- Problema tecnico: credibilità dei punteggi su scale funzionali. Soluzioni possibili.
- Problema tecnico: gaming (comportamenti clinici opportunistici). Soluzioni possibili.
- L'esempio del sistema FIM™ e FIM™-FRG: sperimentazioni internazionali ed italiane.
- Sperimentare un sistema classificativo in concreto: la sperimentazione neutral budget.
- Il sistema ICF- OMS: equivoci terminologici e di metodo. Non è un sistema classificativo ma è un glossario standard.
- Classificazione e tariffazione delle unità di degenza riabilitativa in Lombardia: criteri ispiratori della nuova normativa (livelli di complessità)
- Le diverse tipologie di degenze a partire dalla Stroke Unit , per passare alle degenze riabilitative (specialistica post-acuta vs estensiva), sui diversi requisiti per accedere ad ognuna e sul tipo di assistenza clinica e riabilitative fornita al paziente.
- Tipologia di assistenza in Cure Aubacute, ambulatoriale (ambulatorio vs Macro Attività Ambulatoriale Complessa) e l'assistenza territoriale (domiciliare vs CreG) fornita dalla regione Lombardia.
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni frontali.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
Esame scritto.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Regione Lombardia. DGR X/1185 del 20.12.2013, All 3- Sub-allegato C
- Tesio L. Il Sistema FIM-FRG per lal classificazione dei ricoveri riabilitativi: applicazioni alla riabilitazione in geriatria. Giorn Geront (Firenze), 1997;45:645-653
- Tesio L. Case-mix classification systems. The specific case for rehabilitation. Eura Medicophys 2003;39:201-204
- Tesio L. La valutazione funzionale in Medicina Riabilitativa: principi e metodi. In: Encyclopédie Médico-Chirurgicale (edizione italiana) 2005;41,1:1-6
DRG VIII/47 99 del 30/05/2007. Disposizioni in merito di attività sanitarie
- Spread - Stroke Prevention and Educational Awareness Diffusion. Linee guida per la prevenzione e cura dell'ictus cerebrale.
Diagnostica per immagini e radioterapia
Programma
Programma del modulo:
FONDAMENTI FISICI DELLA RADIAZIONE
- Proprietà delle radiazioni ionizzanti.
- Interazioni delle radiazioni direttamente ionizzanti. Interazioni delle radiazioni indirettamente ionizzanti.
RISCHI DA RADIAZIONE E DOSIMETRIA
- Effetti biologici delle radiazioni.
- Analisi Rischi/Benefici.
- Ottimizzazione della dose. Dose assorbita, equivalente di dose, dose efficace, loro unità di misura.
RADIOPROTEZIONE
- Normativa di radioprotezione.
- Uso dei dispositivi di protezione individuale.
- Esposizioni potenziali.
- Incidenti che implicano sovra esposizioni alle radiazioni ionizzanti.
PRATICHE RADIOLOGICHE CHE RICHIEDONO SPECIALE ATTENZIONE
- Gravidanza potenziale e in atto.
- Neonati e infanzia.
GESTIONE DEL PAZIENTE E SUA RADIOPROTEZIONE
- Giustificazione ed esposizione individuale.
- Consenso informato
- Utilizzo appropriato di precedenti informazioni cliniche e tecniche, e procedure alternative.
- Definizione e utilizzo dei livelli diagnostici di riferimento.
RADIODIAGNOSTICA
- Elementi di tecnica radiologica
- Raggi X (natura e produzione)
- Scelta e uso di apparecchiature per radiodiagnostica.
- Fattori che influenzano la dose di radiazioni.
- Dosimetria
- Assicurazione e controllo di qualità.
- Fluoroscopia
Department of Pathophysiology and Transplantation
- Fluoroscopia digitale
TC.
- Procedure interventistiche
- Imaging vascolare
- Qualità dell'immagine in rapporto alla dose
- Corretto utilizzo dei mezzi di contrasto
RADIOTERAPIA
- Produzione di radiazioni ionizzanti. Radiobiologia
- Indicazioni della radioterapia
- Procedure e apparecchiature di radioterapia: Dosimetria
- Radio sensibilizzazione
- Volumi bersaglio
- Radioprotezione e normative specifiche per la radioterapia.
