Basi motorie della ginnastica

A.A. 2019/2020
Insegnamento per
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
M-EDF/02
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso fornisce allo studente le competenze (conoscenze ed abilità specifiche) utili a sviluppare e mantenere nel tempo quella "normalità motoria" ed efficienza fisica indispensabile alla vita di relazione e nell'impiego del proprio tempo libero. Si occupa Inoltre di trasmettere le basi ginnastiche utili alla promozione della salute ed al suo mantenimento contrastando i vizi posturali che la possono compromettere ed i processi biologici di invecchiamento
Al termine del corso lo studente deve aver appreso le competenze teoriche e tecnico-pratiche per utilizzare e saper proporre la ginnastica in diversi contesti (realtà private e pubbliche) e fasce d'età allo scopo di:
-promuovere e mantenere l'efficienza fisica
-insegnare a muoversi con economia, minimizzando i rischi di traumi e microtraumi conseguenti ad una pratica non adeguata
-prevenire atteggiamenti posturali scorretti.

Struttura insegnamento e programma

GRUPPO 1
Edizione attiva
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Programma
Esercizi della ginnastica di base
- Analisi e pratica delle famiglie di esercizi relative ai "movimenti naturali" tipici della specie umana: camminare, correre, saltare, volteggiare, equilibrarsi, rotolare, spostarsi in quadrupedia, trasportare, arrampicare, ecc.
- Conoscenza e tecnica degli esercizi al corpo libero: esercizi di mobilità articolare, esercizi di ginnastica respiratoria, esercizi di tonificazione ed adattamento funzionale



- Conoscenza e tecniche di utilizzo dei piccoli attrezzi: bacchette, bastoni jagher, funicelle giranti, cerchi, clavette, appoggi Baumann, ecc.
Esercizi di tipo applicativo della ginnastica
- Tecniche di pre-acrobatica al suolo con elementi di ribaltamento della statica, capovolgimenti, rotazioni attorno ai differenti assi del corpo umano
- Conoscenza e tecniche di utilizzo dei grandi attrezzi: plinto, cavallina, palco di salita, quadro svedese, spalliere, sbarra, parallele, anelli, panche, asse d'equilibrio, trave, ecc.
Metodologia della ginnastica
- Presentazione degli esercizi
- Assistenza diretta ed indiretta
- Sperimentazione pratica del concetto di stimolo motorio in funzione delle qualità sollecitate, delle fasi della lezione o della seduta motoria (introduttiva, principale, finale)
Prerequisiti e modalità di esame
prove in itinere e finale, composte da prove scritte a scelta multipla, orale, prove pratiche di destrezza con utilizzo di grandi, piccoli attrezzi e successione di esercizi al corpo libero

ROGRAMMA D'ESAME DI BASI MOTORIE DELLA GINNASTICA: "RICERCA RIFLESSIONE / AZIONE"
L'ESAME E' ARTICOLATO IN:
- parte pratica laboratoriale (valutazione del saper fare; "riflessione - azione")
- elaborato scritto grafico di accompagnamento della successione (valutazione del saper far fare; "riflessione - azione")
- parte scritta e/o colloquio finale (valutazione delle conoscenze)
PARTE PRATICA LABORATORIALE
1. Abilità motorie di base stabilite, con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi ("cascata con 3 palline"; "saltelli con la funicella girante"; "verticale a 3 appoggi con tenuta malleolare di un pallone"; "lancio di un pallone, capovolta raggruppata avanti e ripresa del pallone"; "volteggio circolare al plinto"; "giro addominale alle parallele asimmetriche"; "arrampicata sulla fune")
2. Successione al corpo libero, al fine di porre in evidenza le proprie capacità motorie e una ragionata analisi sul programma svolto.
La successione al corpo libero dovrà contenere i seguenti elementi:
- 3 esercizi di mobilità articolare per il rachide
- 2 esercizi di mobilità articolare scapolo-omerale
- 2 esercizi di mobilità articolare coxofemorale
- 3 esercizi di irrobustimento per la muscolatura degli arti superiori
- 3 esercizi di irrobustimento per la muscolatura degli arti inferiori
- 2 esercizi di irrobustimento per la muscolatura addominale
- 2 esercizi di irrobustimento per la muscolatura dorsale
Il candidato potrà aggiungere a questa successione fino a 3 esercizi di propria scelta
Precisazioni inerenti la successione al corpo libero
- è possibile utilizzare un piccolo attrezzo (elastico, bacchetta, bastone, funicella, pallone, cerchio, ceppi Baumann, ecc.)
- si possono inserire, a propria discrezione, collegamenti variati per forma ed intensità, al fine di rendere continua l'esecuzione, evitando pause tra gli esercizi
- è possibile utilizzare un accompagnamento musicale che favorisca l'espressività esecutiva
- gli esercizi devono essere dinamici, ritmati oltre che precisi
- occorre prevedere il punto di osservazione del docente rispetto al fronte di esecuzione
ELABORATO SCRITTO-GRAFICO DI ACCOMPAGNAMENTO DELLA SUCCESSIONE AL CORPO LIBERO
il candidato dovrà predisporre un elaborato scritto-grafico, in originale, contenente le parti qui elencate:
- frontespizio: dati anagrafici, corso, disciplina
- elenco degli esercizi prescelti e raggruppati per tipologia : esercizi per la mobilità del rachide, esercizi per l'irrobustimento, ecc.)
- presentazione di ogni esercizio: che andrà rappresentato con disegno e descrizione terminologica, evidenziando il gruppo muscolare ed il distretto articolare interessato, il tipo di contrazione e di lavoro previsti nelle varie fasi di svolgimento (contrazione concentrica, lavoro positivo ), oppure il tipo di mobilità sollecitata (attiva, passiva, mista) e qualsiasi ulteriore elemento di approfondimento (per es. le posizioni isolate di riferimento, la prevenzione, le attenzioni nell'esecuzione, ecc.)
- eventuale indicazione del brano musicale di accompagnamento
L'elaborato andrà redatto in forma professionale (formato A4, battitura a computer, rilegatura) e dovrà pervenire al docente o alla segreteria almeno sette giorni prima della data di svolgimento della parte pratica
Valutazione della prova pratica e dell'elaborato
Verranno valutati: presentazione dell'elaborato scritto (impostazione, cura, illustrazioni, descrizione terminologica, contenuti, ); esecuzione degli esercizi
PROVA SCRITTA E/O COLLOQUIO
E' prevista una prova scritta e/o colloquio finale di accertamento sui contenuti e sugli argomenti trattati durante il corso



