Scienza delle finanze

A.A. 2018/2019
Insegnamento per
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
SECS-P/03
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
·Conoscenza e capacità di comprensione: gli studenti matureranno conoscenze e dovranno dimostrare comprensione sia delle ragioni alla base dell'intervento pubblico nell'economia sia delle interazioni tra l'intervento pubblico e le scelte economiche degli agenti privati.
·Capacità applicative: gli studenti saranno dotati di strumenti concettuali e analitici di interpretazione degli effetti dell'intervento pubblico nella sfera economica e dei trade-off rilevanti per intendere il disegno delle politiche pubbliche in ambito economico.
·Autonomia di giudizio: lo studente, attraverso le conoscenze e le competenze maturate, sarà in grado di analizzare, valutare e commentare in modo consapevole e critico, con autonomia di giudizio, l'intervento pubblico nella sfera economica attuato attraverso il ricorso a strumenti di natura finanziaria.
·Abilità nella comunicazione: gli studenti saranno in grado di spiegare e interpretare le principali modalità attraverso le quali l'operatore pubblico interviene in una economia di mercato.
·Capacità di apprendere: la conoscenza del programma proposto consentirà allo studente di sviluppare le proprie capacità di apprendimento sia in funzione dello studio di altre discipline di natura economica che delle discipline di natura giuridica.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Docente: Micheletto Luca
Programma
1. Le giustificazioni dell'intervento pubblico fondate sui due teoremi fondamentali dell'economia del benessere.
2. Classificazione delle entrate e delle spese pubbliche.
3. Elementi costitutivi delle imposte e classificazione delle imposte.
4. La progressività delle imposte.
5. Il sistema tributario italiano: aspetti teorici e istituzionali.
6. Le grandi aree di spesa pubblica (sanità e pensioni): aspetti teorici e istituzionali.
7. La dinamica del rapporto tra debito pubblico e PIL.
Informazioni sul programma
Il corso ha per oggetto la teoria economica del settore pubblico dell'economia con riferimento soprattutto agli strumenti di intervento di natura finanziaria come le entrate e le spese pubbliche. Nonostante l'impostazione di base del corso sia teorica, l'attenzione ai problemi istituzionali assume un peso rilevante. Le finalità principali del corso sono, per un verso, quella di fornire allo studente una formazione economica utile a interpretare criticamente i dati fondamentali relativi ai grandi programmi di intervento pubblico nelle economie moderne (imposte, sanità, pensioni, ecc.) e, per altro verso, quella di fornire schemi concettuali utili a meglio interpretare le norme giuridiche positive e le sottostanti ragioni di ordine economico e sociale
Propedeuticità
Economia politica
Prerequisiti e modalità di esame
: l'esame consiste in una prova scritta, con domande aperte ed esercizi. La valutazione è espressa con un voto in trentesimi, con eventuale lode. Si prevede la possibilità di una prova intermedia (non obbligatoria né vincolante) effettuata in forma scritta dopo la prima metà del corso.
Materiale didattico e bibliografia
· Artoni, R., Elementi di scienza delle finanze, VIII ed., Bologna, Il Mulino, 2015 (capitoli 1, 2, 3, 4, 5, 6, 8, 9, 12).
· A integrazione del testo sopra richiamato verranno caricate sul sito ARIEL del corso delle slides a cura del docente.
Periodo
Primo semestre
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
giovedì 14.30-16.00