Corso integrativo: "elementi di logica"

A.A. 2017/2018
Insegnamento per
3
Crediti massimi
21
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
- una comprensione adeguata delle competenze logiche di base e la conoscenza delle nozioni e degli elementi fondamentali delle logiche standard (quali connettivi logici, contraddizione, implicazione logica, probabilità, etc.);
- la capacità di applicare le nozioni delle logiche standard a situazioni e tematiche giuridiche;
- la capacità di analizzare logicamente i discorsi e i ragionamenti giuridici e di identificare eventuali fallacie o errori di ragionamento;
- la capacità di comunicare e spiegare problemi logici, nonché le relative soluzioni, a interlocutori specialisti e non specialisti;
- lo sviluppo di competenze e abilità adeguate e indispensabili per comprendere e valutare la correttezza logica e la forza argomentativa dei ragionamenti giuridici.

Struttura insegnamento e programma

1
Edizione attiva
Responsabile
Lezioni: 21 ore
Informazioni sul programma
Il corso - aperto a tutti gli studenti - è obbligatorio per gli studenti che siano risultati insufficienti nel test di logica per l'autovalutazione rispetto alla frequentazione dei corsi di laurea in giurisprudenza (magistrale e specialistica) e che non abbiano superato, entro la sessione invernale, gli esami intermedi di Diritto privato e di Diritto costituzionale.


Dunque, il mancato superamento delle relative prove comporterà la impossibilità di accedere agli esami di Diritto privato e di Diritto costituzionale, avendo il corso natura propedeutica. Al fine di consentire l'iscrizione ai suddetti esami, per il corso di Elementi di logica saranno previsti due appelli anteriori agli appelli della sessione estiva di Diritto privato e di Diritto costituzionale.

Il superamento della prova d'esame è quindi precondizione per poter sostenere le prove d'esame dei successivi esami fondamentali.
Prerequisiti e modalità di esame
Prova: esame orale per tutti gli studenti (frequentanti e non frequentanti).
Metodi didattici
La frequenza alle lezione è altamente consigliata.

Saranno considerati non frequentanti gli studenti che non frequentino l'80% delle lezioni.
Chi, per qualsiasi ragione, non potesse raggiungere la soglia minima dell'80% delle lezioni dovrà preparare la prova d'esame come studente non frequentante.

Il corso pari a 23 ore sarà costituito da lezioni in forma interattiva che saranno volte a stimolare una partecipazione attiva da parte degli studenti.

Verrà inoltre discusso criticamente il contenuto del libro: Gaetano Carcaterra, La logica nella scienza giuridica (estratto da: Presupposti e strumenti della scienza giuridica 2015, Giappichelli, Torino tutto il testo).
Materiale didattico e bibliografia
Gli studenti hanno comunque la facoltà di sostenere la prova d'esame come studente non frequentante preparando il seguente programma:

1) Gaetano Carcaterra, La logica nella scienza giuridica [estratto da: Presupposti e strumenti della scienza giuridica] 2015,Giappichelli, Torino tutto il testo .

2) Paolo Legrenzi, Armando Massarenti, La buona logica. Imparare a pensare, Raffaello Cortina Editore, 2015, tutto il testo.
Periodo
Secondo semestre
2
Edizione attiva
Responsabile
Lezioni: 21 ore
Docente: Zorzetto Silvia
Informazioni sul programma
Il corso - aperto a tutti gli studenti - è obbligatorio per gli studenti che siano risultati insufficienti nel test di logica per l'autovalutazione rispetto alla frequentazione dei corsi di laurea in giurisprudenza (magistrale e specialistica) e che non abbiano superato, entro la sessione invernale, gli esami intermedi di Diritto privato e di Diritto costituzionale.


Dunque, il mancato superamento delle relative prove comporterà la impossibilità di accedere agli esami di Diritto privato e di Diritto costituzionale, avendo il corso natura propedeutica. Al fine di consentire l'iscrizione ai suddetti esami, per il corso di Elementi di logica saranno previsti due appelli anteriori agli appelli della sessione estiva di Diritto privato e di Diritto costituzionale.