PROVA LABORATORIALE INTEGRATIVA
Il candidato, se lo desidera, in aggiunta all'elaborato Scritto-Grafico di accompagnamento della successione a corpo libero, può proporre un elaborato relativo a 15 prove di corsa in equilibrio di ossigeno con registrazione di: data, ora, metri percorsi, condizioni ambientali, percezione dello sforzo, frequenza cardiaca, e costruzione dei relativi grafici completati delle osservazioni personali.
Questo elaborato complementare di una parte sperimentale condotta come "compito riflessione-azione", ha lo scopo di far comprendere meglio le problematiche connesse all'allenamento della capacità di resistenza, per verificare su di sé la comprensione del concetto di steady state .
"Compito riflessione azione": 15 prove di corsa in steady state
- eseguire 15 prove di corsa continua ed uniforme in equilibrio di ossigeno della durata di 30 minuti ciascuna
- registrare su un'apposita tabella (costruita dal candidato), per ciascuna prova, i dati relativi a: data ed ora; condizioni ambientali (luogo, tipo di percorso, condizioni atmosferiche, temperatura, ecc.); metri percorsi; velocità media espressa in km/h; percezione dello sforzo della seduta rilevata 30' dopo il termine della corsa (session RPE) ; frequenza cardiaca a riposo e durante la corsa (registrata al 1°, 3°, 5°, 10°, 20° e 30° minuto); considerazioni personali
- costruire per ciascuna prova il grafico relativo alla frequenza cardiaca
- costruire un grafico relativo ai metri percorsi
- scrivere le proprie riflessioni analizzando le eventuali relazioni che si evidenziano fra i fattori presi in considerazione , l'andamento dei grafici relativi alla frequenza cardiaca, con particolare riferimento all'obiettivi prefissato (correre in regime di steady state), e di quelli riguardanti i metri percorsi e la session RPE

L'insegnante a propria discrezionalità, e su richiesta specifica e motivata dello studente, può prevedere di sostituire la successione e l'elaborato della prova 2 (successione al corpo libero) con la prova laboratoriale integrativa ("compito riflessione-azione" - steady state ) e relativo elaborato.
Metodi didattici
le lezioni si svolgono utilizzando un intervento di natura laboratoriale in cui le conoscenze dichiarative e procedurali vengono evidenziate attraverso un approccio metodologico "riflessione-azione". La frequenza alle lezioni è obbligatoria
Materiale didattico e bibliografia
Testi di riferimento:
Invernizzi P.L., Dugnani S. - Didattica del Movimento Umano - Qualità utili per la salute - Vol. 1 - Carabà Universitaria, 2014
Letture consigliate:
Dugnani S., Invernizzi P.L., Longo S., Mauro F. - Didattica del Movimento Umano - Vol. 2 - Qualità utili per il controllo motorio - Vol. 2 - Carabà Universitaria, 2015
Dugnani S., Invernizzi P.L., Mauro F. - L'Educazione Motoria Rinnovata: suggerimenti per le buone pratiche nella Scuola Primaria - Carabà Universitaria, 2018
Dugnani S., Invernizzi P.L. - Progettare in Educazione Fisica e nelle Scienze Motorie - Carabà Universitaria, 2014
Periodo
annuale
GRUPPO 2
Edizione attiva
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Programma
Esercizi della ginnastica di base
- Analisi e pratica delle famiglie di esercizi relative ai "movimenti naturali" tipici della specie umana: camminare, correre, saltare, volteggiare, equilibrarsi, rotolare, spostarsi in quadrupedia, trasportare, arrampicare, ecc.
- Conoscenza e tecnica degli esercizi al corpo libero: esercizi di mobilità articolare, esercizi di ginnastica respiratoria, esercizi di tonificazione ed adattamento funzionale



- Conoscenza e tecniche di utilizzo dei piccoli attrezzi: bacchette, bastoni jagher, funicelle giranti, cerchi, clavette, appoggi Baumann, ecc.
Esercizi di tipo applicativo della ginnastica
- Tecniche di pre-acrobatica al suolo con elementi di ribaltamento della statica, capovolgimenti, rotazioni attorno ai differenti assi del corpo umano
- Conoscenza e tecniche di utilizzo dei grandi attrezzi: plinto, cavallina, palco di salita, quadro svedese, spalliere, sbarra, parallele, anelli, panche, asse d'equilibrio, trave, ecc.
Metodologia della ginnastica
- Presentazione degli esercizi
- Assistenza diretta ed indiretta
- Sperimentazione pratica del concetto di stimolo motorio in funzione delle qualità sollecitate, delle fasi della lezione o della seduta motoria (introduttiva, principale, finale)
Prerequisiti e modalità di esame
prove in itinere e finale, composte da prove scritte a scelta multipla, orale, prove pratiche di destrezza con utilizzo di grandi, piccoli attrezzi e successione di esercizi al corpo libero

ROGRAMMA D'ESAME DI BASI MOTORIE DELLA GINNASTICA: "RICERCA RIFLESSIONE / AZIONE"
L'ESAME E' ARTICOLATO IN:
- parte pratica laboratoriale (valutazione del saper fare; "riflessione - azione")
- elaborato scritto grafico di accompagnamento della successione (valutazione del saper far fare; "riflessione - azione")
- parte scritta e/o colloquio finale (valutazione delle conoscenze)
PARTE PRATICA LABORATORIALE
1. Abilità motorie di base stabilite, con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi ("cascata con 3 palline"; "saltelli con la funicella girante"; "verticale a 3 appoggi con tenuta malleolare di un pallone"; "lancio di un pallone, capovolta raggruppata avanti e ripresa del pallone"; "volteggio circolare al plinto"; "giro addominale alle parallele asimmetriche"; "arrampicata sulla fune")
2. Successione al corpo libero, al fine di porre in evidenza le proprie capacità motorie e una ragionata analisi sul programma svolto.
La successione al corpo libero dovrà contenere i seguenti elementi:
- 3 esercizi di mobilità articolare per il rachide
- 2 esercizi di mobilità articolare scapolo-omerale
- 2 esercizi di mobilità articolare coxofemorale
- 3 esercizi di irrobustimento per la muscolatura degli arti superiori
- 3 esercizi di irrobustimento per la muscolatura degli arti inferiori
- 2 esercizi di irrobustimento per la muscolatura addominale
- 2 esercizi di irrobustimento per la muscolatura dorsale
Il candidato potrà aggiungere a questa successione fino a 3 esercizi di propria scelta
Precisazioni inerenti la successione al corpo libero
- è possibile utilizzare un piccolo attrezzo (elastico, bacchetta, bastone, funicella, pallone, cerchio, ceppi Baumann, ecc.)
- si possono inserire, a propria discrezione, collegamenti variati per forma ed intensità, al fine di rendere continua l'esecuzione, evitando pause tra gli esercizi
- è possibile utilizzare un accompagnamento musicale che favorisca l'espressività esecutiva
- gli esercizi devono essere dinamici, ritmati oltre che precisi
- occorre prevedere il punto di osservazione del docente rispetto al fronte di esecuzione
ELABORATO SCRITTO-GRAFICO DI ACCOMPAGNAMENTO DELLA SUCCESSIONE AL CORPO LIBERO
il candidato dovrà predisporre un elaborato scritto-grafico, in originale, contenente le parti qui elencate:
- frontespizio: dati anagrafici, corso, disciplina
- elenco degli esercizi prescelti e raggruppati per tipologia : esercizi per la mobilità del rachide, esercizi per l'irrobustimento, ecc.)
- presentazione di ogni esercizio: che andrà rappresentato con disegno e descrizione terminologica, evidenziando il gruppo muscolare ed il distretto articolare interessato, il tipo di contrazione e di lavoro previsti nelle varie fasi di svolgimento (contrazione concentrica, lavoro positivo ), oppure il tipo di mobilità sollecitata (attiva, passiva, mista) e qualsiasi ulteriore elemento di approfondimento (per es. le posizioni isolate di riferimento, la prevenzione, le attenzioni nell'esecuzione, ecc.)
- eventuale indicazione del brano musicale di accompagnamento
L'elaborato andrà redatto in forma professionale (formato A4, battitura a computer, rilegatura) e dovrà pervenire al docente o alla segreteria almeno sette giorni prima della data di svolgimento della parte pratica
Valutazione della prova pratica e dell'elaborato
Verranno valutati: presentazione dell'elaborato scritto (impostazione, cura, illustrazioni, descrizione terminologica, contenuti, ); esecuzione degli esercizi
PROVA SCRITTA E/O COLLOQUIO
E' prevista una prova scritta e/o colloquio finale di accertamento sui contenuti e sugli argomenti trattati durante il corso



