Voi siete qui

Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni

Il CUG - Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni - ha il compito di tutelare e promuovere la dignità della persona, per garantire e migliorare sempre più le condizioni di lavoro del personale - docente e tecnico-amministrativo - ma anche di studenti, assegnisti, borsisti e dottorandi, per le materie di proprio interesse (art. 34 Statuto d'Ateneo).

Il Comitato agisce per rimuovere le disuguaglianze, prevenire le discriminazioni, favorire le uguaglianze di trattamento e di opportunità - anche attraverso una più efficace conciliazione tra vita professionale e vita familiare - oltre che per assicurare un'equilibrata presenza di genere negli organi collegiali e di governo dell'Ateneo.

Il Regolamento di costituzione e modalità di funzionamento del CUG disciplina composizione e compiti del Comitato.

La segreteria tecnica del Comitato è affidata all’Ufficio Welfare, Relazione sindacali e Pari opportunità (cug@unimi.it).


Composizione

Il CUG si compone di 24 membri – comprensivi del Presidente, nominato da Rettore e Direttore Generale, e dei supplenti – designati nel rispetto della parità di genere e di un ugual numero di rappresentanti delle organizzazioni sindacali e dell'amministrazione, assicurando quindi un'adeguata presenza di personale docente e tecnico-amministrativo.

Nelle riunioni su materie di interesse degli studenti, il Comitato è integrato da un numero di rappresentanti uguale alla metà di ciascuna delle altre componenti, mentre anche assegnisti, borsisti e dottorandi possono partecipare con una propria delegazione in sessioni dedicate a loro problematiche.

L'incarico come membro del CUG ha una durata di tre anni, rinnovabile una sola volta.

Presidente del comitato
Anna Luisa Canavese

Rappresentanti dell’amministrazione

  • Renata Semenza - componente
  • Beatrice Magni - supplente
  • Giovanni Costa - componente
  • Silvia Fustinoni - supplente
  • Silvia Gilardi - componente
  • Chiara Guglielmetti - supplente
  • Anna Luisa Canavese - componente
  • Daniela Falcinelli - supplente
  • Simona Maria Assunta Fusar Bassini - componente
  • Giancarlo Paolo Reverberi - supplente
  • Maurizio Zangrossi - componente
  • Camilla Mocchi - supplente

Componenti designati dalle organizzazioni sindacali rappresentative a livello di Ateneo:

F.L.C.-C.G.I.L.
Carmelina Varricchio - componente
Alberto Airoldi - supplente

C.I.S.L. - UNIVERSITA’
Marco Alberto Quiroz Vitale - componente - Vicepresidente*
Lucia Loconte - supplente

UIL RUA
Andrea Luciano Zepponi - componente
Patrizia Mottola - supplente

CISAPUNI
Ernesto Gandini - componente
Vita Addolorata Rossetti - supplente

USB PUBBLICO IMPIEGO
De Marco Cassandra - componente
Croci Gianluigi - supplente

CSA di CISAL UNIVERSITA’
Sebastiano Rinaldi - componente
Teresa Antonietta Scroccarello - supplente

 

Decreto di costituzione (pubblicato il 11/09/2014)

Decreto sostituzione componente (07/04/2015)

Decreto sostituzione componente (01/10/2015)

Decreti sostituzione componenete (14/03/2016)

inizio pagina


Compiti

Il Comitato Unico di garanzia sostiene e promuove interventi per:

  • superare le discriminazioni, relative al genere, all'età, all'orientamento sessuale, alla razza, all'origine etnica, alla disabilità, alla religione e alla lingua
  • rimuovere le disuguaglianze di fatto che ostacolano la piena realizzazione delle persone nell'ambiente di lavoro
  • realizzare le pari opportunità di lavoro per tutti, e fra uomini e donne
  • contrastare il mobbing, anche proponendo codici di condotta e azioni per prevenirlo, analizzando il fenomeno e individuandone le possibili cause, condizioni di lavoro o fattori organizzativi che lo possano generare e intervenendo nelle sedi competenti per porre rimedio a casi specifici.

inizio pagina


La Consigliera di fiducia

Figura specializzata, esterna e imparziale, con una lunga esperienza nell’ambito della salute occupazionale, stress lavorativo, del burnout, della violenza psicologica e del mobbing, la Consigliera di fiducia interagisce con il Comitato Unico di Garanzia (CUG), per definire strategie che promuovano un clima organizzativo finalizzato al benessere lavorativo di tutto il personale d'Ateneo.

