Diritto tributario progredito

A.A. 2018/2019
Insegnamento per
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
IUS/12
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso presuppone la conoscenza delle nozioni istituzionali impartite nel corso base di diritto tributario sui temi della dichiarazione fiscali, della contabilità d'impresa, e della riscossione delle imposte, nonché delle nozioni istituzionali impartite nel corso base di diritto penale. E ha per oggetto i principali riferimenti normativi di cui la disciplina delle sanzioni amministrative e tributarie si compone, con particolare riferimento al contenuto dei D.lgs. n. 472 e 471 del 1997. Al suo interno sarà svolto un modulo di insegnamento di 20 ore di lezione, che saranno tenute dal dott. Antonio Trabacchi, dedicato alla disciplina dei reati tributari contenuta nel D.lgs. n. 74/2000 anche alla luce dei più recenti interventi del legislatore.
Il corso si propone di fornire una visione di insieme di una serie di istituti appartenenti a diversi settori dell'ordinamento, e che nell'esperienza professionale trovano contestuale applicazione.
L'insegnamento mira a far conseguire agli studenti:
- conoscenza e capacità di comprensione: lo studente deve dimostrare di avere acquisito una conoscenza di base dell'ordinamento tributario, con particolare riguardo all'imposizione sui redditi, e dei procedimenti e degli atti applicativi delle imposte, e una capacità di comprensione dei principi generali sottesi agli istituti;
- capacità applicative: lo studente deve dimostrare di essere in grado di rielaborare i principi e le norme oggetto di studio e di applicare tali conoscenze alle fattispecie concrete;
- autonomia di giudizio: lo studente deve dimostrare capacità di interpretazione e di lettura sistematica delle norme giuridiche e autonoma capacità di individuazione della ratio sottesa a ciascuna norma;
- abilità nella comunicazione: lo studente deve dimostrare di saper esprimere le nozioni acquisite con coerenza argomentativa, rigore sistematico e proprietà di linguaggio;
- capacità di apprendere: lo studente deve dimostrare di sapere ricostruire i principali istituti del diritto tributario, sostanziale e procedimentale, applicando il quadro normativo di riferimento.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
IUS/12 - DIRITTO TRIBUTARIO - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Docente: Ragucci Gaetano
Programma
Parte generale: 1. Gli interpelli statutari e l'interpello sui nuovi investimenti. 2. La dichiarazione di rettifica, e il ravvedimento operoso. 3. L'adempimento collaborativo. 4.- Gli accordi preventivi dell'art. 31-bis d.p.r. n. 600/1973. 5.- Indicazioni de iure
Modulo: I reati previsti dal D.lgs. n. 74/2000e la tax compliance
Informazioni sul programma
Il corso presuppone la conoscenza delle nozioni istituzionali impartite nel corso base di diritto tributario sui temi degli interpelli, della dichiarazione fiscale e ravvedimento operoso, dell'accertamento, delle sanzioni amministrative e del processo tributario.
E ha per oggetto i principali interventi legislativi che nell'arco degli anni 2015 e 2016 hanno promosso l'adempimento in forma collaborativa dell'obbligazione di imposta, valorizzando forme di controllo ex ante e vincoli di vario genere, capaci di modificare il rapporto tra amministrazione finanziaria e contribuenti, quale si è venuto definendo nel precedente periodo storico. Sarà svolto un modulo di insegnamento di 20 ore di lezione, dedicato alla disciplina dei reati tributari contenuta nel D.lgs. n. 74/2000 anche alla luce delle esigenze di promozione della c.d. tax compliance, a cui gli istituti che formeranno oggetto di studio sono complessivamente diretti.
Il corso si propone di fornire una visione di insieme di una serie di istituti appartenenti a diversi settori dell'ordinamento, e che nell'esperienza professionale trovano contestuale applicazione.
Propedeuticità
Come da regolamento didattico del corso di laurea; in particolare sono propedeutici Istituzioni di diritto privato, Diritto costituzionale. All'esame è propedeutico l'esame di diritto tributario corso base
Prerequisiti e modalità di esame
La prova orale consiste in un colloquio volto ad accertare la conoscenza, da parte degli studenti, degli argomenti a programma, la loro comprensione, l'acquisizione di linguaggio adeguato, la capacità di sintesi e di rielaborazione.
Metodi didattici
Le attività didattiche consistono in 45 ore di lezioni frontali tenute dal Docente.
Materiale didattico e bibliografia
Si forniranno indicazioni bibliografiche nel corso delle lezioni.
Lo studente deve conoscere la disciplina positiva, munendosi, a tal fine, di un Codice tributario aggiornato.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
venerdì ore 15:30