Diritto del lavoro

A.A. 2017/2018
Insegnamento per
12
Crediti massimi
84
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
- Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente deve dimostrare di avere acquisito una conoscenza di base degli istituti del diritto sindacale e del diritto del lavoro.
- Capacità applicative. Lo studente deve dimostrare di sapere applicare le nozioni apprese a contesti concreti e casi specifici concernenti il diritto sindacale ed il diritto del lavoro.
- Autonomia di giudizio. Lo studente deve dimostrare di sapere assumere posizioni argomentate e giuridicamente sostenibili con riferimento alle tematiche oggetto del corso.
- Abilità nella comunicazione. Lo studente deve dimostrare di saper esprimere le nozioni acquisite con coerenza argomentativa, rigore sistematico e proprietà di linguaggio.
- Capacità di apprendere. Lo studente deve dimostrare di sapere ricostruire i profili storici ed evolutivi del diritto del lavoro, applicando il quadro normativo di riferimento.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Lezioni: 84 ore
Docente: Imberti Lucio
Programma
Lo studio del Diritto del lavoro riguarda sia la disciplina dell'organizzazione e dell'azione dei sindacati dei lavoratori e dei datori di lavoro, sia quella del rapporto individuale di lavoro subordinato.
La materia, pertanto, si suddivide in due nuclei fondamentali:
1) il Diritto sindacale: libertà e organizzazione sindacale, contratto collettivo, diritto di sciopero e libertà di serrata, strumenti collettivi di gestione delle situazioni di crisi aziendale;
2) il Diritto del lavoro in senso stretto: la fattispecie lavoro subordinato, la struttura del contratto di lavoro, la disciplina del rapporto individuale di lavoro.
Informazioni sul programma
Le tesi di laurea triennale sono assegnate di regola tre volte all'anno secondo le modalità e in base ai criteri affissi nella bacheca della sezione di Diritto del lavoro.
Costituisce in ogni caso titolo preferenziale per l'assegnazione aver sostenuto altri esami dell'area lavoristica quali Diritto sindacale e delle relazioni industriali, Diritto del lavoro progredito, Diritto della previdenza sociale, Comparative labour law, European labour law.
Prerequisiti e modalità di esame
Propedeuticità: Diritto privato e Diritto costituzionale.

L'esame si terrà in forma orale.
Gli studenti frequentanti potranno accedere a prove intermedie secondo le modalità che saranno indicate a lezione.
Materiale didattico e bibliografia
A. Tursi-P.A. Varesi, Istituzioni di diritto del lavoro (rapporti di lavoro e relazioni sindacali nel settore privato), ultima edizione disponibile.
Lo studio del manuale deve essere accompagnato da un rigoroso apprendimento diretto delle disposizioni della Costituzione, del codice civile e delle fondamentali leggi speciali richiamate dai libri di testo. A tal fine è opportuno avvalersi nello studio di una raccolta aggiornata delle principali fonti documentali di Diritto del lavoro. In commercio vi sono numerosi codici di diritto del lavoro, fra questi v. M.T. Carinci (a cura di), Codice del lavoro, Giuffrè, Milano, ultima edizione disponibile.
Periodo
annuale
Periodo
annuale
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Lunedì ore 12,30. Eventuali variazioni di orario verranno pubblicate sulle pagine Ariel del Docente e sul sito del Dipartimento. E' sempre possibile concordare ulteriori appuntamenti inviando un'e-mail a lucio.imberti@unimi.it
Sezione di Diritto del Lavoro