Atletica leggera

A.A. 2019/2020
Insegnamento per
8
Crediti massimi
56
Ore totali
SSD
M-EDF/02
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso è articolato in modo da analizzare le specialità dell'atletica leggera evidenziandone gli aspetti più propriamente tecnici e didattici senza trascurare di collegare l'evoluzione storica e tecnica di ciascuna disciplina ai più moderni concetti di teoria dell'allenamento. Il corso ha l'obiettivo di fornire le capacità di sviluppare e condurre attività di avviamento e di insegnamento dell'atletica leggera, utilizzando ora una parte formativa generale pratica ora un approfondimento teorico.
- Capacità di osservazione e correzione reciproca;
- Esecuzione dei gesti di gara in forma globale sapendo utilizzare il supporto percettivo nel processo di affinamento tecnico (propriocezione e trattamento dei dati sensoriali);
- Comprensione dei nodi fondamentali delle discipline trattate, con dimostrazione pratica;
- Capacità di organizzare una programmazione didattica finalizzata all'apprendimento delle specialità previste dal programma in funzione dell'età e dell'esperienza dell'atleta;
- Capacità di pianificare un allenamento di base per gruppi di specialità.

Struttura insegnamento e programma

GRUPPO 1
Edizione attiva
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE - CFU: 8
Lezioni: 56 ore
Programma
Contenuti generali:
- il campo di atletica: le corsie, le pedane, i riferimenti metrici sulla pista;
- cenni sulle origini dell'atletica e sull'evoluzione delle discipline e delle prestazioni;
- la didattica del correre, saltare e lanciare come "scuola del movimento", le matrici motorie di base nelle diverse discipline atletiche;
- le attività di promozione dell'atletica leggera e le prove multiple.


LE CORSE
- glossario tecnico ed essenziali note di regolamento;
- corse di velocità: tecnica e didattica;
- corse di resistenza: tecnica, metodi e mezzi;
- staffette: tecnica e didattica;
- cenni sulle metodologie di allenamento in età giovanile e sulla pianificazione delle attività in funzione dell'età.


GLI OSTACOLI ED I CONCORSI:
- glossario tecnico ed essenziali note di regolamento;
- tecnica, didattica ed esercitazioni delle corse con ostacoli;
- generalità e le fasi comuni dei lanci, tecnica e didattica del lancio del peso, del disco e del giavellotto;
- generalità e le fasi comuni dei salti; tecnica e didattica del salto in lungo, triplo e in alto;
- cenni sulle metodologie di allenamento in età giovanile e sulla pianificazione delle attività in funzione dell'età.
Prerequisiti e modalità di esame
Sono previste delle prove pratiche:
- verifica della capacità di eseguire esercizi propedeutici di base;
- valutazione delle dimostrazioni riguardanti le tecniche di gara;
- prova cronometrata su metri 60 con blocchi di partenza;
- prova cronometrata metri 1000;
- prova cronometrata su 60 hs ostacoli con blocchi di partenza;
- prove misurate di lanci e salti.

L'esame finale prevede lo svolgimento di un colloquio orale.
Il voto è composto dalla somma dei punti ottenuti sia nelle prova orale che nelle
Materiale didattico e bibliografia
ESSENZIALE
1. A.A.V.V.: "Il nuovo manuale dell'istruttore di atletica leggera" - Atleticastudi; suppl. al n 1-4/2010; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2011.
2. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - prima parte: generalità, corse e marcia- Atleticastudi; suppl. al n 3/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002.
3. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - seconda parte: salti e prove multiple- Atleticastudi; suppl. al n 4/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002.
4. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - terza parte: i lanci- Atleticastudi; suppl. al n 1/2002; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.

