Diritto processuale civile progredito

A.A. 2018/2019
Insegnamento per
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
IUS/15
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
-Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente deve dimostrare di avere acquisito un'approfondita conoscenza degli istituti oggetto del corso monografico e di avere sviluppato un'affinata capacità di comprensione delle problematiche sottese agli istituti trattati.
-Capacità applicative. Lo studente deve dimostrare di sapere applicare le nozioni apprese a casi specifici ponendosi dal lato, sia dell'avvocato sia del giudicante.
-Autonomia di giudizio. Lo studente deve dimostrare di sapere elaborare posizioni argomentate e giuridicamente sostenibili con riferimento alle problematiche di diritto processuale oggetto del corso.
-Abilità nella comunicazione. Lo studente deve dimostrare di saper esporre le nozioni acquisite con coerenza logica e proprietà di linguaggio.
-Capacità di apprendere. Lo studente deve dimostrare di aver assimilato i principi fondamentali del diritto processuale oggetto del corso, che gli consenta di affrontare, con coerenza sistematica, anche tematiche non approfondite nel corso.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
IUS/15 - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Programma
L'oggetto del processo - efficacia ed autorità della sentenza - efficacia naturale della sentenza? - Teoria sostanziale e processuale del giudicato - La sentenza ingiusta - L'art. 337, comma 2, c.p.c. e la sentenza 10027 del 2012 - Oggetto del giudicato - Il frazionamento delle domande - Individuazione o sostanziazione - vincolo del giudicato e questioni pregiudiziali - il ruolo del motivo portante della decisione - efficacia del giudicato di rigetto - oggetto del giudicato nel giudizio di rivendica - giudicato e situazioni preliminari - giudicato e azioni costitutive - giudicato e relazioni con successivi giudizi - limiti soggettivi del giudicato - limiti soggettivi nei processi collettivi - giudicato e obbligazioni solidali - limiti temporali del giudicato - giudicato e situazioni potestative - giudicato e impugnative negoziali (le sentenze gemelle) - crisi e cedevolezza del giudicato - il processo del lavoro.
Informazioni sul programma
Il corso, a prevalente carattere monografico e seminariale, vuole offrire agli studenti la possibilità di approfondire dal punto di vista sia della teoria sia dell'applicazione pratica alcune tematiche del diritto processuale civile ed in particolare l'oggetto del giudizio e la cosa giudicata con le relative connessioni con alcuni istituti del processo civile (mutatio ed emendatio libelli). A completamento degli argomenti del corso base si affronterà anche lo studio del processo del lavoro
Propedeuticità
Come da regolamento didattico del corso di laurea; in particolare sono propedeutici Istituzioni di diritto privato, Diritto costituzionale. Diritto processuale civile è propedeutico al corso di diritto processuale progredito
Prerequisiti e modalità di esame
l'esame consisterà unicamente in una prova orale e la valutazione è espressa con voto in trentesimi, con eventuale lode. Il colloquio è volto a verificare la conoscenza da parte dello studente degli argomenti del programma, il loro grado di comprensione e il livello di approfondimento. La partecipazione attiva alle lezioni, che avranno taglio seminariale e avranno per oggetto discussione di casi, verrà valutato positivamente in sede di verifica finale.
Materiale didattico e bibliografia
S.A. VILLATA (a cura di), Materiali sulla cosa giudicata, Padova, 2017; C. MANDRIOLI, Corso di diritto processuale civile, vol. III, Giappichelli, Torino, ult. ed. disp., solo cap. XIII (sez. I e II)

Esame da 9 crediti: Per gli studenti del vecchio ordinamento, è consentito sostenere l'esame sia con il precedente programma, sino all'appello di luglio 2019, sia il nuovo programma da 6 CFU INTEGRATO, in considerazione del diverso contenuto del corso base rispetto al nuovo ordinamento, con il seguente testo: C. MANDRIOLI, Cor-so di diritto processuale civile, Giappichelli, Torino, vol. III, ult. ed. disponibile, capp. I, II, III (sez. I), V, VII, VIII (solo sez. I), IX, X, XIII (sez. I e II).
Si riporta per praticità il vecchio programma: COMOGLIO - FERRI - TARUFFO, Lezioni sul processo civile, V ed., Bologna 2011, Mulino, vol. II, pp. 85/245; AA.VV., Il processo cautelare, a cura di Tarzia e Saletti, V ed., Padova 2015, Cedam, capitoli I-XIII.
Periodo
Primo semestre
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Mercoledì, h. 13.30
Sezione di diritto processuale civile