PROVA LABORATORIALE INTEGRATIVA
Il candidato, se lo desidera, in aggiunta all'elaborato Scritto-Grafico di accompagnamento della successione a corpo libero, può proporre un elaborato relativo a 15 prove di corsa in equilibrio di ossigeno con registrazione di: data, ora, metri percorsi, condizioni ambientali, percezione dello sforzo, frequenza cardiaca, e costruzione dei relativi grafici completati delle osservazioni personali.
Questo elaborato complementare di una parte sperimentale condotta come "compito riflessione-azione", ha lo scopo di far comprendere meglio le problematiche connesse all'allenamento della capacità di resistenza, per verificare su di sé la comprensione del concetto di steady state .
"Compito riflessione azione": 15 prove di corsa in steady state
- eseguire 15 prove di corsa continua ed uniforme in equilibrio di ossigeno della durata di 30 minuti ciascuna
- registrare su un'apposita tabella (costruita dal candidato), per ciascuna prova, i dati relativi a: data ed ora; condizioni ambientali (luogo, tipo di percorso, condizioni atmosferiche, temperatura, ecc.); metri percorsi; velocità media espressa in km/h; percezione dello sforzo della seduta rilevata 30' dopo il termine della corsa (session RPE) ; frequenza cardiaca a riposo e durante la corsa (registrata al 1°, 3°, 5°, 10°, 20° e 30° minuto); considerazioni personali
- costruire per ciascuna prova il grafico relativo alla frequenza cardiaca
- costruire un grafico relativo ai metri percorsi
- scrivere le proprie riflessioni analizzando le eventuali relazioni che si evidenziano fra i fattori presi in considerazione , l'andamento dei grafici relativi alla frequenza cardiaca, con particolare riferimento all'obiettivi prefissato (correre in regime di steady state), e di quelli riguardanti i metri percorsi e la session RPE

L'insegnante a propria discrezionalità, e su richiesta specifica e motivata dello studente, può prevedere di sostituire la successione e l'elaborato della prova 2 (successione al corpo libero) con la prova laboratoriale integrativa ("compito riflessione-azione" - steady state ) e relativo elaborato.
Metodi didattici
le lezioni si svolgono utilizzando un intervento di natura laboratoriale in cui le conoscenze dichiarative e procedurali vengono evidenziate attraverso un approccio metodologico "riflessione-azione". La frequenza alle lezioni è obbligatoria
Materiale didattico e bibliografia
Testi di riferimento:
Invernizzi P.L., Dugnani S. - Didattica del Movimento Umano - Qualità utili per la salute - Vol. 1 - Carabà Universitaria, 2014
Letture consigliate:
Dugnani S., Invernizzi P.L., Longo S., Mauro F. - Didattica del Movimento Umano - Vol. 2 - Qualità utili per il controllo motorio - Vol. 2 - Carabà Universitaria, 2015
Dugnani S., Invernizzi P.L., Mauro F. - L'Educazione Motoria Rinnovata: suggerimenti per le buone pratiche nella Scuola Primaria - Carabà Universitaria, 2018
Dugnani S., Invernizzi P.L. - Progettare in Educazione Fisica e nelle Scienze Motorie - Carabà Universitaria, 2014
Periodo
annuale
GRUPPO 3
Edizione attiva
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Programma
Esercizi della ginnastica di base
- Analisi e pratica delle famiglie di esercizi relative ai "movimenti naturali" tipici della specie umana: camminare, correre, saltare, volteggiare, equilibrarsi, rotolare, spostarsi in quadrupedia, trasportare, arrampicare, ecc.
- Conoscenza e tecnica degli esercizi al corpo libero: esercizi di mobilità articolare, esercizi di ginnastica respiratoria, esercizi di tonificazione ed adattamento funzionale



- Conoscenza e tecniche di utilizzo dei piccoli attrezzi: bacchette, bastoni jagher, funicelle giranti, cerchi, clavette, appoggi Baumann, ecc.
Esercizi di tipo applicativo della ginnastica
- Tecniche di pre-acrobatica al suolo con elementi di ribaltamento della statica, capovolgimenti, rotazioni attorno ai differenti assi del corpo umano
- Conoscenza e tecniche di utilizzo dei grandi attrezzi: plinto, cavallina, palco di salita, quadro svedese, spalliere, sbarra, parallele, anelli, panche, asse d'equilibrio, trave, ecc.
Metodologia della ginnastica
- Presentazione degli esercizi
- Assistenza diretta ed indiretta
- Sperimentazione pratica del concetto di stimolo motorio in funzione delle qualità sollecitate, delle fasi della lezione o della seduta motoria (introduttiva, principale, finale)
Prerequisiti e modalità di esame
prove in itinere e finale, composte da prove scritte a scelta multipla, orale, prove pratiche di destrezza con utilizzo di grandi, piccoli attrezzi e successione di esercizi al corpo libero

