Diritto parlamentare

A.A. 2018/2019
Insegnamento per
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
IUS/08
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso si propone di fornire allo studente le nozioni giuridiche fondamentali e gli strumenti per comprendere il complesso quadro dei rapporti politico-istituzionali che si sviluppano all'interno delle Assemblee legislative, tra queste e gli altri organi dello Stato.
- capacità di interpretare, anche leggendo a sistema, le previsioni normative costituzionali, legislative e regolamentari che delineano l'organizzazione e l'attività del Parlamento italiano.
- capacità di comprendere l'importante ruolo che assumono, in questo particolare settore disciplinare, la prassi e le concrete dinamiche politiche.
- capacità di analisi critica degli istituti esaminati.
- capacità di rielaborazione dei principi e delle regole oggetto di studio e di applicazione di tali conoscenze ai casi concreti;
- capacità di argomentare tesi interpretative con autonomia di pensiero e linguaggio tecnico appropriato.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
IUS/08 - DIRITTO COSTITUZIONALE - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Docente: Leone Stefania
STUDENTI FREQUENTANTI
Programma
Il corso verterà sui seguenti temi:
- il concetto di rappresentanza politica, con particolare attenzione al tema, tornato molto attuale, del libero mandato e dei rapporti tra parlamentare, gruppo parlamentare e partiti politici.
- il sistema elettorale.
- le fonti del diritto parlamentare, e l'impatto delle modifiche dei regolamenti parlamentari sulla forma di governo.
- le declinazioni dell'autonomia parlamentare, con particolare attenzione al tema della c.d. autodichia, sulla quale ha recentemente preso posizione la Corte costituzionale.
- le prerogative dell'insindacabilità e dell'inviolabilità, con attenzione ai casi più recenti e alla disciplina sulle intercettazioni.
- l'organizzazione delle Camere, con particolare attenzione all'evoluzione del ruolo dei Presidenti di Assemblea.
- la programmazione dei lavori
- il procedimento legislativo, con attenzione a specifiche questioni problematiche.
- la recente riforma del regolamento del Senato
Informazioni sul programma
Il corso approfondisce le modalità di organizzazione e funzionamento del Parlamento italiano.
Dopo un'analisi delle regole elettorali che instaurano il rapporto di rappresentanza, il corso si concentrerà sulle prerogative costituzionali che delineano lo status del parlamentare (libero mandato, insindacabilità, inviolabilità). Ci si soffermerà inoltre, alla luce della disciplina prevista dai regolamenti parlamentari, sull'articolazione interna alle Camere, analizzando la funzione svolta dai Presidenti - il cui ruolo è nel corso del tempo notevolmente cambiato -, e, nell'ambito del procedimento legislativo, dai gruppi parlamentari e dalle commissioni. Oggetto di particolare attenzione saranno anche le regole sulla programmazione dei lavori, le modalità di voto, il ruolo della prassi e del precedente.
Con riferimento ai diversi temi toccati nelle lezioni, infine, si darà necessariamente conto delle più importanti novità apportate dalla riforma del regolamento del Senato approvata sul finire del 2017.
Propedeuticità
Come da regolamento didattico del corso di laurea; in particolare sono propedeutici Istituzioni di diritto privato, Diritto costituzionale.
Prerequisiti e modalità di esame
Gli studenti frequentanti dovranno prepararsi esclusivamente sui temi affrontati a lezione, che trovano corrispondenza nei capitoli del manuale (v. supra) che verranno indicati dalla docente a inizio corso. Quanto alle modalità d'esame, sarà data la possibilità agli studenti frequentanti di sostenere, a scelta, una prova scritta o orale. Concorrerà alla valutazione, inoltre, l'eventuale lavoro svolto dagli stessi durante il corso (relazione o seminario competitivo).
Metodi didattici
Il corso ha carattere prevalentemente seminariale. Le lezioni teoriche prevedono sempre, infatti, anche l'esame di casi concreti tratti dalla prassi parlamentare o oggetto di pronunce della Corte costituzionale.
Gli studenti frequentanti avranno poi la possibilità, concordata con la docente, di presentare relazioni su argomenti specifici, o di partecipare a un "seminario competitivo" su questioni controverse.
Nella fase finale del corso (presumibilmente nel mese di novembre) verrà inoltre organizzata una visita al Parlamento.
Materiale didattico e bibliografia
N. Lupo - L. Gianniti, Corso di diritto parlamentare, Bologna, Il Mulino, ultima edizione in corso di pubblicazione.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Prerequisiti e modalità di esame
Gli studenti non frequentanti dovranno prepararsi su tutti i capitoli del manuale (v. supra). L'esame sarà orale.
Periodo
Primo semestre
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Martedì, ore 14.30
Dipartimento di Diritto pubblico italiano e sovranazionale - sezione Diritto costituzionale