- Effetti collaterali precoci e tardivi
MEDICINA NUCLEARE
- Struttura atomica e radioattività
- Decadimento radioattivo
- Indicazioni delle indagini medico nucleari.
- Procedure, strumentazione e apparecchiature per la Medicina Nucleare. Assicurazione di qualità e controlli di qualità
- Radiofarmaci
- Preparazione di dosi individuali
- Calibrazione delle dosi
- Radioprotezione e normativa specifica in medicina nucleare.
- Protezione di organi a rischio
- Gravidanza e allattamento
- Disposizioni particolari per i pazienti portatori di radioattività
- Procedure per i rifiuti radioattivi.
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni frontali.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
Esame scritto.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Diapositive e sintesi del corso sotto forma di domande e risposte per la verifica dell'apprendimento
- La Radioprotezione nelle attività sanitarie - Manuale informativo della Regione Toscana
- Pubblicazione "La radioprotezione nelle attività sanitarie"
(http://www.ospedalesicuro.eu/attachments/article/191/RadIoniz_RegLomb20…)".
Neuroradiologia
Programma
Programma del modulo:
Che cosa è la Neuroradiologia
- Gli aspetti logistici in una Servizio di Neuroradiologia
- Le esigenze organizzative nell'ambito dell'attività diagnostica
- Le esigenze organizzative nell'ambito della Neuroradiologia Interventistica
- Un esempio sul campo: il PDTA dello stroke ischemico
- Esempi di gestione integrata delle risorse tecnologiche con strutture affini
- L'ottimizzazione dei percorsi per le diverse tipologie di pazienti
- Progettare un nuovo servizio.
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni frontali.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
Esame scritto.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Management in Radiologia di Carriero, Centonze e Scarabino, disponibile gratuitamente per consultazione su Google Books.
Scienze infermieristiche tecniche neuro-psichiatriche e riabilitative
Programma
Programma del modulo:
Storia della formazione della professione sanitaria in Italia
Storia della professione sanitaria ed evoluzione della formazione: (corsi biennali, Scuole Dirette a fini Speciali, Scuole Regionali, Diplomi Universitari, Laurea di I livello, Laurea specialistica- magistrale e Master)
- Ordinamenti e Regolamenti: contenuti e finalità
- Riforma degli Ordinamenti e riordino dei percorsi di studio
- Riforma Gelmini: riorganizzazione degli Atenei e dei Corsi di Laurea
L'Università in Italia: modelli organizzativi
- Cariche accademiche e ruoli universitari
- Dottorati, Assegni di Ricerca
- Cenni sul processo di accreditamento dei corsi di studi secondo il modello AVA-Anvur (Scheda SUA: contenuti e finalità; Scheda del Riesame: contenuti e finalità)
Il profilo professionale
- Norme e contenuti dei Profili Professionali nella Classe 2.
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni frontali.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
Esame scritto.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Slide e bibliografia a cura del Docente e disponibile sul sito ARIEL Docente.
Scienze tecniche mediche e applicate
Programma
Programma del modulo:
IPOVISIONE, NELL'ADULTO E NEL BAMBINO
Definizione e classificazione dell'ipovisione
Dati Epidemiologici
- RIABILITAZIONE e RI-ABILITAZIONE in IPOVISIONE
- LA RIABILITAZIONE DELLE DISABILITA' VISIVE IN ETA' ADULTA
La normativa
I centri ipovisione
La valutazione Funzionale
La riabilitazione visiva nell'adulto
Gli ausili posturali, visivi, elettronici e tiflologici
- LA RI-ABILITAZIONE NELL'INFANZIA E NELL'ETA' EVOLUTIVA
Principali cause
La valutazione funzionale e il ruolo dell'ortottista.
