GIURISPRUDENZA C.U. (CLASSE LMG/01)-immatricolati dall'a.a. 2014/2015

area Giurisprudenza
Laurea magistrale a ciclo unico
A.A. 2014/2015
LMG/01 - Magistrali in giurisprudenza
Laurea magistrale a ciclo unico
300
Crediti
Accesso
Libero
5
Anni
Italiano, Inglese
International title
Double Degree
Il Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza si propone come obiettivo di fornire una approfondita e articolata formazione, di carattere sia sistematico che metodologico, nel campo delle istituzioni giuridiche, avendo riguardo alla loro dimensione nazionale e internazionale e nell'ambito di un ampio orizzonte culturale interdisciplinare. La laurea magistrale in Giurisprudenza è finalizzata all'avvio degli studenti sia alle professioni giuridiche classiche, quali l'avvocatura, la magistratura e il notariato, sia ad ogni altra attività professionale, autonoma o subordinata, per la quale sia necessaria una approfondita conoscenza del diritto. Il conseguimento della laurea magistrale in Giurisprudenza costituisce l'unico titolo valido per l'accesso alla Scuola di specializzazione per le professioni legali.
Gli sbocchi professionali del corso di laurea, possono essere sintetizzati, in via indicativa e senza pretesa di completezza, secondo la classificazione ISTAT delle professioni come segue:
● Profilo professionale: Avvocati (2.5.2.1.0)
- Funzioni: Le professioni comprese in questa unità rappresentano e tutelano gli interessi di persone e organizzazioni nelle procedure legali e nei diversi gradi dei processi penali, civili e amministrativi; stilano documenti, contratti e altri atti legali; forniscono consulenza legale.
- Competenze: I soggetti compresi in questa categoria devono disporre di una approfondita conoscenza nel campo delle materie giuridiche civilistiche, penalistiche, amministrativistiche e tributaristiche.
- Sbocchi: Libera professione.
● Profilo professionale: Notai (2.5.2.3.0)
- Funzioni: Le professioni comprese in questa categoria ricevono e redigono gli atti tra vivi e di ultima volontà; attribuiscono loro pubblica fede; li conservano; ne rilasciano copia, estratti e certificazioni; accertano la volontà dei contraenti e la traducono in linguaggio giuridico, garantendo la legalità dell'atto così messo in essere; consigliano alle parti l'atto più idoneo a raggiungere gli obiettivi prefissati; verificano la legalità dei contenuti oggetto degli accordi e delle transazioni.
- Competenze: I soggetti compresi in questa categoria devono disporre di una approfondita conoscenza nel campo delle materie giuridiche, con particolare riferimento a quelle civilistiche, urbanistiche, tributaristiche, internazionalistiche e di diritto dell'Unione Europea.
- Sbocchi: Libera professione.
● Profilo professionale: Magistrati (2.5.2.4.0)
- Funzioni: Le professioni comprese in questa categoria amministrano la giustizia penale, civile e amministrativa nei diversi gradi del processo; accertano le condizioni dell'azione penale e la esercitano; controllano la liceità e la congruenza alle leggi e ai regolamenti della spesa pubblica.
- Competenze: I soggetti compresi in questa categoria devono disporre di una approfondita conoscenza nel campo delle materie giuridiche civilistiche, penalistiche, amministrativistiche, internazionalistiche e di diritto dell'Unione Europea.
- Sbocchi: Magistratura ordinaria, amministrativa e contabile.
● Profilo professionale: Esperti legali nelle imprese (2.5.2.2.1)
- Funzioni: Le professioni comprese in questa unità affrontano, gestendo e coordinando le attività di appositi uffici, gli aspetti legali propri delle attività di imprese; stilando documenti, contratti e altri atti legali; fornendo consulenza in materia legale alla struttura di appartenenza.
- Competenze: I soggetti compresi in questa categoria devono disporre di una buona conoscenza nel campo delle materie giuridiche, con particolare riferimento a quelle civilistiche e tributaristiche.
- Sbocchi: Impiego negli uffici legali delle imprese.
● Profilo professionale: Esperti legali negli enti pubblici (2.5.2.2.2)
- Funzioni: Le professioni comprese in questa unità affrontano, gestendo e coordinando le attività di appositi uffici, gli aspetti legali propri delle attività di organizzazioni o della stessa Amministrazione Pubblica, stilando documenti, contratti e altri atti legali; fornendo consulenze in materia legale alle strutture di appartenenza.
- Competenze: I soggetti compresi in questa categoria devono disporre di una buona conoscenza nel campo delle materie giuridiche, con particolare riferimento a quelle amministrativistiche.
- Sbocchi: Impiego negli uffici legali della pubblica amministrazione e degli enti pubblici nazionali e sovranazionali.
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?cod…
L'accesso al corso di laurea magistrale in Giurisprudenza è subordinato al possesso del diploma di scuola secondaria superiore, o di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo.
Sono previste forme di autovalutazione facoltative e non vincolanti, mediante una prova finalizzata a rendere consapevoli gli studenti della scelta operata e a valutare la loro preparazione iniziale, con particolare riguardo agli aspetti di cultura generale di base ed alle capacità argomentative.
Sono altresì previsti dei corsi facoltativi per gli studenti nella cui preparazione iniziale siano state riscontrate delle carenze, diretti a migliorare le loro capacità di comprensione e di comunicazione

Elenco insegnamenti

annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Diritto costituzionale (of2) 13 91 Italiano
Istituzioni di diritto privato (of2) 13 91 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Economia politica (of2) 9 63 Italiano
Istituzioni di diritto romano (of2) 12 84 Italiano
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Filosofia del diritto (of2) 9 63 Italiano
Storia del diritto medievale e moderno (of2) 12 84 Italiano
sarà attivato dall'A.A. 2015/2016
annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Diritto commerciale (of2) 15 105 Italiano
Diritto penale (of2) 15 105 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Facoltativo
Diritto privato comparato (of2) 9 63 Italiano
Diritto pubblico comparato (of2) 9 63 Italiano
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Diritto del lavoro (of2) 12 84 Italiano
Facoltativo
Sociologia del diritto (of2) 6 42 Italiano
Teoria generale del diritto (of2) 6 42 Italiano
Regole di composizione
1a - Lo studente deve sostenere un esame a scelta tra i seguenti:
Attività formative Crediti Ore totali Lingua Periodo
Diritto privato comparato (of2) 9 63 Italiano Primo semestre
Diritto pubblico comparato (of2) 9 63 Italiano Primo semestre
1b - Lo studente deve sostenere un esame a scelta tra i seguenti:
Attività formative Crediti Ore totali Lingua Periodo
Sociologia del diritto (of2) 6 42 Italiano Secondo semestre
Teoria generale del diritto (of2) 6 42 Italiano Secondo semestre
sarà attivato dall'A.A. 2016/2017
annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Diritto processuale civile (of2) 14 98 Italiano
Diritto processuale penale (of2) 14 98 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Diritto internazionale (of2) 9 63 Italiano
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Diritto amministrativo (of2) 9 63 Italiano
Diritto dell'unione europea (of2) 9 63 Italiano
Regole di composizione
2a - Lo studente deve conseguire 6 cfu con un esame a scelta del settore IUS/18 o del settore IUS/19
sarà attivato dall'A.A. 2017/2018
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Giustizia amministrativa (of2) 9 63 Italiano
Facoltativo
Diritto canonico (of2) 9 63 Italiano
Diritto ecclesiastico (of2) 9 63 Italiano
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Diritto tributario (of2) 9 63 Italiano
Regole di composizione
3b - Lo studente deve conseguire 18 CFU due esami a scelta tra gli insegnamenti affini o integrativi
3c - Abilità informatico giuridiche
3d - Lo studente dovrà sostenere l'esame di una lingua straniera giuridica
3e - Altre attività pratiche
3a - Lo studente deve sostenere un esame a scelta tra i seguenti:
Attività formative Crediti Ore totali Lingua Periodo
Diritto canonico (of2) 9 63 Italiano Primo semestre
Diritto ecclesiastico (of2) 9 63 Italiano Primo semestre
sarà attivato dall'A.A. 2018/2019
annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Diritto civile (of2) 12 84 Italiano
Non definito
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Prova finale (of2) 24 Italiano
Regole di composizione
4a - Lo studente deve conseguire 12 CFU con due esami a scelta tra gli insegnamenti affini e integrativi
4b - Lo studente deve conseguire 12 cfu con due esami a scelta libera da 6 cfu.
Fra le materie a scelta dello studente sono ricompresi tutti gli insegnamenti attivati presso i corsi di laurea e di laurea magistrale della Facoltà, riportati nel Manifesto annuale degli studi.
Gli studenti potranno altresì optare per materie insegnate in altri corsi di studio, sempre nei limiti della loro libertà di scelta e subordinatamente all'approvazione del Collegio Didattico Interdipartimentale. Sono escluse le materie con denominazione o contenuto corrispondenti a quelli della Facoltà di Giurisprudenza.
Gli esami di Diritto costituzionale e di Istituzioni di diritto privato sono propedeutici rispetto agli esami di tutte le discipline degli anni successivi.
Diritto penale è propedeutico rispetto a Diritto processuale penale e alle altre discipline penalistiche e processual-penalistiche. Diritto processuale civile è propedeutico rispetto a Giustizia amministrativa, Diritto dell'esecuzione civile, Diritto fallimentare, Diritto dell'arbitrato e Diritto processuale civile comparato. Economia politica è propedeutica rispetto a tutte le altre discipline economiche, ad eccezione di Economia aziendale, Ragioneria generale e applicata, Economia degli intermediari finanziari e Financial markets and institutions - investment banking and corporate finance. Diritto commerciale e Diritto processuale civile sono propedeutici rispetto a Diritto tributario. Diritto internazionale e Diritto processuale civile sono propedeutici rispetto a Diritto del commercio internazionale. Diritto internazionale è propedeutico rispetto a Diritto dell'Unione Europea. Diritto amministrativo è propedeutico rispetto a Giustizia amministrativa.
L'insegnamento di base di ogni materia è propedeutico rispetto al relativo insegnamento progredito; fa eccezione l'esame di Diritto romano che non è propedeutico rispetto a Diritto romano progredito, mentre per entrambi è propedeutico l'esame di Istituzioni di diritto romano.
Presidente del Collegio Didattico
GIANROBERTO VILLA
Contatti