Linguistica romanza

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/09 - FILOLOGIA E LINGUISTICA ROMANZA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/09 - FILOLOGIA E LINGUISTICA ROMANZA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/09 - FILOLOGIA E LINGUISTICA ROMANZA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso: Il dominio romanzo e l'indagine linguistica (60 ore; 9 CFU)

Unità didattica A (20 ore; 3 CFU): Profilo storico della linguistica romanza (secc. XIX-XX), con nozioni di grammatica storica comparata delle lingue romanze
Unità didattica B (20 ore; 3 CFU): Sistemi e metodi della ricerca: la geografia linguistica
Unità didattica C (20 ore; 3 CFU): Problemi di stratigrafia linguistica in antichi testi italoro-manzi

Il corso è rivolto principalmente agli studenti dei corsi di laurea magistrale in Lettere moderne e Lingue e letterature europee ed extraeuropee, ma è aperto alla partecipazione di tutti gli studenti magistrali interessati. L'insegnamento conferisce 6 o 9 cfu: gli studenti che opteranno per l'esame da 9 cfu prepareranno i materiali relativi alle unità didattiche A, B e C; gli studenti che sceglie-ranno invece l'esame da 6 cfu prepareranno obbligatoriamente i materiali relativi all'unità didat-tica A e quelli relativi a un'unità didattica a scelta tra la B e la C.

Presentazione del corso
Il corso. Il corso intende analizzare la complessità linguistica dell'Europa romanza, osservandola dal punto di vista storico (diacronico e sincronico) e geografico.
L'u.d. A unirà la riflessione sui principali metodi d'indagine e sulle figure più eminenti della lin-guistica romanza otto-novecentesca (con particolare attenzione, quest'anno, per Heinrich Lausberg, 1912-1992) allo studio di alcuni snodi focali della grammatica storica delle lingue ro-manze, indagata in prospettiva comparata.
L'u.d. B sarà dedicata ai metodi, agli strumenti, alle potenzialità e ai limiti dell'indagine geolin-guistica, dai lavori pionieristici di Gilliéron alle ricadute attuali nella compilazione digitale degli atlanti linguistici.
L'u.d. C si concentrerà su alcuni problemi di stratificazione linguistica testimoniata in alcuni testi italoromanzi del Medioevo, distinguendo in particolare i sistemi linguistici dell'autore, del copi-sta e del testo letterario.
Trattandosi di un corso dalla configurazione ampiamente seminariale, è vivamente consigliata la frequenza.
L'esercitazione. Ogni studente è chiamato a svolgere un lavoro individuale di approfondimento, preliminare all'esame orale, in forma di esercitazione scritta (max. 15.000 caratteri), vòlto a di-mostrare l'acquisizione di autonome capacità d'indagine linguistica di tipo specialistico. L'oggetto dell'esercitazione sarà concordato con il docente, e potrà vertere su uno qualsiasi degli argomenti affrontati nel corso: dall'analisi storico-linguistica di un testo (o di una sua porzione) all'approfondimento di una figura di studioso, all'analisi di una teoria linguistica o di una scuola di pensiero linguistico fino alla descrizione delle peculiarità linguistiche di una varietà romanza.

Prerequisiti
Il corso non richiede di possedere prerequisiti né particolari competenze pregresse.

Risultati di apprendimento
Conoscenze: 1) Conoscenza approfondita della storia della linguistica romanza, con particolare riferimento alle scuole di pensiero e ai principali esponenti della romanistica dei secoli XIX e XX. 2) Conoscenza dei presupposti teorici e delle metodologie operative della ricerca linguistica in ambito romanzo, con particolare riferimento alla geografia linguistica sincronica e diacronica. 3) Conoscenza dei problemi di natura teorica inerenti la stratificazione linguistica delle lingue ro-manze medievali, nonché dei principali metodi e strumenti di indagine.
Competenze: 1) Saper riconoscere e analizzare specifici fatti linguistici, in sincronia e diacronia, relativi a lingue romanze, applicando metodi e categorie elaborate dalle principali scuole di pen-siero linguistico della romanistica. 2) Saper descrivere, categorizzare e interpretare i dati lingui-stici presenti in un testo o in un documento scritto, di età medievale e/o moderna. 3) Saper utiliz-zare gli strumenti, i repertori, i supporti informatici e la bibliografia specialistica di supporto nel-la conduzione di uno spoglio linguistico. 4) Saper usare in modo appropriato e pertinente il lin-guaggio specifico proprio della disciplina.

Indicazioni bibliografiche
Gli studenti sono tenuti a preparare gli appunti delle lezioni di tutte e tre le uu.dd.; tali appunti dovranno essere auspicabilmente completi e presi con cura e attenzione.
L'ulteriore bibliografia da preparare per l'esame è di seguito elencata, suddivisa per u.d.

Unità didattica A:
Oltre agli appunti, gli studenti frequentanti dovranno preparare:
- Marcello Barbato, Le lingue romanze. Profilo storico-comparativo, Laterza, Roma-Bari, 2017;
- Alberto Varvaro, Il latino e la formazione delle lingue romanze, Il Mulino, Bologna, 2014;
- altri materiali didattici, scaricabili dalla pagina Ariel 2.0 del corso (l'elenco dei materiali di-dattici da preparare obbligatoriamente per l'esame sarà pubblicata sulla medesima pagina a fi-ne corso).

