PODOLOGIA (Classe L/SNT2)-Immatricolati dall'a.a. 2011/2012

Medicina e Chirurgia
Laurea triennale
A.A. 2015/2016
L/SNT2 - Professioni sanitarie della riabilitazione
Laurea triennale
180
Crediti
Accesso
Programmato
3
Anni
Italiano
I laureati nel Corso di Laurea in Podologia, in conformità agli indirizzi dell'Unione Europea, dovranno essere dotati:
- delle basi scientifiche e della preparazione teorico-pratica necessarie per la comprensione dei fenomeni biologici ed ereditari, dei principali meccanismi di funzionamento degli organi e degli apparati, nonché degli aspetti psicologici, sociali ed ambientali;
- della conoscenza dell'evoluzione della professione, dei concetti fondanti della podologia e della metodologia del processo di assistenza podologica;
- della conoscenza dei fondamenti, dell'evoluzione e delle caratteristiche della teoria e dei modelli concettuali dell'assistenza podologica;
- della conoscenza dei principi e delle norme che definiscono il campo proprio di attività e di responsabilità del podologo;
- della conoscenza dei principi di bioetica, deontologici, giuridici e medico legali della professione;
- della capacità di sviluppare un approccio integrato al paziente, valutando criticamente gli aspetti podologici clinici, relazionali, educativi, sociali ed etici coinvolti nella prevenzione, nella assistenza, nella riabilitazione, nel recupero del grado di benessere più elevato possibile;
- dei principi culturali e professionali che orientano il processo, il pensiero diagnostico, l'agire podologico nei confronti della persona assistita e della collettività, applicando questi principi in esperienze presso strutture sanitarie e assistenziali accreditate;
- di autonomia professionale, decisionale ed operativa derivante da un percorso formativo caratterizzato da un approccio olistico ai problemi di salute delle persone, anche in relazione all'ambiente chimico-fisico, biologico e sociale che le circonda;
- delle conoscenze teoriche essenziali che derivano dalle scienze di base, nella prospettiva della loro successiva applicazione professionale;
- della capacità di rilevare e valutare criticamente i dati relativi ai bisogni di assistenza podologica della persona e della collettività formulando i relativi obiettivi;
- delle conoscenze,delle abilità e dell'esperienza utili a pianificare, gestire e valutare l'intervento assistenziale in campo podologico;
- delle conoscenze, delle abilità e dell'esperienza atte a garantire la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostiche e terapeutiche;
- della capacità di partecipare all'identificazione dei bisogni di salute della persona e della collettività;
- della capacità di concorrere direttamente all'aggiornamento relativo al proprio profilo professionale;
- della metodologia e della cultura necessarie per la pratica della formazione permanente;
- della capacità di collaborare e di integrarsi con le diverse figure professionali nelle attività sanitarie di gruppo;
- della capacità di avvalersi, ove necessario, della collaborazione e dell'opera di personale di supporto e di contribuire alla sua formazione;
- della capacità didattica orientata al tutorato clinico degli studenti;
- della conoscenza delle dimensioni etiche e storiche della medicina con particolare riferimento alla podologia;
- della capacità di relazione e di comunicazione, efficace ed adeguata, con il paziente e con i familiari.
Accesso senza debiti alle seguenti lauree magistrali
Il laureato Podologo può accedere al Corso di Laurea Magistrale in Scienze Riabilitative delle professioni sanitarie - Classe LM/SNT2.
I laureati Podologi effettuano con autonomia tecnico-professionale le loro prestazioni lavorative dirette a prevenire e a trattare, con metodi incruenti, ortesici e idromassoterapici, le patologie del piede le callosità, le unghie ipertrofiche, deformi e incarnite, nonché il piede doloroso; su prescrizione medica prevengono e
medicano le ulcerazioni delle verruche del piede e assistono anche, ai fini della educazione sanitaria, i portatori delle malattie a rischio di lesioni del piede; individuano e segnalano al medico le sospette condizioni patologiche che richiedono un approfondimento diagnostico o un intervento terapeutico.
Gli sbocchi occupazionali per il laureato Podologo sono individuabili in servizi di Podologia in strutture ospedaliere o ambulatoriali pubbliche, private accreditate o private.
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?cod…
Il Corso di Laurea in Podologia ha una solida tradizione di scambi internazionali.
Il programma Erasmus, acronimo di European Region Action Scheme for the Mobility of University Students, nasce nel 1987 per iniziativa della Comunità Europea e sancisce la possibilità per uno studente universitario europeo di effettuare in un Ateneo straniero un periodo di studio legalmente riconosciuto dalla propria sede universitaria.
Per ciò che riguarda i settori di studio che si possono sviluppare all' estero, attualmente il Corso di Laurea in Podologia fornisce agli studenti del III anno la possibilità di svolgere attività professionalizzante sotto forma di tirocinio.
A tal fine, sono stati presi accordi con la Univeristat de Barcelona (Spagna) dove già da quattro anni due studenti all'anno si recano per un semestre di tirocinio.
Il programma Erasmus Plus prevede oltre agli accordi bilaterali anche la possibilità di mobilità di due docenti per ogni Ateneo.
Il riconoscimento in carriera è pari a 20 ECTS/CFU di attività elettive, per un totale di 20 crediti universitari per lo studente.
Il Corso di Laurea in Podologia ha stretto accordi anche con le università spagnole di Madrid e della Coruna, ma sino ad ora non si sono concretizzati soggiorni di studio.
Gli studenti hanno sempre valutato in modo molto positivo l'esperienza effettuata, spesso ricavandone spunti per la tesi di laurea e contatti poi mantenuti nel tempo. L'esperienza Erasmus è considerata non solo un momento universitario, ma anche un'occasione per imparare a convivere con persone di diversa cultura e lingua offrendo la possibilità non solo dell' apprendimento di diversi idiomi ma anche un momento in cui lo studente inizia ad assumere responsabilità e acquisisce un senso appartenenza ad un percorso formativo comune seppure con studenti appartenenti a paesi diversi.
La frequenza è obbligatoria per tutte le attività formative previste nel piano degli studi.
Per essere ammesso a sostenere la relativa verifica di profitto, lo studente deve aver frequentato almeno il 75% delle ore di attività didattica previste per ciascuna attività formativa.

