Sistemi politici e amministrativi

A.A. 2019/2020
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
SPS/04
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso intende fornire le conoscenze e gli strumenti concettuali di base necessari per comprendere il funzionamento dei sistemi politici e amministrativi. L'insegnamento si struttura in tre unità didattiche tra loro collegate:
- la prima, relativa alla comprensione dei fondamenti costitutivi di ogni sistema politico, attraverso l'analisi di alcuni concetti e parole chiave della teoria politica e della scienza politica;
- la seconda relativa ad alcuni temi classici della scienza politica, attraverso l'analisi delle principali istituzioni della democrazia rappresentativa e il versante dell'implementazione delle politiche pubbliche;
- la terza relativa all'analisi - in prospettiva comparata - delle amministrazioni pubbliche nelle democrazie contemporanee e del loro rapporto con il ceto politico, dei problemi di funzione, struttura e processi amministrativi, nonché all'analisi dei caratteri generali del processo di riforma amministrativa che ha interessato i principali paesi a tradizione democratica negli ultimi venti anni, con particolare riferimento all'Italia.
Attraverso l'esame in prospettiva comparata dei fondamenti costitutivi dei sistemi politici, delle principali istituzioni della democrazia rappresentativa e del funzionamento delle amministrazioni pubbliche, il corso si propone di sviluppare le conoscenze e la capacità di comprensione applicate in relazione al funzionamento delle democrazie contemporanee.
Il corso mira, infine, a sviluppare la capacità di impiegare tali conoscenze per inquadrare in modo critico fatti e fenomeni politici attuali legati al funzionamento delle democrazie contemporanee, anche ove questi non siano stati direttamente affrontati durante le lezioni.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
SPS/04 - SCIENZA POLITICA - CFU: 9
Lezioni: 60 ore
STUDENTI FREQUENTANTI
Programma
Unità didattica 1
Programma
L'Unità Didattica 1 si concentrerà su:
1. Concetti e parole chiave della scienza politica. Cos'è la scienza politica? Il metodo nella scienza politica; Cos'è lo Stato? Democrazie e tipologie di democrazia, partecipazione politica e azione collettiva.

Unità didattica 2
Programma
L'Unità didattica 2 si divide in due parti (2a e 2b):
2a. Istituzioni politiche e rappresentanza:
- Gruppi di interessi: analisi della rappresentanza degli interessi organizzati in una prospettiva multilivello.
- Partiti politici: definizioni, origini ed evoluzione storica, funzioni, modelli di organizzazione, leadership e dinamiche interne. Sistemi di partito e competizione elettorale. Il teorema del votante mediano e la teoria di Downs.
- Elezioni, elettori e comportamento elettorale, sistemi elettorali maggioritari e proporzionali. La legge di Duverger e l'effetto del sistema elettorale sul numero dei partiti.
2b. Istituzioni politiche e policy-making:
- Parlamenti e Governi: ruolo e struttura organizzativa degli organi legislativi. Tipi di governo, funzionamento, autonomia e capacità politica. Ordinamenti presidenziali, parlamentari, semipresidenziali. Governi di minoranza, monopartitici e di coalizione. Formazione, processo negoziale, stabilità e durata. Stallo decisionale e instabilità politica.
- Assetto unitario e federale. Spiegazioni della nascita del federalismo. Vantaggi e svantaggi del federalismo.
- Politiche pubbliche e policy making: che cosa sono, modelli di produzione delle politiche pubbliche; tipologie, fasi e attori delle politiche. Modelli concettuali di policy making. Fattori internazionali per il policy making domestico.
- L'Unione Europea come nuovo sistema politico. Spiegazioni dell'integrazione europea. L'UE come stato regolatore e come sistema di governo consensuale. Le sfide della democraticità.
- Il welfare state: che cos'è; l'emergere e l'espansione del welfare; variazioni tra i sistemi di welfare sviluppati; gli effetti del welfare tra sfide e dinamiche dei welfare state contemporanei.

Unità didattica 3
Programma
L'Unità didattica 3 si divide in due parti (3a e 3b):
3a. - La pubblica amministrazione: il ruolo del settore pubblico nelle democrazie contemporanee. Stato moderno e burocrazia: funzioni, organizzazione e struttura amministrativa, il personale e le modalità dell'azione amministrativa, la trasformazione delle burocrazie pubbliche e le politiche di riforma amministrativa: dal modello ideal-tipico weberiano al New Public Management al concetto di governance. La pubblica amministrazione in Italia: evoluzione storica, assetti istituzionali e riforme settoriali.
3b. - Politica e burocrazia: modelli e variabili a confronto. Influenza reciproca tra politica e pubblica amministrazione; il ruolo politico delle burocrazie: teorie, concetti e analisi empiriche. Merit system e spoils system: un'analisi comparata. Sistemi politici, sistemi amministrativi e politiche pubbliche: analisi del processo decisionale.
- Etica e pubblica amministrazione: codici etici per politici e funzionari pubblici; la tutela degli utenti dei servizi pubblici, le semplificazioni amministrative: innovazione tecnologica e innovazione amministrativa (ICT e e-government).