ROGRAMMA D'ESAME DI BASI MOTORIE DELLA GINNASTICA: "RICERCA RIFLESSIONE / AZIONE"
L'ESAME E' ARTICOLATO IN:
- parte pratica laboratoriale (valutazione del saper fare; "riflessione - azione")
- elaborato scritto grafico di accompagnamento della successione (valutazione del saper far fare; "riflessione - azione")
- parte scritta e/o colloquio finale (valutazione delle conoscenze)
PARTE PRATICA LABORATORIALE
1. Abilità motorie di base stabilite, con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi ("cascata con 3 palline"; "saltelli con la funicella girante"; "verticale a 3 appoggi con tenuta malleolare di un pallone"; "lancio di un pallone, capovolta raggruppata avanti e ripresa del pallone"; "volteggio circolare al plinto"; "giro addominale alle parallele asimmetriche"; "arrampicata sulla fune")
2. Successione al corpo libero, al fine di porre in evidenza le proprie capacità motorie e una ragionata analisi sul programma svolto.
La successione al corpo libero dovrà contenere i seguenti elementi:
- 3 esercizi di mobilità articolare per il rachide
- 2 esercizi di mobilità articolare scapolo-omerale
- 2 esercizi di mobilità articolare coxofemorale
- 3 esercizi di irrobustimento per la muscolatura degli arti superiori
- 3 esercizi di irrobustimento per la muscolatura degli arti inferiori
- 2 esercizi di irrobustimento per la muscolatura addominale
- 2 esercizi di irrobustimento per la muscolatura dorsale
Il candidato potrà aggiungere a questa successione fino a 3 esercizi di propria scelta
Precisazioni inerenti la successione al corpo libero
- è possibile utilizzare un piccolo attrezzo (elastico, bacchetta, bastone, funicella, pallone, cerchio, ceppi Baumann, ecc.)
- si possono inserire, a propria discrezione, collegamenti variati per forma ed intensità, al fine di rendere continua l'esecuzione, evitando pause tra gli esercizi
- è possibile utilizzare un accompagnamento musicale che favorisca l'espressività esecutiva
- gli esercizi devono essere dinamici, ritmati oltre che precisi
- occorre prevedere il punto di osservazione del docente rispetto al fronte di esecuzione
ELABORATO SCRITTO-GRAFICO DI ACCOMPAGNAMENTO DELLA SUCCESSIONE AL CORPO LIBERO
il candidato dovrà predisporre un elaborato scritto-grafico, in originale, contenente le parti qui elencate:
- frontespizio: dati anagrafici, corso, disciplina
- elenco degli esercizi prescelti e raggruppati per tipologia : esercizi per la mobilità del rachide, esercizi per l'irrobustimento, ecc.)
- presentazione di ogni esercizio: che andrà rappresentato con disegno e descrizione terminologica, evidenziando il gruppo muscolare ed il distretto articolare interessato, il tipo di contrazione e di lavoro previsti nelle varie fasi di svolgimento (contrazione concentrica, lavoro positivo ), oppure il tipo di mobilità sollecitata (attiva, passiva, mista) e qualsiasi ulteriore elemento di approfondimento (per es. le posizioni isolate di riferimento, la prevenzione, le attenzioni nell'esecuzione, ecc.)
- eventuale indicazione del brano musicale di accompagnamento
L'elaborato andrà redatto in forma professionale (formato A4, battitura a computer, rilegatura) e dovrà pervenire al docente o alla segreteria almeno sette giorni prima della data di svolgimento della parte pratica
Valutazione della prova pratica e dell'elaborato
Verranno valutati: presentazione dell'elaborato scritto (impostazione, cura, illustrazioni, descrizione terminologica, contenuti, ); esecuzione degli esercizi
PROVA SCRITTA E/O COLLOQUIO
E' prevista una prova scritta e/o colloquio finale di accertamento sui contenuti e sugli argomenti trattati durante il corso



PROVA LABORATORIALE INTEGRATIVA
Il candidato, se lo desidera, in aggiunta all'elaborato Scritto-Grafico di accompagnamento della successione a corpo libero, può proporre un elaborato relativo a 15 prove di corsa in equilibrio di ossigeno con registrazione di: data, ora, metri percorsi, condizioni ambientali, percezione dello sforzo, frequenza cardiaca, e costruzione dei relativi grafici completati delle osservazioni personali.
Questo elaborato complementare di una parte sperimentale condotta come "compito riflessione-azione", ha lo scopo di far comprendere meglio le problematiche connesse all'allenamento della capacità di resistenza, per verificare su di sé la comprensione del concetto di steady state .
"Compito riflessione azione": 15 prove di corsa in steady state
- eseguire 15 prove di corsa continua ed uniforme in equilibrio di ossigeno della durata di 30 minuti ciascuna
- registrare su un'apposita tabella (costruita dal candidato), per ciascuna prova, i dati relativi a: data ed ora; condizioni ambientali (luogo, tipo di percorso, condizioni atmosferiche, temperatura, ecc.); metri percorsi; velocità media espressa in km/h; percezione dello sforzo della seduta rilevata 30' dopo il termine della corsa (session RPE) ; frequenza cardiaca a riposo e durante la corsa (registrata al 1°, 3°, 5°, 10°, 20° e 30° minuto); considerazioni personali
- costruire per ciascuna prova il grafico relativo alla frequenza cardiaca
- costruire un grafico relativo ai metri percorsi
- scrivere le proprie riflessioni analizzando le eventuali relazioni che si evidenziano fra i fattori presi in considerazione , l'andamento dei grafici relativi alla frequenza cardiaca, con particolare riferimento all'obiettivi prefissato (correre in regime di steady state), e di quelli riguardanti i metri percorsi e la session RPE

L'insegnante a propria discrezionalità, e su richiesta specifica e motivata dello studente, può prevedere di sostituire la successione e l'elaborato della prova 2 (successione al corpo libero) con la prova laboratoriale integrativa ("compito riflessione-azione" - steady state ) e relativo elaborato.
Metodi didattici
le lezioni si svolgono utilizzando un intervento di natura laboratoriale in cui le conoscenze dichiarative e procedurali vengono evidenziate attraverso un approccio metodologico "riflessione-azione". La frequenza alle lezioni è obbligatoria
Materiale didattico e bibliografia
Invernizzi P.L., Dugnani S. - Didattica del Movimento Umano - Qualità utili per la salute - Vol. 1 - Carabà Universitaria, 2014
Letture consigliate:
Dugnani S., Invernizzi P.L., Longo S., Mauro F. - Didattica del Movimento Umano - Vol. 2 - Qualità utili per il controllo motorio - Vol. 2 - Carabà Universitaria, 2015
Dugnani S., Invernizzi P.L., Mauro F. - L'Educazione Motoria Rinnovata: suggerimenti per le buone pratiche nella Scuola Primaria - Carabà Universitaria, 2018
Periodo
annuale
GRUPPO 4
Edizione attiva
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Programma
Esercizi della ginnastica di base
- Analisi e pratica delle famiglie di esercizi relative ai "movimenti naturali" tipici della specie umana: camminare, correre, saltare, volteggiare, equilibrarsi, rotolare, spostarsi in quadrupedia, trasportare, arrampicare, ecc.
- Conoscenza e tecnica degli esercizi al corpo libero: esercizi di mobilità articolare, esercizi di ginnastica respiratoria, esercizi di tonificazione ed adattamento funzionale
- Conoscenza e tecniche di utilizzo dei piccoli attrezzi: bacchette, bastoni jagher, funicelle giranti, cerchi, clavette, appoggi Baumann, ecc.
Esercizi di tipo applicativo della ginnastica
- Tecniche di pre-acrobatica al suolo con elementi di ribaltamento della statica, capovolgimenti, rotazioni attorno ai differenti assi del corpo umano
- Conoscenza e tecniche di utilizzo dei grandi attrezzi: plinto, cavallina, palco di salita, quadro svedese, spalliere, sbarra, parallele, anelli, panche, asse d'equilibrio, trave, ecc.
Metodologia della ginnastica
- Presentazione degli esercizi
- Assistenza diretta ed indiretta
- Sperimentazione pratica del concetto di stimolo motorio in funzione delle qualità sollecitate, delle fasi della lezione o della seduta motoria (introduttiva, principale, finale)
Prerequisiti e modalità di esame
prove in itinere e finale, composte da prove scritte a scelta multipla, orale, prove pratiche di destrezza con utilizzo di grandi, piccoli attrezzi e successione di esercizi al corpo libero

ROGRAMMA D'ESAME DI BASI MOTORIE DELLA GINNASTICA: "RICERCA RIFLESSIONE / AZIONE"
L'ESAME E' ARTICOLATO IN:
- parte pratica laboratoriale (valutazione del saper fare; "riflessione - azione")
- elaborato scritto grafico di accompagnamento della successione (valutazione del saper far fare; "riflessione - azione")
- parte scritta e/o colloquio finale (valutazione delle conoscenze)
PARTE PRATICA LABORATORIALE
1. Abilità motorie di base stabilite, con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi ("cascata con 3 palline"; "saltelli con la funicella girante"; "verticale a 3 appoggi con tenuta malleolare di un pallone"; "lancio di un pallone, capovolta raggruppata avanti e ripresa del pallone"; "volteggio circolare al plinto"; "giro addominale alle parallele asimmetriche"; "arrampicata sulla fune")
2. Successione al corpo libero, al fine di porre in evidenza le proprie capacità motorie e una ragionata analisi sul programma svolto.
La successione al corpo libero dovrà contenere i seguenti elementi:
- 3 esercizi di mobilità articolare per il rachide
- 2 esercizi di mobilità articolare scapolo-omerale
- 2 esercizi di mobilità articolare coxofemorale
- 3 esercizi di irrobustimento per la muscolatura degli arti superiori
- 3 esercizi di irrobustimento per la muscolatura degli arti inferiori
- 2 esercizi di irrobustimento per la muscolatura addominale
- 2 esercizi di irrobustimento per la muscolatura dorsale
Il candidato potrà aggiungere a questa successione fino a 3 esercizi di propria scelta
Precisazioni inerenti la successione al corpo libero
- è possibile utilizzare un piccolo attrezzo (elastico, bacchetta, bastone, funicella, pallone, cerchio, ceppi Baumann, ecc.)
- si possono inserire, a propria discrezione, collegamenti variati per forma ed intensità, al fine di rendere continua l'esecuzione, evitando pause tra gli esercizi
- è possibile utilizzare un accompagnamento musicale che favorisca l'espressività esecutiva
- gli esercizi devono essere dinamici, ritmati oltre che precisi
- occorre prevedere il punto di osservazione del docente rispetto al fronte di esecuzione
ELABORATO SCRITTO-GRAFICO DI ACCOMPAGNAMENTO DELLA SUCCESSIONE AL CORPO LIBERO
il candidato dovrà predisporre un elaborato scritto-grafico, in originale, contenente le parti qui elencate:
- frontespizio: dati anagrafici, corso, disciplina
- elenco degli esercizi prescelti e raggruppati per tipologia : esercizi per la mobilità del rachide, esercizi per l'irrobustimento, ecc.)
- presentazione di ogni esercizio: che andrà rappresentato con disegno e descrizione terminologica, evidenziando il gruppo muscolare ed il distretto articolare interessato, il tipo di contrazione e di lavoro previsti nelle varie fasi di svolgimento (contrazione concentrica, lavoro positivo ), oppure il tipo di mobilità sollecitata (attiva, passiva, mista) e qualsiasi ulteriore elemento di approfondimento (per es. le posizioni isolate di riferimento, la prevenzione, le attenzioni nell'esecuzione, ecc.)
- eventuale indicazione del brano musicale di accompagnamento
L'elaborato andrà redatto in forma professionale (formato A4, battitura a computer, rilegatura) e dovrà pervenire al docente o alla segreteria almeno sette giorni prima della data di svolgimento della parte pratica
Valutazione della prova pratica e dell'elaborato
Verranno valutati: presentazione dell'elaborato scritto (impostazione, cura, illustrazioni, descrizione terminologica, contenuti, ); esecuzione degli esercizi
PROVA SCRITTA E/O COLLOQUIO
E' prevista una prova scritta e/o colloquio finale di accertamento sui contenuti e sugli argomenti trattati durante il corso



