Gestione sostenibile dei reflui zootecnici

A.A. 2018/2019
Insegnamento per
6
Crediti massimi
64
Ore totali
SSD
AGR/10
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'orientamento si prefigge di fornire allo studente le conoscenze necessarie per la valutazione dell'impatto ambientale ed energetico indotto dalle attività di allevamento e per l'analisi e la pianificazione degli interventi tecnologici adottabili in un'ottica di sostenibilità complessiva. Il tutto finalizzato al miglioramento della compatibilità e della sostenibilità ambientale ed energetica dell'attività zootecnica.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
AGR/10 - COSTRUZIONI RURALI E TERRITORIO AGROFORESTALE - CFU: 6
Esercitazioni: 32 ore
Lezioni: 32 ore
Docente: Lazzari Massimo
STUDENTI FREQUENTANTI
Programma
· Introduzione al corso. La distribuzione territoriale degli allevamenti e le connesse problematiche ambientali. I principali motivi di impatto ambientale prodotto dall'attività zootecnica. (2h)
· I principali parametri analitici che interessano i residui zootecnici. I parametri di riferimento per la valutazione del carico organico e azotato. La legislazione ambientale esistente: vincoli e problematiche operative. (2h)
· La composizione dei reflui bovini, suinicoli ed avicoli in funzione del management e delle tipologie stabulative e strutturali. (2h)
· Le tecniche di alimentazione come sistema per il controllo delle forme azotate nelle deiezioni. (2h)
· L'approccio metodologico secondo la normativa IPPC. (2h)
· L'Autorizzazione Integrata Ambientale. (2h)
· BAT inerenti le tecniche di stabulazione e relativa influenza sulle caratteristiche degli effluenti prodotti. (4h)
· La separazione della frazione solida e le sue implicazioni sul carico di azoto. Tecniche di stoccaggio aerobico e anaerobico. (2h)
· Rimozione dell'umidità e stabilizzazione: disidratazione e compostaggio. Estrazione di concimi minerali dalla frazione liquida dei liquami. (2h)
· La digestione anaerobica.(4h)
· Trattamenti biologici aerobici per la rimozione dell'azoto. I principi del processo, le tipologie di impianto, la gestione. (4h)
· Il problema degli odori, la normativa di riferimento e la relativa gestione. (2h)
· Post-trattamenti. La fitodepurazione e la separazione con membrane.(2h)
Propedeuticità
nessuna
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame è in forma orale
Metodi didattici
Sono previste attività esercitative di gruppo da svolgersi in laboratorio e in aula informatica.
Materiale didattico e bibliografia
Il materiale didattico sarà reso disponibile agli studenti come lucidi delle lezioni ed eventuali documenti integrativi.
Per un ulteriore approfondimento delle tematiche affrontate, si consigliano i seguenti testi:
- Centro Ricerche Produzioni Animali (CRPA). Liquami zootecnici - Manuale per l'utilizzazione agronomica. Edizioni l'Informatore Agrario - 2001.
- G.Bianucci, E.Ribaldone. Il trattamento delle acque residue industriali e agricole. Hoepli.
- Luca Bonomo. Trattamento delle acque reflue. McGraw-Hill.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Programma
· Introduzione al corso. La distribuzione territoriale degli allevamenti e le connesse problematiche ambientali. I principali motivi di impatto ambientale prodotto dall'attività zootecnica. (2h)
· I principali parametri analitici che interessano i residui zootecnici. I parametri di riferimento per la valutazione del carico organico e azotato. La legislazione ambientale esistente: vincoli e problematiche operative. (2h)
· La composizione dei reflui bovini, suinicoli ed avicoli in funzione del management e delle tipologie stabulative e strutturali. (2h)
· Le tecniche di alimentazione come sistema per il controllo delle forme azotate nelle deiezioni. (2h)
· L'approccio metodologico secondo la normativa IPPC. (2h)
· L'Autorizzazione Integrata Ambientale. (2h)
· BAT inerenti le tecniche di stabulazione e relativa influenza sulle caratteristiche degli effluenti prodotti. (4h)
· La separazione della frazione solida e le sue implicazioni sul carico di azoto. Tecniche di stoccaggio aerobico e anaerobico. (2h)
· Rimozione dell'umidità e stabilizzazione: disidratazione e compostaggio. Estrazione di concimi minerali dalla frazione liquida dei liquami. (2h)
· La digestione anaerobica.(4h)
· Trattamenti biologici aerobici per la rimozione dell'azoto. I principi del processo, le tipologie di impianto, la gestione. (4h)
· Il problema degli odori, la normativa di riferimento e la relativa gestione. (2h)
· Post-trattamenti. La fitodepurazione e la separazione con membrane.(2h)
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame è in forma orale
Materiale didattico e bibliografia
Il materiale didattico sarà reso disponibile agli studenti come lucidi delle lezioni ed eventuali documenti integrativi.
Per un ulteriore approfondimento delle tematiche affrontate, si consigliano i seguenti testi:
- Centro Ricerche Produzioni Animali (CRPA). Liquami zootecnici - Manuale per l'utilizzazione agronomica. Edizioni l'Informatore Agrario - 2001.
- G.Bianucci, E.Ribaldone. Il trattamento delle acque residue industriali e agricole. Hoepli.
- Luca Bonomo. Trattamento delle acque reflue. McGraw-Hill.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
mercoledì ore 11-13
ufficio