Il superamento della prova d'esame è quindi precondizione per poter sostenere le prove d'esame dei successivi esami fondamentali.
Prerequisiti e modalità di esame
Prova: esame orale per tutti gli studenti (frequentanti e non frequentanti).
Metodi didattici
La frequenza alle lezione è altamente consigliata.

Saranno considerati non frequentanti gli studenti che non frequentino l'80% delle lezioni.
Chi, per qualsiasi ragione, non potesse raggiungere la soglia minima dell'80% delle lezioni dovrà preparare la prova d'esame come studente non frequentante.

Il corso pari a 23 ore sarà costituito da lezioni in forma interattiva che saranno volte a stimolare una partecipazione attiva da parte degli studenti.

Verrà inoltre discusso criticamente il contenuto del libro: Gaetano Carcaterra, La logica nella scienza giuridica (estratto da: Presupposti e strumenti della scienza giuridica 2015, Giappichelli, Torino tutto il testo).
Materiale didattico e bibliografia
Gli studenti hanno comunque la facoltà di sostenere la prova d'esame come studente non frequentante preparando il seguente programma:

1) Gaetano Carcaterra, La logica nella scienza giuridica [estratto da: Presupposti e strumenti della scienza giuridica] 2015,Giappichelli, Torino tutto il testo .

2) Paolo Legrenzi, Armando Massarenti, La buona logica. Imparare a pensare, Raffaello Cortina Editore, 2015, tutto il testo.
Periodo
Secondo semestre
3
Edizione attiva
Responsabile
Lezioni: 21 ore
Docente: Feis Guglielmo
Informazioni sul programma
Il corso - aperto a tutti gli studenti - è obbligatorio per gli studenti che siano risultati insufficienti nel test di logica per l'autovalutazione rispetto alla frequentazione dei corsi di laurea in giurisprudenza (magistrale e specialistica) e che non abbiano superato, entro la sessione invernale, gli esami intermedi di Diritto privato e di Diritto costituzionale.


Dunque, il mancato superamento delle relative prove comporterà la impossibilità di accedere agli esami di Diritto privato e di Diritto costituzionale, avendo il corso natura propedeutica. Al fine di consentire l'iscrizione ai suddetti esami, per il corso di Elementi di logica saranno previsti due appelli anteriori agli appelli della sessione estiva di Diritto privato e di Diritto costituzionale.

Il superamento della prova d'esame è quindi precondizione per poter sostenere le prove d'esame dei successivi esami fondamentali.
Prerequisiti e modalità di esame
Prova: esame orale per tutti gli studenti (frequentanti e non frequentanti).
Metodi didattici
La frequenza alle lezione è altamente consigliata.

Saranno considerati non frequentanti gli studenti che non frequentino l'80% delle lezioni.
Chi, per qualsiasi ragione, non potesse raggiungere la soglia minima dell'80% delle lezioni dovrà preparare la prova d'esame come studente non frequentante.

Il corso pari a 23 ore sarà costituito da lezioni in forma interattiva che saranno volte a stimolare una partecipazione attiva da parte degli studenti.

Verrà inoltre discusso criticamente il contenuto del libro: Gaetano Carcaterra, La logica nella scienza giuridica (estratto da: Presupposti e strumenti della scienza giuridica 2015, Giappichelli, Torino tutto il testo).
Materiale didattico e bibliografia
Gli studenti hanno comunque la facoltà di sostenere la prova d'esame come studente non frequentante preparando il seguente programma:

1) Gaetano Carcaterra, La logica nella scienza giuridica [estratto da: Presupposti e strumenti della scienza giuridica] 2015,Giappichelli, Torino tutto il testo .

2) Paolo Legrenzi, Armando Massarenti, La buona logica. Imparare a pensare, Raffaello Cortina Editore, 2015, tutto il testo.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Attestato frequenza
Giudizio di valutazione
con verifica abilita
Docente/i
Ricevimento:
riceve il mercoledì alle ore 15.00, previa conferma con email inviata a edoardo.fittipaldi@gmail.com
Dipartimento Cesare Beccaria, Sezione di Filosofia e Sociologia del diritto
Ricevimento:
giovedì e venerdì dalle ore 15 alla ore 18 previo appuntamento
Sezione Filosofia e Sociologia del diritto