PER APPROFONDIMENTI
1. A.A.V.V.: "The role of speed in athletic events" - Atleticastudi; n. 3-4-5/1996; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1996.
2. Arcelli E. e coll.: "La scuola italiana di mezzofondo, fondo e marcia" - Atleticastudi; suppl. al n. 3-4/1996; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1996.
3. Arcelli E.- Dotti A.: "Il mezzofondo veloce: dalla fisiologia all'allenamento" - Atleticastudi; suppl. al n. 1/2000; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2000.
4. Arcelli E.- Canova R.: "L'allenamento del maratoneta di alto e di medio livello" - Edizioni Correre; Milano, 2002.
5. Astrua M.: "Il salto in alto dalla "A" alla Fosbury" - Atleticastudi; suppl. al n. 3/1995; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1995.
6. Calcini R.: "Decathlon" - Associazione sportiva e culturale ASSITAL; Edizioni ASSITAL; Roma, 2002.
7. Cometti G.: "L'allenamento della velocità" - Società Stampa Sportiva; Roma, 2002.
8. Paissan G.: "I salti nelle categorie giovanili" - Atleticastudi; suppl. ai n 2/1994; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1994.
9. Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - primo volume - Atleticastudi; suppl. ai n 2-3/2002; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.
10. 10.Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - secondo volume- Atleticastudi; suppl. ai n 1-2/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002
11. Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - terzo volume- Atleticastudi; suppl. ai n 1-2/2008; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2008
12. Vittori C.: "Le gare di velocità" - Atleticastudi; suppl. al n. 2/1995; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1995.
13. Vittori C.: "L'allenamento del giovane corridore dai 12 ai 19 anni " - Atleticastudi; suppl. al n. 1-2/1997; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1997.
14. 14.Vittori C.: "La pratica dell'allenamento" - Atleticastudi; suppl. alla rivista Atleticastudi; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.
15. AAVV.: "L'allenamento giovanile" prima e seconda parte suppl. al n. 2 e 3/ 2003; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2004.

RIVISTE E STRUMENTI DIDATTICI CONSIGLIATI
- Atleticastudi - Trimestrale di ricerca scientifica e tecnica applicata all'atletica leggera;
- Video cassette didattiche - ATLETICASTUDI VIDEO (in particolare le cassette 13-14-15-16);
- Universo Atletica - Rivista trimestrale dell'ASSITAL;
- SDS - CONI Scuola dello Sport - Rivista di cultura sportiva.

Sitografia:
- http://www.fidal.it
- http://www.iaaf.org
- http://www.usatf.org
- http://www.european-athletics.org/
- http://www.nationalthrowscoachesassociation.com/
- http://www.trackandfieldnews.com/
- http://www.runtheplanet.com/
Periodo
annuale
GRUPPO 2
Edizione attiva
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE - CFU: 8
Lezioni: 56 ore
Programma
Contenuti generali:
- il campo di atletica: le corsie, le pedane, i riferimenti metrici sulla pista;
- cenni sulle origini dell'atletica e sull'evoluzione delle discipline e delle prestazioni;
- la didattica del correre, saltare e lanciare come "scuola del movimento", le matrici motorie di base nelle diverse discipline atletiche;
- le attività di promozione dell'atletica leggera e le prove multiple.


LE CORSE
- glossario tecnico ed essenziali note di regolamento;
- corse di velocità: tecnica e didattica;
- corse di resistenza: tecnica, metodi e mezzi;
- staffette: tecnica e didattica;
- cenni sulle metodologie di allenamento in età giovanile e sulla pianificazione delle attività in funzione dell'età.


GLI OSTACOLI ED I CONCORSI:
- glossario tecnico ed essenziali note di regolamento;
- tecnica, didattica ed esercitazioni delle corse con ostacoli;
- generalità e le fasi comuni dei lanci, tecnica e didattica del lancio del peso, del disco e del giavellotto;
- generalità e le fasi comuni dei salti; tecnica e didattica del salto in lungo, triplo e in alto;
- cenni sulle metodologie di allenamento in età giovanile e sulla pianificazione delle attività in funzione dell'età.
Prerequisiti e modalità di esame
Sono previste delle prove pratiche:
- verifica della capacità di eseguire esercizi propedeutici di base;
- valutazione delle dimostrazioni riguardanti le tecniche di gara;
- prova cronometrata su metri 60 con blocchi di partenza;
- prova cronometrata metri 1000;
- prova cronometrata su 60 hs ostacoli con blocchi di partenza;
- prove misurate di lanci e salti.