La ri-abilitazione visiva e neuropsicovisiva
La riabilitazione in età prescolare
La riabilitazione in età scolare
Gli strumenti di supporto
- RICONOSCIMENTO DELL'INVALIDITÀ CIVILE NELLE DISABILITÀ VISIVE, PRESCRIZIONE DI AUSILI, LEGGE 104
Legge 104/92
Legge 284 /97
Decreto Ministeriale 27 agosto 1999, n.332
Legge 138-2001
- AUSILI, PROTESI E ORTESI PER DISABILI
La prescrizione di ausili per disabili secondo il DPCM Gentiloni 12 gennaio 2017 Gentiloni sui LEA
Prescrizione,
Autorizzazione
Fornitura
Collaudo
Nomenclatore tariffario (riconducibilità di un ausilio)
Il programma riabilitativo (o piano terapeutico)
Esempio di prescrizione Ausilio per ipovisione Mod.03 e Piano Terapeutico
(simulazioni di compilazioni )
Protocollo Diagnostico e Riabilitativo in Ipovisione
Esempio di Cartella Informatizzata.
La figura del logopedista, normativa:
- DM 742/94;Codice Deontologico
- Associazione professionale
- Obblighi formativi
Paziente migrante e professionista sanitario: implicazioni
- Dati statistici relativi all'immigrazione in Italia
- Migranti, salute e Servizi Sanitari
- Competenze cliniche, comunicative e interculturali
- Strumenti per la valutazione e la presa in carico: PDTA, Mediatore Linguistico Culturale
CAA: COMUNICAZIONE AUMENTATIVA ALTERNATIVA
- Definizione e sviluppo dei concetti di comunicazione e di CAA
- Requisiti e modalità di intervento in pazienti in età evolutiva ed età adulta
Afasia: un approccio pragmatico
- Definizione e classificazione tradizionale dell'afasia
- Diversi approcci alla valutazione e alla riabililtazione con focus sull'approccio pragmatico
Disfagia: la gestione del paziente disfagico
- Definizione, eziologia, conseguenze
- Valutazione, screening, esami strumentali, presa in carico
Disturbi Specifici di Apprendimento
- Definizione: riferimenti nazionali e internaizionali
- La normativa nazionale e regionale
- Valutazione e intervento
- Rete servizi- famiglia-scuola-società.
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni frontali.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
Esame scritto.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Verranno inoltre utilizzati articoli tratti dalla letteratura internazionale, che verranno caricati sul sito Ariel durante il corso
Slide e articoli.
Metodi e didattiche delle attività motorie
Programma
Programma del modulo:
Introduzione
- Attività motoria e Benessere: una nuova frontiera
Attività fisica, esercizio, allenamento: terminologia e definizioni
- attività aerobica
- resistenza
- Flessibilità ed equilibrio
- Diversità tra attività fisica ed esercizio fisico
- Allenamento fisico
Attività fisica: aspetti fisiopatologici
- cenni di fisiologia/fisiopatologia del controllo cardiopolmonare, metabolico e motorio durante esercizio fisico
- Meccanismi fisiologici responsabili degli effetti benefici dell'allenamento fisico
- Concetto di rischio cardiovascolare e metabolico
Attività fisica come terapia
- I benefici dell'attività fisica
- I rischi dell'attività fisica
- patologie croniche con particolare riferimento a:
o patologie cardiovascolari (coronaropatia, ipertensione arteriosa, scompenso cardiaco, ecc)
o patologie metaboliche (diabete, sindrome metabolica)
o patologie neoplastiche
o patologie osteomuscolari
- invecchiamento
- età pediatrica
Prescrizione dell'attività fisica
- ruolo delle varie figure professionali nella prescrizione dell'attività fisica
- modalità
o esercizio aerobico
o esercizio di resistenza
- intensità
- frequenza
- durata
- progressione
Prescrizione dell'attività fisica: Aspetti psico-pedagocici
- L'importanza degli aspetti psicologici e pedagocici nella riabilitazione
- L'approccio al paziente con disabilità e/o malattia cronica
- L'approccio con il familiare del paziente con disabilità e/o malattia cronica.