Elenco insegnamenti

annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Apparato locomotore e medicina fisica e riabilitativa 1 (primo anno) 2 20 Italiano
Lingua straniera 2 20 Italiano
Malattie cutanee e veneree (primo anno) 3 30 Italiano
Scienze chimiche e farmacologiche (primo anno) 2 20 Italiano
Scienze mediche e tecniche 1 (primo anno) 3 30 Italiano
Tirocinio (primo anno) 6 150 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Metodologia scientifica e scienze umane, diritto sanitario e aziendale 11 98 Italiano
- Diritto del lavoro1
- Informatica3
- Medicina legale1
- Organizzazione aziendale1
- Psicologia2
- Statistica medica2
- Storia della scienza e delle tecniche1
Morfologia 8 80 Italiano
- Anatomia umana6
- Istologia2
Scienze fisiche e diagnostica per immagini 7 70 Italiano
- Bioingegneria elettronica ed informatica1
- Diagnostica per immagini2
- Fisica3
- Radioprotezione1
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Fisiologia 5 50 Italiano
Patologia e igiene 5 50 Italiano
- Igiene generale e applicata2
- Microbiologia e microbiologia clinica1
- Patologia generale2
Regole di composizione
Elettivi - Lo studente, al primo anno, deve altresì maturare 2 CFU in attività formative a scelta.
annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Apparato locomotore e medicina fisica e riabilitativa 1 (secondo anno) 6 60 Italiano
- Malattie dell'apparato locomotore3
- Medicina fisica e riabilitativa3
Malattie cutanee e veneree (secondo anno) 3 30 Italiano
Scienze mediche e neurologiche (secondo anno) 5 50 Italiano
- Malattie dell'apparato cardiovascolare2
- Malattie infettive1
- Medicina interna2
Scienze mediche e tecniche 1 (secondo anno) 7 70 Italiano
Tirocinio (secondo anno) 22 550 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Scienze chirurgiche 4 40 Italiano
- Anestesiologia1
- Chirurgia generale2
- Chirurgia plastica1
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Malattie dismetaboliche e infiammatorie 5 50 Italiano
- Endocrinologia3
- Reumatologia2
Regole di composizione
Elettivi - Lo studente, al secondo anno, deve altresì maturare 2 CFU in attività formative a scelta.
annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Apparato locomotore e medicina fisica e riabilitativa 2 7 70 Italiano
- Malattie dell'apparato locomotore - Chirurgia del piede6
- Medicina fisica e riabilitativa1
Scienze chimiche e farmacologiche (terzo anno) 2 20 Italiano
Scienze mediche e neurologiche (terzo anno) 2 20 Italiano
Scienze mediche e tecniche 2 9 90 Italiano
- Scienze infermieristiche2
- Scienze tecniche mediche e applicate (Podologia)7
Tirocinio (terzo anno) 32 800 Italiano
Attività conclusive
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Prova finale 7 Italiano
Regole di composizione
Elettivi - Lo studente, al terzo anno, deve altresì maturare 2 CFU in attività formative a scelta.
annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Laboratorio di analisi del passo ed ortesiologia 3 75 Italiano
Ulteriori attività formative 6 90 Italiano
Sedi didattiche
La attività didattica relativa al Corso di Laurea in Podologia è svolta presso le strutture didattiche convenzionate e presso altre strutture messe a disposizione dalla Facolta' di Medicina e Chirurgia.
Presidente del Collegio Didattico
PAOLO DANIELE MARIA PIGATTO
Professori tutor
Gorgeri Roberta
Lattuada Annalisa
Malgrati Marta
Preda Andrea
Serafin Antonio
Contatti