PROVA LABORATORIALE INTEGRATIVA
Il candidato, se lo desidera, in aggiunta all'elaborato Scritto-Grafico di accompagnamento della successione a corpo libero, può proporre un elaborato relativo a 15 prove di corsa in equilibrio di ossigeno con registrazione di: data, ora, metri percorsi, condizioni ambientali, percezione dello sforzo, frequenza cardiaca, e costruzione dei relativi grafici completati delle osservazioni personali.
Questo elaborato complementare di una parte sperimentale condotta come "compito riflessione-azione", ha lo scopo di far comprendere meglio le problematiche connesse all'allenamento della capacità di resistenza, per verificare su di sé la comprensione del concetto di steady state .
"Compito riflessione azione": 15 prove di corsa in steady state
- eseguire 15 prove di corsa continua ed uniforme in equilibrio di ossigeno della durata di 30 minuti ciascuna
- registrare su un'apposita tabella (costruita dal candidato), per ciascuna prova, i dati relativi a: data ed ora; condizioni ambientali (luogo, tipo di percorso, condizioni atmosferiche, temperatura, ecc.); metri percorsi; velocità media espressa in km/h; percezione dello sforzo della seduta rilevata 30' dopo il termine della corsa (session RPE) ; frequenza cardiaca a riposo e durante la corsa (registrata al 1°, 3°, 5°, 10°, 20° e 30° minuto); considerazioni personali
- costruire per ciascuna prova il grafico relativo alla frequenza cardiaca
- costruire un grafico relativo ai metri percorsi
- scrivere le proprie riflessioni analizzando le eventuali relazioni che si evidenziano fra i fattori presi in considerazione , l'andamento dei grafici relativi alla frequenza cardiaca, con particolare riferimento all'obiettivi prefissato (correre in regime di steady state), e di quelli riguardanti i metri percorsi e la session RPE

L'insegnante a propria discrezionalità, e su richiesta specifica e motivata dello studente, può prevedere di sostituire la successione e l'elaborato della prova 2 (successione al corpo libero) con la prova laboratoriale integrativa ("compito riflessione-azione" - steady state ) e relativo elaborato.
Metodi didattici
le lezioni si svolgono utilizzando un intervento di natura laboratoriale in cui le conoscenze dichiarative e procedurali vengono evidenziate attraverso un approccio metodologico "riflessione-azione". La frequenza alle lezioni è obbligatoria
Materiale didattico e bibliografia
Testi di riferimento:
Invernizzi P.L., Dugnani S. - Didattica del Movimento Umano - Qualità utili per la salute - Vol. 1 - Carabà Universitaria, 2014
Letture consigliate:
Dugnani S., Invernizzi P.L., Longo S., Mauro F. - Didattica del Movimento Umano - Vol. 2 - Qualità utili per il controllo motorio - Vol. 2 - Carabà Universitaria, 2015
Dugnani S., Invernizzi P.L., Mauro F. - L'Educazione Motoria Rinnovata: suggerimenti per le buone pratiche nella Scuola Primaria - Carabà Universitaria, 2018
Dugnani S., Invernizzi P.L. - Progettare in Educazione Fisica e nelle Scienze Motorie - Carabà Universitaria, 2014
Periodo
annuale
GRUPPO 5
Edizione attiva
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Programma
Esercizi della ginnastica di base
- Analisi e pratica delle famiglie di esercizi relative ai "movimenti naturali" tipici della specie umana: camminare, correre, saltare, volteggiare, equilibrarsi, rotolare, spostarsi in quadrupedia, trasportare, arrampicare, ecc.
- Conoscenza e tecnica degli esercizi al corpo libero: esercizi di mobilità articolare, esercizi di ginnastica respiratoria, esercizi di tonificazione ed adattamento funzionale
- Conoscenza e tecniche di utilizzo dei piccoli attrezzi: bacchette, bastoni jagher, funicelle giranti, cerchi, clavette, appoggi Baumann, ecc.
Esercizi di tipo applicativo della ginnastica
- Tecniche di pre-acrobatica al suolo con elementi di ribaltamento della statica, capovolgimenti, rotazioni attorno ai differenti assi del corpo umano
- Conoscenza e tecniche di utilizzo dei grandi attrezzi: plinto, cavallina, palco di salita, quadro svedese, spalliere, sbarra, parallele, anelli, panche, asse d'equilibrio, trave, ecc.
Metodologia della ginnastica
- Presentazione degli esercizi
- Assistenza diretta ed indiretta
- Sperimentazione pratica del concetto di stimolo motorio in funzione delle qualità sollecitate, delle fasi della lezione o della seduta motoria (introduttiva, principale, finale)
Prerequisiti e modalità di esame
prove in itinere e finale, composte da prove scritte a scelta multipla, orale, prove pratiche di destrezza con utilizzo di grandi, piccoli attrezzi e successione di esercizi al corpo libero

ROGRAMMA D'ESAME DI BASI MOTORIE DELLA GINNASTICA: "RICERCA RIFLESSIONE / AZIONE"
L'ESAME E' ARTICOLATO IN:
- parte pratica laboratoriale (valutazione del saper fare; "riflessione - azione")
- elaborato scritto grafico di accompagnamento della successione (valutazione del saper far fare; "riflessione - azione")
- parte scritta e/o colloquio finale (valutazione delle conoscenze)
PARTE PRATICA LABORATORIALE
1. Abilità motorie di base stabilite, con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi ("cascata con 3 palline"; "saltelli con la funicella girante"; "verticale a 3 appoggi con tenuta malleolare di un pallone"; "lancio di un pallone, capovolta raggruppata avanti e ripresa del pallone"; "volteggio circolare al plinto"; "giro addominale alle parallele asimmetriche"; "arrampicata sulla fune")
2. Successione al corpo libero, al fine di porre in evidenza le proprie capacità motorie e una ragionata analisi sul programma svolto.
La successione al corpo libero dovrà contenere i seguenti elementi:
- 3 esercizi di mobilità articolare per il rachide
- 2 esercizi di mobilità articolare scapolo-omerale
- 2 esercizi di mobilità articolare coxofemorale
- 3 esercizi di irrobustimento per la muscolatura degli arti superiori
- 3 esercizi di irrobustimento per la muscolatura degli arti inferiori
- 2 esercizi di irrobustimento per la muscolatura addominale
- 2 esercizi di irrobustimento per la muscolatura dorsale
Il candidato potrà aggiungere a questa successione fino a 3 esercizi di propria scelta
Precisazioni inerenti la successione al corpo libero
- è possibile utilizzare un piccolo attrezzo (elastico, bacchetta, bastone, funicella, pallone, cerchio, ceppi Baumann, ecc.)
- si possono inserire, a propria discrezione, collegamenti variati per forma ed intensità, al fine di rendere continua l'esecuzione, evitando pause tra gli esercizi
- è possibile utilizzare un accompagnamento musicale che favorisca l'espressività esecutiva
- gli esercizi devono essere dinamici, ritmati oltre che precisi
- occorre prevedere il punto di osservazione del docente rispetto al fronte di esecuzione
ELABORATO SCRITTO-GRAFICO DI ACCOMPAGNAMENTO DELLA SUCCESSIONE AL CORPO LIBERO
il candidato dovrà predisporre un elaborato scritto-grafico, in originale, contenente le parti qui elencate:
- frontespizio: dati anagrafici, corso, disciplina
- elenco degli esercizi prescelti e raggruppati per tipologia : esercizi per la mobilità del rachide, esercizi per l'irrobustimento, ecc.)
- presentazione di ogni esercizio: che andrà rappresentato con disegno e descrizione terminologica, evidenziando il gruppo muscolare ed il distretto articolare interessato, il tipo di contrazione e di lavoro previsti nelle varie fasi di svolgimento (contrazione concentrica, lavoro positivo ), oppure il tipo di mobilità sollecitata (attiva, passiva, mista) e qualsiasi ulteriore elemento di approfondimento (per es. le posizioni isolate di riferimento, la prevenzione, le attenzioni nell'esecuzione, ecc.)
- eventuale indicazione del brano musicale di accompagnamento
L'elaborato andrà redatto in forma professionale (formato A4, battitura a computer, rilegatura) e dovrà pervenire al docente o alla segreteria almeno sette giorni prima della data di svolgimento della parte pratica
Valutazione della prova pratica e dell'elaborato
Verranno valutati: presentazione dell'elaborato scritto (impostazione, cura, illustrazioni, descrizione terminologica, contenuti, ); esecuzione degli esercizi
PROVA SCRITTA E/O COLLOQUIO
E' prevista una prova scritta e/o colloquio finale di accertamento sui contenuti e sugli argomenti trattati durante il corso



