Filologia classica

A.A. 2018/2019
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-FIL-LET/05
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Conoscenze: agli studenti si richiederà in sede di esame la conoscenza dei testi trattati a lezione, debitamente tradotti e posti almeno in termini generali nel contesto storico-letterario loro proprio.
Capacità: in relazione ai testi e temi esaminati si vaglierà inoltre la capacità di dimostrare adeguata consapevolezza metodologica dei principî dell'indagine filologica (critica del testo e storia della tradizione) insieme alle più rilevanti modalità di descrizione e ricerca bibliografica, a proposito soprattutto delle edizioni utilizzate o in vario modo menzionate.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/05 - FILOLOGIA CLASSICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/05 - FILOLOGIA CLASSICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/05 - FILOLOGIA CLASSICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso: Tradizione testuale e interpretazione di autori greci e latini (60 ore; 9 cfu)

Unità didattica A (20 ore; 3 cfu): L'epigrammista Crinagora di Mitilene
Unità didattica B (20 ore; 3 cfu): La Vita Augusti di Svetonio
Unità didattica C (20 ore; 3 cfu): Obiettivi e metodi della filologia classica

Il corso è rivolto agli studenti della laurea triennale in Lettere (9 cfu; obbligatorio per il curriculum di Scienze dell'antichità)

Presentazione del corso
Il corso si propone di presentare agli studenti questioni testuali e interpretative concernenti dapprima l'opera dell'epigrammista greco Crinagora di Mitilene, vissuto tra I sec. a. C. e I sec. d. C, e testimone della condizione di un uomo di lettere greco a stretto contatto con il potere romano ai più alti livelli, tra fine della Repubblica e principato augusteo. La seconda unità didattica si soffermerà su parti della Vita Augusti di Svetonio, esaminata in relazione e alle peculiarità del genere biografico e al panorama delle nostre fonti intorno alla figura del primo imperatore. In continuità con i testi e i problemi considerati nelle prime due unità, la terza fornirà l'occasione per riflettere sui contenuti istituzionali e sullo sviluppo storico degli studi di filologia classica.

Prerequisiti
Si richiede conoscenza del latino e del greco.

Risultati di apprendimento
Conoscenze: conoscenza dei testi trattati a lezione, debitamente tradotti e posti almeno in termini generali nel contesto storico-letterario loro proprio.
Competenze: in relazione ai testi e temi esaminati, la capacità di dimostrare adeguata consapevolezza metodologica dei principî dell'indagine filologica (critica del testo e storia della tradizione) insieme alle più rilevanti modalità di descrizione e ricerca bibliografica, a proposito soprattutto delle edizioni utilizzate o in vario modo menzionate.

Indicazioni bibliografiche
Unità didattica A
Edizione di riferimento sarà A.S.F. Gow-D.L. Page (eds), The Greek Anthology. The Garland of Philip, I-II, Cambridge UP; si segnalano inoltre i due recenti volumi di C. Gandini, Epitimbi crinagorei. Tradizione, testo, temi degli epigrammi funerari di Crinagora, Nordhausen 2018 e di M. Ypsilanti, The Epigrams of Crinagoras of Mytilene. Introduction, Text, Commentary, Oxford 2018.

Unità didattica B
Edizione di riferimento quella recentissima di R. A. Kaster (ed.), C. Suetoni Tranquilli 'De vita Caesarum libros VIII' et 'De grammaticis et rhetoribus librum', Oxford 2016 (OCT).

Unità didattica C
Oltre al materiale fornito a lezione gli studenti sono tenuti a conoscere di L.D. Reynolds-N.G. Wilson, Copisti e filologi, Antenore, Padova 2016, capitoli 1,2,3,5, 6.

Programma d'esame per studenti non frequentanti
Gli studenti impossibilitati a frequentare le lezioni sono invitati a prendere contatto con il docente.

Avvertenza
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso. Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.

18/09/2018
Prerequisiti e modalità di esame
La prova orale consiste in un colloquio sulla parte istituzionale (Reynolds-Wilson nei capitoli indicati) e sugli argomenti trattati durante il corso, per i quali si richiede traduzione e adeguata contestualizzazione dei testi greci e latini via via affrontati, come anche già indicato nella sezione relativa agli attesi risultati di apprendimento.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Lunedì dalle ore 14.15 alle ore 17.15
Papirologia - Settore Aule - ultimo piano