L'esame finale prevede lo svolgimento di un colloquio orale.
Il voto è composto dalla somma dei punti ottenuti sia nelle prova orale che nelle
Materiale didattico e bibliografia
ESSENZIALE
1. A.A.V.V.: "Il nuovo manuale dell'istruttore di atletica leggera" - Atleticastudi; suppl. al n 1-4/2010; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2011.
2. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - prima parte: generalità, corse e marcia- Atleticastudi; suppl. al n 3/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002.
3. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - seconda parte: salti e prove multiple- Atleticastudi; suppl. al n 4/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002.
4. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - terza parte: i lanci- Atleticastudi; suppl. al n 1/2002; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.

PER APPROFONDIMENTI
1. A.A.V.V.: "The role of speed in athletic events" - Atleticastudi; n. 3-4-5/1996; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1996.
2. Arcelli E. e coll.: "La scuola italiana di mezzofondo, fondo e marcia" - Atleticastudi; suppl. al n. 3-4/1996; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1996.
3. Arcelli E.- Dotti A.: "Il mezzofondo veloce: dalla fisiologia all'allenamento" - Atleticastudi; suppl. al n. 1/2000; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2000.
4. Arcelli E.- Canova R.: "L'allenamento del maratoneta di alto e di medio livello" - Edizioni Correre; Milano, 2002.
5. Astrua M.: "Il salto in alto dalla "A" alla Fosbury" - Atleticastudi; suppl. al n. 3/1995; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1995.
6. Calcini R.: "Decathlon" - Associazione sportiva e culturale ASSITAL; Edizioni ASSITAL; Roma, 2002.
7. Cometti G.: "L'allenamento della velocità" - Società Stampa Sportiva; Roma, 2002.
8. Paissan G.: "I salti nelle categorie giovanili" - Atleticastudi; suppl. ai n 2/1994; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1994.
9. Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - primo volume - Atleticastudi; suppl. ai n 2-3/2002; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.
10. 10.Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - secondo volume- Atleticastudi; suppl. ai n 1-2/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002
11. Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - terzo volume- Atleticastudi; suppl. ai n 1-2/2008; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2008
12. Vittori C.: "Le gare di velocità" - Atleticastudi; suppl. al n. 2/1995; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1995.
13. Vittori C.: "L'allenamento del giovane corridore dai 12 ai 19 anni " - Atleticastudi; suppl. al n. 1-2/1997; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1997.
14. 14.Vittori C.: "La pratica dell'allenamento" - Atleticastudi; suppl. alla rivista Atleticastudi; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.
15. AAVV.: "L'allenamento giovanile" prima e seconda parte suppl. al n. 2 e 3/ 2003; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2004.

RIVISTE E STRUMENTI DIDATTICI CONSIGLIATI
- Atleticastudi - Trimestrale di ricerca scientifica e tecnica applicata all'atletica leggera;
- Video cassette didattiche - ATLETICASTUDI VIDEO (in particolare le cassette 13-14-15-16);
- Universo Atletica - Rivista trimestrale dell'ASSITAL;
- SDS - CONI Scuola dello Sport - Rivista di cultura sportiva.

Sitografia:
- http://www.fidal.it
- http://www.iaaf.org
- http://www.usatf.org
- http://www.european-athletics.org/
- http://www.nationalthrowscoachesassociation.com/
- http://www.trackandfieldnews.com/
- http://www.runtheplanet.com/
Periodo
annuale
GRUPPO 3
Edizione attiva
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE - CFU: 8
Lezioni: 56 ore
Programma
Contenuti generali:
- il campo di atletica: le corsie, le pedane, i riferimenti metrici sulla pista;
- cenni sulle origini dell'atletica e sull'evoluzione delle discipline e delle prestazioni;
- la didattica del correre, saltare e lanciare come "scuola del movimento", le matrici motorie di base nelle diverse discipline atletiche;
- le attività di promozione dell'atletica leggera e le prove multiple.