PROVA LABORATORIALE INTEGRATIVA
Il candidato, se lo desidera, in aggiunta all'elaborato Scritto-Grafico di accompagnamento della successione a corpo libero, può proporre un elaborato relativo a 15 prove di corsa in equilibrio di ossigeno con registrazione di: data, ora, metri percorsi, condizioni ambientali, percezione dello sforzo, frequenza cardiaca, e costruzione dei relativi grafici completati delle osservazioni personali.
Questo elaborato complementare di una parte sperimentale condotta come "compito riflessione-azione", ha lo scopo di far comprendere meglio le problematiche connesse all'allenamento della capacità di resistenza, per verificare su di sé la comprensione del concetto di steady state .
"Compito riflessione azione": 15 prove di corsa in steady state
- eseguire 15 prove di corsa continua ed uniforme in equilibrio di ossigeno della durata di 30 minuti ciascuna
- registrare su un'apposita tabella (costruita dal candidato), per ciascuna prova, i dati relativi a: data ed ora; condizioni ambientali (luogo, tipo di percorso, condizioni atmosferiche, temperatura, ecc.); metri percorsi; velocità media espressa in km/h; percezione dello sforzo della seduta rilevata 30' dopo il termine della corsa (session RPE) ; frequenza cardiaca a riposo e durante la corsa (registrata al 1°, 3°, 5°, 10°, 20° e 30° minuto); considerazioni personali
- costruire per ciascuna prova il grafico relativo alla frequenza cardiaca
- costruire un grafico relativo ai metri percorsi
- scrivere le proprie riflessioni analizzando le eventuali relazioni che si evidenziano fra i fattori presi in considerazione , l'andamento dei grafici relativi alla frequenza cardiaca, con particolare riferimento all'obiettivi prefissato (correre in regime di steady state), e di quelli riguardanti i metri percorsi e la session RPE

L'insegnante a propria discrezionalità, e su richiesta specifica e motivata dello studente, può prevedere di sostituire la successione e l'elaborato della prova 2 (successione al corpo libero) con la prova laboratoriale integrativa ("compito riflessione-azione" - steady state ) e relativo elaborato.
Metodi didattici
le lezioni si svolgono utilizzando un intervento di natura laboratoriale in cui le conoscenze dichiarative e procedurali vengono evidenziate attraverso un approccio metodologico "riflessione-azione". La frequenza alle lezioni è obbligatoria
Materiale didattico e bibliografia
Testi di riferimento:
Invernizzi P.L., Dugnani S. - Didattica del Movimento Umano - Qualità utili per la salute - Vol. 1 - Carabà Universitaria, 2014
Letture consigliate:
Dugnani S., Invernizzi P.L., Longo S., Mauro F. - Didattica del Movimento Umano - Vol. 2 - Qualità utili per il controllo motorio - Vol. 2 - Carabà Universitaria, 2015
Dugnani S., Invernizzi P.L., Mauro F. - L'Educazione Motoria Rinnovata: suggerimenti per le buone pratiche nella Scuola Primaria - Carabà Universitaria, 2018
Dugnani S., Invernizzi P.L. - Progettare in Educazione Fisica e nelle Scienze Motorie - Carabà Universitaria, 2014
Periodo
annuale
GRUPPO 6
Edizione attiva
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' SPORTIVE - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Programma
Esercizi della ginnastica di base
- Analisi e pratica delle famiglie di esercizi relative ai "movimenti naturali" tipici della specie umana: camminare, correre, saltare, volteggiare, equilibrarsi, rotolare, spostarsi in quadrupedia, trasportare, arrampicare, ecc.
- Conoscenza e tecnica degli esercizi al corpo libero: esercizi di mobilità articolare, esercizi di ginnastica respiratoria, esercizi di tonificazione ed adattamento funzionale
- Conoscenza e tecniche di utilizzo dei piccoli attrezzi: bacchette, bastoni jagher, funicelle giranti, cerchi, clavette, appoggi Baumann, ecc.
Esercizi di tipo applicativo della ginnastica
- Tecniche di pre-acrobatica al suolo con elementi di ribaltamento della statica, capovolgimenti, rotazioni attorno ai differenti assi del corpo umano
- Conoscenza e tecniche di utilizzo dei grandi attrezzi: plinto, cavallina, palco di salita, quadro svedese, spalliere, sbarra, parallele, anelli, panche, asse d'equilibrio, trave, ecc.
Metodologia della ginnastica
- Presentazione degli esercizi
- Assistenza diretta ed indiretta
- Sperimentazione pratica del concetto di stimolo motorio in funzione delle qualità sollecitate, delle fasi della lezione o della seduta motoria (introduttiva, principale, finale)
Prerequisiti e modalità di esame
prove in itinere e finale, composte da prove scritte a scelta multipla, orale, prove pratiche di destrezza con utilizzo di grandi, piccoli attrezzi e successione di esercizi al corpo libero

