Diritto della sicurezza del lavoro

A.A. 2017/2018
Insegnamento per
6
Crediti massimi
45
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Questo insegnamento si fonda sulla collaborazione tra Università e INAIL.
Com'è noto e più volte sottolineato anche dalla Presidenza della Repubblica, gli infortuni e le malattie professionali costituiscono una piaga non degna di un Paese civile. Prevenzione e cultura della sicurezza sono parte della legalità del lavoro e dell'economia e costituiscono i pilastri su cui fondare il contrasto tenace a questo fenomeno, ad iniziare dalla formazione dei nuovi giuristi; l'esigenza di figure professionali con specifica competenza sul diritto della sicurezza è sempre più sentita tra giuristi, avvocati e magistrati, nel mondo dell'impresa, nel lavoro pubblico e privato. La materia è complessa e interdisciplinare, abbracciando aspetti sostanziali, processuali, sanzionatori, pubblicistici e privatistici, con risvolti microeconomici e
macroeconomici, tecnici, scientifici e organizzativi.
La finalità didattica è di offrire agli studenti una competenza giuridica specifica nel campo del diritto del lavoro per rispondere alla crescente domanda di giuristi specializzati in sicurezza del lavoro.
Il corso ha ad oggetto l'esposizione teorica degli istituti e l'esame dei relativi risvolti pratici.
La partecipazione attiva e la frequenza ai seminari nonché alle altre eventuali attività proposte nel corso delle lezioni varrà al fine del riconoscimento di ulteriori 3 crediti formativi.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Lezioni: 45 ore
Docente: Giordano Bruno
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi