Estetica

A.A. 2018/2019
Insegnamento per
9
Crediti
60
Ore totali
SSD
M-FIL/04
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Far acquisire allo studente solide basi concernenti le linee essenziali della storia dell'Estetica e i relativi aspetti critico-metodologici, a partire da una prospettiva aperta ai rapporti intercorrenti tra un'indagine storico-filosofica e un'attenzione per la contemporaneità volta all'approfondimento delle principali categorie estetiche. Nello specifico, particolare attenzione sarà dedicata ai linguaggi narrativi e al ruolo dell'immagine. La terza unità didattica, che dà il titolo al corso, prenderà le mosse dall'analisi del mito (con specifico riferimento a quello di Edipo) da molteplici angolazioni, prediligendo il tema della riscrittura drammaturgica.
Edizione unica
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
M-FIL/04 - ESTETICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-FIL/04 - ESTETICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-FIL/04 - ESTETICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso Impegno e disimpegno: sublime e kitsch, 9 cfu, 60 ore; 6 cfu, 40 ore: unità didattica A e B
Commitment and Disengagement: Sublime and Kitsch

Unità didattica A (20 ore, 3 cfu): Introduzione all'Estetica e alle sue categorie
Unità didattica B (20 ore, 3 cfu): L'impegno e il senso del limite
Unità didattica C (20 ore, 3 cfu): Il disimpegno e il kitsch

Il corso è rivolto agli studenti del Triennio in Scienze dei beni culturali

Presentazione del corso
Il corso mira ad analizzare l'arte dagli anni Sessanta a oggi. Particolare attenzione verrà rivolta all'attualità, alle nuove tendenze, in contrapposizione a quelle presenti negli anni Sessanta-Settanta. Performance, happening, installazione, evento artistico, ecc. verranno approfonditi alla luce di due categorie estetiche fondamentali: il sublime e il kitsch.

Prerequisiti
Nessuno.

Risultati di apprendimento
Conoscenze: storia dell'estetica, in particolare dal Settecento ai giorni nostri. Conoscenza dell'evoluzione dell'arte negli ultimi sessant'anni. Studio delle principali categorie estetiche: dal brutto al bello, dal sublime al kitsch.
Competenze: capacità di analisi e approfondimento di concetti complessi legati al mondo dell'arte. Utilizzo appropriato di categorie estetiche quali il sublime e il kitsch. Maggiore consapevolezza del mondo dell'arte e delle sue contraddizioni.

Indicazioni bibliografiche

Unità didattica A
Programma d'esame per studenti frequentanti
· M. Mazzocut-Mis, Lineamenti di Estetica, Le Monnier, 2015.

Unità didattica B
Programma d'esame per studenti frequentanti
· M. Mazzocut-Mis, Il senso del limite. Il dolore, l'eccesso, l'osceno, Le Monnier, 2009 (parti indicate a lezione).
· M. Morelli, Il teatro cambia genere, Mimesis, 2018.

Unità didattica C
Programma d'esame per studenti frequentanti
· M. Mazzocut-Mis, Frammenti di sipario, Mimesis, 2018 (parti indiate a lezione).
· S. Žižek, Il trash sublime, Mimesis, 2013.
· A. Mecacci, Il Kitsch, il Mulino, 2014.

Unità didattica A
Programma d'esame per studenti non frequentanti
· M. Mazzocut-Mis, Lineamenti di Estetica, Le Monnier, 2015.
· M. Mazzocut-Mis, Voyeurismo tattile. Un'estetica dei valori tattili e visivi, Il melangolo, 2002.

Unità didattica B
Programma d'esame per studenti non frequentanti
· M. Mazzocut-Mis, Il senso del limite. Il dolore, l'eccesso, l'osceno, Le Monnier, 2009 (tutto).
· S. Žižek, Il trash sublime, Mimesis, 2013.
· M. Morelli, Il teatro cambia genere, Mimesis, 2018.
· M. G. Silvi, Il teatro delle donne, La Salamandra, 1980 (sola lettura). Oppure Le Isabelle. Dal teatro della Maddalena alla Isabella Andreini (Vol. I e II), Edizioni Controluce, 2002-2015. Vol. I: 'Il Sessantotto', pp. 9-16; 'La Maddalena', pp. 17-20; 'L'acquisizione del professionismo', pp. 36-38. Vol. II: 'Dal teatro della Maddalena alla Isabella Andreini', pp. 7-39; 'La scena delle donne', pp. 185-191; 'Il teatro "La Maddalena"', pp. 192-202; 'Mara, Maria, Marianna' copione originale dello spettacolo, pp. 206-265 (sola lettura).

Unità didattica C
Programma d'esame per studenti non frequentanti
· M. Mazzocut-Mis, Frammenti di sipario, Mimesis, 2018 (capitoli 4, 5 e 6).
· A. Mecacci, Il Kitsch, il Mulino, 2014.
· M. Mazzocut-Mis, Il gonzo Sublime, Mimesis, 2005. Oppure G. Dorfles, Kitsch. Oggi il Kitsch, Editrice Compositori, 2012.


Avvertenza
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto con il docente titolare del corso.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate con il docente, in accordo con l'Ufficio competente.

20/07/2018
Prerequisiti e modalità di esame
Scritto preliminare + orale: L'esame consiste in una prova scritta preliminare alla fine del corso e indirizzata ai soli frequentanti, previa iscrizione durante le ore di lezione. Si tratta di un test a risposta multipla sul testo previsto per l'unità didattica A. Tutti gli studenti dovranno poi sostenere una prova orale che consiste in un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare le conoscenze e le competenze acquisite. Gli studenti frequentanti che avranno superato la prova scritta sosterranno la prova orale solo relativamente alle unità didattiche B e C. Tutti gli altri studenti dovranno dimostrare la loro conoscenza anche dei temi sviluppati nella bibliografia prevista per l'unità didattica A.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Durante l'a.a.2019-2020, essendo la docente in congedo per motivi di studio, il ricevimento si svolgerà solo su appuntamento.
Via Noto, 6.