La Consigliera di fiducia partecipa alle riunioni del CUG - senza diritto di voto - se l'ordine del giorno prevede la sua presenza.

inizio pagina


Osservatorio sulla Parità

Primo Rapporto dell’Osservatorio sulla Parità
Genere e carriere all’Università degli Studi di Milano

Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni dell’Università degli Studi di Milano ha promosso il primo rapporto dell'Osservatorio sulla Parità dal titolo "Genere e carriere all'Università degli Studi di Milano".

La ricerca nasce dalla necessità di indagare le diverse opportunità offerte dall'Ateneo - in termini di ricerca, lavoro e studio - in ottica di genere e di generazioni. Prendendo spunto dalle diverse esperienze di "Bilancio di Genere" implementate di recente da alcuni Atenei italiani, il rapporto restituisce la fotografia delle tre popolazioni che abitano l'Università Statale, e quindi del personale accademico (comprensivo di assegnisti), TAB (tecnico-amministrativo e bibliotecario), nonché degli iscritti, ovvero degli studenti, specializzandi e dottorandi.

I dati - raccolti presso gli uffici di Ateneo e aggiornati al 2015 - sono stati comparati nel tempo e al totale degli Atenei italiani, con l'obiettivo di catturare le dinamiche di cambiamento interne e collocare l'Università degli Studi di Milano nel più ampio contesto nazionale, tenendo presente sia i cambiamenti demografici che le recenti modifiche normative e istituzionali.

I risultati della ricerca indicano il persistere di una situazione di disparità di genere nel personale accademico, con le donne maggiormente concentrate nelle fasi iniziali della carriera, reclutate in misura inferiore rispetto agli uomini e con un'età mediamente più elevata per fascia. D'altra parte, l'Ateneo non solo ha mostrato un miglioramento nel tempo sul fronte della parità di genere ma supera la media nazionale sia per quanto riguarda la composizione per fascia che per area disciplinare, con una consistente presenza di donne in molte aree STEMM (Science, Technology, Engineering, Mathematics and Medicine).

Il personale tecnico-amministrativo risulta invece fortemente femminilizzato e poco precario, con la quasi totalità dei contratti a tempo indeterminato. D'altra parte, appare critica la composizione per fasce d'età, con gli under-35 poco rappresentati per effetto dei blocchi sul reclutamento e il conseguente aumento dell'età media. Le donne sono la maggioranza anche tra gli studenti, in crescita negli ultimi anni e ancora una volta al di sopra della media nazionale. E pur sussistendo importanti differenze di genere nella scelta del percorso di studio, emergono alcuni segnali di cambiamento, con un'elevata presenza femminile nelle scienze mediche, veterinarie e del farmaco, e con i tassi di crescita più significativi all'interno delle discipline tecnico-scientifiche.

Concludendo, in termini assoluti emergono alcune criticità sia in riferimento al genere sia alle coorti generazionali. Comparando tuttavia i dati con la media degli altri Atenei italiani, l'Università degli Studi di Milano presenta delle percentuali di presenza femminile più elevate a tutti i livelli e il confronto europeo, del resto, conferma il buon posizionamento dell'Ateneo.

L'analisi 2007-2015 mostra inoltre evidenze di un recente miglioramento del nostro Ateneo che costituiscono un segnale incoraggiante per il lavoro futuro. In quanto tale, il Rapporto rappresenta un prezioso strumento di analisi e un punto di partenza per elaborare le strategie future volte a promuovere le pari opportunità all'interno dell'Ateneo.

 

Coordinatrice dell'Osservatorio
Renata Semenza
Autrice del rapporto
Camilla Gaiaschi
Gruppo di ricerca
Camilla Gaiaschi, Daniela Falcinelli, Renata Semenza.
Estrazione dati
Idilio Baitieri, Alessandra Catellani, Gloria Musso

Documenti

Primo Rapporto dell’Osservatorio sulla Parità Genere e carriere all’Università degli Studi di Milano

inizio pagina

Contatti

Ufficio Welfare, Relazioni Sindacali e Pari opportunità
Area Pari Opportunità, benessere organizzativo e tutela contro le discriminazioni
cug@unimi.it

Dott.ssa Daniela Falcinelli, responsabile dell’Ufficio
Tel 02.503.13264

Dott.ssa Nicoletta Rosati
Tel 02.503.13270

inizio pagina