LE CORSE
- glossario tecnico ed essenziali note di regolamento;
- corse di velocità: tecnica e didattica;
- corse di resistenza: tecnica, metodi e mezzi;
- staffette: tecnica e didattica;
- cenni sulle metodologie di allenamento in età giovanile e sulla pianificazione delle attività in funzione dell'età.


GLI OSTACOLI ED I CONCORSI:
- glossario tecnico ed essenziali note di regolamento;
- tecnica, didattica ed esercitazioni delle corse con ostacoli;
- generalità e le fasi comuni dei lanci, tecnica e didattica del lancio del peso, del disco e del giavellotto;
- generalità e le fasi comuni dei salti; tecnica e didattica del salto in lungo, triplo e in alto;
- cenni sulle metodologie di allenamento in età giovanile e sulla pianificazione delle attività in funzione dell'età.
Prerequisiti e modalità di esame
Sono previste delle prove pratiche:
- verifica della capacità di eseguire esercizi propedeutici di base;
- valutazione delle dimostrazioni riguardanti le tecniche di gara;
- prova cronometrata su metri 60 con blocchi di partenza;
- prova cronometrata metri 1000;
- prova cronometrata su 60 hs ostacoli con blocchi di partenza;
- prove misurate di lanci e salti.

L'esame finale prevede lo svolgimento di un colloquio orale.
Il voto è composto dalla somma dei punti ottenuti sia nelle prova orale che nelle
Materiale didattico e bibliografia
ESSENZIALE
1. A.A.V.V.: "Il nuovo manuale dell'istruttore di atletica leggera" - Atleticastudi; suppl. al n 1-4/2010; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2011.
2. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - prima parte: generalità, corse e marcia- Atleticastudi; suppl. al n 3/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002.
3. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - seconda parte: salti e prove multiple- Atleticastudi; suppl. al n 4/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002.
4. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - terza parte: i lanci- Atleticastudi; suppl. al n 1/2002; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.

PER APPROFONDIMENTI
1. A.A.V.V.: "The role of speed in athletic events" - Atleticastudi; n. 3-4-5/1996; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1996.
2. Arcelli E. e coll.: "La scuola italiana di mezzofondo, fondo e marcia" - Atleticastudi; suppl. al n. 3-4/1996; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1996.
3. Arcelli E.- Dotti A.: "Il mezzofondo veloce: dalla fisiologia all'allenamento" - Atleticastudi; suppl. al n. 1/2000; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2000.
4. Arcelli E.- Canova R.: "L'allenamento del maratoneta di alto e di medio livello" - Edizioni Correre; Milano, 2002.
5. Astrua M.: "Il salto in alto dalla "A" alla Fosbury" - Atleticastudi; suppl. al n. 3/1995; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1995.
6. Calcini R.: "Decathlon" - Associazione sportiva e culturale ASSITAL; Edizioni ASSITAL; Roma, 2002.
7. Cometti G.: "L'allenamento della velocità" - Società Stampa Sportiva; Roma, 2002.
8. Paissan G.: "I salti nelle categorie giovanili" - Atleticastudi; suppl. ai n 2/1994; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1994.
9. Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - primo volume - Atleticastudi; suppl. ai n 2-3/2002; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.
10. 10.Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - secondo volume- Atleticastudi; suppl. ai n 1-2/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002
11. Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - terzo volume- Atleticastudi; suppl. ai n 1-2/2008; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2008
12. Vittori C.: "Le gare di velocità" - Atleticastudi; suppl. al n. 2/1995; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1995.
13. Vittori C.: "L'allenamento del giovane corridore dai 12 ai 19 anni " - Atleticastudi; suppl. al n. 1-2/1997; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1997.
14. 14.Vittori C.: "La pratica dell'allenamento" - Atleticastudi; suppl. alla rivista Atleticastudi; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.
15. AAVV.: "L'allenamento giovanile" prima e seconda parte suppl. al n. 2 e 3/ 2003; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2004.

RIVISTE E STRUMENTI DIDATTICI CONSIGLIATI
- Atleticastudi - Trimestrale di ricerca scientifica e tecnica applicata all'atletica leggera;
- Video cassette didattiche - ATLETICASTUDI VIDEO (in particolare le cassette 13-14-15-16);
- Universo Atletica - Rivista trimestrale dell'ASSITAL;
- SDS - CONI Scuola dello Sport - Rivista di cultura sportiva.