Aspetti psicologici: focus sul professionista riabilitatore
- Difficoltà nella relazione con il paziente
- Stress e sindrome del burn out
- Risorse e limiti individuali
- Il lavoro in team tra professionisti con dsiverse specializzazioni
Aspetti psicologici: focus sul paziente
- Significato del trauma e/o patologia cronica
- Valutazione psicologica del paziente
- Adattamento e coping
- Fattori che determinano un coping positivo
- Fattori che determinano un coping negativo
- Comportamento tra reazione emotiva e risposta ponderata
- Negazione o amplificazione dello stato di disabilità-malattia
- Fattori psicologici che potenzialmente ostacolano il processo riabilitativo
- Importanza della famiglia e del supporto sociale
- Motivazione al recupero funzionale ed alla gestione della patologia cronica
- Psicoterapia e terapia farmacologica
- Qualità della vita
- Attività fisica e riabilitazione come strumenti per migliorare tono dell'umore, ansia e problematiche psicologiche in genere
Aspetti pedagogici
- Il cambiamento: fasi psicologiche e comportamento
- concetto di cambiamento dello stile di vita nel soggetto sano (prevenzione primaria)
- concetto di cambiamento dello stile di vita nel soggetto con patologia cronica (prevenzione primaria)
- come comunicare con il paziente e la sua famiglia
- metodologie per insegnare i cambi di comportamento
- come motivare il paziente
- come stabilire obiettivi terapeutici con il paziente
- strategie per migliorare la compliance all'esercizio fisico
- strategie per incoraggiare i cambiamenti di stile di vita
- valutazione dei successi o insuccessi ottenuti
- il miglioramento ottenuto con la riabilitazione come strumento motivazionale
- Attività fisica ed altri cambiamenti dello stile di vita (alimentazione, smettere di fumare, gestione dello stress).
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni frontali.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
Esame scritto con domande a scelta multipla.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Exercise Physiology. Fifth Edition William D. McArdle, Frank I. Katch, Victor L. Katch Lippincott Williams &Williams Ed. 2001
ACSM's Guidelines for exercise testing and prescription. 10th Edition Lippincott Williams &Williams Ed. 2017
Physical medicine & rehabilitation. Third Edition 2009 Randall L. Braddom Ed Saunders Elseiver
Medicina dello sport: l'esercizio fisico come terapia. Metodologia ed ambiti applicativi Daniela Lucini Intern Emerg Med 2007:2:S124-S141
Daniela Lucini. SUPERSTRESS Edizione Rizzoli 2009
Durante le lezioni verrà fornito materiale bibliografico di riferimento per ogni specifico argomento trattato.
Endocrinologia
Programma
Programma del modulo:
Attività biologica e i meccanismi d'azione degli ormoni, con particolare riguardo agli effetti sul sistema muscolo-scheletrico
- Effetti dell'attività fisica sulla secrezione ormonale
- Patologie endocrinologiche e metaboliche della tiroide, dell'ipofisi, delle paratiroidi e del surrene
- Diabete mellito
- Osteoporosi.
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni frontali.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
Esame scritto.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Slides e bibliografia a cura del Docente e disponibile sul sito ARIEL
- Rugarli. Medicina Interna Sistematica. Edizione 7. Edra Masson.
Patologia clinica
Programma
Programma del modulo:
Introduzione alla patologia clinica
- Dna Libero e Circolante
- Marcatori tumorali
- Emocromocitometrico
- Sensibilità e specificità
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni frontali.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
Esame scritto.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
Slide a cura del docente.
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail o al cellulre 338-4895711
Dipartimento 1° Piano - Studio
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
UOs Medicina Esercizio - Istituto Clinico Humanitas
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Istituto Auxologico Italiano, via Mercalli 32, Milano
Ricevimento:
su appuntamento
Istituto Auxologico Italiano, via Mercalli 32, 20122 Milano
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Istituto Auxologico Italiano, Via Zucchi 18, Cusano Milanino (MI) 20095