ROGRAMMA D'ESAME DI BASI MOTORIE DELLA GINNASTICA: "RICERCA RIFLESSIONE / AZIONE"
L'ESAME E' ARTICOLATO IN:
- parte pratica laboratoriale (valutazione del saper fare; "riflessione - azione")
- elaborato scritto grafico di accompagnamento della successione (valutazione del saper far fare; "riflessione - azione")
- parte scritta e/o colloquio finale (valutazione delle conoscenze)
PARTE PRATICA LABORATORIALE
1. Abilità motorie di base stabilite, con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi ("cascata con 3 palline"; "saltelli con la funicella girante"; "verticale a 3 appoggi con tenuta malleolare di un pallone"; "lancio di un pallone, capovolta raggruppata avanti e ripresa del pallone"; "volteggio circolare al plinto"; "giro addominale alle parallele asimmetriche"; "arrampicata sulla fune")
2. Successione al corpo libero, al fine di porre in evidenza le proprie capacità motorie e una ragionata analisi sul programma svolto.
La successione al corpo libero dovrà contenere i seguenti elementi:
- 3 esercizi di mobilità articolare per il rachide
- 2 esercizi di mobilità articolare scapolo-omerale
- 2 esercizi di mobilità articolare coxofemorale
- 3 esercizi di irrobustimento per la muscolatura degli arti superiori
- 3 esercizi di irrobustimento per la muscolatura degli arti inferiori
- 2 esercizi di irrobustimento per la muscolatura addominale
- 2 esercizi di irrobustimento per la muscolatura dorsale
Il candidato potrà aggiungere a questa successione fino a 3 esercizi di propria scelta
Precisazioni inerenti la successione al corpo libero
- è possibile utilizzare un piccolo attrezzo (elastico, bacchetta, bastone, funicella, pallone, cerchio, ceppi Baumann, ecc.)
- si possono inserire, a propria discrezione, collegamenti variati per forma ed intensità, al fine di rendere continua l'esecuzione, evitando pause tra gli esercizi
- è possibile utilizzare un accompagnamento musicale che favorisca l'espressività esecutiva
- gli esercizi devono essere dinamici, ritmati oltre che precisi
- occorre prevedere il punto di osservazione del docente rispetto al fronte di esecuzione
ELABORATO SCRITTO-GRAFICO DI ACCOMPAGNAMENTO DELLA SUCCESSIONE AL CORPO LIBERO
il candidato dovrà predisporre un elaborato scritto-grafico, in originale, contenente le parti qui elencate:
- frontespizio: dati anagrafici, corso, disciplina
- elenco degli esercizi prescelti e raggruppati per tipologia : esercizi per la mobilità del rachide, esercizi per l'irrobustimento, ecc.)
- presentazione di ogni esercizio: che andrà rappresentato con disegno e descrizione terminologica, evidenziando il gruppo muscolare ed il distretto articolare interessato, il tipo di contrazione e di lavoro previsti nelle varie fasi di svolgimento (contrazione concentrica, lavoro positivo ), oppure il tipo di mobilità sollecitata (attiva, passiva, mista) e qualsiasi ulteriore elemento di approfondimento (per es. le posizioni isolate di riferimento, la prevenzione, le attenzioni nell'esecuzione, ecc.)
- eventuale indicazione del brano musicale di accompagnamento
L'elaborato andrà redatto in forma professionale (formato A4, battitura a computer, rilegatura) e dovrà pervenire al docente o alla segreteria almeno sette giorni prima della data di svolgimento della parte pratica
Valutazione della prova pratica e dell'elaborato
Verranno valutati: presentazione dell'elaborato scritto (impostazione, cura, illustrazioni, descrizione terminologica, contenuti, ); esecuzione degli esercizi
PROVA SCRITTA E/O COLLOQUIO
E' prevista una prova scritta e/o colloquio finale di accertamento sui contenuti e sugli argomenti trattati durante il corso



PROVA LABORATORIALE INTEGRATIVA
Il candidato, se lo desidera, in aggiunta all'elaborato Scritto-Grafico di accompagnamento della successione a corpo libero, può proporre un elaborato relativo a 15 prove di corsa in equilibrio di ossigeno con registrazione di: data, ora, metri percorsi, condizioni ambientali, percezione dello sforzo, frequenza cardiaca, e costruzione dei relativi grafici completati delle osservazioni personali.
Questo elaborato complementare di una parte sperimentale condotta come "compito riflessione-azione", ha lo scopo di far comprendere meglio le problematiche connesse all'allenamento della capacità di resistenza, per verificare su di sé la comprensione del concetto di steady state .
"Compito riflessione azione": 15 prove di corsa in steady state
- eseguire 15 prove di corsa continua ed uniforme in equilibrio di ossigeno della durata di 30 minuti ciascuna
- registrare su un'apposita tabella (costruita dal candidato), per ciascuna prova, i dati relativi a: data ed ora; condizioni ambientali (luogo, tipo di percorso, condizioni atmosferiche, temperatura, ecc.); metri percorsi; velocità media espressa in km/h; percezione dello sforzo della seduta rilevata 30' dopo il termine della corsa (session RPE) ; frequenza cardiaca a riposo e durante la corsa (registrata al 1°, 3°, 5°, 10°, 20° e 30° minuto); considerazioni personali
- costruire per ciascuna prova il grafico relativo alla frequenza cardiaca
- costruire un grafico relativo ai metri percorsi
- scrivere le proprie riflessioni analizzando le eventuali relazioni che si evidenziano fra i fattori presi in considerazione , l'andamento dei grafici relativi alla frequenza cardiaca, con particolare riferimento all'obiettivi prefissato (correre in regime di steady state), e di quelli riguardanti i metri percorsi e la session RPE

L'insegnante a propria discrezionalità, e su richiesta specifica e motivata dello studente, può prevedere di sostituire la successione e l'elaborato della prova 2 (successione al corpo libero) con la prova laboratoriale integrativa ("compito riflessione-azione" - steady state ) e relativo elaborato.
Metodi didattici
le lezioni si svolgono utilizzando un intervento di natura laboratoriale in cui le conoscenze dichiarative e procedurali vengono evidenziate attraverso un approccio metodologico "riflessione-azione". La frequenza alle lezioni è obbligatoria
Materiale didattico e bibliografia
Testi di riferimento:
Invernizzi P.L., Dugnani S. - Didattica del Movimento Umano - Qualità utili per la salute - Vol. 1 - Carabà Universitaria, 2014
Letture consigliate:
Dugnani S., Invernizzi P.L., Longo S., Mauro F. - Didattica del Movimento Umano - Vol. 2 - Qualità utili per il controllo motorio - Vol. 2 - Carabà Universitaria, 2015
Dugnani S., Invernizzi P.L., Mauro F. - L'Educazione Motoria Rinnovata: suggerimenti per le buone pratiche nella Scuola Primaria - Carabà Universitaria, 2018
Dugnani S., Invernizzi P.L. - Progettare in Educazione Fisica e nelle Scienze Motorie - Carabà Universitaria, 2014
Periodo
annuale
Periodo
annuale
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Da concordare telefonicamente (3382097121)
Centro sportivo SAINI, via Corelli 136
Ricevimento:
Su appuntamento
Via Kramer 4/A, 20129; Via G. Colombo 71, 20133