Sitografia:
- http://www.fidal.it
- http://www.iaaf.org
- http://www.usatf.org
- http://www.european-athletics.org/
- http://www.nationalthrowscoachesassociation.com/
- http://www.trackandfieldnews.com/
- http://www.runtheplanet.com/
Periodo
annuale
GRUPPO 4
Edizione attiva
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE - CFU: 8
Lezioni: 56 ore
Programma
Contenuti generali:
- il campo di atletica: le corsie, le pedane, i riferimenti metrici sulla pista;
- cenni sulle origini dell'atletica e sull'evoluzione delle discipline e delle prestazioni;
- la didattica del correre, saltare e lanciare come "scuola del movimento", le matrici motorie di base nelle diverse discipline atletiche;
- le attività di promozione dell'atletica leggera e le prove multiple.


LE CORSE
- glossario tecnico ed essenziali note di regolamento;
- corse di velocità: tecnica e didattica;
- corse di resistenza: tecnica, metodi e mezzi;
- staffette: tecnica e didattica;
- cenni sulle metodologie di allenamento in età giovanile e sulla pianificazione delle attività in funzione dell'età.


GLI OSTACOLI ED I CONCORSI:
- glossario tecnico ed essenziali note di regolamento;
- tecnica, didattica ed esercitazioni delle corse con ostacoli;
- generalità e le fasi comuni dei lanci, tecnica e didattica del lancio del peso, del disco e del giavellotto;
- generalità e le fasi comuni dei salti; tecnica e didattica del salto in lungo, triplo e in alto;
- cenni sulle metodologie di allenamento in età giovanile e sulla pianificazione delle attività in funzione dell'età.
Prerequisiti e modalità di esame
Sono previste delle prove pratiche:
- verifica della capacità di eseguire esercizi propedeutici di base;
- valutazione delle dimostrazioni riguardanti le tecniche di gara;
- prova cronometrata su metri 60 con blocchi di partenza;
- prova cronometrata metri 1000;
- prova cronometrata su 60 hs ostacoli con blocchi di partenza;
- prove misurate di lanci e salti.

L'esame finale prevede lo svolgimento di un colloquio orale.
Il voto è composto dalla somma dei punti ottenuti sia nelle prova orale che nelle
Materiale didattico e bibliografia
ESSENZIALE
1. A.A.V.V.: "Il nuovo manuale dell'istruttore di atletica leggera" - Atleticastudi; suppl. al n 1-4/2010; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2011.
2. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - prima parte: generalità, corse e marcia- Atleticastudi; suppl. al n 3/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002.
3. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - seconda parte: salti e prove multiple- Atleticastudi; suppl. al n 4/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002.
4. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - terza parte: i lanci- Atleticastudi; suppl. al n 1/2002; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.

PER APPROFONDIMENTI
1. A.A.V.V.: "The role of speed in athletic events" - Atleticastudi; n. 3-4-5/1996; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1996.
2. Arcelli E. e coll.: "La scuola italiana di mezzofondo, fondo e marcia" - Atleticastudi; suppl. al n. 3-4/1996; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1996.
3. Arcelli E.- Dotti A.: "Il mezzofondo veloce: dalla fisiologia all'allenamento" - Atleticastudi; suppl. al n. 1/2000; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2000.
4. Arcelli E.- Canova R.: "L'allenamento del maratoneta di alto e di medio livello" - Edizioni Correre; Milano, 2002.
5. Astrua M.: "Il salto in alto dalla "A" alla Fosbury" - Atleticastudi; suppl. al n. 3/1995; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1995.
6. Calcini R.: "Decathlon" - Associazione sportiva e culturale ASSITAL; Edizioni ASSITAL; Roma, 2002.
7. Cometti G.: "L'allenamento della velocità" - Società Stampa Sportiva; Roma, 2002.
8. Paissan G.: "I salti nelle categorie giovanili" - Atleticastudi; suppl. ai n 2/1994; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1994.
9. Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - primo volume - Atleticastudi; suppl. ai n 2-3/2002; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.
10. 10.Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - secondo volume- Atleticastudi; suppl. ai n 1-2/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002
11. Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - terzo volume- Atleticastudi; suppl. ai n 1-2/2008; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2008
12. Vittori C.: "Le gare di velocità" - Atleticastudi; suppl. al n. 2/1995; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1995.
13. Vittori C.: "L'allenamento del giovane corridore dai 12 ai 19 anni " - Atleticastudi; suppl. al n. 1-2/1997; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1997.
14. 14.Vittori C.: "La pratica dell'allenamento" - Atleticastudi; suppl. alla rivista Atleticastudi; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.
15. AAVV.: "L'allenamento giovanile" prima e seconda parte suppl. al n. 2 e 3/ 2003; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2004.

RIVISTE E STRUMENTI DIDATTICI CONSIGLIATI
- Atleticastudi - Trimestrale di ricerca scientifica e tecnica applicata all'atletica leggera;
- Video cassette didattiche - ATLETICASTUDI VIDEO (in particolare le cassette 13-14-15-16);
- Universo Atletica - Rivista trimestrale dell'ASSITAL;
- SDS - CONI Scuola dello Sport - Rivista di cultura sportiva.

Sitografia:
- http://www.fidal.it
- http://www.iaaf.org
- http://www.usatf.org
- http://www.european-athletics.org/
- http://www.nationalthrowscoachesassociation.com/
- http://www.trackandfieldnews.com/
- http://www.runtheplanet.com/
Periodo
annuale
GRUPPO 5
Edizione attiva
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE - CFU: 8
Lezioni: 56 ore
Programma
Contenuti generali:
- il campo di atletica: le corsie, le pedane, i riferimenti metrici sulla pista;
- cenni sulle origini dell'atletica e sull'evoluzione delle discipline e delle prestazioni;
- la didattica del correre, saltare e lanciare come "scuola del movimento", le matrici motorie di base nelle diverse discipline atletiche;
- le attività di promozione dell'atletica leggera e le prove multiple.


LE CORSE
- glossario tecnico ed essenziali note di regolamento;
- corse di velocità: tecnica e didattica;
- corse di resistenza: tecnica, metodi e mezzi;
- staffette: tecnica e didattica;
- cenni sulle metodologie di allenamento in età giovanile e sulla pianificazione delle attività in funzione dell'età.


GLI OSTACOLI ED I CONCORSI:
- glossario tecnico ed essenziali note di regolamento;
- tecnica, didattica ed esercitazioni delle corse con ostacoli;
- generalità e le fasi comuni dei lanci, tecnica e didattica del lancio del peso, del disco e del giavellotto;
- generalità e le fasi comuni dei salti; tecnica e didattica del salto in lungo, triplo e in alto;
- cenni sulle metodologie di allenamento in età giovanile e sulla pianificazione delle attività in funzione dell'età.
Prerequisiti e modalità di esame
Sono previste delle prove pratiche:
- verifica della capacità di eseguire esercizi propedeutici di base;
- valutazione delle dimostrazioni riguardanti le tecniche di gara;
- prova cronometrata su metri 60 con blocchi di partenza;
- prova cronometrata metri 1000;
- prova cronometrata su 60 hs ostacoli con blocchi di partenza;
- prove misurate di lanci e salti.

L'esame finale prevede lo svolgimento di un colloquio orale.
Il voto è composto dalla somma dei punti ottenuti sia nelle prova orale che nelle
Materiale didattico e bibliografia
ESSENZIALE
1. A.A.V.V.: "Il nuovo manuale dell'istruttore di atletica leggera" - Atleticastudi; suppl. al n 1-4/2010; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2011.
2. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - prima parte: generalità, corse e marcia- Atleticastudi; suppl. al n 3/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002.
3. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - seconda parte: salti e prove multiple- Atleticastudi; suppl. al n 4/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002.
4. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - terza parte: i lanci- Atleticastudi; suppl. al n 1/2002; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.

