Strategie di contrasto alla criminalità organizzata e percorsi di legalità

A.A. 2018/2019
Insegnamento per
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
IUS/10 IUS/17
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
- la conoscenza dei principi strumenti di contrasto alla criminalità organizzata
- occasioni di riflessione sui concetti di legalità, criminalità e contrasto alla stessa

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO - CFU: 0
IUS/17 - DIRITTO PENALE - CFU: 0
Lezioni: 42 ore
STUDENTI FREQUENTANTI
Programma
1. Introduzione. I significati della legalità
2. L'associazione di tipo mafioso (art. 416 bis c.p.)
3. L'aggravante del "metodo" e del "fine di agevolazione" mafiosi
4. La figura del "partecipe" e il c.d. concorso esterno
5. I reati-satellite (riciclaggio e auto-riciclaggio; estorsione; illecita concorrenza con minaccia o violenza)
6. Regime penitenziario speciale per autori di reati associativi (artt. 4bis e 41 bis ord. pen.)
7. Il reato di scambio elettorale politico-mafioso (art. 416 ter c.p.).
8. Le misure di prevenzione personali. Inquadramento storico e presupposti applicativi
9. Le misure di prevenzione personali. Le singole misure; i soggetti destinatari
10. Le misure di prevenzione patrimoniali
11. Strumenti di diritto amministrativo per il contrasto alla criminalità organizzata
12. Strumenti di indagine e strumenti processuali per il contrasto alla criminalità organizzata; la legislazione premiale
13. La c.d. interdittiva prefettizia
14. Lo scioglimento dei consigli comunali "contaminati dalla mafia"
15. Altri strumenti di diritto amministrativo destinati al contrasto della criminalità organizzata e alla prevenzione della corruzione

Il corso prevede, inoltre, la possibilità di assistere ad un'udienza presso il Tribunale di Milano di un processo in tema di criminalità organizzata.
Il corso si arricchirà, infine, di alcuni seminari monotematici, con ospiti esterni (magistrati, avvocati, personalità della società civile), organizzati in collaborazione con CROSS - Osservatorio della criminalità organizzata.
Informazioni sul programma
Altre informazioni utili L'esito negativo di una prova d'esame (c.d. "bocciatura") non consente di accedere all'appello immediatamente successivo (c.d. "salto d'appello"), salvo che fra un appello e l'altro intercorra uno spazio di tempo superiore a un mese.
Per la richiesta di tesi, si prega di consultare le informazioni pubblicate sul sito Ariel del docente.

Orario di ricevimento Mercoledì alle ore 15.30 presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche "C. Beccaria", Sezione di Scienze Penalistiche.
Si consiglia di scrivere previamente una mail a fabio.basile@unimi.it
Propedeuticità
Come da regolamento didattico del corso di laurea; in particolare sono propedeutici Istituzioni di diritto privato, Diritto costituzionale.
Il corso è riservato a coloro che abbiano già sostenuto l'esame di diritto penale; è inoltre preferibile aver già sostenuto l'esame di procedura penale e l'esame di diritto amministrativo.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame finale consisterà in un colloquio orale
Materiale didattico e bibliografia
I materiali per la preparazione dell'esame (dispense + slides) verranno indicati a lezione e, ove possibile, caricati sul sito didattico dell'insegnamento (attivato sul portale Ariel).
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Materiale didattico e bibliografia
I materiali per la preparazione dell'esame (dispense + slides) verranno indicati a lezione e, ove possibile, caricati sul sito didattico dell'insegnamento (attivato sul portale Ariel).
I soli studenti non frequentanti dovranno aggiungere, ai suddetti materiali, lo studio dei capitoli da I a V, e IX del testo G. Turone, Il delitto di associazione mafiosa, III ed. aggiornata, 2015, Giuffrè, Milano.
Periodo
Secondo semestre
Docente/i
Ricevimento:
Mercoledì ore 15.15. Si consiglia di inviare una mail a fabio.basile@unimi.it per verificare orario e disponibilità
Ricevimento:
Giovedì dalle 14:15 alle 15:15
Biblioteca di Dipartimento