Diritto dell'informazione

A.A. 2018/2019
Insegnamento per
6
Crediti massimi
40
Ore totali
SSD
IUS/09
Lingua
Italiano

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
IUS/09 - ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
IUS/09 - ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso: Diritto dell'informazione (40 ore, 6 CFU)
Media Law

Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): La libertà di espressione e i suoi limiti.
Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Il sistema dei media.

Il corso è rivolto agli studenti del Corso di laurea triennale in Scienze umanistiche per la comunicazione (A-Z) del II anno.

Presentazione del corso
Il corso affronta le principali problematiche del diritto dell'informazione e della comunicazione, in una prospettiva attenta soprattutto alla valorizzazione dei principi costituzionali e sovranazionali. Particolare attenzione verrà dedicata ai problemi giuridici posti dalle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione: libertà di comunicazione e di espressione attraverso internet, responsabilità degli operatori, strumenti di regolazione della rete, trattamento dei dati personali. La prima parte sarà dedicata all'oggetto e ai limiti della libertà di espressione in Italia e in Europa, la seconda parte al sistema dei mezzi di comunicazione di massa (stampa, media audiovisivi, internet), alla loro disciplina e alla garanzia del pluralismo nel sistema dei media. Il corso sarà condotto soprattutto attraverso l'esame e il commento della casistica giurisprudenziale.

Prerequisiti
Non sono richieste conoscenze giuridiche preliminari; si richiede una conoscenza minima della storia italiana dall'unità ad oggi.

Risultati di apprendimento

Conoscenze: Lo studente deve acquisire una buona conoscenza delle principali problematiche giuridiche della libertà di espressione e di informazione e del sistema dei media, in Italia e in Europa.
Competenze:
Lo studente deve acquisire la capacità di applicare i principi fondamentali del diritto dell'informazione alla soluzione di casi specifici, con particolare riguardo ai nuovi problemi posti dalla evoluzione tecnologica del settore; la capacità di assumere posizioni argomentate e giuridicamente sostenibili in relazione alle tematiche oggetto di studio, con particolare riguardo all'impatto dei media e delle tecnologie della comunicazione sulle libertà fondamentali della persona e sulle dinamiche economiche e politiche delle democrazie moderne; la capacità di esporre le nozioni acquisite in modo lineare e coerente e con linguaggio appropriato.

Indicazioni bibliografiche

Unità didattica A
Programma d'esame per studenti frequentanti
La libertà di espressione nella costituzione italiana nella CEDU e nella Carta dei diritti UE
Diritto di cronaca, critica e satira
Libertà di espressione e diritti della personalità: riservatezza, reputazione, identità personale
Protezione dei dati personali
Buon costume e reati di opinione
Indicazioni bibliografiche: Aa. Vv., Diritto dell'informazione, Giappichelli, Torino, 2018 (in corso di pubblicazione), parte I.
In attesa della pubblicazione, che avverrà entro la fine del 2018, rimane valido il programma dell'a.a. 2017-2018, reperibile sul sito del corso.
Gli studenti frequentanti saranno esentati dallo studio di alcuni capitoli del testo, che saranno specificamente indicati sul sito del corso.

Unità didattica B
Programma d'esame per studenti frequentanti
Pluralismo, concorrenza e intervento pubblico nel sistema dei media
La disciplina della stampa
La disciplina di internet
I servizi di media audiovisivi e il servizio pubblico radiotelevisivo
L'organizzazione professionale dell'attività giornalistica.
Indicazioni bibliografiche: Aa. Vv., Diritto dell'informazione, Giappichelli, Torino, 2018 (in corso di pubblicazione), parte II.
In attesa della pubblicazione, che avverrà entro la fine del 2018, rimane valido il programma dell'a.a. 2017-2018, reperibile sul sito del corso.
Gli studenti frequentanti saranno esentati dallo studio di alcuni capitoli del testo, che saranno specificamente indicati sul sito del corso.

Unità didattica A
Programma d'esame per studenti non frequentanti
La libertà di espressione nella costituzione italiana nella CEDU e nella Carta dei diritti UE
Diritto di cronaca, critica e satira
Libertà di espressione e diritti della personalità: riservatezza, reputazione, identità personale
Protezione dei dati personali
Buon costume e reati di opinione
La comunicazione pubblicitaria e la proprietà intellettuale
Indicazioni bibliografiche: Aa. Vv., Diritto dell'informazione, Giappichelli, Torino, 2018 (in corso di pubblicazione), parte I.
In attesa della pubblicazione, che avverrà entro la fine del 2018, rimane valido il programma dell'a.a. 2017-2018, reperibile sul sito del corso.

Unità didattica B
Programma d'esame per studenti non frequentanti
Pluralismo, concorrenza e intervento pubblico nel sistema dei media
La disciplina della stampa
La disciplina di internet
I servizi di media audiovisivi e il servizio pubblico radiotelevisivo
L'organizzazione professionale dell'attività giornalistica.
Indicazioni bibliografiche: Aa. Vv., Diritto dell'informazione, Giappichelli, Torino, 2018 (in corso di pubblicazione), parte II.
In attesa della pubblicazione, che avverrà entro la fine del 2018, rimane valido il programma dell'a.a. 2017-2018, reperibile sul sito del corso.

Avvertenza
Gli studenti nazionali e internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso. Per gli studenti Erasmu incoming che lo richiedono, potrà essere concessa la possibilità di sostenere in tutto o in parte la prova finale in lingua inglese, concordando col dovente un apposito programma. .
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.

12/09/2018
Prerequisiti e modalità di esame
Orale: L'esame consiste in un colloquio orale, volto a verificare le conoscenze e le capacità critiche e argomentative acquisite dallo studente. Per i soli studenti frequentanti, potrà essere prevista una prova scritta, da svolgersi al termine del corso. Ulteriori informazioni saranno fornite dal docente a lezione e sul sito internet del corso.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Riceve su appuntamento da concordare via E-mail: marco.cuniberti@unimi.it