PER APPROFONDIMENTI
1. A.A.V.V.: "The role of speed in athletic events" - Atleticastudi; n. 3-4-5/1996; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1996.
2. Arcelli E. e coll.: "La scuola italiana di mezzofondo, fondo e marcia" - Atleticastudi; suppl. al n. 3-4/1996; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1996.
3. Arcelli E.- Dotti A.: "Il mezzofondo veloce: dalla fisiologia all'allenamento" - Atleticastudi; suppl. al n. 1/2000; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2000.
4. Arcelli E.- Canova R.: "L'allenamento del maratoneta di alto e di medio livello" - Edizioni Correre; Milano, 2002.
5. Astrua M.: "Il salto in alto dalla "A" alla Fosbury" - Atleticastudi; suppl. al n. 3/1995; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1995.
6. Calcini R.: "Decathlon" - Associazione sportiva e culturale ASSITAL; Edizioni ASSITAL; Roma, 2002.
7. Cometti G.: "L'allenamento della velocità" - Società Stampa Sportiva; Roma, 2002.
8. Paissan G.: "I salti nelle categorie giovanili" - Atleticastudi; suppl. ai n 2/1994; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1994.
9. Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - primo volume - Atleticastudi; suppl. ai n 2-3/2002; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.
10. 10.Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - secondo volume- Atleticastudi; suppl. ai n 1-2/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002
11. Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - terzo volume- Atleticastudi; suppl. ai n 1-2/2008; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2008
12. Vittori C.: "Le gare di velocità" - Atleticastudi; suppl. al n. 2/1995; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1995.
13. Vittori C.: "L'allenamento del giovane corridore dai 12 ai 19 anni " - Atleticastudi; suppl. al n. 1-2/1997; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1997.
14. 14.Vittori C.: "La pratica dell'allenamento" - Atleticastudi; suppl. alla rivista Atleticastudi; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.
15. AAVV.: "L'allenamento giovanile" prima e seconda parte suppl. al n. 2 e 3/ 2003; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2004.

RIVISTE E STRUMENTI DIDATTICI CONSIGLIATI
- Atleticastudi - Trimestrale di ricerca scientifica e tecnica applicata all'atletica leggera;
- Video cassette didattiche - ATLETICASTUDI VIDEO (in particolare le cassette 13-14-15-16);
- Universo Atletica - Rivista trimestrale dell'ASSITAL;
- SDS - CONI Scuola dello Sport - Rivista di cultura sportiva.

Sitografia:
- http://www.fidal.it
- http://www.iaaf.org
- http://www.usatf.org
- http://www.european-athletics.org/
- http://www.nationalthrowscoachesassociation.com/
- http://www.trackandfieldnews.com/
- http://www.runtheplanet.com/
Periodo
annuale
GRUPPO 6
Edizione attiva
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE - CFU: 8
Lezioni: 56 ore
Programma
Contenuti generali:
- il campo di atletica: le corsie, le pedane, i riferimenti metrici sulla pista;
- cenni sulle origini dell'atletica e sull'evoluzione delle discipline e delle prestazioni;
- la didattica del correre, saltare e lanciare come "scuola del movimento", le matrici motorie di base nelle diverse discipline atletiche;
- le attività di promozione dell'atletica leggera e le prove multiple.


LE CORSE
- glossario tecnico ed essenziali note di regolamento;
- corse di velocità: tecnica e didattica;
- corse di resistenza: tecnica, metodi e mezzi;
- staffette: tecnica e didattica;
- cenni sulle metodologie di allenamento in età giovanile e sulla pianificazione delle attività in funzione dell'età.


GLI OSTACOLI ED I CONCORSI:
- glossario tecnico ed essenziali note di regolamento;
- tecnica, didattica ed esercitazioni delle corse con ostacoli;
- generalità e le fasi comuni dei lanci, tecnica e didattica del lancio del peso, del disco e del giavellotto;
- generalità e le fasi comuni dei salti; tecnica e didattica del salto in lungo, triplo e in alto;
- cenni sulle metodologie di allenamento in età giovanile e sulla pianificazione delle attività in funzione dell'età.
Prerequisiti e modalità di esame
Sono previste delle prove pratiche:
- verifica della capacità di eseguire esercizi propedeutici di base;
- valutazione delle dimostrazioni riguardanti le tecniche di gara;
- prova cronometrata su metri 60 con blocchi di partenza;
- prova cronometrata metri 1000;
- prova cronometrata su 60 hs ostacoli con blocchi di partenza;
- prove misurate di lanci e salti.