Eventuali variazioni per gli studenti frequentanti verranno comunicati dai docenti ad inizio corso. I materiali utilizzati a lezione costituiscono parte del programma d'esame per gli studenti frequentanti.
Informazioni sul programma
I primi due moduli (40 ore, 6 CFU) sono insegnati dal professor Alessandro Pellegata, il terzo modulo (20 ore, 3 CFU) è insegnato dal professor Nicola Pasini.

INFORMAZIONI per i FREQUENTANTI: a metà corso è prevista una prova intermedia obbligatoria in forma scritta (attraverso domande a risposta multipla, brevi esercizi e domande con risposte semi-aperte e libere)

Per chi chiede di sostenere l'esame relativo a una sola unità didattica (3 crediti):
1. Principi e concetti politici. La scienza politica. Partiti politici: funzioni, evoluzione storica, trasformazioni organizzative e strategiche. Sistemi di partito e fratture socio-politiche. Elezioni e referendum, elettori, comportamento elettorale, diverse formule elettorali. Assemblee legislative: struttura e funzioni dei parlamenti. Esecutivi: morfologia dei governi, modellistica costituzionale e realtà partitica. Politiche pubbliche: che cosa sono, modelli di produzione delle politiche pubbliche; tipologie, fasi e attori delle politiche, studio del policy making.
2. Pubblica amministrazione: funzioni, modelli, evoluzione e trasformazione delle burocrazie pubbliche. Politica e burocrazia: modelli e variabili a confronto. Influenza reciproca tra politica e pubblica amministrazione.
Testi per l'esame:
1. D. CARAMANI (a cura di), Scienza politica, Egea Bocconi, Milano 2015 (II edizione); Introduzione + capitoli: 6-7-8-9-10-11.
2. N. PASINI, Lo spoils system fa male alla democrazia?, Giappichelli Editore, Torino, 2014 (II edizione); capitolo 1
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame si svolgerà in forma scritta. La prova includerà:
- domande a risposta multipla, per accertare il raggiungimento degli obiettivi minimi in termini di conoscenza e capacità di comprensione;
- brevi esercizi, domande con risposte semi-aperte e libere per accertare la conoscenza e le capacità di comprensione applicate e di verificare l'autonomia di giudizio;
Nelle prove scritte, attraverso le domande aperte, verrà testata anche la capacità di esprimere le conoscenze conseguite in modo adeguato e preciso, attraverso l'impiego della terminologia appresa durante il corso.

Per gli studenti frequentanti due prove scritte obbligatorie: la prima, dopo i primi due moduli, in forma scritta; la seconda, sempre in forma scritta, al termine del corso sulla parte restante del programma (modulo 3). Entrambe le prove si svolgeranno attraverso domande a risposta multipla, brevi esercizi, domande con risposte semi-aperte e aperte
Metodi didattici
Lezioni frontali ed eventuali lavori di approfondimento in piccoli gruppi.
Materiale didattico e bibliografia
D. CARAMANI (a cura di), Scienza politica, Egea Bocconi, Milano 2015 (II edizione), Introduzione + capitoli: 1, 2, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 (solo fino a sezione 10.5.3 compresa), 11, 12, 15, 17 (i capitoli 15 e 17 sono disponibili solo on line).
G. CAPANO, E. GUALMINI (a cura di), Le pubbliche amministrazioni in Italia, Il Mulino, Bologna 2011(II edizione): capitoli II, III, IV, V, VI, VII;
N. PASINI, Lo spoils system fa male alla democrazia? Giappichelli Editore, Torino 2014 (II edizione) capitoli 1, 2.

Eventuali variazioni per gli studenti frequentanti verranno comunicate dai docenti ad inizio corso. I materiali utilizzati a lezione costituiscono parte del programma d'esame per gli studenti frequentanti.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Programma
Unità didattica 1
Programma
L'Unità Didattica 1 si concentrerà su:
1. Concetti e parole chiave della scienza politica. Cos'è la scienza politica? Il metodo nella scienza politica; Cos'è lo Stato? Democrazie e tipologie di democrazia, partecipazione politica e azione collettiva.

