Scienza politica

A.A. 2019/2020
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
SPS/04
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il principale obiettivo del corso è di offrire una conoscenza di base sui principali temi della scienza politica, fornendo gli strumenti utili per studiarla. I temi trattati includono: lo studio dell'origine degli stati, le determinanti della democrazia e le transizioni di regime, i problemi dell'azione collettiva, le scelte decisionali entro i gruppi, le relazioni legislativo-esecutivo, i sistemi elettorali, partiti e sistemi di partito, la competizione elettorale, lo studio degli attori dotati di potere di veto e le conseguenze prodotte dalle diverse varianti di istituzioni democratiche

Struttura insegnamento e programma

A-K
Edizione attiva
Responsabile
SPS/04 - SCIENZA POLITICA - CFU: 9
Lezioni: 60 ore
Docente: Ceron Andrea
STUDENTI FREQUENTANTI
Programma
a) Introduzione b) La scienza c) La politica d) Lo stato e) La democrazia f) Determinanti economici g) Determinanti culturali h) Transizioni democratiche i) Conseguenze della democrazia l) Varietà di democrazie m) Formazione del governo n) Elezioni e sistemi elettorali o) Fratture sociali e sistemi di partito p) Attori istituzionali con potere di veto q) Conseguenze della varietà di democrazie
Informazioni sul programma
Il corso è un'introduzione alle principali tematiche studiate dalla Scienza Politica con attenzione alla definizione dei concetti e alle questioni metodologiche. La prima parte del corso, dopo una breve presentazione della storia e dell'oggetto della disciplina, si soffermerà sui metodi adottati nella ricerca empirica in Scienza politica e sulla definizione delle principali forme di regime politico. La seconda parte del corso affronterà il tema dei luoghi e delle forme della partecipazione politica nelle democrazie con particolare cura per le elezioni e i partiti. La terza parte è dedicata all'organizzazione istituzionale delle democrazie contemporanee e ai processi di formazione delle decisioni
pubbliche.
Propedeuticità
nessuna
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame frequentanti consiste in una prova (scritta) intermedia e in una prova (scritta) finale. La prova scritta intermedia copre le tematiche discusse nei capitoli dall'1 al 10 del manuale ed è articolata in 2 parti, ciascuna delle quali contribuisce per metà al voto della prova intermedia. La prima parte è un test a risposta multipla sul manuale. La seconda parte è una risposta scritta ad una o più domande sui temi trattati nel manuale.

La prova scritta finale copre invece le tematiche discusse nei capitoli dal 11 al 15 del manuale, nonché la monografia aggiuntiva. La prova finale è articolata in tre parti, ciascuna delle quali contribuisce per un terzo alla votazione della prova finale. La prima parte è un test a risposta multipla sul manuale. La seconda parte è una risposta scritta ad una domanda su uno dei temi trattati nel manuale. Infine la terza parte è una risposta scritta ad una domanda sulla monografia aggiuntiva.

Il voto complessivo per lo studente frequentante consiste nella media tra il voto ottenuto nella prova intermedia e in quella finale.

L'esame mira a verificare che lo studente abbia appreso i concetti oggetto del corso e sappia esprimerli in modo chiaro e preciso, impiegando la corretta terminologia.
Materiale didattico e bibliografia
1) Clark, William Roberts, Matt Golder, e Sona Nadenichek Golder. Principi di Scienza Politica. Milano, McGraw-Hill, 2010
2) Della Porta, Donatella, I partiti politici, Bologna, Il Mulino, 2009
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Programma
a) Introduzione b) La scienza c) La politica d) Lo stato e) La democrazia f) Determinanti economici g) Determinanti culturali h) Transizioni democratiche i) Conseguenze della democrazia l) Varietà di democrazie m) Formazione del governo n) Elezioni e sistemi elettorali o) Fratture sociali e sistemi di partito p) Attori istituzionali con potere di veto q) Conseguenze della varietà di democrazie
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame non frequentanti è articolato in 3 parti, ciascuna delle quali contribuisce per un terzo alla votazione complessiva. Una prima parte, pensata per accertare le conoscenze di base della disciplina è un test a risposta multipla sul manuale. La seconda parte è una risposta scritta ad una domanda su uno dei temi trattati nel manuale. Infine la terza parte è una risposta scritta ad una domanda sulla monografia aggiuntiva. Tutte e tre le prove hanno luogo di norma nello stesso giorno. Esigenze straordinarie possono indurre a modificare le suddette modalità di esame. L'esame mira a verificare che lo studente abbia appreso i concetti oggetto del corso e sappia esprimerli in modo chiaro e preciso, impiegando la corretta terminologia.
Materiale didattico e bibliografia
1) Clark, William Roberts, Matt Golder, e Sona Nadenichek Golder. Principi di Scienza Politica. Milano, McGraw-Hill, 2010
2) Della Porta, Donatella, I partiti politici, Bologna, Il Mulino, 2009
Periodo
Terzo trimestre
L-Z
Edizione attiva
Responsabile
SPS/04 - SCIENZA POLITICA - CFU: 9
Lezioni: 60 ore
Docente: Curini Luigi
STUDENTI FREQUENTANTI
Programma
a) Introduzione b) La scienza c) La politica d) Lo stato e) La democrazia f) Determinanti economici g) Determinanti culturali h) Transizioni democratiche i) Conseguenze della democrazia l) Varietà di democrazie m) Formazione del governo n) Elezioni e sistemi elettorali o) Fratture sociali e sistemi di partito p) Attori istituzionali con potere di veto a) Conseguenze della varietà di democrazie
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame frequentanti consiste in una prova (scritta) intermedia e in una prova (scritta) finale. La prova scritta intermedia copre le tematiche discusse nei capitoli dall'1 al 10 del manuale ed è articolata in 2 parti, ciascuna delle quali contribuisce per metà al voto della prova intermedia. La prima parte è un test a risposta multipla sul manuale. La seconda parte è una risposta scritta ad una o più domande sui temi trattati nel manuale.