L'esame finale prevede lo svolgimento di un colloquio orale.
Il voto è composto dalla somma dei punti ottenuti sia nelle prova orale che nelle
Materiale didattico e bibliografia
ESSENZIALE
1. A.A.V.V.: "Il nuovo manuale dell'istruttore di atletica leggera" - Atleticastudi; suppl. al n 1-4/2010; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2011.
2. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - prima parte: generalità, corse e marcia- Atleticastudi; suppl. al n 3/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002.
3. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - seconda parte: salti e prove multiple- Atleticastudi; suppl. al n 4/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002.
4. A.A.V.V.: "Il manuale dell'allenatore di atletica leggera" - terza parte: i lanci- Atleticastudi; suppl. al n 1/2002; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.

PER APPROFONDIMENTI
1. A.A.V.V.: "The role of speed in athletic events" - Atleticastudi; n. 3-4-5/1996; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1996.
2. Arcelli E. e coll.: "La scuola italiana di mezzofondo, fondo e marcia" - Atleticastudi; suppl. al n. 3-4/1996; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1996.
3. Arcelli E.- Dotti A.: "Il mezzofondo veloce: dalla fisiologia all'allenamento" - Atleticastudi; suppl. al n. 1/2000; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2000.
4. Arcelli E.- Canova R.: "L'allenamento del maratoneta di alto e di medio livello" - Edizioni Correre; Milano, 2002.
5. Astrua M.: "Il salto in alto dalla "A" alla Fosbury" - Atleticastudi; suppl. al n. 3/1995; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1995.
6. Calcini R.: "Decathlon" - Associazione sportiva e culturale ASSITAL; Edizioni ASSITAL; Roma, 2002.
7. Cometti G.: "L'allenamento della velocità" - Società Stampa Sportiva; Roma, 2002.
8. Paissan G.: "I salti nelle categorie giovanili" - Atleticastudi; suppl. ai n 2/1994; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1994.
9. Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - primo volume - Atleticastudi; suppl. ai n 2-3/2002; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.
10. 10.Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - secondo volume- Atleticastudi; suppl. ai n 1-2/2001; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2002
11. Paissan G.: "L'insegnamento dell'atletica leggera a scuola" - terzo volume- Atleticastudi; suppl. ai n 1-2/2008; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2008
12. Vittori C.: "Le gare di velocità" - Atleticastudi; suppl. al n. 2/1995; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1995.
13. Vittori C.: "L'allenamento del giovane corridore dai 12 ai 19 anni " - Atleticastudi; suppl. al n. 1-2/1997; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 1997.
14. 14.Vittori C.: "La pratica dell'allenamento" - Atleticastudi; suppl. alla rivista Atleticastudi; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2003.
15. AAVV.: "L'allenamento giovanile" prima e seconda parte suppl. al n. 2 e 3/ 2003; FIDAL, Centro Studi e Ricerche; Roma, 2004.

RIVISTE E STRUMENTI DIDATTICI CONSIGLIATI
- Atleticastudi - Trimestrale di ricerca scientifica e tecnica applicata all'atletica leggera;
- Video cassette didattiche - ATLETICASTUDI VIDEO (in particolare le cassette 13-14-15-16);
- Universo Atletica - Rivista trimestrale dell'ASSITAL;
- SDS - CONI Scuola dello Sport - Rivista di cultura sportiva.

Sitografia:
- http://www.fidal.it
- http://www.iaaf.org
- http://www.usatf.org
- http://www.european-athletics.org/
- http://www.nationalthrowscoachesassociation.com/
- http://www.trackandfieldnews.com/
- http://www.runtheplanet.com/
Periodo
annuale
Periodo
annuale
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
su appuntamento
via G.Colombo 71