Unità didattica 2
Programma
L'Unità didattica 2 si divide in due parti (2a e 2b):
2a. Istituzioni politiche e rappresentanza:
- Gruppi di interessi: analisi della rappresentanza degli interessi organizzati in una prospettiva multilivello.
- Partiti politici: definizioni, origini ed evoluzione storica, funzioni, modelli di organizzazione, leadership e dinamiche interne. Sistemi di partito e competizione elettorale. Il teorema del votante mediano e la teoria di Downs.
- Elezioni, elettori e comportamento elettorale, sistemi elettorali maggioritari e proporzionali. La legge di Duverger e l'effetto del sistema elettorale sul numero dei partiti.
2b. Istituzioni politiche e policy-making:
- Parlamenti e Governi: ruolo e struttura organizzativa degli organi legislativi. Tipi di governo, funzionamento, autonomia e capacità politica. Ordinamenti presidenziali, parlamentari, semipresidenziali. Governi di minoranza, monopartitici e di coalizione. Formazione, processo negoziale, stabilità e durata. Stallo decisionale e instabilità politica.
- Assetto unitario e federale. Spiegazioni della nascita del federalismo. Vantaggi e svantaggi del federalismo.
- Politiche pubbliche e policy making: che cosa sono, modelli di produzione delle politiche pubbliche; tipologie, fasi e attori delle politiche. Modelli concettuali di policy making. Fattori internazionali per il policy making domestico.
- L'Unione Europea come nuovo sistema politico. Spiegazioni dell'integrazione europea. L'UE come stato regolatore e come sistema di governo consensuale. Le sfide della democraticità.
- Il welfare state: che cos'è; l'emergere e l'espansione del welfare; variazioni tra i sistemi di welfare sviluppati; gli effetti del welfare tra sfide e dinamiche dei welfare state contemporanei.

Unità didattica 3
Programma
L'Unità didattica 3 si divide in due parti (3a e 3b):
3a. - La pubblica amministrazione: il ruolo del settore pubblico nelle democrazie contemporanee. Stato moderno e burocrazia: funzioni, organizzazione e struttura amministrativa, il personale e le modalità dell'azione amministrativa, la trasformazione delle burocrazie pubbliche e le politiche di riforma amministrativa: dal modello ideal-tipico weberiano al New Public Management al concetto di governance. La pubblica amministrazione in Italia: evoluzione storica, assetti istituzionali e riforme settoriali.
3b. - Politica e burocrazia: modelli e variabili a confronto. Influenza reciproca tra politica e pubblica amministrazione; il ruolo politico delle burocrazie: teorie, concetti e analisi empiriche. Merit system e spoils system: un'analisi comparata. Sistemi politici, sistemi amministrativi e politiche pubbliche: analisi del processo decisionale.
- Etica e pubblica amministrazione: codici etici per politici e funzionari pubblici; la tutela degli utenti dei servizi pubblici, le semplificazioni amministrative: innovazione tecnologica e innovazione amministrativa (ICT e e-government).
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame si svolgerà in forma scritta. La prova includerà:
- domande a risposta multipla, per accertare il raggiungimento degli obiettivi minimi in termini di conoscenza e capacità di comprensione;
- brevi esercizi, domande con risposte semi-aperte e libere per accertare la conoscenza e le capacità di comprensione applicate e di verificare l'autonomia di giudizio;
Nelle prove scritte, attraverso le domande aperte, verrà testata anche la capacità di esprimere le conoscenze conseguite in modo adeguato e preciso, attraverso l'impiego della terminologia appresa durante il corso.
Materiale didattico e bibliografia
D. CARAMANI (a cura di), Scienza politica, Egea Bocconi, Milano 2015 (II edizione), Introduzione + capitoli: 1, 2, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 (solo fino a sezione 10.5.3 compresa), 11, 12, 15, 17 (i capitoli 15 e 17 sono disponibili solo on line).
G. CAPANO, E. GUALMINI (a cura di), Le pubbliche amministrazioni in Italia, Il Mulino, Bologna 2011(II edizione): capitoli: II, III, IV,V,VI, VII;
N. PASINI, Lo spoils system fa male alla democrazia? Giappichelli Editore, Torino 2014 (II edizione) capitoli: I, II.
Periodo
Secondo trimestre
Periodo
Secondo trimestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Mercoledì ore 14.30-17.30. Primo ricevimento dopo la pausa estiva: 11 settembre 2019. Per qualsiasi urgenza, inviare una e-mail.
stanza 313, 3° piano.
Ricevimento:
su appuntamento da concordare via mail
Stanza 202, edificio via Livorno - 1° piano