La prova scritta finale copre invece le tematiche discusse nei capitoli dal 11 al 15 del manuale, nonchè il testo a scelta selezionato dagli studenti. La prova finale è articolata in tre parti, ciascuna delle quali contribuisce per un terzo alla votazione della prova finale. La prima parte è un test a risposta multipla sul manuale. La seconda parte è una risposta scritta ad una domanda su uno dei temi trattati nel manuale. Infine la terza parte è una risposta scritta ad una domanda su uno dei testi a scelta.

Il voto complessivo per lo studente frequentante consiste nella media tra il voto ottenuto nella prova intermedia e in quella finale.

L'esame mira a verificare che lo studente abbia appreso i concetti oggetto del corso e sappia esprimerli in modo chiaro e preciso, impiegando la corretta terminologia.
Materiale didattico e bibliografia
Clark, William Roberts, Matt Golder, e Sona Nadenichek Golder. Principi di Scienza Politica. Milano, McGraw-Hill, 2010
Un testo a scelta fra: a) Della Porta, Donatella, I partiti politici, Bologna, Il Mulino, 2009 b) Curini, Luigi e Pinto, Luca, L'arte di fare (e disfare) i governi: da De Gasperi a Renzi 70 anni di politica italiana , Milano, Egea, 2017
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Programma
a) Introduzione b) La scienza c) La politica d) Lo stato e) La democrazia f) Determinanti economici g) Determinanti culturali h) Transizioni democratiche i) Conseguenze della democrazia l) Varietà di democrazie m) Formazione del governo n) Elezioni e sistemi elettorali o) Fratture sociali e sistemi di partito p) Attori istituzionali con potere di veto a) Conseguenze della varietà di democrazie
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame non frequentanti è articolato in 3 parti, ciascuna delle quali contribuisce per un terzo alla votazione complessiva. Una prima parte, pensata per accertare le conoscenze di base della disciplina è un test a risposta multipla sul manuale. La seconda parte è una risposta scritta ad una domanda su uno dei temi trattati nel manuale. Infine la terza parte è una risposta scritta ad una domanda su uno dei testi a scelta. Tutte e tre le prove hanno luogo di norma nello stesso giorno. Esigenze straordinarie possono indurre a modificare le suddette modalità di esame. L'esame mira a verificare che lo studente abbia appreso i concetti oggetto del corso e sappia esprimerli in modo chiaro e preciso, impiegando la corretta terminologia.
Materiale didattico e bibliografia
Clark, William Roberts, Matt Golder, e Sona Nadenichek Golder. Principi di Scienza Politica. Milano, McGraw-Hill, 2010
Un testo a scelta fra: a) Della Porta, Donatella, I partiti politici, Bologna, Il Mulino, 2009 b) Curini, Luigi e Pinto, Luca, L'arte di fare (e disfare) i governi: da De Gasperi a Renzi 70 anni di politica italiana , Milano, Egea, 2017
Periodo
Terzo trimestre
Periodo
Terzo trimestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
lunedì 15.00-18.00
stanza 303
Ricevimento:
Mercoledì 12:30-15.30
stanza 319 - via Conservatorio 7, Dipartimento di Scienze sociali e politiche. Il ricevimento di mercoledì 11 settembre è sospeso. Quello del 18 settembre sarà dalle 11:30 alle 14:30