Unità didattica B:
Oltre agli appunti, gli studenti frequentanti dovranno preparare:
- Hans Goebl, La geografia linguistica, in Manuale di linguistica italiana, a cura di Sergio Lu-bello, de Gruyter, Berlin-Boston, 2016, pp. 553-580;
- altri materiali didattici, scaricabili dalla pagina Ariel 2.0 del corso (l'elenco dei materiali di-dattici da preparare obbligatoriamente per l'esame sarà pubblicata sulla medesima pagina a fi-ne corso).
N.B. un valido strumento di consultazione, al quale si farà costante riferimento, è:
- Gerhard Rohlfs, Panorama delle lingue neolatine. Piccolo atlante linguistico pan-romanzo, Gun-ter Narr, Tübingen, 1986, del quale saranno commentate a lezione varie carte linguistiche.

Unità didattica C:
Oltre agli appunti, gli studenti frequentanti dovranno preparare alcuni materiali che saranno resi disponibili in una dispensa, scaricabile dalla pagina Ariel 2.0 del corso.

Programma per studenti non frequentanti
Prima di iniziare a preparare l'esame, gli studenti non frequentanti dovranno procurarsi presso i colleghi frequentanti gli appunti delle lezioni di tutte e tre le uu.dd.; si consiglia di impiegare ap-punti completi e presi con cura e attenzione.
L'ulteriore bibliografia da preparare per l'esame è di seguito elencata, suddivisa per u.d.

Unità didattica A:
Oltre agli appunti (procurati autonomamente), gli studenti non frequentanti dovranno preparare:
Per l'u.d. A gli studenti non frequentanti sono tenuti a preparare:
- Marcello Barbato, Le lingue romanze. Profilo storico-comparativo, Laterza, Roma-Bari, 2017.
- Alberto Varvaro, Il latino e la formazione delle lingue romanze, Il Mulino, Bologna, 2014;
- Maurice Lecoy, Profilo storico della linguistica moderna, 17a ed., Laterza, Roma-Bari, 2018, limitatamente alle pp. 3-82 (in alternativa: Robert H. Robins, La linguistica moderna, Il Muli-no, Bologna, 2005, limitatamente alle pp. 9-89).
- altri materiali didattici, scaricabili dalla pagina Ariel 2.0 del corso (l'elenco dei materiali di-dattici da preparare obbligatoriamente per l'esame sarà pubblicata sulla medesima pagina a fi-ne corso).

Unità didattica B
Oltre agli appunti (procurati autonomamente), gli studenti non frequentanti dovranno preparare:
- Hans Goebl, La geografia linguistica, in Manuale di linguistica italiana, a cura di Sergio Lu-bello, de Gruyter, Berlin-Boston, 2016, pp. 553-580;
- Corrado Grassi, La geografia linguistica, in Lexikon der romanistischen Linguistik (LRL), hrsg. von Günter Holtus, Michael Metzeltin, Christian Schmitt, vol. I, t. 1. Geschichte des Faches Romanistik. Methodologie (Das Sprachsystem), Max Niemeyer, Tübingen, 2a ed. 2011, pp. 207-235.
- Gerhard Rohlfs, Panorama delle lingue neolatine. Piccolo atlante linguistico pan-romanzo, Gunter Narr Verlag, Tübingen, 1986; per l'esame andrà studiatala breve introduzione e sarà ri-chiesto di saper commentare in modo pertinente almeno 25 carte linguistiche, preliminarmente concordate con il docente.
- altri materiali didattici, scaricabili dalla pagina Ariel 2.0 del corso (l'elenco dei materiali di-dattici da preparare obbligatoriamente per l'esame sarà pubblicata sulla medesima pagina a fi-ne corso).

Unità didattica C:
Oltre agli appunti, gli studenti frequentanti dovranno preparare alcuni materiali (con una parte ag-giuntiva rispetto agli studenti frequentanti) che saranno resi disponibili in una dispensa, scaricabi-le dalla pagina Ariel 2.0 del corso.

Avvertenza
Si ribadisce l'importanza della frequenza alle lezioni del corso; gli studenti che intendano soste-nere l'esame da non frequentanti sono pregati di prendere contatto con il docente prima di iniziare la preparazione dell'esame.
Gli studenti nazionali e internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestiva-mente contatto col docente titolare del corso.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col do-cente, in accordo con l'Ufficio competente.

02/08/2019
Prerequisiti e modalità di esame
Orale, con produzione di un breve elaborato scritto preliminare: La prova orale consiste di un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare le competenze acquisite dal candidato.
Tutti gli studenti che intendano sostenere l'esame (da 6 o da 9 cfu) sono tenuti a consegnare al do-cente (anche a mezzo e-mail), almeno 10 giorni prima dell'inizio della sessione d'esame, un breve elaborato originale (max. 15.000 battute), contenente un'esercitazione scritta su un argomento concordato con il docente, secondo le modalità indicate nel paragrafo Presentazione del corso.
Periodo
Primo semestre
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Dal 16/09/2019 al 09/02/2020 il ricevimento si svolge il giovedì, ore 10-13, SU APPUNTAMENTO. Sospensioni o modifiche saranno comunicate su Ariel 2.0. Per accedere al ricevimento scrivere preventivamente una mail all'indirizzo roberto.tagliani@unimi.it.
Dipartimento Studi letterari, filologici e linguistici - sez. Modernistica, I piano